Il prima del dopo

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'inverno 2019/2020.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 23/03/2020, 0:00

1 - non mi piace affatto
9
56%
2 - mi piace pochino
2
13%
3 - si lascia leggere
2
13%
4 - è bello
0
Nessun voto
5 - mi piace tantissimo
3
19%
 
Voti totali: 16

Alessiaardente
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 2
Iscritto il: 07/01/2020, 14:54

Author's data

Il prima del dopo

Messaggio da leggere da Alessiaardente »


Ci fu' un tempo prima di tutto questo, prima di noi , prima dell'esistenza del dopo.
 Ci sono tempi assai lunghi, che possono passare in un secondo, ci sono attimi invece che durano per sempre.
 Per noi è un concetto difficile questo, quell'ignoto insormontabile, fra paura e coraggio di attraversare un confine, fra vero o falso, fra bianco e nero,ma molte volte questa vita si vive a colori si vive in un secondo che avvolte pero non ha il tempo di finire.
  Nel tempo vedo il noi ,vedo la nostra esistenza, vedo un petalo di rosa scontrarsi col vento e creare tale spettacolo, vedo la bellezza del tutto e del niente, vedo il coraggio e la magnifica arte del semplice , nella mia vita ho avuto poco tempo, poco tempo per viverla per godermela, come fosse passato tutto in un secondo.
  Nel tempo mi nascondo quasi fosse un rifugio che e pronto a sbattermi fuori, un luogo che si desta come fosse sole al volgersi del mattino , vedo me stessa intrappolata nel cosi' chiamato infinito, che avvolte ci rapisce ,vedo la mia gioia di scrivere e la paura del non essere accettati ,vedo la bellezza in ogni piccola cosa anche nella quiete , soprattutto nella quiete.
 In questo crudele ed immenso tempo vedo noi vedo questo vedo il tempo che ci fu prima del dopo.
Laura Traverso
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 371
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

" mattino , vedo" "nero,ma" "avvolte pero". A volte e non avvolte. Però e non pero. E poi la punteggiatura che è posizionata a caso e, anche altro... Insomma, sarebbe bene effettuare una bella revisione sul testo che, tra l'altro, trovo poco interessante.
Stefyp
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 144
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Stefyp »

Questo racconto è evidentemente stato postato senza una rilettura, non si spiegano altrimenti tutti gli errori che si trovano ad ogni riga. Poi proprio un racconto non è, piuttosto il tentativo di farci partecipi del pensiero dell'autore. Mi spiace, ma non l'ho colto, forse sono stata troppo distratta da tutti i refusi che ho incontrato.
Avatar utente
Fausto Scatoli
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 442
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

mi spiace doverlo scrivere, ma è veramente pieno di errori.
consiglio una bella revisione, a partire dalla punteggiatura, spesso errata, per passare poi alla spaziatura e finire con certe definizioni (ci fu un tempo, non ci fu').
a parte questo, la storia non la vedo proprio.
è più un pensiero personale presentato ad altri. con tanti, troppi errori.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
ElianaF
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 49
Iscritto il: 21/12/2019, 19:35

Author's data

Commento: il prima del dopo

Messaggio da leggere da ElianaF »

Trovo che sia più una poesia che un testo narrativo. Qualche errore e la punteggiatura da rivedere.
Un pensiero, una riflessione molto personale che può coinvolgere il lettore solo se è in sintonia. Suggerisco di riprendere il testo e di svilupparlo.
Selene Barblan
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 349
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Questo scritto mi pare più vicino ad una poesia che ad un racconto; mancano però, secondo me, la giusta dose di accuratezza nella forma e l’apporto di immagini vivide che mi aspetto dalla poesia appunto. Generalmente faccio fatica a giudicare una poesia perché trovo che sia il mezzo espressivo più personale, quindi difficilmente descrivibile in modo oggettivo. Globalmente trovo che vada rivisto nella forma e sviluppato, così com’è non mi trasmette molto. Voto 1.
Angelo Ciola
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 112
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Angelo Ciola »

Il testo è più una riflessione che un racconto. Una breve esposizione che, a parte i diversi errori presenti e già segnalati, propone anche argomenti e immagini interessanti, ma che personalmente non sono riuscito a capire.
www.ciola.it
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine
Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine
Intervista:
https://www.braviautori.it/forum/viewto ... =76&t=5455
Roberto Ballardini
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 88
Iscritto il: 22/12/2019, 10:58

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Roberto Ballardini »

