Il prima del dopo

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'inverno 2019/2020.

Sondaggio

1 - non mi piace affatto
9
60%
2 - mi piace pochino
2
13%
3 - si lascia leggere
1
7%
4 - è bello
0
Nessun voto
5 - mi piace tantissimo
3
20%
 
Voti totali: 15

Alessiaardente
Foglio bianco
Messaggi: 2
Iscritto il: 07/01/2020, 14:54

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2020 (profili visti)
dal 2020 (autori prolifici)
attività: ymw ymw ymw

Il prima del dopo

Messaggio da leggere da Alessiaardente » 31/01/2020, 19:40

Ci fu' un tempo prima di tutto questo, prima di noi , prima dell'esistenza del dopo.
Ci sono tempi assai lunghi, che possono passare in un secondo, ci sono attimi invece che durano per sempre.
Per noi è un concetto difficile questo, quell'ignoto insormontabile, fra paura e coraggio di attraversare un confine, fra vero o falso, fra bianco e nero,ma molte volte questa vita si vive a colori si vive in un secondo che avvolte pero non ha il tempo di finire.
Nel tempo vedo il noi ,vedo la nostra esistenza, vedo un petalo di rosa scontrarsi col vento e creare tale spettacolo, vedo la bellezza del tutto e del niente, vedo il coraggio e la magnifica arte del semplice , nella mia vita ho avuto poco tempo, poco tempo per viverla per godermela, come fosse passato tutto in un secondo.
Nel tempo mi nascondo quasi fosse un rifugio che e pronto a sbattermi fuori, un luogo che si desta come fosse sole al volgersi del mattino , vedo me stessa intrappolata nel cosi' chiamato infinito, che avvolte ci rapisce ,vedo la mia gioia di scrivere e la paura del non essere accettati ,vedo la bellezza in ogni piccola cosa anche nella quiete , soprattutto nella quiete.
In questo crudele ed immenso tempo vedo noi vedo questo vedo il tempo che ci fu prima del dopo.

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 283
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

pos. in Club recensori: *
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
(5 quest'anno)
diventa anche tu un
nwsostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 01/02/2020, 14:57

" mattino , vedo" "nero,ma" "avvolte pero". A volte e non avvolte. Però e non pero. E poi la punteggiatura che è posizionata a caso e, anche altro... Insomma, sarebbe bene effettuare una bella revisione sul testo che, tra l'altro, trovo poco interessante.

Stefyp
Pubblicista
Messaggi: 85
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Stefyp » 01/02/2020, 15:12

Questo racconto è evidentemente stato postato senza una rilettura, non si spiegano altrimenti tutti gli errori che si trovano ad ogni riga. Poi proprio un racconto non è, piuttosto il tentativo di farci partecipi del pensiero dell'autore. Mi spiace, ma non l'ho colto, forse sono stata troppo distratta da tutti i refusi che ho incontrato.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 324
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2015 (recensiti)
dal 2015 (recensori)
pos. in Club recensori: *****
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2018
(4 quest'anno)
diventa anche tu un
nwsostenitore!

commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli » 01/02/2020, 18:19

mi spiace doverlo scrivere, ma è veramente pieno di errori.
consiglio una bella revisione, a partire dalla punteggiatura, spesso errata, per passare poi alla spaziatura e finire con certe definizioni (ci fu un tempo, non ci fu').
a parte questo, la storia non la vedo proprio.
è più un pensiero personale presentato ad altri. con tanti, troppi errori.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

https://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

ElianaF
Foglio bianco
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/12/2019, 19:35

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw

Commento: il prima del dopo

Messaggio da leggere da ElianaF » 01/02/2020, 20:44

Trovo che sia più una poesia che un testo narrativo. Qualche errore e la punteggiatura da rivedere.
Un pensiero, una riflessione molto personale che può coinvolgere il lettore solo se è in sintonia. Suggerisco di riprendere il testo e di svilupparlo.

Selene Barblan
Necrologista
Messaggi: 206
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2016 (recensori)
pos. in Club recensori: **
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2020
(4 dal 2019)
diventa anche tu un
nwsostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan » 03/02/2020, 11:15

Questo scritto mi pare più vicino ad una poesia che ad un racconto; mancano però, secondo me, la giusta dose di accuratezza nella forma e l’apporto di immagini vivide che mi aspetto dalla poesia appunto. Generalmente faccio fatica a giudicare una poesia perché trovo che sia il mezzo espressivo più personale, quindi difficilmente descrivibile in modo oggettivo. Globalmente trovo che vada rivisto nella forma e sviluppato, così com’è non mi trasmette molto. Voto 1.

