Kryptonite

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'inverno 2019/2020.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 23/03/2020, 0:00

1 - non mi piace affatto
4
19%
2 - mi piace pochino
3
14%
3 - si lascia leggere
4
19%
4 - è bello
8
38%
5 - mi piace tantissimo
2
10%
 
Voti totali: 21

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

- Ascoltami Lex, metti giù quella… quella cosa e nessuno si farà del male, oggi.
- Ma dai, Clark, sei patetico! Non riesci neanche a dire il suo nome, ti fa davvero così paura?
- Non chiamarmi Clark, non siamo amici.
- Sul serio? Solo perché abbiamo avuto dei dissidi in passato? Tu non lo ammetterai mai, ma io sono il tuo unico vero amico, nessuno ti conosce come me. Non mi vorrai mica far credere che tieni a quel paparazzo imbranato? Ah, già, c'è anche la sciacquetta che gioca a fare la giornalista.
- Lascia Lois fuori da questa storia!
- Calma, calma, non ti agitare, va bene, i miei ossequi alla signorina Lane. Lunga vita e prosperità. No, quella è un'altra faccenda… dunque, dicevamo, questo gioiellino verde che tengo in mano, perché la temi tanto? È solo un sasso, guarda: non brucia, non corrode la mia pelle. Come può farti del male? A te, Clark, l'uomo d'acciaio!
- Ti ho già detto di non chiamarmi Clark!
- OK, e come ti devo chiamare? Grande Esse?
- Lex, te lo chiedo per favore, non farmi arrabbiare, lo sai come va a finire.
- E come? Che tu mi afferri, mi sollevi in volo e mi riporti in gattabuia? Film già visto, sei noioso.
- Allora perché insisti? Dovresti sapere che il bene vince sempre sul male, è la regola sulla quale si basa il nostro mondo.
- Perché insisti? Bene sul male. Regola. Mondo.
- Ah, ah, divertente.
- Divertente.
- Smettila di farmi il verso.
- Farmi il verso.
- Lex, stai tirando troppo la corda.
- La corda.
- Lex, sto perdendo la calma. Butta via quella roba e facciamola finita.
- Clark ha paura di una pietra verde! Clark ha paura di una pietra verde! Clark ha paura di una pietra verde!
- Ora basta! Non te lo dico più!
- Clark ha paura di una pietra verde! Clark ha paura di una pietra verde!
- Brutto stronzetto pelato! Io non ho paura di niente!
- Clark ha paura di una pietra verde!
- Hai rotto i coglioni!
- Ehilà, ma questa è nuova! Il grand'uomo che dice le parolacce! Clark ha paura…
- Finiscila! Sai che mi fa quella roba? Mi fa una pippa! Vuoi davvero sapere che mi fa? Un bel cazzo di nulla! Tu credi di conoscermi e invece non sai proprio niente! Ora te lo dico io come stanno le cose: riesci a immaginare che vuol dire essere me? Uno che può fare tutto, che ti può incenerire con un occhiataccia! Che può volare, spostare montagne, fermare treni a mani nude! Hai un minima idea della tremenda pressione che devo sopportare ogni singolo istante della mia vita? Con l'intero mondo che si aspetta da me solo grandi imprese! Oh, uomo d'acciaio, vai di qua, vola di là, sistema tutte le cazzate che facciamo noi ometti! Sei il grande eroe, l'invulnerabile, l'invincibile, sei un dio in terra! Sì, un dio che si deve rifugiare in quel cesso ghiacciato al Polo Nord per non impazzire. E tutte quelle corse a cercare una cabina telefonica, che ora non ce ne sono quasi più, dannati cellulari! La verità è che ho bisogno di quella fottutissima merda verde! Ho bisogno di convincermi che anch'io ho un punto debole, un tallone d'Achille. Se smettessi di crederci esploderei, come una supernova alimentata dal mio ego smisurato. Tu e gli altri la fate facile, potete sbagliare, fallire, in fondo siete solo esseri umani, no? Comodo, vero? Per una volta mettiti nei