Sotto un cielo d'ebano e lucciole

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'estate 2019.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 22/09/2019, 0:00

1 - non mi piace affatto
0
Nessun voto
2 - mi piace pochino
3
21%
3 - si lascia leggere
4
29%
4 - è bello
5
36%
5 - mi piace tantissimo
2
14%
 
Voti totali: 14

Avatar utente
Slifer
Foglio bianco
Messaggi: 3
Iscritto il: 02/03/2019, 18:28

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2018 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw

Sotto un cielo d'ebano e lucciole

Messaggio da leggere da Slifer » 08/09/2019, 12:54

Sollevo lo sguardo al cielo e vedo una distesa infinita di nero, punteggiata di briciole luminose.
Siamo fuori città, lontano dai lampioni e dalle luci dei locali che normalmente impediscono di contemplare gli astri. Intorno a noi c’è solo un silenzio interrotto a intermittenza dal frinire dei grilli o dal fruscio delle fronde.
Il disco lunare splende in mezzo al cielo. La sua pallida luce argentea s’irradia nel vuoto. Osservandola meglio capisco perché gli orientali parlino del coniglio della Luna: la disposizione delle macchie più scure rispetto alla superficie più chiara crea effettivamente la sagoma di un roditore.
“Domani parto” mi dice Eleonora.
Continuo a guardare sopra di me, ma le rispondo: “Continuare a ripeterlo non lo renderà meno piacevole, lo sai”
C’è della mestizia nella sua voce, quando ammette: “Sì, lo so”
Con un po’ di attenzione si può risalire di costellazione in costellazione fino a individuare Perseo e Andromeda. Secondo il mito erano marito e moglie, lui la salvò dalle grinfie di un mostro marino e la sposò. Adesso stanno per l’eternità nel cielo, insieme, indivisibili. Come vorrei che potesse essere così per tutti. A cominciare da me.
“Senti, Eleonora” mi faccio forza “C’è una cosa che devo dirti”
“Dimmi”
Distolgo lo sguardo dal cielo d’ebano, cerco gli occhi di lei. Belli, azzurri, grandi e pieni di vita. Riesco a vederli persino in quell’oscurità a malapena rischiarata dalle luci del cielo.
“Io…”
Vorrei poterle dire che la amo. Potrebbe rifiutarmi, lo so che ha sempre preferito altri tipi di ragazzi, ma ci tengo che lo sappia prima di partire, forse per sempre. Certo, oggigiorno ci sono i cellulari, internet, le mail, Whatsapp, potremmo sempre tenerci in contatto; ma ho già perso di vista tanti vecchi amici di liceo andati a studiare fuori, so già che perderò anche lei. Quindi ci tengo che parta sapendo la verità.
“Io…”
Esito.
Il verso solitario di una civetta rompe il silenzio.
“No, niente. Spero ti troverai bene a New York”
Distolgo lo sguardo da quei begli occhi azzurri e torno a fissare il cielo, immobile nella sua eternità. E mi ritrovo a invidiare le stelle, che vivono così beate, senza le preoccupazioni e le angosce di noi mortali.
Ultima modifica di Slifer il 08/09/2019, 18:12, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Carol Bi
Foglio bianco
Messaggi: 46
Iscritto il: 01/11/2018, 10:43

Commento

Messaggio da leggere da Carol Bi » 08/09/2019, 15:40

Molto bello. Non ho faticato ad immaginare il paesaggio, il contesto, i silenzi e i suoni della notte. Purtroppo la vita è fatta di cose non dette e, di conseguenza, di rimpianti per non averle mai dette, immaginando come sarebbe stata la nostra vita se, invece, ci fossimo espressi. Questo racconto mi ha trasmesso molte emozioni. Bersaglio centrato!

Avatar utente
Marco Daniele
Pubblicista
Messaggi: 80
Iscritto il: 03/03/2019, 15:32
Località: Taranto
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2018 (profili visti)
dal 2018 (recensiti)
dal 2017 (recensori)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Marco Daniele » 08/09/2019, 20:22

Racconto breve, asciutto, forse anche troppo, però trovo che quest'aridità non sia necessariamente un problema. Non c'è bisogno di conoscere tutti i retroscena dei due personaggi, il loro background, il loro rapporto nei minimi dettagli, per quale motivo lei parte e via dicendo. Però mi sembra che ancora una volta tu dia il meglio nelle descrizioni, molto poetiche e, stavolta, meno ingombranti del racconto nella precedente gara.
Immagine

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine


Immagine

Selene Barblan
Apprendista
Messaggi: 108
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan » 09/09/2019, 7:29

Il racconto mi piace, soprattutto nella prima parte, molto evocativa: permette al lettore di vedere con gli occhi del protagonista ed essere interrotti assieme a lui dal brusco ritorno alla realtà quando Eleonora parla. Trovo sia ben scritto, i dialoghi sono credibili. Mi convince meno il dialogo interno del protagonista, forse mi piacerebbe di più se maggiormente poetico, come l’inizio della storia, gusti personali.

