Una serata a casa

Spazio dedicato alla Gara stagionale di primavera 2020.

Votazione

1 - non mi piace affatto
8
89%
2 - mi piace pochino
0
Nessun voto
3 - si lascia leggere
1
11%
4 - è bello
0
Nessun voto
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 9

Daniele Grilli
Foglio bianco
Messaggi: 2
Iscritto il: 29/04/2020, 0:09

Author's data

Una serata a casa

Messaggio da leggere da Daniele Grilli »

Mario e Marta stanno distesi davanti alla tv a vedere la loro serie preferita, Mario sta sgranocchiando i pop corn mentre Marta sta bevendo la coca-cola, ad un certo punto salta la corrente, il soggiorno come tutta la casa si fece buio, Mario smise di mangiare i popcorn ed esclamò subito <<accidenti! forse hai dimenticato la lavatrice accesa, se tutte le luci sono accese non si può lasciare anche quella!>>
<<Mi sembra che la lavatrice oggi non l’ho usata>> disse Marta
<<Allora sono io che ho lasciato la lavastoviglie giù in cucina accesa, non per altro ma purtroppo stavo facendo alcuni aggiornamenti sul mio portatile!>>
Marta prese un chicco di pop corn, mentre sta per mangiarselo esclama <<allora vai a dare un occhiata!>> Mario si alza dalla poltrona dove stava seduto tanto comodo e si fiondò in cucina <<Accidenti il tasto di accensione è su “on”>> e mise il tasto a “off”.
Poi levò il quadro dove dietro era posizionato l’impianto elettrico, vide che era scattato il salvavita, sistemò tutto. Appena tornata la corrente il villino di due piani si illuminò tutto quanto, Mario tornando su diede un’occhiata al pc, per fortuna il pc aveva finito di di fare gli aggiornamenti esattamente un minuto prima che saltasse la corrente, Marta disse <<Era la lavastoviglie vero?>>
<<Effettivamente si, sono stato sbadato a lasciarla accesa.>>
A Marta gli prese a squillare il suo smartphone, vide che era una sua amica, Marta appena rispose si sentì dire <<Ciao Marta scusa ti parlo di fretta, collegati su Skype, facciamo una videochiamata, qui’ al telefono purtroppo dove sto io si sente la linea disturbata, poi capirai dentro queste quattro mura spesse dove sto io non piglia mai!>>
<<Vabbè dai non ti preoccupare, ora parlo con Mario e gli chiedo se mi presta il suo portatile>>
<<Ok allora ciao a dopo.>>
<<Chi era?>> domandò Mario.
<<Era Anny, la mia migliore amica, senti amore, mi potresti prestare il tuo pc?>>
<<Ok, ma a che ti serve?>>
<<Anny mi ha detto se posso un attimino videochiamarla su Skype, ma tanto non è un problema, è già tra i tuoi contatti>>
<<Vai pure, tanto ho finito di fare gli aggiornamenti.>>
<<Ok perfetto, tanto te lo restituisco subito.>>
Marta dopo avere aperto il portatile di Mario entrò su Skype, Anny era già connessa, Marta avviò la videochiamata, dopo quattro squilli rispose.
<<Ciao! da quanto tempo che non ci sentiamo, come stai?>>
<<Insomma! Come sempre...>>
<<Dai che non appena fa più caldo andiamo tutti insieme al giardino delle cascate all’Eur>> Rispose Anny.
<<In effetti non è male come idea, non vedo l’ora che venga il caldo, oggi un freddo, poi fuori piove anche!>>
<<Oggi si, poi oggi non è giornata, lo smartphone che mi si blocca anche, mi ha scritto Francesca su WhatsApp e il messaggio mi è arrivato ben sette ore dopo!>>
<<Accipicchia! oggi a me invece Mario mi ha lasciato la lavastoviglie accesa e ha fatto saltare la corrente in tutta casa>>
<<Capisco, succede dai>> Rispose Anny.
Poi Marta si dimenticò della sua serie in tv preferita e disse <<Scusami è iniziata di nuovo la mia serie tv preferita, ci sentiamo dopo.>>
<<Ok, a dopo, ciao ciao!>> finita la conversazione con Anny Marta si fiondò davanti al divano finalmente, Mario prima di rimettersi seduto sul divano decise di farsi un caffè, si avviò giù in cucina, accese la macchinetta del caffè e andò via di nuovo la corrente in tutta casa.

Stefyp
Apprendista
Messaggi: 116
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Stefyp »

Racconto da rivedere da cima a fondo. I tempi verbali non sono rispettati: presente, passato remoto, passato prossimo sparsi qua e là per la frase, ripetizioni ecc. ecc. ecc.
Non sono dell'idea che i racconti debbano sempre contenere una trama fenomenale, densa di avvenimenti o di dialoghi dalla profondità abissale. A volte, anzi spesso, capita di leggere e di godere di racconti dove la storia è un piccolo, ma intenso momento di vita.
In questo racconto però la trama io non l'ho proprio trovata, mi spiace.

