Ritorno da un'avventura

Spazio dedicato alla Gara stagionale di primavera 2020.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 20/06/2020, 1:00

1 - non mi piace affatto
3
23%
2 - mi piace pochino
5
38%
3 - si lascia leggere
4
31%
4 - è bello
0
Nessun voto
5 - mi piace tantissimo
1
8%
 
Voti totali: 13

Trevigiana
Foglio bianco
Messaggi: 12
Iscritto il: 12/01/2019, 10:39

Author's data

Ritorno da un'avventura

Messaggio da leggere da Trevigiana »

Quando lo vidi seduto su uno sgabello della cucina, non credevo ai miei occhi.
Per settimane intere avevo pregato con ogni forza che tornasse a casa, ma, con il passare del tempo, le speranze si erano affievolite.
Mi avvicinai cauta per sorprenderlo alle spalle e, se non mi avesse notata, assistere alla sua reazione. A quanto pare ero stata brava nel muovermi con passi felpati.
Ora che gli ero davanti, pronta a sfoderargli il sorriso più pieno che possedessi, il fiato mi si mozzò in gola. Graffi ed escoriazioni e sangue essiccato deturpavano quei lineamenti morbidi, aggraziati, tra i quali spiccavano quegli occhi verdi di cui mi ero subito innamorata.
- Dio mio - dissi - che cosa ti è successo?
Sapevo che l'avventura a cui, a suo modo, aveva accennato, non avrebbe comportato conseguenze lievi, ma non potevo immaginare degli effetti così gravi a livello corporeo.
Istintivamente allungai una mano per testare la profondità delle ferite. Con una movenza brusca e decisa si fece da parte, sempre senza dire niente.
Anche questo mi allibiva: la sua proverbiale loquacità sembrava essere tramutata in un ostinato mutismo.
- Dimmi qualcosa - lo esortai. Ma non ci fu replica.
Decisi allora di assecondare la sua evidente volontà. Scartai l'idea di disinfettare le sue ferite e di detergere le essiccazioni ematiche e aprii il frigorifero.
Afferrai la prima tazza a disposizione sul gocciolatoio e la riempii di latte. Come quando era piccolo e indifeso e aveva bisogno di me, gli preparai uno dei suoi ristori preferiti. Lo bevve piano piano, di gusto. Approfittai del coinvolgimento del momento per colmare la distanza che ci separava e finalmente potei risentire il suo odore. Stavolta non ci fu alcuna resistenza. Gli accarezzai la testa e lui si lasciò accarezzare.
Finito il latte, visibilmente rigenerato, mi puntò contro i suoi fari chiari, ipnotizzanti. Sulle mie labbra si formò un sorriso che immaginai essere compassionevole, materno.
- Che hai combinato, tesoro? Sei riuscito a conquistare il tuo amore impossibile? Chi ti ha ridotto in questo stato?
Un sussulto mi scosse dall'interno quando udii di nuovo la sua voce.
Una parola soltanto, breve, acuta.
Ripiombò nel silenzio, pur cominciando a comunicare con me alla sua maniera, come aveva sempre fatto.
Rizzando la coda, inarcando il dorso, facendo le fusa.
Ultima modifica di Trevigiana il 11/05/2020, 20:08, modificato 4 volte in totale.

Gino Savian
Foglio bianco
Messaggi: 11
Iscritto il: 18/02/2020, 18:54

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Gino Savian »

Ci sono tantissimi errori, alcuni che potrebbero essere delle semplici sviste come ad esempio il "prr" all'inizio, altre che avresti potuto evitare con una revisione un po' più attenta. Ad esempio: "che tornassi a casa" sarebbe dovuto essere "tornasse a casa" riferito a lui, non a chi narra. Oppure "e la riempi di latte" manca una "i" finale.

I discorsi diretti solitamente vengono compresi tra virgolette, non tra dei trattini.

Alcuni errori hanno compromesso notevolmente l'efficacia e la potenzialità di questo racconto, di conseguenza non mi è piaciuto.

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 9158
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Massimo Baglione »

Gino Savian ha scritto:
24/03/2020, 13:49
I discorsi diretti solitamente vengono compresi tra virgolette, non tra dei trattini.
In realtà, tra virgolette d solito si mettono i pensieri o le citazioni.
Per i dialoghi diretti, c'è chi preferisce i «sergenti» (o caporali), chi i — trattini —.
Noi di BraviAutori.it, (io, in particolar modo), spingiamo all'uso dei trattini.
Le nostre pubblicazioni sono infatti editate secondo il nostro BraviAutori style. Per gli ebook gratuiti siamo meno rigidi.
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Trevigiana
Foglio bianco
Messaggi: 12
Iscritto il: 12/01/2019, 10:39

Author's data

Re: Ritorno da un'avventura

Messaggio da leggere da Trevigiana »