Angelo Ciola
Apprendista
Messaggi: 110
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (profili visti)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (autori prolifici)
pos. in Club recensori: *
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
(3 quest'anno)
diventa anche tu un
sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Angelo Ciola » 04/02/2020, 15:16

Il testo è più una riflessione che un racconto. Una breve esposizione che, a parte i diversi errori presenti e già segnalati, propone anche argomenti e immagini interessanti, ma che personalmente non sono riuscito a capire.
www.ciola.it
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine
Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine
Intervista:
https://www.braviautori.it/forum/viewto ... =76&t=5455

Roberto Ballardini
Pubblicista
Messaggi: 52
Iscritto il: 22/12/2019, 10:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2019 (recensori)
pos. in Club recensori: *****
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2020
(2 quest'anno)
diventa anche tu un
nwsostenitore!

commento

Messaggio da leggere da Roberto Ballardini » 05/02/2020, 9:21

Convengo con quanto espresso un po' in tutti i commenti precedenti a proposito della forma e della natura più poetica dello scritto. Mi pare obiettivamente difficile non farlo. La cura dei propri scritti è fondamentale quando si decide di pubblicare, a mio avviso. Detto questo, apprezzo l'autenticità emotiva di fondo che si percepisce e di sicuro non mi scandalizzano le commistioni di genere. Rimane comunque il fatto che un racconto, se racconto dev'essere, non può limitarsi all'emotività pura. Ma è solo la mia opinione.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 331
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
pos. in Club recensori: *
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
(10 dal 2018)
diventa anche tu un
nwsostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 05/02/2020, 22:13

Molte imprecisioni in un brano brevissimo, una rilettura sarebbe d’obbligo.
Riguardo al contenuto mi allineo ai commenti precedenti: non è un racconto ma una riflessione astratta in forma quasi poetica, manca la storia, il contesto, così si perdono anche quelle emozioni che il testo vorrebbe suscitare.

Avatar utente
Eliseo Palumbo
Correttore di bozze
Messaggi: 375
Iscritto il: 22/10/2011, 14:09
Contatta:

Alcune sue statistiche:

pos. in Club recensori: *
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
(3 dal 2015)
diventa anche tu un
nwsostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Eliseo Palumbo » 07/02/2020, 12:06

Più che un racconto mi sono sembrati quattro appunti buttati a casaccio. Sfogarsi è giusto, ma in queto modo meglio farlo su un diario personale. L'intento era forse quello di emozionare o trasmettere qualcosa, ma per riuscirci non bisogna usare soltanto parole come "paura" "coraggio" o locuzioni tipo "la bellezza del tutto", bensì trovare un'armonia e una struttura, per questo bisogna assolutamente rileggere il testo. Non voglio essere troppo duro ma ci sono dei veri e propri orrori grammaticali: "e" senza accento "avvolte" piuttosto che "a volte" "pero" senza accento.
Mostrare ad altri le proprie debolezze lo sconvolgeva assai più della morte

POSARE LA MIA PENNA E' TROPPO PERICOLOSO IO VIVO IO SCRIVO E QUANDO MUOIO MI RIPOSO


Immagine

Avatar utente
Giorgio Leone
Apprendista
Messaggi: 175
Iscritto il: 08/11/2014, 13:14
Località: Bormio

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
(7 dal 2014)
diventa anche tu un
nwsostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Giorgio Leone » ieri, 19:36

Non credo che qui sia mancata una rilettura, credo invece che tu abbia problemi di lingua italiana, di scrittura e - conseguentemente - anche di espressione. Intendo parlare di grammatica, sintassi, analisi logica, di terminologia e altro: che derivino da una scolarizzazione forzatamente mancata o volontariamente trascurata, non è dato saperlo. Ma sta di fatto che in questo testo, che può essere definito in molti punti poetico, non è difficile intuire una prepotente e quasi incontenibile voglia di esprimere concetti e situazioni vissute con grande passione, tenerezza e anche intelligenza, senza però avere gli strumenti base per esplicitarli. E tu stessa, in un punto, lo dici: "vedo la mia gioia di scrivere e la paura del non essere accettati." Come aver voglia di fare musica senza conoscere la musica, né saper suonare uno strumento. In questi casi, o si ascolta la musica degli altri, o si impara uno strumento. O si legge ciò che altri hanno scritto, o si impara a scrivere partendo dall'inizio da testi scolastici. In ogni caso leggere non fa certo male.
Personalmente ho visto una ragazza dell'est - non credo che sia questo il tuo caso, riconoscerei il modo di scrivere - che letteralmente bruciava dalla voglia di esprimersi scrivendo. Forse in un anno e mezzo, con grande applicazione, è diventata più brava almeno del 90% degli italiani madrelingua che scrivono.
Ciò a dirti che niente è impossibile se lo si vuole veramente sopra ogni cosa.
A meno che io non abbia frainteso tutto, nel qual caso ti chiedo scusa.
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Rispondi

Torna a “Gara d'inverno, 2019/2020”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 4 - Ciak, si gira!