Stefyp
Foglio bianco
Messaggi: 47
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Stefyp » 09/09/2019, 18:34

Mi spiace ma questo racconto non mi ha convinto. C'erano gli elementi perchè spiccasse il volto ma non l'ha fatto, a mio parere. Bella la descrizione del luogo e del momento, meno il dialogo e la conclusione. Va bene che lui non riesca a dirle quello che vorrebbe, capita la maggior parte delle volte, ma mi è mancato qualcosa che lo rendesse unico e irripetibile, come dovrebbero essere di solito le storie d'amore anche quelle mancate.

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 230
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 09/09/2019, 20:28

A me questo racconto breve è piaciuto. In poche righe l'autore è riuscito a racchiudere molte umane realtà: compresa quella di non riuscire a dialogare, o meglio ad esternare i propri sentimenti, e perdersi così delle occasioni che forse potrebbero cambiare, in meglio, la vita. Lui contempla il cielo notturno e immagina di poter vedere Andromeda e Perseo, uniti per sempre da un eterno amore, ciò fa ben sperare... Ma poi si resta un po' delusi perché, nonostante tutto, parla d'altro, non del suo amore. Peccato!

Angelo Ciola
Pubblicista
Messaggi: 96
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2018 (profili visti)
dal 2018 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Angelo Ciola » 09/09/2019, 21:25

Racconto molto breve, che in poche righe descrivere una partenza durante la quale i protagonisti, come spesso succede, non riescono ad esprimere i loro sentimenti. Il racconto non mi ha entusiasmato ma, forse, solo perché è molto lontano dai miei gusti.
www.ciola.it
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine
Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine
Intervista: https://www.braviautori.com/forum/viewtopic.php?

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Necrologista
Messaggi: 276
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 09/09/2019, 23:28

Bella e poetica la descrizione della notte, degli astri e della luna, crea un’atmosfera magica che poi si perde un po' nella riflessione prima dell’ultimo augurio; mi sembra che riporti il tutto a un livello fin troppo prosaico. Anche perché dici due volte che ci tieni a farle sapere che l’ami, prima che parta, e poi… Cioè, capisco l’intento di lasciare irrisolta la dichiarazione e lo trovo anche romantico, ma quel passaggio non mi sembra risolto in maniera coerente. In fondo, se Eleonora era lì, con te (parlo del protagonista, ovviamente) a contemplare le stelle, forse qualcosa doveva averlo intuito, no?

Avatar utente
Isabella Galeotti
Necrologista
Messaggi: 268
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
10° dal 2011 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 09/09/2019, 23:45

È la prima volta che ti leggo, e questo raccontino non mi ha lasciato molto. Si poteva sviluppare meglio la storia, capire meglio i profili dei personaggi, e comprendere perchè erano arrivati fino a lì senza dirsi ancora che si amavano. Come si chiama il lui, quello che decante le stelle, che ne racconta alcune storie?
Immagine

Teseo Tesei
Pubblicista
Messaggi: 96
Iscritto il: 03/02/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Teseo Tesei » 14/09/2019, 12:56

Un soggetto insicuro, incerto, perplesso, esitante, titubante e decisamente irresoluto non riesce a dichiarare ad Eleonora il suo amore.
Lei, che esplicitamente soffre di questa situazione, rassegnata, decide di continuare a soffrirne.
Così neppure lei muove un dito per incoraggiarlo o facilitare questo dichiararsi.
Riassumendo: Una buona descrizione del festival degli incerti tentennanti e dubbiosi.

In conclusione: i due sono destinati a seguire strade diverse.
Cosa che puntualmente si verifica.

A salvare i novelli virtuali, e completamente sconnessi dalla realtà, Perseo ed Andromeda deve scomodarsi nientemeno di Atena, la dea greca della sapienza, rappresentata dalla civetta che sussurra loro: "Cari ragazzi se neppure in questo istante ce la fate è bene che sia il fato ad agire".
Magari quando ognuno troverà la sua Andromeda o il suo Perseo, forse allora quei due troveranno pure quelle parole che oggi proprio sembra non vogliano uscire dai loro cuori. :-D
Le stelle brillano soltanto in notte oscura.
https://www.youtube.com/watch?v=HTRHL3yEcVk

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine
Immagine

Rispondi

Torna a “Gara d'estate, 2019”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 61 - Ai confini della Realtà

La Gara 61 - Ai confini della Realtà

(novembre/dicembre 2016, 15 pagine, 777,31 KB)

Autori partecipanti: Massimo Tivoli, Ida Dainese, Gabriele Ludovici, Angela Catalini,
a cura di Massimo Tivoli.
Scarica questo testo in formato PDF (777,31 KB) - scaricato 82 volte.
oppure in formato EPUB (579,86 KB) (vedi anteprima) - scaricato 82 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 19 - Un incipit da Re

La Gara 19 - Un incipit da Re

(febbraio 2011, 70 pagine, 821,30 KB)

