Little Miss Sunshine

Recensioni o commenti a film in generale.
Selene Barblan
Necrologista
Messaggi: 247
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Little Miss Sunshine

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Film del 2006 di Jonathan Dayton e Valerie Faris

Con Abigail Breslin, Greg Kinnear, Steve Carell, Toni Collette, Paul Dano, Alan Arkin

Il sipario si apre su Olive, sette anni, grandi occhi blu e lunghi capelli biondi legati in modo approssimativo, dolcemente tondeggiante nei suoi vestiti colorati. In piedi di fronte a un vecchio televisore fa un grande utilizzo del “replay” per allenarsi a emulare i gesti e le espressioni della vincitrice di Miss America.

Suo padre, Richard, non appare sicuro come vorrebbe quando, con grandi parole e grandi gesti, promuove il suo programma motivazionale a un pubblico… molto attento.

Dwayne, quindici anni e fratello di Olive, solleva i manubri con, negli occhi, una luce che vorrebbe forse bruciare il mondo, più che le calorie.

Edwin, il nonno della famiglia Hoover, taglia sostanze illecite di soppiatto, chiuso nel bagno, e si gode il momento seduto sul cesso.

Poi Sheryl, donna e madre, quindi con il peso del mondo sulle spalle, deve occuparsi di un nuovo problema.

E infine Frank, suo fratello, l’ultimo dei problemi appunto, che, con il fallimento negli occhi, guarda fuori dalla finestra di una sterile stanza d’ospedale attraverso occhi velati di lacrime.

Tutti e sei dovranno affrontare un viaggio da Albuquerque, New Mexico, alla California, a bordo di un giallissimo Volkswagen… per permettere a Olive di partecipare alle finali di un concorso di bellezza. Little Miss Sunshine appunto.

Assurdo, esilarante, dolce, delirante, commovente, persino inquietante, un cocktail dove la piccola, stupenda Abigail risulta un vero piccolo raggio di sole.

Roberto Ballardini
Pubblicista
Messaggi: 88
Iscritto il: 22/12/2019, 10:58

Author's data

Re: Little Miss Sunshine

Messaggio da leggere da Roberto Ballardini »

Amo moltissimo questo film (!!) e mi riservo di rispondere più approfonditamente nei prossimi giorni, con la dovuta calma. Per il momento ti faccio i complimenti per l'ottimo gusto, lo dico con tutta la parzialità possibile e relativa ai miei, di gusti. Mi manca solo il quarto capitolo di Brimstone e devo dire che tra pregi e difetti è un ottimo film che mi ha fatto molto piacere vedere e del quale mi riservo (di nuovo) di scrivere a mia volta una recensione.

Selene Barblan
Necrologista
Messaggi: 247
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Re: Little Miss Sunshine

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Resto in attesa allora 😄

Roberto Ballardini
Pubblicista
Messaggi: 88
Iscritto il: 22/12/2019, 10:58

Author's data

Re: Little Miss Sunshine

Messaggio da leggere da Roberto Ballardini »

È passato un po’ di tempo dall’ultima volta che l’ho visto, quindi vado un po’ a memoria con le citazioni, ma la sensazione che ne ho ricavato è ancora ben definita. Nel tempo passato, poi, forse ho maturato anche qualche considerazione in più. Partiamo dal fatto, ad esempio, che se allora l’ho visto un po’ come una contrapposizione tra perdenti e vincenti (e non ho mai avuto dubbi su quale parte scegliere), oggi sono dell’idea che la differenza tra la famiglia della giovane Olive e le famiglie sullo sfondo delle altre concorrenti (più conformi allo spirito snob del concorso), stia tutta nel vivere alla luce del sole le nevrosi, i difetti e le tragedie proprie di ogni nucleo familiare, invece di nasconderle per esibire soltanto una facciata di presunta perfezione. Dunque non solo perdenti e vincenti (rimane comunque una possibile chiave di lettura), ma persone che sono fondamentalmente come appaiono, e altre che si sforzano di apparire come vorrebbero.
Il tema principale è il diritto di esistere, di non scomparire, di affermare la propria imperfezione (relativa, presunta), la propria storia, quando il contesto sociale ed economico in cui si vive diventa assurdamente selettivo, ai limiti del razzismo. E se, nello specifico, tale diritto è rappresentato dalla grassottella Olive (delizioso mix tra timidezza e genuinità) e tutta l’allegra brigata (si fa per dire, se pensiamo all’adolescente problematico Dwayne o al tentato suicida Frank) come si può essere contrari?
La sceneggiatura è ottima, tempi e ritmo sono quelli giusti, e se non ci sono momenti da farsela addosso dal ridere è solo perché l’umorismo del film è più sottile, dolente, sempre consapevole di come nella vita si rida per non piangere e di come, alla fine, le proprie vicissitudini possano anche rubare la scena per qualche minuto alle stronzissime organizzatrici Jenkins di questo mondo.