miei panni che, fra l'altro, sono anche piuttosto ridicoli, ma lasciamo perdere; a me non è permesso tutto ciò, io devo essere perfetto, superiore a qualsiasi debolezza, non ti sembra assurdo? Se tu potessi davvero capire come mi sento non credi che faresti altrettanto? Non ti creeresti una via d'uscita, un modo per assaporare una briciola di normalità, una piccola nicchia accogliente dove farsi confortare da un'illusoria fragilità? Ecco, per me quella… quella cosa è la mia ancora di salvezza, ne ho bisogno per non perdermi in un inferno di delirante onnipotenza. So benissimo che non mi fa niente, ma se smettessi davvero di credere che può indebolirmi… ci pensi? Che ne sarebbe di me? Io… io… ne ho bisogno… io…
- Oh cazzo!
- Non mi guardare in quel modo Lex, non lo sopporto!
- Ma che fai, piangi? Ehi, mai stai proprio a pezzi.
- Lasciami stare!
- No, davvero, non immaginavo… vuoi un fazzoletto?
- Vaffanculo!
- Clark?
- E smettila di chiamarmi così!
- Clark?
- …
- Ti sei sfogato, Clark?
- Sì… sniff.
- Va bene, va tutto bene, è passato, è tutto a posto.
- Eh, magari…
- Su, su, che sarà mai? Ogni tanto lasciarsi andare fa bene.
- Non è da me.
- Beh, in fondo anche tu non sei mica fatto d'acciaio. No, cioè, in senso figurato lo sei, ma… insomma, hai capito. Non ci crederai, mi sono quasi commosso. Senti che ti dico: andiamo a berci qualcosa.
- Come?! Mi prendi in giro?
- Macché, sul serio, un bicchierino è quello che ti ci vuole. Pago io.
- Seee, certo! Come quella volta che…
- No, no, tranquillo, niente scherzi.
- Davvero?
- Parola di scout.
- Lex, ti conosco troppo bene, di te non mi fido.
- Te l'ho detto: parola di scout. Pace?
- Ma quale pace?! Tu sei tu e io sono io.
- Uffa! Per una sera, facciamo una tregua.
- …
- Clark, solo questa volta, che ti costa?
- Mmm… e va bene. Pace, ma solo per stasera.
- Bravo ragazzo, vieni qua, fatti abbracciare.
- Ma che sei matto?! E se ci vedono?
- Che palle, Clark! Dovresti fare qualcosa per questa paranoia della virilità, non siamo più nel '38.
- E non chiamarmi Clark!
- OK, OK, ma quanto sei noioso! Va bene, niente abbracci, sei contento? Dai, andiamo, mi è venuta sete a forza di ascoltare le tue lagne e…
- E dove si va?
- Lascia fare a me, conosco un posticino da favola, vedrai, ti piacerà.
- No, io lo voglio sapere prima.
- Ma porca puttana! Mister perfettino deve avere il controllo su tutto! Per una volta, per una fottuta volta, fatti sorprendere, no? E che cazzo!
- Oh, oh, non alzare la voce.
- È che mi fai incazzare! Questo è il tuo vero superpotere: stare sulle palle a tutti! Non mi stupisco che anche Batman…
- Batman cosa?
- Niente, fai conto che non abbia detto niente.
- No, ora me lo dici: che c'entra Batman?
- Oddio, si è fissato!
- Guarda che sei stato tu a tirarlo in ballo.
- Ciccio, ascolta, lasciamo perdere. Vai a salvare il mondo, vai! Tu per la tua strada, io per la mia, sei insopportabile!
- No, aspetta Lex, non te la prendere. Ti prometto che non dico più niente, andiamo dove vuoi tu.
- Troppo tardi, non sono più in vena. Ciao, tante cose.
- Ora sei tu che fai il permaloso. Chi se ne frega di quel pipistrello snob, tanto lo so che chiacchiera alle mie spalle. Andiamo a divertirci un po', hai ragione, ne ho proprio bisogno.
- Guarda che se ricominci a fare il cazzone io…
- Ho promesso, varrà qualcosa la mia parola, no?
- Già, in effetti, tu non menti mai.
- Non posso. Ehm, senti, mi faresti un favore?
- Dimmi.
- Puoi mettere via quella… cosa?
- Clark ha paura di una pietra verde! Clark ha paura di una pietra verde! Clark ha paura…
- Lex!
- Sì?
- Falla finita.
- Ok.