Convengo con quanto espresso un po' in tutti i commenti precedenti a proposito della forma e della natura più poetica dello scritto. Mi pare obiettivamente difficile non farlo. La cura dei propri scritti è fondamentale quando si decide di pubblicare, a mio avviso. Detto questo, apprezzo l'autenticità emotiva di fondo che si percepisce e di sicuro non mi scandalizzano le commistioni di genere. Rimane comunque il fatto che un racconto, se racconto dev'essere, non può limitarsi all'emotività pura. Ma è solo la mia opinione.
Avatar utente
Roberto Bonfanti
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 404
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Molte imprecisioni in un brano brevissimo, una rilettura sarebbe d’obbligo.
Riguardo al contenuto mi allineo ai commenti precedenti: non è un racconto ma una riflessione astratta in forma quasi poetica, manca la storia, il contesto, così si perdono anche quelle emozioni che il testo vorrebbe suscitare.
Avatar utente
Eliseo Palumbo
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 433
Iscritto il: 22/10/2011, 14:09
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Eliseo Palumbo »

Più che un racconto mi sono sembrati quattro appunti buttati a casaccio. Sfogarsi è giusto, ma in queto modo meglio farlo su un diario personale. L'intento era forse quello di emozionare o trasmettere qualcosa, ma per riuscirci non bisogna usare soltanto parole come "paura" "coraggio" o locuzioni tipo "la bellezza del tutto", bensì trovare un'armonia e una struttura, per questo bisogna assolutamente rileggere il testo. Non voglio essere troppo duro ma ci sono dei veri e propri orrori grammaticali: "e" senza accento "avvolte" piuttosto che "a volte" "pero" senza accento.
Mostrare ad altri le proprie debolezze lo sconvolgeva assai più della morte

POSARE LA MIA PENNA E' TROPPO PERICOLOSO IO VIVO IO SCRIVO E QUANDO MUOIO MI RIPOSO


Immagine
Avatar utente
Giorgio Leone
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 190
Iscritto il: 08/11/2014, 13:14
Località: Bormio

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Giorgio Leone »

Non credo che qui sia mancata una rilettura, credo invece che tu abbia problemi di lingua italiana, di scrittura e - conseguentemente - anche di espressione. Intendo parlare di grammatica, sintassi, analisi logica, di terminologia e altro: che derivino da una scolarizzazione forzatamente mancata o volontariamente trascurata, non è dato saperlo. Ma sta di fatto che in questo testo, che può essere definito in molti punti poetico, non è difficile intuire una prepotente e quasi incontenibile voglia di esprimere concetti e situazioni vissute con grande passione, tenerezza e anche intelligenza, senza però avere gli strumenti base per esplicitarli. E tu stessa, in un punto, lo dici: "vedo la mia gioia di scrivere e la paura del non essere accettati." Come aver voglia di fare musica senza conoscere la musica, né saper suonare uno strumento. In questi casi, o si ascolta la musica degli altri, o si impara uno strumento. O si legge ciò che altri hanno scritto, o si impara a scrivere partendo dall'inizio da testi scolastici. In ogni caso leggere non fa certo male.
Personalmente ho visto una ragazza dell'est - non credo che sia questo il tuo caso, riconoscerei il modo di scrivere - che letteralmente bruciava dalla voglia di esprimersi scrivendo. Forse in un anno e mezzo, con grande applicazione, è diventata più brava almeno del 90% degli italiani madrelingua che scrivono.
Ciò a dirti che niente è impossibile se lo si vuole veramente sopra ogni cosa.
A meno che io non abbia frainteso tutto, nel qual caso ti chiedo scusa.
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Rispondi

Torna a “Gara d'inverno, 2019/2020”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2017 -  (a colori)

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2017 - (a colori)

(edizione 2017, 4,25 MB)

Autori partecipanti:
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (4,25 MB) - scaricato 13 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

La Gara 35 - Zombie & Incipit

La Gara 35 - Zombie & Incipit

(gennaio 2013, 28 pagine, 621,45 KB)

Autori partecipanti: Patrizia Benetti, lodovico, Nunzio Campanelli, Monica Porta may bee, Lorella15, Alessandro Pedretta, Mastronxo, Exlex, freecora.
A cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (621,45 KB) - scaricato 225 volte.
oppure in formato EPUB (351,62 KB) (vedi anteprima) - scaricato 216 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

La Gara 57 - Imbranati

La Gara 57 - Imbranati

(dicembre 2015, 27 pagine, 3,39 MB)

