pagine viste: ...
...no javascript...
phone
opzioni grafiche:
T
T
T
TT
Benvenuto, visitatore
     
Wed 17 August, 15:26:59
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Codex

(racconto narrativa, breve - per tutti)
Tempo di lettura: meno di 5 minuti
264 visite dal 16/06/2020, l'ultima: 2 settimane fa.
15 recensioni o commenti ricevuti
Autore di quest'opera:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)





Incipit: Aveva sempre amato quei corridoi stretti e malridotti. In fondo, erano stati tutta la sua vita.


Codex
file: codex.docx
size: 22,37 KB
Tempo di lettura: meno di 5 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))


Elenco Tag dell'opera:
#codice(2)    #professore(6)    #prigione(8)



Recensioni: 15 di visitatori, 25 totali.
  recensisci / commenta

recensore:

Recensione o commento # 1, data 20:38:13, 16/06/2020
Scritto in modo impeccabile dal punto di vista grammaticale. L'ambiente è descritto in modo preciso e completo cosi come lo stato d'animo. Molto bello, complimenti.



recensore:

Recensione o commento # 2, data 22:01:34, 26/06/2020
Un "non dire"che incuriosisce, che porta per mano fino alla fine del"non dire". Bello!



recensore:
avatar di Maddalena Mantovani
nwMaddalena Mantovani
$ sostenitore 2020

Recensione o commento # 3, data 21:13:26, 10/07/2020
Una scrittura elegante e raffinata. Una storia che incuriosisce e avvince. Bravissimo.



recensore:

Recensione o commento # 4, data 17:31:34, 11/07/2020
Penso che il vecchio professore soffra a vedere lo spreco di giovani vite promettenti ma già segnate, e indirizzate inesorabilmente verso la discarica della società, ovvero il carcere, o un'esistenza ai margini.
Probabilmente la maggior parte della classe non si salverà ma uno, almeno uno, forse sì.
Peccato che il professore non ci dica la formula, perché servirebbe molto anche a noi...
Bel racconto.



recensore:
avatar di Mauro Conti
nwMauro Conti
$ sostenitore 2020

Recensione o commento # 5, data 21:46:37, 31/08/2020
Giovani vite rinchiuse per gravi colpe e vari delitti. Ma anche una vita innocente viene rinchiusa per anni i quel riformatorio, un insegnante, che alla fine la sua unica e singola ma allo stesso tempo impagabile soddisfazione l'ha avuta.
Pezzo scritto veramente col cuore prima che con le parole.
Toccante, con finale triste.
Mauro.



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 09:20:43, 01/09/2020
Ringrazio tutti voi per queste recensioni così lusinghiere. Devo dire che il racconto sembra far presa e non me lo aspettavo. Questo sito ha rappresentato un bella sorpresa, serio e ben focalizzato sui testi. Mi guardo intorno e scopro che tanti tra noi (eccetto l'osservatore, ovviamente) sono davvero in gamba, a volte perfino oltre la categoria "non professionale". Scrivere è gioire e soffrire, lo sapete, e se è vero che la forma ha assolutamente la sua importanza è però il brivido la nostra ossessione, quel momento di emozione che somiglia all'universo - finito e illimitato -.



recensore:
avatar di Namio Intile
nwNamio Intile
$ sostenitore 2022 (5 dal 2019)

Recensione o commento # 6, data 13:27:31, 07/09/2020
Racconto gradevole, che ho letto volentieri.
Dal punto di vista formale mi pare corretto, solo toglierei quegli incisi tra trattini (che sono anche quelli sbagliati).
La formula (o il codice?) tradisce un po' quel sentire comune che bastino due formule scritte sopra una lavagna per descrivere la complessità del mondo.
A ogni modo, scrivi bene, spero di non vederti scivolare nel fantasy come accade a molti qui.
Mi ha incuriosito la tua curiosità sulla struttura delle short stories. Non so che formazione tu abbia, ma trovi un bellissimo capitolo sull'argomento su Dialettica dell'Illuminismo di Adorno e Horckheimer.
A rileggerti