Avatar utente
Eliseo Palumbo
Correttore di bozze
Messaggi: 433
Iscritto il: 22/10/2011, 14:09
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Eliseo Palumbo »

Ciao Roberto.
Questo non è il primo racconto scritto da te che leggo, negli anni passati ho sempre ammirato e apprezzato il tuo stile, il tuo modo di scrivere, la capacità di trasmettere emozioni; questa volta purtroppo no. Mai avrei immaginato di dare il voto minimo a un tuo racconto.
Ho letto il dialogo di questa fanfiction, se mi passi il termine, più di una volta e purtroppo non mi è piaciuta affatto.
La rivalità tra Lex Luthor e Kal-El è famosissima, sono state scritte e girate chissà quante scene; onestamente non ho apprezzato il tono canzonatorio di Luthor, manco fossero alla scuola materna.
In seguito sembrava che Superman potesse riprendersi con la spiegazione sul non essere un uomo, hai provato a umanizzarlo ma secondo me non ci sei riuscito per seguenti motivi: 1. Va bene perdere le staffe ma quel linguaggio sembrava più adatto a qualcuno abituato al turpiloquio. 2. Da un lato chiede "comprensione" perché nessuno si mette nei suoi panni, ma allo stesso tempo lui è Superman, lui è un alieno, quelle caratteristiche sono la normalità per lui, non dovrebbe essere una difficoltà saperle gestire, dovrebbe avere difficoltà nel nasconderle.
Mi ha fatto storcere il naso anche il confronto con Batman, troppo scontato.
Infine, se ammette che la pietra verde non gli fa nulla, perché alla fine del racconto continua a fingere di averne paura?
Mostrare ad altri le proprie debolezze lo sconvolgeva assai più della morte

POSARE LA MIA PENNA E' TROPPO PERICOLOSO IO VIVO IO SCRIVO E QUANDO MUOIO MI RIPOSO


Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Ciao Eliseo, grazie per aver letto il mio brano.
Rispetto il tuo pensiero che hai esposto in maniera chiara e motivata.
Buon Natale.

Alessandro Mazzi
Foglio bianco
Messaggi: 26
Iscritto il: 27/03/2019, 22:45

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Alessandro Mazzi »

Ciao Roberto! Il racconto potrebbe sembrare, a una prima lettura, un semplice dialogo tra Clark Kent e il suo acerrimo nemico Lex Luthor. Fin qui nulla che non si sia mai letto nei fumetti marchiati Superman, o sul grande e piccolo schermo tra film e serie tv moderne.
Tuttavia dietro il velo dell'apparente semplicità e magari banalità del testo, si cela secondo me qualcosa di più profondo, un'allegoria dei tempi moderni.
Mi spiego meglio. La televisione e i social media in generale ci propinano ogni giorno immagini di super uomini che conducono vite spettacolari e da favola; tutti elementi che la stragrande maggioranza di noi comuni mortali tendiamo in qualche modo ad invidiare e pure, in svariate occasioni, ad emulare.
Ci sentiamo tutti come dei moderni Superman, eroi indistruttibili, puri e senza macchia. E come Clark, il più delle volte ci rendiamo conto che alla lunga questo atteggiamento ci logora, ci sfianca e ci sfinisce. Il Lex di questo racconto ci ricorda che dietro l'immagine di Superman che ci portiamo appresso, vivono persone comunissime, senza superpoteri, e tutti possiamo crollare da un momento all'altro. Né è esempio lampante la parte in cui Clark si incazza: anche gli eroi più integerrimi sanno mandarsi a fanculo.
Scusa la lunga digressione ma io ho interpretato così il tuo racconto. Magari non era nemmeno il messaggio che volevi trasmettere, ma in fondo che importa. L'importanza di un testo secondo il mio parere è che faccia riflettere su qualcosa, e il tuo ci è riuscito in pieno.
Il mio voto è un 4, perché sei riuscito a non cadere nella banalità pur trattando un argomento che potrebbe sembrare scontato. Bravo. E scusami ancora per il papiro di commento! Buon Natale a te!

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Grazie Alessandro, il mio brano rimane in fondo solo un "divertissement": ho provato a riportare a una dimensione "umana" un personaggio che spesso ho trovato noioso e prevedibile, proprio in quanto invincibile, invulnerabile ecc. E qui la mia intenzione combacia con la tua analisi, che per questo ho gradito molto.
Buon Natale anche a te!

ElianaF
Foglio bianco
Messaggi: 49
Iscritto il: 21/12/2019, 19:35

Author's data

commento Kryptonite

Messaggio da leggere da ElianaF »

Buongiorno Roberto, l'idea è buona e lo stile impeccabile, ma mantenere per tutto il racconto solo il dialogo l'ho trovato di non facile lettura. Qui e là qualche caduta di tono nel ritmo, il fraseggio da ragazzini non mi è piaciuto.
Ultima modifica di ElianaF il 26/12/2019, 14:33, modificato 1 volta in totale.