La Gara 4 - Ciak, si gira!

(aprile 2009, 30 pagine, 510,72 KB)

Autori partecipanti: Pia, Ranz, Devil, Miriam Mastrovito, Manuela, Pia, Cmt, Nembo13, Alessandro Napolitano,
A cura di DaFank.
Scarica questo testo in formato PDF (510,72 KB) - scaricato 401 volte.
oppure in formato EPUB (415,38 KB) (vedi anteprima) - scaricato 211 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 62 - La famiglia

La Gara 62 - La famiglia

(gennaio/febbraio 2017, 35 pagine, 763,98 KB)

Autori partecipanti: Ida Dainese, Giorgio Leone, Alberto Tivoli, Mirtalastrega, Angela Catalini, Laura Usai, Patrizia Chini, Gabriele Ludovici, Fabrizio Bonati, Francesca Facoetti,
a cura di Massimo Tivoli.
Scarica questo testo in formato PDF (763,98 KB) - scaricato 62 volte.
oppure in formato EPUB (599,54 KB) (vedi anteprima) - scaricato 60 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2018 -  (in bianco e nero)

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2018 - (in bianco e nero)

(edizione 2018, 4,37 MB)

Autori partecipanti: (vedi sopra),
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (4,37 MB) - scaricato 50 volte..
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Museo letterario

Museo letterario

Antologia di opere letterarie ispirate dai capolavori dell'arte

Unire la scrittura all'immagine è un'esperienza antica, che qui vuole riproporsi in un singolare "Museo Letterario". L'alfabeto stesso deriva da antiche forme usate per rappresentare animali o cose, quindi tutta la letteratura è un punto di vista sulla realtà, per così dire, filtrato attraverso la sensibilità artistica connaturata in ogni uomo. In quest'antologia, diversi scrittori si sono cimentati nel raccontare una storia ispirata da un famoso capolavoro dell'Arte a loro scelta.
A cura di Umberto Pasqui e Massimo Baglione.
Introduzione del Prof. Marco Vallicelli.
Copertina di Giorgio Pondi.

Contiene opere di: Claudia Cuomo, Enrico Arlandini, Sandra Ludovici, Eleonora Lupi, Francesca Santucci, Antonio Amodio, Isabella Galeotti, Tiziano Legati, Angelo Manarola, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Alberto Tivoli, Anna Rita Foschini, Annamaria Vernuccio, William Grifò, Maria Rosaria Spirito, Cristina Giuntini, Marina Paolucci, Rosanna Fontana, Umberto Pasqui.
Vedi ANTEPRIMA (211,82 KB scaricato 142 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Fungo più, fungo meno...

Fungo più, fungo meno...

Nessuno li ha mai raccontati in maniera avvincente.

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Cosa può accadere se una élite di persone geneticamente Migliore si accorge di non essere così perfetta come crede?
Una breve storia di Fantascienza scritta da Carlo Celenza, Ida Dainese, Lodovico Ferrari, Massimo Baglione e Tullio Aragona.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (1,11 MB scaricato 42 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Carosello

Carosello

antologia di opere ispirate dal concetto di Carosello e per ricordare il 40° anniversario della sua chiusura

Nel 1977 andava in onda l'ultima puntata del popolare spettacolo televisivo serale seguito da adulti e bambini. Carosello era una sorta di contenitore pubblicitario, dove cartoni animati e pupazzetti vari facevano da allegro contorno ai prodotti da reclamizzare. Dato che questo programma andava in onda di sera, Carosello rappresentò per molti bambini il segnale di "stop alle attività quotidiane". Infatti si diffuse presto la formula "E dopo il Carosello, tutti a nanna".
Per il 40° anniversario della sua chiusura, agli autori abbiamo chiesto opere di genere libero che tenessero conto della semplicità che ha caratterizzato Carosello nei vent'anni durante i quali è andato felicemente in onda. I dodici autori qui pubblicati hanno partecipato alle selezioni del concorso e sono stati selezionati per questo progetto letterario. Le loro opere sono degni omaggi ai nostri ricordi (un po' sbiaditi e in bianco e nero) di un modo di stare in famiglia ormai dimenticato.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Giorgio Leone, Enrico Teodorani, Cristina Giuntini, Maria Rosaria Spirito, Francesco Zanni Bertelli, Serena Barsottelli, Alberto Tivoli, Laura Traverso, Enrico Arlandini, Francesca Rosaria Riso, Giovanni Teresi, Angela Catalini.
Vedi ANTEPRIMA (357,78 KB scaricato 49 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.