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 13:58:32, 07/09/2020
Grazie Namio. Effettivamente nel confrontarmi qui con gli altri mi sono subito reso conto dell'importanza di affinare lo stile. Non che lo ignorassi ma è il momento di rimboccarsi le maniche. La nostra lingua è meravigliosamente bella e lo merita. Apprezzo molto il suggerimento sulla parte struttura, lo colgo senza tentennamenti e già sono alla ricerca del testo, perché, come noto spesso nelle recensioni e al di là di una necessaria correttezza formale, il lettore apprezza l'estetica soprattutto quando è condita di una certa spigliatezza. Ma per sperimentare e costruire, le basi devono essere davvero solide.



recensore:
avatar di Marcello Rizza
nwMarcello Rizza
$ sostenitore 2021 (2 quest'anno)

Recensione o commento # 7, data 13:06:24, 17/10/2020
Ho già scritto questo a un altro racconto per una mia amica che frequenta il corso di scrittura creativa con Barbara Favaro, grande insegnante nonostante i caproni, io tra questi, che provano a voler scrivere. Parafrasando Guccini che al Premio Tenco elogiò una canzone di Vecchioni ti dico: ci sono racconti che sono belli, altri che sono i racconti che sono bellissimi. Poi ci sono i racconti che "Maledizione! Perche non l'ho scritto io?" Ecco, questo tuo racconto è "Perché non l'ho scritto io?".



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 00:00:00, 17/10/2020
Ti ringrazio Marcello del commento così positivo. Non ti nascondo che questa tua espressione finale è stata anche mia talvolta leggendo testi di altri autori. In tutta sincerità, come ho già scritto in 2 recensioni se non erro (vado a memoria: Clausura? E il racconto in gara) scrivi veramente ma veramente bene. Quindi accetto e apprezzo ancora di più confidando di rileggere nuovamente qualcuna delle tue trame accattivanti e, se mi consenti, magistralmente sviluppate.



recensore:

Recensione o commento # 8, data 09:09:54, 06/04/2021
Ciao, Roberto.
Chissà qual era la domanda e quale la risposta! Non importa tutto sommato: il successo sta proprio nell'avere ottenuto la risposta.
È un testo bellissimo, che ti tiene col fiato sospeso. E molto commovente, nonostante la parvenza di intellettualità.
Ciao,
Roberto.



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 10:48:13, 06/04/2021
Grazie Roberto! È proprio vero, chissà che domanda e che pagheremmo per conoscere la risposta… devo dire che è il racconto dei miei che ha ottenuto più visualizzazioni, a dimostrazione di una buon "presa" sui lettori. Come dici tu, il rapporto insegnante-allievo, se vogliamo genitore-figlio, ha una grande valenza emotiva.
Ultimamente ho rivisto "Scoprendo Forrester". Il grande Sean avrebbe saputo dar voce anche all'inanimato, diciamocelo. Ma altrettanto possiamo affermare senza possibilità di smentita che in questa parte era semplicemente perfetto, neanche troppo distante dal suo Guglelmo da Baskerville. Così immagino lui nella parte del vecchio professore, Frederick Shalpern, mentre cammina lento nei corridoi del riformatorio.
Le tue belle parole sono un regalo gradito. A presto.



recensore:
avatar di Dainese2012@gmail.com
nwIda Dainese
$ sostenitore 2021 (12 dal 2015)

Recensione o commento # 9, data 16:10:07, 06/04/2021
Mi piace l'atmosfera che le tue parole hanno creato per questo racconto. C'è un brusio di sottofondo fatto di grida di ragazzi, di gesti fisici, di clangore di sbarre, sul quale risuonano un silenzioso scambio di sguardi, uno scrutare nell'animo e i battiti del cuore. Per un insegnante, uno vero come questo, è vitale riuscire ad arrivare alla mente e al cuore di chi ha davanti, riuscire a trovare un modo di comunicare che vada oltre l'ambiente difficile o un codice non scritto. Il protagonista ci è riuscito, Nathan ha ricambiato, questa è la strada che si è aperta, la traccia che si è impressa, l'ultimo successo, il finale che merita di essere narrato.