Autori partecipanti: Skyla74, Exlex, Ser Stefano, Arianna, Emma Saponaro, Arditoeufemismo, GTrocc, Manuela, Carlocelenza, Pia, Hellies15, Bludoor, Mastronxo, Roberto Guarnieri, Yle, Tania Maffei, Angela Di Salvo, Lucia Manna, Michele, StillederNacht, Vit,
A cura di Miriam Mastrovito.
Scarica questo testo in formato PDF (821,30 KB) - scaricato 480 volte.
oppure in formato EPUB (496,96 KB) (vedi anteprima) - scaricato 204 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 56 - Amicizia ritrovata

La Gara 56 - Amicizia ritrovata

(novembre 2015, 25 pagine, 794,03 KB)

Autori partecipanti: Carlocelenza, Skyla74, Alberto Tivoli, Patrizia Chini, Giorgio Leone, Eliseo Palumbo, Angelo Manarola,
a cura di Ida Dainese.
Scarica questo testo in formato PDF (794,03 KB) - scaricato 264 volte.
oppure in formato EPUB (324,30 KB) (vedi anteprima) - scaricato 168 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


BReVI AUTORI - volume 3

BReVI AUTORI - volume 3

collana antologica multigenere di racconti brevi

BReVI AUTORI è una collana di libri multigenere, ad ampio spettro letterario. I quasi cento brevi racconti pubblicati in ogni volume sono suddivisi usando il seguente schema ternario:

Fantascienza + Fantasy + Horror
Noir + Drammatico + Psicologico
Rosa + Erotico + Narrativa generale

La brevità va a pari passo con la modernità, basti pensare all'estrema sintesi dei messaggini telefonici o a quelli usati in internet da talune piattaforme sociali per l'interazione tra utenti. La pubblicità stessa ha fatto della brevità la sua arma più vincente, tentando (e spesso riuscendo) in pochi attimi di convincerci, di emozionarci e di farci sognare.
Ma gli estremismi non ci piacciono. Il nostro concetto di brevità è un po' più elastico di un SMS o di un aforisma: è un racconto scritto con cura in appena 2500 battute (sì, spazi inclusi).
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Giorgio Leone, SmilingRedSkeleton, Francesco Gallina, Laura Traverso, Umberto Pasqui, Patrizia Benetti, Luca Valmont, Alessandra Leonardi, Mirta D, Pasquale Aversano, Gabriella Pison, Alessio Del Debbio, Alberto Tivoli, Angela Catalini, Marco Vecchi, Roberta Eman, Michele Botton, Francesca Paolucci, Enrico Teodorani, Marco Bertoli, Fausto Scatoli, Massimo Tivoli, Laura Usai, Valentina Sfriso, Athos Ceppi, Francesca Santucci, Angela Di Salvo, Antonio Mattera, Daniela Zampolli, Annamaria Vernuccio, Giuseppe Patti, Dario Sbroggiò, Angelo Bindi, Giovanni Teresi, Marika Addolorata Carolla, Sonia Barsanti, Francesco Foddis, Debora Aprile, Alessandro Faustini, Martina Del Negro, Anita Veln, Alessandro Beriachetto, Vittorio Del Ponte.
Vedi ANTEPRIMA (215,03 KB scaricato 92 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
I sogni di Titano

I sogni di Titano

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Il "cubo sognatore" su Titano aveva rivelato una verità sconvolgente sull'Umanità, sulla Galassia e, in definitiva, sull'intero Universo, una verità capace di suscitare interrogativi sufficienti per una vita intera. Come poteva essere bonariamente digerito il concetto che la nostra civiltà, la nostra tecnologia e tutto ciò che riguardava l'Umanità… non esisteva?
"Siamo solo… i sogni di Titano", aveva riportato il comandante Sylvia Harrison dopo il primo contatto col cubo, ma in che modo avrebbe potuto l'orgoglio dell'Uomo accettarlo? Ovviamente, l'insaziabile sete di conoscenza dell'Essere umano anelava delle risposte, e la sua naturale curiosità non poteva che spingerlo alla ricerca dell'origine del cubo e delle ragioni della sua peculiare funzione.
Gli autori GLAUCO De BONA (vincitore del Premio Urania 2013) e MASSIMO BAGLIONE (amministratore di BraviAutori.it) vi presentano una versione alternativa del "Tutto" che vi lascerà senza parole. Di Glauco De Bona e Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (203,77 KB scaricato 17 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
FEMILIA - abbiamo sufficienti riserve di sperma

FEMILIA - abbiamo sufficienti riserve di sperma

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
In seguito a un'escalation di "femminicidi", in tutto il mondo nasce il movimento "SupraFem", ovvero: "ribellione delle femmine che ne hanno abbastanza delle violenze dei maschi". La scintilla che ha dato il via al movimento è scattata quando una giornalista ben informata, tale Tina Lagos, ha affermato senza mezzi termini che "nei laboratori criogenici di tutto il mondo ci sono sufficienti riserve di sperma da poter fare benissimo a meno dei maschi. Per sempre!". Le suprafem riescono ad avere un certo peso nella normale vita quotidiana; loro esponenti si sono infatti insediate in numerosi Palazzi, sia politici che economici, e sono arrivate al punto di avere sufficiente forza da poter pretendere Giustizia.

Copertina di Riccardo Simone
di Mary J. Stallone e Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (288,78 KB scaricato 143 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.