Grazie per le gentili note. Segnalo a mia volta un errore nel suo intervento: sarebbe dovuto essere anziché avrebbe dovuto essere. Alla prossima

Avatar utente
Eliseo Palumbo
Correttore di bozze
Messaggi: 433
Iscritto il: 22/10/2011, 14:09
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Eliseo Palumbo »

Racconto brevissimo, carino.
Ci sono molte cose da sistemare, non le elenco perchè basta una semplice rilettura da parte tua per potertene rendere conto, sono errori di battiura o di un taglia e incolla eseguito male, niente di grave o irrecuperabile.
Fino alla fine non avevo capito che si trattasse di un animale, brava. Inizialmente credevo fosse un uomo, poi un bambino quando la protagonista lo chiama "Tesoro", ma era poco plausibile perché era sparito da giorni, quindi il finale mi ha fatto sorridere.
Mostrare ad altri le proprie debolezze lo sconvolgeva assai più della morte

POSARE LA MIA PENNA E' TROPPO PERICOLOSO IO VIVO IO SCRIVO E QUANDO MUOIO MI RIPOSO


Immagine

Trevigiana
Foglio bianco
Messaggi: 12
Iscritto il: 12/01/2019, 10:39

Author's data

Re: Ritorno da un'avventura

Messaggio da leggere da Trevigiana »

Grazie del commento. Ho provveduto a eseguire una revisione. Un caro saluto

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 404
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Racconto carino, lineare, secondo me la natura felina del “figliol prodigo” si intuisce presto, in generale non mi ha lasciato molto.
Ti segnalo un altro refuso: “pronta a sfoderare gli il sorriso”; mentre questa frase “la sua proverbiale loquacità sembrava essere tramutata in un ostinato mutismo” mi sembra più corretta così “la sua proverbiale loquacità sembrava essersi tramutata in un ostinato mutismo”.
Un’ultima cosa: “Sulle mie labbra si formò un sorriso che immaginai essere compassionevole, materno.” Mi stona un po’, di solito si cerca di indovinare la natura delle espressioni altrui, non la propria.

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Il racconto è ben strutturato e si lascia leggere con interesse, alla ricerca di quale sia la fonte dello straniamento. Che si trattasse di questo, ne ero certa fin dall'inizio; più difficile però individuare chi fosse l'animale (cane o gatto di sicuro) e chi l'essere umano. Ho provato a intrecciare tutte le ipotesi, due animali su due (l'iniziale), poi animale e uomo, invertendoli tra loro e, infine, sono giunta in anticipo alla corretta soluzione.
E' proprio questo che mi è piaciuto, il non svelare e il fornire indizi successivi per circoscrivere il mistero.
Una storiellina senza pretese, ben costruita e ben gestita.

Sui trattini per individuare i dialoghi, nessun problema, sono i miei preferiti.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 415
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

beh, l'effetto sorpresa è durato poco e ho compreso in fretta che si trattava di un micio, come poi confermato.
storiella semplice e gradevole, con dentro la tipica dolcezza di chi ama gli animali e riesce a comprenderli pur senza comunicare direttamente.
vedo che i refusi segnalati sono stati tutti corretti.
niente male.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Trevigiana
Foglio bianco
Messaggi: 12
Iscritto il: 12/01/2019, 10:39

Author's data

Re: Ritorno da un'avventura

Messaggio da leggere da Trevigiana »

Ringrazio Roberto, Ida e Fausto per i commenti costruttivi. Un saluto

Stefyp
Apprendista
Messaggi: 117
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Stefyp »

Si intuisce da subito che si tratta di un animale domestico e quindi il racconto scorre fin troppo lineare. Alle altre indicazioni già date segnalo due cose che a me stonano: "anche questo mi allibiva", forse meglio "anche questo mi lasciò allibita", "essiccazioni ematiche" questo proprio lo cambierei.

Trevigiana
Foglio bianco
Messaggi: 12
Iscritto il: 12/01/2019, 10:39

Author's data

Re: Ritorno da un'avventura

Messaggio da leggere da Trevigiana »

Grazie per il gentile suggerimento. In tutta sincerità, mi pare che sia abbastanza ininfluente ai fini narrativi sostituire "allibiva" con "lasciò allibita". Ogni commento va apprezzato, anche quando non è positivo; ma se proprio ci si vuole atteggiare a critico letterario, riterrei opportuno offrire spunti più interessanti e sostanziosi. Mi si perdoni la schiettezza...

Stefyp
Apprendista
Messaggi: 117
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Author's data

Re: Ritorno da un'avventura

Messaggio da leggere da Stefyp »

Non mi permetterei mai di atteggiarmi a critico letterario, per carità. Semplicemente leggendolo mi è sembrato stonato, non giusto e mi sono permessa di citarlo, anche perchè tutte le altre cose che avrei voluto segnalare erano già state dette in precedenza. Era ovviamente un parere personale che come tale andava preso o scartato. Da parte mia davvero nessuna presunzione. Se siamo qui d'altra parte è per ricevere e dare consigli, null'altro.