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 00:00:00, 06/04/2021
Ida sono molto belle le tue parole. Ho apprezzato in particolare l'aggettivo che dedichi al mio professore: "vero". Questo denota da parte tua una visuale incentrata sul lato umano dell'insegnamento. Ho già citato "Scoprendo Forrester" e in un altro commento "L'Attimo Fuggente" che a questo punto posso ipotizzare come due tra i tuoi film preferiti. A presto.



recensore:

Recensione o commento # 10, data 16:16:31, 03/06/2021
Questa "voce", che ha fatto del silenzio la propria cassa di risonanza, affidando al gesso le parole, ha in sé tutto il romanticismo del magister che ama a tal punto la sua vocazione all'insegnamento da non poter fare a meno di sperare che l'eco si faccia inchiostro, proprio come l'esecuzione di un violoncellista nel bel mezzo di una piazza troppo impegnata a far rumore…
Leggere un testo simile è come fermarsi ad ascoltare, tralasciando qualsiasi impegno perché, a dispetto della superficialità, le parole possono ancora cambiare il mondo, se le si ascolta e se ne se fa tesoro.
Inevitabile dedicarti uno dei monologhi dei personaggi cinematografici meglio riusciti e intramontabili: il professore Keating de "L'attimo fuggente".
Complimenti non solo meritati, ma calamitati



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 00:00:00, 03/06/2021
Annamaria ti ringrazio per queste tue belle parole, in particolare per i complimenti "calamitati" che mi fanno particolarmente piacere.​

La figura dell'insegnante si è sempre prestata a belle storie. Come hai citato tu, il Professor Keating de "L'Attimo Fuggente" o anche William Forrester di "Scoprendo Forrester" pur nella veste di scrittore. Vorrei qui aggiungere la bravissima Michelle Pfeiffer nella parte di LouAnne in "Dangerous Minds" con un approccio più orientato sul sociale.

Quello che ci deve guidare, per la mia modesta opinione, è il concetto superiore del termine "insegnamento". Una levatura da parte di chi sta dietro la scrivania che supera i confini del nozionismo divenendo una "scuola di vita". È una magia che, per motivi differenti, non si riscontra con i genitori che pure tanta parte hanno nell'educazione e nell'arricchimento della sfera culturale.

Credo fermamente che ognuno di noi abbia avuto il suo insegnante preferito. E chissà a quanti tra noi è accaduto grazie a lei o lui di rendersi conto per la prima volta delle capacità possedute, necessarie per giungere al risultato. Scoprire il "di più" che non sapevamo essere in noi.

La cultura e l'esperienza umana sono i due elementi che, sapientemente legati, ci sapranno raccontare questa magnifica favola.​



recensore:
avatar di Stefyp
nwStefyp
$ sostenitore 2021 (2 dal 2020)

Recensione o commento # 11, data 08:34:39, 25/09/2021
La stagione del Dragone #9
Ho letto con interesse il tuo racconto, l'argomento insegnamento mi appassiona sempre molto e per prima cosa vorrei fare un applauso a questa frase: "accendere e alimentare, anche nel peggiore degli uomini, l'inestinguibile scintilla della dignità." Volesse il cielo che tutti gli insegnanti se la scolpissero nella mente.
Ora veniamo agli appunti che vorrei farti, pochi per la verità: "I ragazzi, stanchi essi stessi del trambusto e attirati dalla novità" non mi è chiara qual è la novità, visto che sembra che quel che ha fatto lui entrando in classe sia la solita routine, non penso fosse la voce armoniosa come un violoncello (altra immagine da applaudire) perchè penso sia quella di sempre.
"Frederick rimase solo, con un'espressione di dubbioso stupore sul volto -ancor più accentuata perché latitante da secoli-" Questa frase non mi convince, cosa latita? L'espressione?
Null'altro, perché è scritto davvero in modo ineccepibile.
L'atmosfera del contesto è resa molto bene, il protagonista ben pennellato. È uno di quei professori che ti augureresti di trovare nella classe dei tuoi figli e difficilmente capita.
Il finale mi ha spiazzato, ma penso che sia stato il modo perfetto per concludere la sua vita.
E Nathan? Il meraviglioso Nathan? Avrà capito che quella parolina scritta sul quaderno (che pagherei per conoscere) é il suo punto di partenza?
Davvero tanti applausi.