Selene Barblan
Necrologista
Messaggi: 297
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Premettendo che non sono affatto un’esperta di supereroi e di fumetti, pur avendone letti parecchi ed avendo vissuto un po’ sognante le avventure di Superman quando ero piccola, ho letto con piacere questo racconto/dialogo. Penso in effetti di essermelo goduto appieno proprio perché non carica dei sentimenti, legittimi, di chi invece è appassionato e conoscitore del genere. Probabilmente avrei fatto più fatica a “prendere sul ridere” un dialogo riguardante personaggi a me più vicini. Leggendolo però così, senza troppe pretese, a me è piaciuto. È scritto bene, lo trovo divertente e tratta comunque un tema potenzialmente serio in modo, se mi permetti, spensierato. Quindi per me è un 4.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Grazie per averlo letto, Eliana, e anche per le critiche, che sono sempre utili.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Grazie Selene, la tua considerazione mi è piaciuta e mi ha fatto riflettere. In effetti potrei aver urtato la sensibilità di qualche vero appassionato di fumetti 8)

Giampiero
Pubblicista
Messaggi: 67
Iscritto il: 23/12/2010, 17:31

Author's data

COMMENTO

Messaggio da leggere da Giampiero »

Ciao, Roberto. Allora io lo vedo come un esercizio di stile che ne risalta, in modo decisamente ironico, gli aspetti canonici del famoso fumetto. Sotto quest'ottica, credo si giustifichino il linguaggio messo in bocca a Clark, che non gli appartiene, e le "frecciatine" disseminate nel botta e risposta dei dialoghi che afferiscono al temperamento sempre misurato e al modus operandi del supereroe.

Superman, il fumetto, lo leggevo pochissimo da fanciullo, forse perché all'epoca mi intrigava (e mi intriga a oggi) Tex, che è partito anch'esso come eroe impavido e troppo descrittivo (ritmo e scene che ingolfavano e di una piattezza…), ma che da un certo punto in poi s'è messo a tirare cazzotti, non esitando a trasformarsi in fuorilegge pur di arrivare al suo scopo: il trionfo della giustizia a suon di pugni e pistolettate.
Riguardo a Superman, sto leggendo un libro proprio in questi giorni in cui l'autore spiega che nei primi numeri del supereroe (siamo nel 1939) se Superman si lanciava lungo un lato di un palazzo spiccando un grande salto, al culmine del salto la sua velocità sarebbe stata uguale zero, ciò per dare l'idea del punto più alto che avrebbe raggiunto, con la forza di gravità che si sarebbe opposta alla sua ascesa. Quindi un supereroe "spiegabile" in modo scientifico, tanto da poter tirare in ballo le famosi leggi di Newton e fare quattro calcoli a tavolino (e per questo che ho comprato il libro). Poi, stante a quanto ho letto, pare che il fumetto abbia preso un'altra strada attingendo più nel fantastico. Ma non voglio fare una critica, visto che non sono mai stato un lettore, riporto cose che ho interpretato secondo i miei gusti leggendo il libro che dicevo. Ne ho concluso, che se il fumetto avesse mantenuto la vecchia modalità operativa probabilmente io sarei stato un potenziale lettore, visto che mi appassiona leggere un libro scientifico che riguarda proprio i supereroi.
Ritornando al tuo testo, vedo che i dialoghi sono scritti bene, anche se io avrei accorciato un pochino il "brodo": a un certo punto il mio orecchio ha colto un troppo serrato "botta e risposta". Ma sono sciocchezzuole. Il problema temo sia proprio quello che hai evidenziato tu nel commento: i fan di Superman come la prenderanno? Lo difenderanno a spada tratta, è ovvio, così come io difenderei Tex con cui sono cresciuto. Però, io, davanti a una buona scrittura non mi faccio influenzare di nulla, quindi voto positivo, perché scrivere bene, soprattutto i dialoghi, per me non è mai un fatto da accantonare: è semmai la cosa più importante.
La paura è un cavallo con le ali: una volta lanciato al galoppo perde il contatto con il suolo e incomincia a volare.