Speranza
Foglio bianco
Messaggi: 12
Iscritto il: 18/01/2020, 19:02

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Speranza »

Concordo con Stefyp; tutto da rivedere. Probabilmente hai inviato il racconto senza rileggere. Ti consiglio, come è stato suggerito anche a me tempo addietro, di rileggere più e più volte, magari anche il giorno seguente e ti renderai conto che ad ogni rilettura ci sarà sempre qualcosina da "aggiustare". Comincia da questo racconto, prova a modificarlo. Oltre ai tempi verbali e alla ripetizioni presta attenzione anche alla punteggiatura e ai piccoli errori di ortografia (ad esempio "un" richiede l' apostrofo se la parola che segue è femminile). Buona revisione!

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 375
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

purtroppo devo confermare i precedenti commenti: racconto scritto veramente male, con tempi verbali mescolati in maniera assurda, punteggiatura competamente da rivedere.
una revisione completa è assolutamente necessaria, anche per sistemare i dialoghi, le maiuscole e tutti vari refusi ed errori che si incontrano leggendo la storia.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Roberto
Foglio bianco
Messaggi: 8
Iscritto il: 17/05/2020, 18:34

Author's data

Re: Una serata a casa

Messaggio da leggere da Roberto »

A mio avviso ci sono troppi svarioni riguardo la consecutio temporum.
Per quanto riguarda il soggetto, mi spiace dirtelo, ma non lo trovo per niente interessante

Selene Barblan
Necrologista
Messaggi: 270
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Non dico che bisogna sempre raccontare di vicende strabilianti, a volte anche una giornata perfettamente “normale”, se narrata con uno stile particolare o facendo dei collegamenti / ragionamenti più approfonditi, può risultare interessante. In questo caso ci sono problemi sia a livello di scrittura che di contenuti, a parer mio. Per questi motivi ho dato come voto un 1.

Mariovaldo
Foglio bianco
Messaggi: 16
Iscritto il: 16/12/2019, 7:27
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Mariovaldo »

Diciamo così: non ho letto altro di tuo ma sono quasi sicuro che sarebbe migliore di questo. Difficile, e qui mi scuso per la franchezza, fare peggio: tempi verbali a casaccio, punteggiatura idem, dialoghi senza mordente, trama inesistente. Forse lo hai scritto in una giornata no. Dovresti fare come me, non che voglia insegnarti qualcosa, solo svelarti un trucchetto. Io quando finisco un racconto lo lascio a lievitare almeno una giornata. Poi mi fingo un estraneo e lo rileggo con attenzione: ti assicuro che trovo mille difetti e, a volte, cestino tutto. Prova.

Avatar utente
Ida-59
Foglio bianco
Messaggi: 34
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Il racconto ha problemi con i tempi verbali e si passa più volte dal presente al passato remoto nella stessa frase, cosa non ammissibile; contiene inoltre molti altri errori, ripetizioni e ingenuità che rendono non interessante la lettura, anche perchè non c'è alcuna trama. Se lo scatto del contatore facesse nascere un furioso litigio tra i due che si rinfacciano le colpe avrebbe un senso, ma così...
Marta gli prese a squillare il suo smartphone
Questa frase è davvero un problema…
Marta gli prese a squillare il suo smartphone, vide che era una sua amica, Marta appena rispose si sentì dire «Ciao Marta scusa ti parlo di fretta
Marta ripetuto tre volte in una riga e mezza è eccessivo.
Poi Marta si dimenticò della sua serie in tv preferita e disse «Scusami è iniziata di nuovo la mia serie tv preferita, ci sentiamo dopo.»
Caso mai la ragazza si ricorda della sua serie preferita, invece di dimenticarla.

Rispondi

Torna a “Gara di primavera, 2020”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


BReVI AUTORI - volume 1

BReVI AUTORI - volume 1

collana antologica multigenere di racconti brevi

BReVI AUTORI è una collana di libri multigenere, ad ampio spettro letterario. I quasi cento brevi racconti pubblicati in ogni volume sono suddivisi usando il seguente schema ternario:

Fantascienza + Fantasy + Horror
Noir + Drammatico + Psicologico
Rosa + Erotico + Narrativa generale

La brevità va a pari passo con la modernità, basti pensare all'estrema sintesi dei messaggini telefonici o a quelli usati in internet da talune piattaforme sociali per l'interazione tra utenti. La pubblicità stessa ha fatto della brevità la sua arma più vincente, tentando (e spesso riuscendo) in pochi attimi di convincerci, di emozionarci e di farci sognare.
Ma gli estremismi non ci piacciono. Il nostro concetto di brevità è un po' più elastico di un SMS o di un aforisma: è un racconto scritto con cura in appena 2500 battute (sì, spazi inclusi).
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Fausto Scatoli. Giorgio Leone, Annamaria Vernuccio, Luca Franceschini, Alphaorg, Daniel Carrubba, Francesco Gallina, Serena Barsottelli, Alberto Tivoli, Giuseppe C. Budetta, Luca Volpi, Teresa Regna, Brenda Bonomelli, Liliana Tuozzo, Daniela Rossi, Tania Mignani, Enrico Teodorani, Francesca Paolucci, Umberto Pasqui, Ida Dainese, Marco Bertoli, Eliseo Palumbo, Francesco Zanni Bertelli, Isabella Galeotti, Sandra Ludovici, Thomas M. Pitt, Stefania Fiorin, Cristina Giuntini, Giuseppe Gallato, Marco Vecchi, Maria Lipartiti, Roberta Eman, Lucia Amorosi, Salvatore Di Sante, Valentina Iuvara, Renzo Maltoni, Andrea Casella.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (1,41 MB scaricato 125 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Museo letterario

