pagine viste: ...
...no javascript...
phone
opzioni grafiche:
T
T
T
TT
Benvenuto, visitatore
     
Thu 23 September, 05:36:35
logo

Io - Massimo Parizzi

IO

acquista

scheda vista 75 volte.

autore: Massimo Parizzi

editore: Manni

Recensioni:

recensione del 03/07/2021 di

avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)


Nel febbraio di un vicino, lontano 1991 Umberto Tozzi lanciava quello che sarebbe poi divenuto uno dei suoi grandi successi: "Gli altri siamo noi". Non si tratta di una citazione casuale: è il celebre pezzo musicale che, in modo del tutto spontaneo, può tornare alla mente dopo aver letto le prime pagine del romanzo "Io" di Massimo Parizzi. Nel testo del brano si possono infatti ritrovare, con sorprendente somiglianza, alcuni dei tanti spunti che l'innovativo autore ha saputo disseminare nella trama della sua opera, peraltro sempre accompagnati da una massiccia dose di sincera umiltà. Tratto toccante quest'ultimo e, in estrema sintesi, forse il valore più prezioso dell'intero scritto. Perché una cultura senza umanità non è vera cultura, anzi ingabbia la società relegandola "indietro rispetto all'Uomo". "Gli altri siamo noi" quindi. O meglio "gli altri sono io".

La lettura dell'opera sorprende sin dalle prime pagine, richiedendo un'attenzione particolare. Forse per una spiccata peculiarità di stile che colpisce se si ha la perseveranza di seguire, con pazienza, lo svolgersi di un filo narrativo il cui procedere non è lineare, bensì unisce punti lontani e vicini nello spazio e nel tempo creando una fitta rete di contatti. I trait d'union sono i pensieri, le citazioni, i ricordi estemporanei che, come proiettori puntati sul palcoscenico, d'improvviso illuminano, di volta in volta, un viso nuovo. Può trattarsi di persone conosciute, come quelle che popolano la memoria dell'infanzia, oppure di uomini, donne e bambini dall'altra parte di un mondo che, magicamente, sembra poter entrare tutto intero nell'abbraccio della voce narrante. Quella che a volte ci accompagna, con passo discreto, verso alcuni episodi dell'era contemporanea, ormai entrati di diritto nella coscienza storica collettiva.

Questo nuovo stile, caratterizzato dalla scomposizione cronologica in "spezzoni" sviluppati a più riprese e da continui cambiamenti di visuale, conferisce a tale romanzo una forma evasiva. In termini di architettura del testo, potremmo perfino spingerci oltre e paragonarlo, su un livello prettamente concettuale, alle "Città Invisibili" di Calvino che del suo capolavoro disse "questo libro è fatto a poliedro, e di conclusioni ne ha un po' dappertutto, scritte lungo tutti i suoi spigoli".

Non solo. La particolare tecnica d'innesto di citazioni impreviste, alternate a pensieri "lampo", dialoghi, descrizioni e frammenti di un diario di viaggio (che smorza la forza emotiva della narrazione del passato inserendo un apparente flashback, ingannevole sorta di passato più remoto) pongono molti passi di questo testo in una terra inesplorata, via di mezzo tra narrazione classica, flusso di coscienza e monologo interiore, mélange per nulla facile che l'autore ha saputo gestire e modulare con maestria.

Entrando poi nelle righe del romanzo, non possono passare inosservati la rara capacità e l'accurato dettaglio con cui sono stati tessuti i ricordi d'infanzia, che sembrano quasi invitare il lettore a tornare bambino. Non tutti appaiono positivi e anzi, taluni sono portatori di un sottile dolore. Ma l'autore sembra aver saputo, senza eccezioni, ammantarli di quella giusta atmosfera, che impropriamente quanto efficacemente si potrebbe definire "fiabesca". Volendo fare un parallelo cinematografico, inevitabile sarebbe l'accostamento con l'Amarcord di felliniana memoria. Come appropriato risulterebbe, mantenendo le debite proporzioni, accostare l'intento dell'autore a quello che spinse il grande Marcel Proust a comporre la sua monumentale Recherce.

Le numerose citazioni presenti sono elencate nella nota finale dell'autore. Tutte restano degne di pari attenzione, ma non senza una buona dose di coraggio e incoscienza si potrebbe ipotizzare che le parole di Simone Weil: "Amare per un verso tutto, indistintamente. Per l'altro soltanto il bene" appaiono forse come le più aderenti allo spirito universale che l'autore ha voluto infondere nella storia. Allo stesso tempo, tante sono le considerazioni scaturite dalla penna di Massimo Parizzi, piccole perle di rara bellezza e tutte palese manifestazione di una estrema quanto rara sensibilità. E anche qui, di nuovo avventatamente, se ne vuole indicare una tra tutte, a chiusura di una citazione di Maria Angeles che parla della speranza nelle nuove vite: "È una speranza che è stata sempre delusa e, insieme, è stata sempre. Com'è possibile sperare sempre ed essere sempre delusi e sperare sempre…? È un'ostinazione."