Laura Traverso
Correttore di bozze
Messaggi: 348
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Desidero sottolineare che il genere narrato non è il mio massimo in quanto non sono a conoscenza dei personaggi. Mi è piaciuta soprattutto la prima parte: con dialoghi molto bene espressi e coinvolgenti. Proseguendo la lettura, invece, i dialoghi mi sono risultati un po' pesanti e ripetitivi. Il racconto, basato unicamente sul "parlato" tra i due protagonisti, mi è sembrato poco scorrevole e forse non mi sarei dilungata così tanto. Molto migliori, dal mio punto di vista, i tuoi precedenti Roberto, ma anche questo non è male.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Giampiero, io sono cresciuto con Tex! Grazie per le tue considerazioni, hai centrato la mia intenzione nello scrivere questo dialogo satirico. Accetterò stoicamente le critiche, di sicuro legittime, degli esperti di Superman e dei fumetti in generale : )
Diversi anni fa ho letto anch'io un libro del genere, anzi, penso sia lo stesso, ora me lo vado a ricercare, ricordo che lo avevo trovato interessante.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Ciao Laura, grazie mille. Guarda, già prima di postare questo racconto avevo immaginato che avrebbe avuto riscontri peggiori dei miei ultimi, anche perché ha forma e argomento particolari, al di là dei miei limiti come scrittore. Ma io considero queste gare come una palestra dove sperimentare, quindi mi piace variare forma, genere e linguaggio, per quanto me lo consentano le mie capacità.

Giampiero
Pubblicista
Messaggi: 67
Iscritto il: 23/12/2010, 17:31

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Giampiero »

Roberto Bonfanti ha scritto:
27/12/2019, 0:31
Giampiero, io sono cresciuto con Tex! Grazie per le tue considerazioni, hai centrato la mia intenzione nello scrivere questo dialogo satirico. Accetterò stoicamente le critiche, di sicuro legittime, degli esperti di Superman e dei fumetti in generale : )
Diversi anni fa ho letto anch'io un libro del genere, anzi, penso sia lo stesso, ora me lo vado a ricercare, ricordo che lo avevo trovato interessante.
Il libro che ho comprato io è una ristampa del 2005, La fisica dei supereroi di James Kakalios, poi ne ho comprato un altro (insomma, visto che non becco mai nessuno che mi regala libri...) "La fisica sotto il naso" di Andrea Frova. Entrambi interessantissimi.
La paura è un cavallo con le ali: una volta lanciato al galoppo perde il contatto con il suolo e incomincia a volare.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Giampiero ha scritto:
27/12/2019, 20:22
Il libro che ho comprato io è una ristampa del 2005, La fisica dei supereroi di James Kakalios, poi ne ho comprato un altro (insomma, visto che non becco mai nessuno che mi regala libri...) "La fisica sotto il naso" di Andrea Frova. Entrambi interessantissimi.
Sì, mi riferivo a La fisica dei supereroi, l'altro non lo conosco, lo cerco, grazie Giampiero.

Roberto Ballardini
Pubblicista
Messaggi: 88
Iscritto il: 22/12/2019, 10:58

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Ballardini »

Mi piacciono gli esperimenti e un racconto impostato tutto sul dialogo non posso che apprezzarlo. Tra l'altro, coincidenza, ho un racconto pure io su Superman che pensavo di pubblicare sul forum, ma a questo punto aspetto un po', per non inflazionare il personaggio. Come hai detto tu stesso, mi pare, si tratta di un divertissement e come tale va preso. Io l'ho letto con piacere. Credo che l'unica pecca siano alcuni punti in cui i dialoghi diventano troppo ammiccanti, ma è solo una mia impressione.
Ultima modifica di Roberto Ballardini il 07/02/2020, 8:23, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Grazie Roberto, contento tu l'abbia apprezzato. Forse hai ragione, riguardo a certi punti del dialogo, sai, mi divertivo e mi sono fatto prendere la mano :D
p.s. Ora sono curioso, il tuo racconto su Superman, prima o poi, lo voglio leggere.

Namio Intile
Necrologista
Messaggi: 202
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Namio Intile »