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 20:23:30, 25/09/2021
Ho deciso di defilarmi per qualche giorno ma la tua recensione, Stefy, merita un passo indietro, giusto il tempo necessario per un doveroso ringraziamento e, soprattutto, qualche riflessione che scaturisce dalla tua analisi davvero degna di nota. Innanzitutto complimenti per l'attenzione che hai messo in questa lettura, sinceri e meritati. A volte mi piace sorridere e far sorridere, ma tu Sacerdotessa del Dragone lo sei ormai a pieno titolo. Codex è stato uno dei miei testi più letti a fronte di pochissime osservazioni.
Si, ha senso quanto mi dici sulla "routine" che può cozzare con il concetto di sorpresa. Rigorosa la tua interpretazione e io apprezzo il tuo rigore. Per il resto ci penserò su, potrei rimodulare evitando magari un possibile dubbio.
I tuoi applausi sono apprezzati tanto quanto inattesi. Permettimi di concludere con l'immagine dell'indimenticabile Sean Connery che interpreta il vecchio professore. Nei miei sogni, ovviamente.
Congratulazioni Stefy, lo spirito è quello giusto: anche nella positività si può essere utili e costruttivi.



recensore:
avatar di Stefyp
nwStefyp
$ sostenitore 2021 (2 dal 2020)

Recensione o commento # 12, data 16:01:43, 26/09/2021
Non vorrei fare quella che ringrazia per i ringraziamenti ma lo faccio. So che sono sinceri per via del Dragone e quindi mi fanno ancora più piacere. Perchè io mi sono messa in gioco recensendo racconti altrui grazie a te e alla tua spinta, anche se, confrontando i miei commenti con quelli di parecchi di voi, riconosco di essere parecchio inesperta sia per profondità che capacità di analisi. Quindi se posso essere utile sono solo contenta.
Non defilarti per troppo tempo…



recensore:
avatar di Egidio
nwEgidio
$ sostenitore 2021 (2 quest'anno)

Recensione o commento # 13, data 07:51:58, 21/11/2021
Bel racconto, che parla dell'ultimo giorno di vita di un vecchio professore, che insegna ai ragazzi di un riformatorio. Sebbene non gli sia mai riuscito, in trent'anni di carriera, di far infrangere anche a un solo ragazzo il codice di comportamento "scritto sulla pelle" che li rende refrattari ad ogni tentativo di recupero, il loro insegnante non ha mai rinunciato al suo segreto sogno di "captare" la mente e il cuore almeno di uno di loro. Quando questo, con Nathan, si realizza, il suo vecchio cuore non reggerà a tanta emozione…



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 10:24:46, 21/11/2021
Grazie Egidio. L'idea mi è venuta in mente seguendo il cospicuo filone cinematografico: il rapporto insegnante allievo si presta davvero bene alla scrittura, vuoi nel senso che io ho cercato di infondere cioè quello più classico. Il magister, come da qualcuno acutamente evidenziato, rappresenta una figura fondamentale del nostro immaginario individuale e collettivo.
Il tuo passaggio mi ha fatto davvero piacere.