In conclusione un'opera nuova, dove l'essere umano sembra infine trovare il posto che Natura gli ha assegnato: individuo con gli altri, per gli altri. Una dichiarazione d'amore per l'Uomo in quanto appartenente alla specie umana, attore che non può nascondersi dietro la parola "società" − troppe volte rivelatasi mero ideale utopico − ma deve guardarsi dentro e riscoprire la vita fatta di intreccio di braccia, di parole e sguardi, perché "…è quella visione transitiva (io vedo l'altro e non me, l'altro vede me e non sé) a rendere noi e gli altri radicalmente diversi e, nello stesso tempo, indissolubilmente legati. Dipendenti, nell'identità stessa, a vicenda".

recensione aggiornata il 05/07/2021

(aggiungi recensione a questo libro)





Altri libri dell'autore (o simili)
nwAlla fine di un giorno noioso di (Carlotto Massimo)
nwBlue Bull di (Massimo Baglione e Cataldo Balducci)
nwFEMILIA - abbiamo sufficienti riserve di sperma di (Mary J. Stallone e Massimo Baglione)
nwHuman Take Away di (Alessandro Napolitano e Massimo Baglione)
nwHuman Takeaway di (Alessandro Napolitano and Massimo Baglione)
nwI sogni di Titano di (Glauco De Bona e Massimo Baglione)
nwIdra Loop di (Massimo Baglione)
nwIntellinfinito (un passo avanti) di (Massimo Baglione)
nwIperStore di (Massimo Baglione)
nwL'Animo spaziale di (Massimo Baglione)
nwL'arca di Noel di (Massimo Baglione)
nwLa donna dipinta per caso di (Massimo Baglione)
nwMandala di (Massimo Bernardi)
nwNeurocrime di (Gloria Bardi, Massimo Tabaton)
nwTime City - Amanti nel Tempo di (Massimo Baglione e Valentina Margio)
nwUn passo indietro di (Massimo Baglione)
Titoli simili
nwAbissi d'acciaio di (isaac Asimov)
nwAdama e Tonio: un'amicizia senza confini di (Laura Tullio, Chiara Curione)
nwAlla fine di un giorno noioso di (Carlotto Massimo)
nwAmici, amanti, cioccolato di (Alexander McCall Smith)
nwAnniversario fatale di (Ward Moore)
nwBagliori Cosmici di (AA.VV. su BraviAutori.it)
nwBestiario stravagante di (Massimiliano Prandini)
nwBiblioteca labirinto di (AA. VV. su BraviAutori.it)
nwCampane a Sangiocondo di (Prato Dolores)
nwCome lacrime nella pioggia di (Sofia Domino)
nwConclave (Versione italiana) di (Robert Harris)
nwGare letterarie stagionali di (AA.VV. su BraviAutori)
nwGiochi criminali di (De Cataldo - De Giovanni - De Silva - Lucarelli)
nwI migliori racconti di (Matheson Richard)
nwIl gioco di Ender di (Orson S. Card)
nwIl giorno in più di (Volo Fabio)
nwIl vecchio e il mare di (Ernest Hemingway)
nwIl villaggio nero di (Stefan Grabiński)
nwIllusion-01 di (Pasquale Aversano)
nwIn un giorno come questo di (Sorrentino Marianna L.)
nwIn villa (Piccola biblioteca Adelphi) di (W. Somerset Maugham)
nwInvasione: anno zero di (Turtledove Harry)
nwIo e il mio Desiderio di (Pasquale Aversano)
nwIo e te di (Niccolò Ammaniti)
nwIo non ho paura di (Niccolò Ammaniti)
nwIo, prigioniero in Russia di (Di Michele Vincenzo)
nwL'eleganza del riccio di (Barbery Muriel)
nwL'imbroglio dell'anima di (De Lorenzi Debora)
nwL'ombra dell'odio di (Andrea Baiocco)
nwLa casa del buio di (King Stephen, Straub Peter)
nwLa connessione Erdmann di (Nancy Kress)
nwLa sfera del buio di (King Stephen)
nwLa storia di un matrimonio di (Greer Andrew S.)
nwLa Violinista di (Gianluca Grillo)
nwLo Specchio delle Brame di (Fiorella Ricciardi)
nwLo stereoscopio dei solitari di (Juan Rodolfo Wilcock)
nwLucky Starr e le lune di Giove di (Asimov Isaac)
nwMariotta, la quarta bambina di (Nadia Bertolani)
nwMio padre di (Abécassis Eliette)
nwMuseo letterario di (AA. VV. su BraviAutori.it)
nwNel nome di mio padre di (Viveva Sten)
nwNessun uomo è mio fratello di (Clelia Farris)
nwNon lasciarmi al buio di (Laurenza Floriana)
nwOblio di (Francesca Panzacchi e Vito Introna)
nwOrgoglio e pregiudizio di (Austen Jane)
nwPinocchio 2112 di (Silvio Donà)
nwPioggia di (W. Somerset Maugham)
nwReckless. Lo specchio dei mondi di (Cornelia Funke)
nwSe io fossi... scriverei! di (AA. VV. su BraviAutori.it)
nwUn altro giro di giostra di (Terzani Tiziano)
nwXenocidio. Ender III di (Card Orson S.)








braviautori



PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.233.242.204


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,16 secondi.