Non so se ti è capitato mai di leggere Apocalittici e integrati di Eco. Si tratta di un saggio sulla cultura di massa e ne fa parte un capitolo dedicato al mito di Superman. La tua antipatia nei confronti del tipo in calzamaglia ha visto giusto. Per Eco si tratta di uno strumento di persuasione occulta, come gran parte della cultura di massa proveniente dal nostro adorato mondo anglosassone. Come giustamente scrivi in un commento il tipo in calzamaglia ha poteri quasi divini e di cosa si occupa? Prevalentemente di ladri e rapine in banca. Qual è il suo peggior nemico? Un ladro e truffatore come Lex Luthor. Non le guerre, o le carestie, i genocidi, le fughe di massa, le dittature sono il suo cruccio. Bensì il caro Lex. Il fumetto, per Eco, serviva ad inculcare nelle giovani generazioni concetti basilari come la sacralità della proprietà privata con il messaggio che chi l'avesse violata sarebbe incorso nella collera divina. Nel fumetto anni trenta infatti il tipo in calzamaglia rincorreva prevalentemente rapinatori di banche, ladri e truffatori di ogni specie. Se ci si pensa bene, chi sono e cosa fanno gli altri eroi della Marvel? Per esempio Batman o Iron Man? Sono ricchissimi, geniali e di successo, quindi potentissimi. E non fanno altro che far la guerra a dei poveri morti di fame, sempre brutti e malmessi. Di qui la similitudine Bene= ricchezza, bravura, genialità, altruismo e Male= povertà, cattiveria, delinquenza che viene servita su di un vassoio d'argento, colorata del bel termine, carico di aspettative positive, di cultura pop.
Discreto racconto, Roberto, capisco che tu non abbia voluto forzare la mano a questo giro. La mano si vede anche qui.
E grazie per la tua considerazione. A rileggerti.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 405
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

beh, devo dire che un superman così umano non lo avevo mai trovato da nessuna parte.
così come il linguaggio utilizzato, che a un certo punto diventa colorito e adeguato alla situazione.
sempre dal punto di vista umano, appunto, e non super.
detto ciò, francamente non sono stato coinvolto dalla storia, sebbene i dialoghi siano efficaci.
le descrizioni a livello emozionale sono nitide e la scrittura è corretta.
alla prossima
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Sonia85
Foglio bianco
Messaggi: 10
Iscritto il: 26/03/2019, 18:19

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Sonia85 »

Racconto molto gustoso, la scelta di puntare esclusivamente sul dialogo gli conferisce una certa verve e spigliatezza teatrale. Molto apprezzabile la scelta di leggere la debolezza del supereroe sotto una luce positiva, come l'unico elemento che lo renda davvero umano in quanto vulnerabile.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Ciao Namio, sì, ho letto il saggio di Eco parecchi anni fa, dopo essermi imbattuto nella fenomenologia di Mike Bongiorno in Diario Minimo mi sono interessato alla sua divulgazione riguardo alla cultura pop. Riguardo all'etica e all'estetica dei supereroi ci sarebbe molto da discutere. Ho sempre trovato singolare che Superman, il primo vero supereroe moderno, sia anche, in fondo, quello definitivo, almeno come progettualità, tutto quelli che sono venuti dopo vivono di sottrazione: meno poteri, meno rigidità morale, meno ortodossia. Tutto questo, ovviamente, al netto di un'evoluzione dei "character" che è andata di pari passo con il raffinamento dei gusti (e dell'aumento dell'età) dei fruitori del genere. Dici bene riguardo alle contraddizioni fra possibilità e comportamento del personaggio, io ho provato solo a sbeffeggiarne i due aspetti più appariscenti: l'identità segreta (!) e l'unico (improbabile) punto debole.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Grazie Fausto, sono contento di averti almeno fatto vedere un aspetto diverso del personaggio.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Ciao Sonia, era proprio quella la mia intenzione, grazie mille.

Stefyp
Apprendista
Messaggi: 117
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Stefyp »

Non conosco questi supereroi e le loro caratteristiche, quindi mi concentrerò sullo stile. Mi intrigano molto i dialoghi e la loro costruzione, quindi un racconto fatto solo di dialoghi già mi ben dispone. Devo dire che sono gestiti molto bene, lo leggerò più volte con attenzione per imparare e trarre ispirazioni.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Ciao Stefyp, grazie mille per aver apprezzato la forma che ho scelto in questo caso. Se sei interessata ai dialoghi ti consiglio, oltre al mio raccontino, di ispirarti a esempi decisamente più alti: non so se conosci i racconti di Raymond Carver, lì ne trovi molti costruiti in maniera magistrale.

Angelo Ciola
Apprendista
Messaggi: 112
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Angelo Ciola »

Io ho apprezzato molto il racconto, anche da vecchio appassionato di fumetti, che leggeva le sue avventure da quando da noi era conosciuto solo come Nembo Kid. I dialoghi sono efficaci e rendono evidente il vero grande difetto di questo eroe combatte il crimine con la mentalità di un pacifico piccolo borghese, con i poteri che ha perché non costruisce qualche diga in Africa, non combatte la fame e la miseria, non destituisce i tiranni nei tanti stati totalitari? Ma a quel punto forse le sue storie non le leggerebbe più nessuno...
www.ciola.it
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine
Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine
Intervista:
https://www.braviautori.it/forum/viewto ... =76&t=5455