recensore:
avatar di Franco Giori
nwFranco Giori
$ sostenitore 2021

Recensione o commento # 14, data 18:51:37, 21/11/2021
Ciao Roberto. La partecipazione ad una tua antologia mi ha permesso di conoscerti. Sono presuntuoso, dicendo questo, però in poche mail ho percepito la tua incredibile passione per la scrittura, la tua generosità e il tuo bisogno di condividere, di migliorare e migliorarti, di Sperare sempre. Nel professore di "Codex" ritrovo lo stesso bisogno di Speranza, pur in un contesto disastroso e disastrato. Il tema che tratti è fonte antica di racconti e romanzi, ma tu, ancora una volta, lasci sul davanzale la minestra riscaldata. Riesci ad essere fresco e genuino. Ti sto elogiando troppo, per cui ti segnalo: riga 11 "lui non ebbe esitazioni", avrei messo "lui non aveva avuto… "; sestultima e penultima riga, c'è due volte l'avverbio "ormai". Prendilo come un gioco, trovare errori nelle tue opere è divertente e complicato come fare rebus, quelli alla fine della Settimana enigmistica. Con simpatia(certamente unilaterale) e grande stima. Franco



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 07:42:06, 22/11/2021
Franco… ma questo Dragone proprio non ti piace! E last but not least, simpatia assolutamente ricambiata, con sincerità, ancor più consolidata dalla futura pizza e birra.
Grazie dei complimenti, li apprezzo perché vedo in te una assoluta franchezza: nomen omen. Ho appena verificato i tuoi suggerimenti e non ho problemi a dirti che li trovo validi. Li integrerò oggi stesso.
Averti come lettore è per me un onore, soprattutto per questo tuo spirito costruttivo che apprezzo particolarmente. Come mi piace spesso dire, si può essere positivi e propositivi. Nel perfetto spirito del Dragone.
Un abbraccio e grazie.



recensore:

Recensione o commento # 15, data 11:31:29, 23/03/2022
I personaggi principali sono due, un professore che insegna da anni, ormai vicino alla pensione, in un riformatorio e Nathan un ragazzo che vive tra questi giovani che per un motivo o un altro sono considerati la "feccia" della società, degli emarginati, degli sbagliati. Il professore coltiva da anni un sogno, un sogno come conferma al suo senso della vita: su una lavagna ha scritto da tempo una formula matematica quasi irrisolvibile, sperando un giorno di trovarvi la soluzione: il professore ha alzato molto l'asticella, per convalidare le sue aspettative, eppure un giorno accade, Nathan risolve la formula, il professore può ora morire in pace e sereno. La trama è ben esposta, scritta in modo fluente e corretto, l'autore lascia il lettore con delle domande sospese e questo acuisce l'interesse per l'opera. La scelta del nome Nathan è voluta o causale? Cosa farà o sarà Nathan da grande? Nathan è il nome di un profeta e ha significato di dare, come in effetti accade è Nathan che dà la realizzazione del sogno al professore, sarà Nathan il profeta di una nuova generazione di giovani?



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

risposta dell'autore, data 07:42:18, 24/03/2022
Cara Paola, hai scelto uno dei "cavalli di battaglia" della mia collezione. Testo che ha ricevuto tanti riscontri positivi. La tematica di mentore e allievo è di certo una delle più apprezzate dai lettori e dagli spettatori: L'attimo fuggente, Scoprendo Forrester, Il nome della rosa.

Molto bella la tua interpretazione sui nomi. Davvero, molto. No, non li scelgo mai a caso, peraltro vado sempre a controllare il significato prima: i nomi sono importanti. Guarda il tuo, per esempio. così pieno di significato, di speranza. Ma interrompo qui, se no come al solito parto a trecentosessanta.

Mi ha regalato una grande soddisfazione questa tua lettura e reputo l'apprezzamento ricevuto molto significativo: ho dato uno sguardo alla tua attività e hai una produzione notevole, non solo come autrice.

Speriamo di incrociarci ancora, scambiandoci a turno la veste di lettore e autore.





Scrivi qui la tua recensione o commento...

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci / commenta un'opera a caso.

Nota: per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nell'elenco dei generi e scegli la tipologia desiderata.