Rispondi

Torna a “Gara di primavera, 2020”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2018 -  (a colori)

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2018 - (a colori)

(edizione 2018, 6,77 MB)

Autori partecipanti: Angela Catalini, Laura Traverso, Liliana Tuozzo, Marco Bertoli, Lodovico, Giorgio Leone, Giovanni Teresi, Sandra Ludovici, Pietro Sanzeri, Serena Barsottelli, Ida Dainese, Nunzio Campanelli, Lucafan.
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (6,77 MB) - scaricato 99 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

La Gara 29 - Storie parallele

La Gara 29 - Storie parallele

(marzo 2012, 44 pagine, 863,42 KB)

Autori partecipanti: Polly Russel, Nathan, Lodovico, Jane90, Conrad, Carlocelenza, Tuareg, Luigi Bonaro, Lorella15, Roberta Michelini, Antonella P, Diego Capani.
A cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (863,42 KB) - scaricato 161 volte.
oppure in formato EPUB (794,38 KB) (vedi anteprima) - scaricato 275 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Gara d'Autunno 2018 - Lettera a Giovanni, e gli altri racconti

Gara d'Autunno 2018 - Lettera a Giovanni, e gli altri racconti

(autunno 2018, 35 pagine, 707,65 KB)

Autori partecipanti: Fausto Scatoli, Ida Dainese, Nunzio Campanelli, Carol Bi, Lodovico, Roberto Bonfanti, Liliana Tuozzo, Daniele Missiroli, Laura Traverso, Tiziano Legati, Draper.
a cura di Massimo Baglione e Laura Ruggeri.
Scarica questo testo in formato PDF (707,65 KB) - scaricato 53 volte.
oppure in formato EPUB (336,32 KB) (vedi anteprima) - scaricato 50 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


BiciAutori - racconti in bicicletta

BiciAutori - racconti in bicicletta

Trentun paia di gambe hanno pedalato con la loro fantasia per guidarci nel puro piacere di sedersi su una bicicletta ed essere spensierati, felici e amanti della Natura.
A cura di Massimo Baglione.
Copertina e logo di Diego Capani.

Contiene opere di: Alessandro Domenici, Angelo Manarola, Bruno Elpis, Cataldo Balducci , Concita Imperatrice, Cristina Cornelio, Cristoforo De Vivo, Eliseo Palumbo, Enrico Teodorani, Ettore Capitani, Francesco Paolo Catanzaro, Germana Meli (gemadame), Giovanni Bettini, Giuseppe Virnicchi, Graziano Zambarda, Iunio Marcello Clementi, Lodovico Ferrari, Lorenzo Dalle Ave, Lorenzo Pompeo, Patrizia Benetti, Raffaella Ferrari, Rebecca Gamucci, Rosario Di Donato, Salvatore Stefanelli, Sara Gambazza, Sandra Ludovici, Sonia Piras, Stefano Corazzini, Umberto Pasqui, Valerio Franchina, Vivì.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (1,29 MB scaricato 322 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Downgrade

Downgrade

Riduzione di complessità - il libro Downpunk

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
è probabilmente il primo libro del genere Downpunk, ma forse è meglio dire che il genere Downpunk è nato con questo libro. Sam L. Basie, autore ingiustamente sconosciuto, presenta una visione dell'immediato futuro che ci lascerà a bocca aperta. In un futuro dove l'individuo è perennemente connesso alla globalità tanto da renderlo succube grazie alla sua immediatezza, è l'Umanità intera a operare su se stessa una "riduzione di complessità", operazione resa necessaria per riportare l'Uomo a una condizione di vita più semplice, più naturale e più... umana. Nel libro, l'autore afferma che "anche solo una volta all'anno, l'Essere umano ha bisogno di arrangiarsi, per sentirsi vivo e per dare un senso alla propria vita", ma in un mondo dove tutto ciò gli è negato dall'estremo benessere e dall'estrema tecnologia, le menti si sviluppano in maniera assai precaria e desolante, e qualsiasi inconveniente possa capitare diventerà un dramma esistenziale.
Di Sam L. Basie
a cura di Massimo Baglione.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,50 MB scaricato 220 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Intellinfinito (un passo avanti)

Intellinfinito (un passo avanti)

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Questo libro è il seguito di "Un passo indietro". Come il primo, è autoconclusivo.
"Esistevano davvero, gli dèi. Ma non erano dèi. Non lo erano stati per un'oscura volontà divina, ma lo erano semplicemente diventati mediante un'accanita volontà terrena di sopravvivenza".
L'Evoluzione umana (e non) come non l'avete mai immaginata.
Un romanzo postumano e transumano che vi mostrerà un futuro che forse non tarderà a divenire.
Di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (206,96 KB scaricato 66 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.