Avatar utente
Giorgio Leone
Apprendista
Messaggi: 190
Iscritto il: 08/11/2014, 13:14
Località: Bormio

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Giorgio Leone »

Roberto, il tuo racconto mi ha fatto venir voglia di capire come mai io ho nella testa Nembo Kid (È un uccello? È un aereo? No, è ...), e non Superman. Detto fatto, Wikipedia dice che dal 1946 al 1948 Clark in Italia si chiamava Superman (nel 48 sono stato concepito e non sapevo ancora leggere), mentre la Mondadori dal 1954 ha pubblicato Nembo Kid, ed ecco qui il mio momento! Dal 1966, invece, la testata è diventata Superman Nembo Kid e dal 1967 solo Superman, per cui chi ha iniziato a leggere in quegli anni ignora chi sia Nembo Kid.
Premesso poi che sono una persona normale, quindi ben lontana dai geni come Eco – almeno così ho letto – che avrebbe preferito un Nembo Kid alle prese con guerre, carestie, genocidi, fughe di massa, dittature ecc. (ma non erano fumetti per ragazzini?), ti comunico che il tuo divertissement mi è piaciuto. Soprattutto quando riduci a dimensioni bambinesche l’eroe (Clark ha paura di una pietra verde! Clark ha paura di una pietra verde! Clark ha paura di una pietra verde!) mi hai ricordato tutti i litigi con mio fratello che finivano regolarmente con offese pesanti e la controreplica classica (almeno per me) “chilodicelosadiesseremillevoltepiùdimesaraite” (magari non la conosce nessuno).
Così pure la storia della kriptonite - vista come una via d'uscita e un’ancora di salvezza per raggiungere l’agognata normalità a fronte del peso insopportabile e delle attese stressanti dei superpoteri -, mi è sembrata originalissima. Per finire, anch’io sono d’accordo sul fatto che qualche taglio qua e là, male non ci sarebbe stato.
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Kryptonite

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Grazie Angelo, sono d'accordo, è evidente che gli sceneggiatori di Superman non hanno mai osato tanto.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 403
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Giorgio Leone ha scritto:
09/02/2020, 15:53
Così pure la storia della kriptonite - vista come una via d'uscita e un’ancora di salvezza per raggiungere l’agognata normalità a fronte del peso insopportabile e delle attese stressanti dei superpoteri -, mi è sembrata originalissima. Per finire, anch’io sono d’accordo sul fatto che qualche taglio qua e là, male non ci sarebbe stato.
Ti ringrazio, Giorgio, anche per i suggerimenti.

Trevigiana
Foglio bianco
Messaggi: 12
Iscritto il: 12/01/2019, 10:39

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Trevigiana »

Il racconto è ben scritto, ma i dialoghi non mi convincono. Avrei lavorato di più sul rapporto dialogico tra i personaggi. Nel complesso direi che si lascia leggere.

Rispondi

Torna a “Gara d'inverno, 2019/2020”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 19 - Un incipit da Re

La Gara 19 - Un incipit da Re

(febbraio 2011, 70 pagine, 821,30 KB)

Autori partecipanti: Skyla74, Exlex, Ser Stefano, Arianna, Emma Saponaro, Arditoeufemismo, GTrocc, Manuela, Carlocelenza, Pia, Hellies15, Bludoor, Mastronxo, Roberto Guarnieri, Yle, Tania Maffei, Angela Di Salvo, Lucia Manna, Michele, StillederNacht, Vit.
A cura di Miriam Mastrovito.
Scarica questo testo in formato PDF (821,30 KB) - scaricato 489 volte.
oppure in formato EPUB (496,96 KB) (vedi anteprima) - scaricato 217 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Gara d'estate 2019 - La madre del prescelto, e gli altri racconti

Gara d'estate 2019 - La madre del prescelto, e gli altri racconti

(estate 2019, 49 pagine, 841,96 KB)

Autori partecipanti: Marco Daniele, Lorenzo Scattini, Roberto Bonfanti, Carol Bi, Daniele Missiroli, L.Grisolia, Gabriele Ludovici, Isabella Galeotti, Draper, Angelo Ciola, Slifer, Stefyp, Alessandro Mazzi, Massimo Centorame.
a cura di Massimo Baglione.
Scarica questo testo in formato PDF (841,96 KB) - scaricato 32 volte.
oppure in formato EPUB (388,81 KB) (vedi anteprima) - scaricato 35 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

La Gara 35 - Zombie & Incipit

La Gara 35 - Zombie & Incipit

(gennaio 2013, 28 pagine, 621,45 KB)

Autori partecipanti: Patrizia Benetti, lodovico, Nunzio Campanelli, Monica Porta may bee, Lorella15, Alessandro Pedretta, Mastronxo, Exlex, freecora.
A cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (621,45 KB) - scaricato 220 volte.
oppure in formato EPUB (351,62 KB) (vedi anteprima) - scaricato 213 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Mai Più

Mai Più

Antologia di opere grafiche e letterarie aventi per tema il concetto del MAI PIÙ in memoria del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, di AA.VV.