L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Codex di Roberto Virdo' è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(poesia narrativa, brevissimo)  di nwFilippo Iacoponi

tags: #amica(80)    #amico(80)    #amore(723)    #artigiano(1)    #codice(2)    #cuore(81)    #emozioni(63)    #scatola(3)


(racconto fantascienza, breve)  di nwAndrea Leonelli

descrizione: Ennesimo raccontino, forse il più "debole" e tirato

incipit: Da quel giorno i numeri impazzirono. La matematica perse significato e tutto quanto era basato su di essa cominciò a vacillare. I computer impazzirono, le calcolatrici davano risultati incoerenti. I professori universitari non sapevano più cosa insegnare, e come.

tags: #fine del mondo(13)    #matematica(18)    #numeri(2)    #professori(6)    #umanità(29)    #computer(17)    #dubbio(6)


(racconto narrativa, breve)  di nwLuca Tedesco

descrizione: La lealtà e la riconoscenza

incipit: Enrico riservava al giudice uno sguardo di lontananza e disprezzo. La lettura degli atti, in un cantilenante accento napoletano, era alle sue orecchie solo rumore di fondo.

tags: #lealtà(1)    #professore(6)    #riconoscenza(2)    #allievo(1)


(racconto fantascienza, breve)  di nwVihio

descrizione: Il dittatore s’aspettava un risultato diverso.

incipit: – Il professor Elamicov io lo conobbi di persona, essendone stata l’assistente durante un breve periodo. Breve perché mal tollerava altra gente attorno. Persino lo stimato collega professor Lusitanov, doveva accontentarsi di un accesso assai limitato al laboratorio. E con lui Elamicov aveva avviato la serie dei suoi incredibili progetti. Inoltre era proprio Lusitanov a rabbonire Stalin, quando le richieste di quest’ultimo venivano rifiutate da Elamicov.

tags: #americhe(1)    #stalin(1)    #biologia(2)    #dna(1)    #guerriero(10)    #invincibile(1)    #nativi(1)    #professore(6)    #selvaggi(2)    #universita(4)


(racconto giallo, medio)  di nwEddie1969

descrizione: Un giallo a sfondo sociale. La Detroit industriale dell'auto. Un segreto nascosto da anni di polvere che ritorna alla luce…

incipit: In una Detroit surreale dei primi anni '70, pallida per le nebbie del mattino, Adam Gasket stava girando senza una meta con la sua Buick Stage 1, 7,5 litri V8 da 350 hp. Sul sedile alla sua destra, proiettile in canna, c'era una 44 Magnum, 8 colpi, senza sicura…

tags: #stati uniti(2)    #industriale(2)    #pistola(7)    #polizia(14)    #professore(6)    #protesta(1)    #ruderi(3)    #sciopero(4)    #segreto(20)    #sindacato(5)


(racconto narrativa, breve)  di nwMauro Conti

tags: #professore(6)


(racconto fantascienza, breve)  di nwMassimo Baglione

descrizione: Breve racconto di Fantascienza. L'avevo scritto su commissione per una rivista scientifica che poi non l'ha più usato. Il tema era "L'esplorazione spaziale".

incipit: L'unico inconveniente dell'animazione sospesa è la coscienza rallentata. Pensieri lenti, infiniti, spalmati lungo i decenni di questo breve viaggio. Loro, gli scienziati, mi dicevano che...

tags: #cibo(23)    #colonizzazione(4)    #esplorazione(8)    #galera(1)    #manette(1)    #prigione(8)    #sceriffo(2)    #spazio(40)    #vita(306)    #alieni(54)


(racconto fantascienza, medio)  di nwVihio

descrizione: Una prigione se vista da fuori, una fortezza se vista da dentro.

incipit: — Nova non è il nome vero della protagonista del video, ma il soprannome datole dai detenuti. Nel penitenziario la chiamavo io stesso così perché mi pareva appropriato. Per il medesimo motivo farò altrettanto in questa breve presentazione. Essa è l'ultima prostituta umana nella colonia penale — dato sensibile omesso — e a quanto sembra l'unica persona a esercitare quel mestiere nelle colonie penali in generale, evento eccezionale di per sé.

tags: #carcere(8)    #immortalita(7)    #isolamento(4)    #liberta(57)    #nova(3)    #prigione(8)    #prostituzione(4)    #comunita(3)

Elencate 10 relazioni su 14 -
 
10
20
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 44.200.175.255


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2022
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0.2 secondi.