Selene Barblan
Necrologista
Messaggi: 247
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Re: Little Miss Sunshine

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Ottima analisi, hai messo in parole i miei spesso confusi pensieri. A me ha colpito, in particolare , la scena dove la famiglia apre il cofano del VW e prendono coscienza di quanto è accaduto , nel loro modo sincero è vero come dici tu. Mi ha commosso ...

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 355
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Little Miss Sunshine

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Grande film, lo ricordo sempre con piacere.
Personaggi straordinari, oltre alla piccola Olive, il nonno eroinomane, lo zio Frank e il fratello, muto per un voto che non potrà mantenere.

Rispondi

Torna a “Film”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Questa antologia a tema libero è stata ispirata dalle importanti parole di Sam L. Basie:
Dedicato a tutti coloro che hanno scoperto di avere un cervello, che hanno capito che non serve solo a riempire il cranio e che patiscono quell'arrogante formicolio che, dalle loro budella, striscia implacabile fino a detonare dalle loro mani. A voi, astanti ed esteti dell'arte.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Iunio Marcello Clementi, Noemi Buiarelli, Marco Bertoli, Liliana Tuozzo, Alessandro Carnier, Martina Del Negro, Lodovico Ferrari, Francesca Gabriel, Pietro Rainero, Fausto Scatoli, Gianluigi Redaelli, Ilaria Motta, Laura Traverso, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Ida Dainese, Marino Maiorino.
Vedi ANTEPRIMA (921,21 KB scaricato 45 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
L'arca di Noel

L'arca di Noel

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Da decenni proviamo a metterci al riparo dagli impatti meteoritici di livello estintivo, ma cosa accadrebbe se invece scoprissimo che è addirittura un altro mondo a venirci addosso? Come ci comporteremmo in attesa della catastrofe? Potremmo scappare sulla Luna? Su Marte? Oppure dove?
E chi? E come?
L'avventura post-apocalittica ad alta tensione qui narrata proverà a rispondere a questi interrogativi.
Di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (189,04 KB scaricato 11 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
FEMILIA - abbiamo sufficienti riserve di sperma

FEMILIA - abbiamo sufficienti riserve di sperma

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
In seguito a un'escalation di "femminicidi", in tutto il mondo nasce il movimento "SupraFem", ovvero: "ribellione delle femmine che ne hanno abbastanza delle violenze dei maschi". La scintilla che ha dato il via al movimento è scattata quando una giornalista ben informata, tale Tina Lagos, ha affermato senza mezzi termini che "nei laboratori criogenici di tutto il mondo ci sono sufficienti riserve di sperma da poter fare benissimo a meno dei maschi. Per sempre!". Le suprafem riescono ad avere un certo peso nella normale vita quotidiana; loro esponenti si sono infatti insediate in numerosi Palazzi, sia politici che economici, e sono arrivate al punto di avere sufficiente forza da poter pretendere Giustizia.

Copertina di Riccardo Simone
di Mary J. Stallone e Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (288,78 KB scaricato 148 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.



Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 49 - La contrapposizione

La Gara 49 - La contrapposizione

(novembre/dicembre 2014, 34 pagine, 560,91 KB)

Autori partecipanti: Umberto Pasqui, Nembo13, Nunzio Campanelli, Annamaria Vernuccio, Patrizia Chini, Milicianto, Ser Stefano, Francesca Santamaria, Lodovico, Giorgio Leone, Cladinoro, Silvia Torre.
a cura di Maddalena Cafaro.
Scarica questo testo in formato PDF (560,91 KB) - scaricato 154 volte.
oppure in formato EPUB (319,02 KB) (vedi anteprima) - scaricato 207 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Gara d'inverno 2018-2019 - La soffitta, e gli altri racconti

Gara d'inverno 2018-2019 - La soffitta, e gli altri racconti

(inverno 2018 - 2019, 45 pagine, 781,63 KB)

Autori partecipanti: Stefano Giraldi, Teseo Tesei, Namio Intile, Daniele Missiroli, Marco Daniele, Fabrizio Bonati, Fausto Scatoli, Nunzio Campanelli, Seira Katsuto, Angelo Ciola, Carol Bi, Laura Traverso, Ida Dainese, Draper, Gabriele Ludovici, Roberto Bonfanti.
a cura di Massimo Baglione.
Scarica questo testo in formato PDF (781,63 KB) - scaricato 88 volte.
oppure in formato EPUB (328,36 KB) (vedi anteprima) - scaricato 42 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Gara d'Estate 2018 - Incontri, e gli altri racconti

Gara d'Estate 2018 - Incontri, e gli altri racconti

(estate 2018, 50 pagine, 840,41 KB)

Autori partecipanti: Ida Dainese, Carlo Celenza, Gabriele Ludovici, Draper, Nunzio Campanelli, Pierluigi, Roberto Bonfanti, Fausto Scatoli, Edoardo Prati, SmilingRedSkeleton, Daniele Missiroli, Lodovico.
a cura di Massimo Baglione e Laura Ruggeri.
Scarica questo testo in formato PDF (840,41 KB) - scaricato 41 volte.
oppure in formato EPUB (370,75 KB) (vedi anteprima) - scaricato 37 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.