Nel 2018 cade il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, perciò abbiamo voluto celebrare quella follia del Genere umano con un'antologia di opere grafiche e letterarie di genere libero aventi per tema il concetto del "mai più".

Copertina di Pierluigi Sferrella.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Ida Dainese, Alessandro Carnier, Romano Lenzi, Francesca Paolucci, Pasquale Aversano, Luisa Catapano, Massimo Melis, Alessandro Zanacchi, Furio Bomben, Pierluigi Sferrella, Enrico Teodorani, Laura Traverso, F. T. Leo, Cristina Giuntini, Gabriele Laghi e Mara Bomben.
(info e commenti).
Compralo su    amazon

L'Altro

L'Altro

antologia AA.VV. sulle diversità del Genere Umano

Attraverso il concorso "L'Altro - antologia sulle diversità del Genere Umano", gli autori erano stati chiamati a esprimersi sulle contrapposizioni fra identità, in conflitto o meno, estendibili anche a quelle diversità in antitesi fra di loro come il terreste e l'alieno, l'Uomo e l'animale, l'Uomo e la macchina, il normale e il diversamente abile, il cristiano e il musulmano, l'uomo e la donna, il buono e il cattivo, il bianco e il nero eccetera. La redazione cercava testi provocatori (purché nei limiti etici del bando), senza falsi moralismi, variegati, indagatori e introspettivi. Ebbene, eccoli qua! La selezione è stata dura e laboriosa, ma alla fine il risultato è questo ottimo libro.
A cura di Massimo Baglione.
Copertina di Furio Bomben.

Contiene opere di: Furio Bomben, Antonio Mattera, Maria Letizia Amato, Massimo Tivoli, Vespina Fortuna, Thomas M. Pitt, Laura Massarotto, Pasquale Aversano, Ida Dainese, Iunio Marcello Clementi, Federico Pavan, Francesca Paolucci, Enrico Teodorani, Giorgio Leone, Giovanna Evangelista, Alberto Tivoli, Anna Rita Foschini, Francesco Zanni Bertelli, Gabriele Ludovici, Laura Traverso, Luca Valmont, Massimo Melis, Abraham Tiberius Wayne, Stefania Fiorin.
Vedi ANTEPRIMA (312,10 KB scaricato 84 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Il sole è nudo

Il sole è nudo

Antologia di opere che mettono a nudo la pratica del nudismo.
Questo libro non vuole essere un dibattito pro o contro; non ci riguarda, abbiamo solo avuto il desiderio di spogliarci con voi.
A cura di Angelo Manarola e Massimo Baglione.
Copertina di Roberta Guardascione.

Contiene opere di: Concita Imperatrice, M. C., Gianni Veggi, 1 s3mpl1c3 nud1sta, Paolo De Andreis, Mario Stallone, Leonardo Rosso, Iconat, Sergio Bartolacelli, Donatella Ariotti, Franca Riso, Lodovico Ferrari, Goldchair60, Emanuele Cinelli, Vittoria Tomasi, Simone Pasini, Anna Rita Foschini, Matteone, Galiano Rossi, Franca Mercadante, Massimo Lanari, Francesco Paolo Catanzaro, Francesco Guagliardo, Giacobsi, Bayron, Marina Paolucci, Guglielmo A. Ferrando, Stefano Bozzato, Marco Murara, Francesca Miori, Lorenzo Moimare, Vincenzo Barone, Rupert Mantovani, Domenico Ciccarelli, Siman, Roberto Gianolio, Francesco Marcone, utente anonimo, Jole Gallo, Giovanni Altieri, Daniela Zampolli, Robi Nood, Mauro Sighicelli, Lucica Talianu, Giovanni Minutello, Naturizia, Serena Carnemolla, Carla Bessi.
Vedi ANTEPRIMA (407,33 KB scaricato 591 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.