Museo letterario

Antologia di opere letterarie ispirate dai capolavori dell'arte

Unire la scrittura all'immagine è un'esperienza antica, che qui vuole riproporsi in un singolare "Museo Letterario". L'alfabeto stesso deriva da antiche forme usate per rappresentare animali o cose, quindi tutta la letteratura è un punto di vista sulla realtà, per così dire, filtrato attraverso la sensibilità artistica connaturata in ogni uomo. In quest'antologia, diversi scrittori si sono cimentati nel raccontare una storia ispirata da un famoso capolavoro dell'Arte a loro scelta.
A cura di Umberto Pasqui e Massimo Baglione.
Introduzione del Prof. Marco Vallicelli.
Copertina di Giorgio Pondi.

Contiene opere di: Claudia Cuomo, Enrico Arlandini, Sandra Ludovici, Eleonora Lupi, Francesca Santucci, Antonio Amodio, Isabella Galeotti, Tiziano Legati, Angelo Manarola, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Alberto Tivoli, Anna Rita Foschini, Annamaria Vernuccio, William Grifò, Maria Rosaria Spirito, Cristina Giuntini, Marina Paolucci, Rosanna Fontana, Umberto Pasqui.
Vedi ANTEPRIMA (211,82 KB scaricato 142 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

BReVI AUTORI - volume 4

BReVI AUTORI - volume 4

collana antologica multigenere di racconti brevi

BReVI AUTORI è una collana di libri multigenere, ad ampio spettro letterario. I quasi cento brevi racconti pubblicati in ogni volume sono suddivisi usando il seguente schema ternario:

Fantascienza + Fantasy + Horror
Noir + Drammatico + Psicologico
Rosa + Erotico + Narrativa generale

La brevità va a pari passo con la modernità, basti pensare all'estrema sintesi dei messaggini telefonici o a quelli usati in internet da talune piattaforme sociali per l'interazione tra utenti. La pubblicità stessa ha fatto della brevità la sua arma più vincente, tentando (e spesso riuscendo) in pochi attimi di convincerci, di emozionarci e di farci sognare.
Ma gli estremismi non ci piacciono. Il nostro concetto di brevità è un po' più elastico di un SMS o di un aforisma: è un racconto scritto con cura in appena 2500 battute (sì, spazi inclusi).
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Ida Dainese, Angela Catalini, Mirta D, Umberto Pasqui, Verdiana Maggiorelli, Francesco Gallina, Francesca Santucci, Sandra Ludovici, Antonio Mattera, Francesca Paolucci, Enrico Teodorani, Laura Traverso, Romina Bramanti, Alberto Tivoli, Fausto Scatoli, Cinzia Iacono, Marilina Daniele, Francesca Rosaria Riso, Francesca Gabriel, Isabella Galeotti, Arcangelo Galante, Massimo Tivoli, Giuseppe Patti, SmilingRedSkeleton, Alessio Del Debbio, Marco Bertoli, Simone Volponi, Tiziano Legati, Francesco Foddis, Maurizio Donazzon, Giovanni Teresi, Sandro Pellerito, Ilaria Motta.
Vedi ANTEPRIMA (730,53 KB scaricato 64 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.



Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 18 - Brividi a Natale

La Gara 18 - Brividi a Natale

(gennaio 2011, 40 pagine, 731,48 KB)

Autori partecipanti: Miriam Mastrovito, Ser Stefano, Alessandro Napolitano, Manuela, Roberto Guarnieri, Skyla, Exlex, Hellies15, Davide Sax, Tania Maffei, Cazzaro,
A cura di Mastronxo.
Scarica questo testo in formato PDF (731,48 KB) - scaricato 501 volte.
oppure in formato EPUB (394,72 KB) (vedi anteprima) - scaricato 203 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

La Gara 70 - Troppo tardi

La Gara 70 - Troppo tardi

(aprile 2018, 20 pagine, 663,34 KB)

Autori partecipanti: Roberto Bonfanti, Patrizia Chini, Daniele Missiroli, Gabriele Ludovici, Ida Dainese,
a cura di Lodovico Ferrari.
Scarica questo testo in formato PDF (663,34 KB) - scaricato 55 volte.
oppure in formato EPUB (326,04 KB) (vedi anteprima) - scaricato 57 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Calendario BraviAutori.it "Writer Factor" 2014 -  (in bianco e nero)

Calendario BraviAutori.it "Writer Factor" 2014 - (in bianco e nero)

(edizione 2014, 4,52 MB)

Autori partecipanti: (vedi sopra),
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (4,52 MB) - scaricato 232 volte..

Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.