Autori partecipanti: Lodovico, Giorgio Leone, Angelo Manarola, Federico Pani, Alberto Tivoli, Skyla, Marina Paolucci, Eliseo Palumbo.
a cura di Carlocelenza.
Scarica questo testo in formato PDF (3,39 MB) - scaricato 119 volte.
oppure in formato EPUB (448,80 KB) (vedi anteprima) - scaricato 174 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


I sogni di Titano

I sogni di Titano

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Il "cubo sognatore" su Titano aveva rivelato una verità sconvolgente sull'Umanità, sulla Galassia e, in definitiva, sull'intero Universo, una verità capace di suscitare interrogativi sufficienti per una vita intera. Come poteva essere bonariamente digerito il concetto che la nostra civiltà, la nostra tecnologia e tutto ciò che riguardava l'Umanità… non esisteva?
"Siamo solo… i sogni di Titano", aveva riportato il comandante Sylvia Harrison dopo il primo contatto col cubo, ma in che modo avrebbe potuto l'orgoglio dell'Uomo accettarlo? Ovviamente, l'insaziabile sete di conoscenza dell'Essere umano anelava delle risposte, e la sua naturale curiosità non poteva che spingerlo alla ricerca dell'origine del cubo e delle ragioni della sua peculiare funzione.
Gli autori GLAUCO De BONA (vincitore del Premio Urania 2013) e MASSIMO BAGLIONE (amministratore di BraviAutori.it) vi presentano una versione alternativa del "Tutto" che vi lascerà senza parole. Di Glauco De Bona e Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (203,77 KB scaricato 25 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Antologia visual-letteraria (Volume due)

Antologia visual-letteraria (Volume due)

Antologia dedicata agli animali

Questo libro è una raccolta dei migliori testi che hanno partecipato alla selezione per la seconda antologia di BraviAutori.it. I ricavati saranno interamente devoluti al sostentamento di una comunità felina abbandonata sita nei pressi del Nucleo industriale di Longarone, Belluno, a poche centinaia di metri dalla diga del Vajont.
A cura di Massimo Baglione e Alessandro Napolitano.

Contiene opere di: Paolo Maccallini, Gianluca Gendusa, Pia Barletta, Angela Di Salvo, Miriam Mastrovito, Alessandro Napolitano, Valentina Margio, Gilbert Paraschiva, Enrico Arlandini, Elena Piccinini, Stefano di Stasio, Eugenio De Medio, Celeste Borrelli, Luisa Catapano, Anna Maria Folchini Stabile, Giovanni Minio, Gemma Cenedese, Antonio Giordano, Rodolfo Vettorello, Cosimo Vitiello, Damiano Giuseppe Pepe, Patrizia Birtolo, Pietro Rainero, Roberto Stradiotti, Anna Giraldo, Maria Rizzi, Vittorio Scatizza, Paolo Frattini, Matteo Mancini, Piergiorgio Annicchiarico, Fabrizio Siclari, Emanuela Cinà, Laura Maria Rocchetti.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,10 MB scaricato 640 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Déjà vu - il rivissuto mancato

Déjà vu - il rivissuto mancato

antologia poetica di AA.VV.

Talvolta, a causa di dinamiche non sempre esplicabili, uno strano meccanismo nella nostra mente ci illude di aver già assistito a una scena che, in realtà, la si sta vivendo solo ora. Il dèjà vu diventa così una fotocopia mentale di quell'attimo, un incontro del pensiero con se stesso.
Chi non ha mai pensato (o realmente vissuto) un'istantanea della propria vita, gli stessi gesti e le stesse parole senza rimanerne perplesso e affascinato? Chi non lo ha mai rievocato come un sogno o, perché no, come un incubo a occhi aperti?
Ventitrè autori si sono cimentati nel descrivere le loro idee di déjà vu in chiave poetica.
A cura di Francesco Zanni Bertelli.

Contiene opere di: Alberto Barina, Angela Catalini, Enrico Arlandini, Enrico Teodorani, Fausto Scatoli, Federico Caruso, Francesca Rosaria Riso, Francesca Gabriel, Francesca Paolucci, Gabriella Pison, Gianluigi Redaelli, Giovanni Teresi, Giuseppe Patti, Ida Dainese, Laura Usai, Massimo Baglione, Massimo Tivoli, Pasquale Aversano, Patrizia Benetti, Pietro Antonio Sanzeri, Silvia Ovis, Umberto Pasqui, Francesco Zanni Bertelli.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (941,40 KB scaricato 59 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.