Il banchetto

Spazio dedicato alla Gara stagionale di primavera 2020.

Sondaggio

1 - non mi piace affatto
1
25%
2 - mi piace pochino
0
Nessun voto
3 - si lascia leggere
1
25%
4 - è bello
2
50%
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 4

Paolo Tacconi
Foglio bianco
Messaggi: 1
Iscritto il: 02/05/2020, 15:40

Author's data

Il banchetto

Messaggio da leggere da Paolo Tacconi »

Che grottesco spettacolo. Un tavolone alleggerito da un telo fantasia a fiori, guarnito con chiazze di olio, miste a briciole di formaggio e condimenti vari. Alcuni, combinavano sapori ottenendo cocktail di dubbio godimento, mentre altri custodivano con i gomiti larghi le vie di accesso agli stuzzichini. Rimasi a distanza di sicurezza e credetemi, se qui scrivo che non fu cosa facile. Un gorgoglio mi assalì e provai fame. Impossibile. Non possedevo la rapidità di mano che occorreva in quelle circostanze, e da tempo avevo preso l'abitudine di mangiare prima, di recarmi a un rinfresco. Un crampo all’addome e le gambe vacillarono. La salivazione divenne tale, che a difficoltà trattenni uno sputo. Gli occhi inquadrarono una portata tra quelle a disposizione. Non si trovava al centro del desco o in un altro punto d'interesse, piuttosto era seminascosta da alcuni bicchieri. Nell’avvicinarmi, pestai qualcosa. Fu in quell’attimo che distolsi l'attenzione dal tavolo, che li vidi per quello che erano. Non so quanti o quante, ma abbastanza da gremire la sala. Si passavano attraverso come spettri. Masse informi di occhi, nasi, orecchie e lingue bavose che strisciavano su piatti e posate, come lumache senza guscio. Gli balzai davanti e usando le braccia come ramazze, rovesciai tutto ciò che mi fu possibile. Alcuni si misero a leccare il pavimento per aspirare boccate di cibo, altri a succhiare pozze di vino, tra cocci di ceramica e frammenti di vetro. I più si avventarono per ingozzarsi di quel poco che era rimasto integro. In preda al disgusto, afferrai il telo e tirai. Gli immondi smisero di fare quello che stavano facendo. Mi fissarono per un po’. Poi attaccarono. Il cuore mi balzò in gola quando mi lanciai contro i primi. Gli altri, a sorpresa, non si mossero, anzi si fecero da parte per farmi passare. Raggiunsi la porta, poi le scale infine senza fiato mi trovai in strada. A distanza di anni e con quello che mi danno, quel ricordo va via via sbiadendo, ma le emozioni lasciano turbamenti. Quelli non si cancellano. Non sono pazzo, ve lo giuro. Quel giorno vidi uomini e donne senza le loro maschere di belletto e se anche a voi, che state leggendo di quel banchetto, aveste visto quello che ho visto io, non mi giudichereste tale.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 372
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

l'idea è simpatica e il racconto sarebbe anche apprezzabile se non fosse per una serie di problemi.
intanto è da rivedere la punteggiatura, soprattutto nella prima parte. nella seconda migliora, ma nella prima è completamente errata, pare messa a caso.
poi ci sono alcuni refusi; segnalo un errore: quando scrivi "Gli balzai davanti " parli al singolare, ma in realtà sono tante persone, quindi è da rivedere.
infine, sarebbe opportuno qualche a capo in più, per rompere il muro di parole.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Laura Traverso
Correttore di bozze
Messaggi: 326
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Il tuo racconto, pur con delle esagerazioni, descrive assai bene quello che caratterizza certe situazioni. Eh sì, la gente mediamente pur di rimpinzarsi al meglio non ha freni, e vedi gente, dall'apparenza "tutta in tiro" che diventa penosa dinnanzi all'abbuffo... Vero è che ci sono alcune parti da rivedere nel tuo narrato, tipo punteggiatura o altre cosucce. Se riesci a rivederle e a correggerle certamente il tuo racconto risulterà migliore, ma ripeto, l'idea è buona. ciao

Speranza
Foglio bianco
Messaggi: 12
Iscritto il: 18/01/2020, 19:02

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Speranza »

Concordo anch'io per quanto riguarda il discorso della punteggiatura e qualche cosuccia da sistemare. Per il resto mi pare un buon racconto, scritto bene, con un buon ritmo e una trama ben sviluppata. Penso poi che il contenuto dica molto di più di quello che all'apparenza può sembrare. Piaciuto!

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 393
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

L’allucinazione di una mente malata (…quello che mi danno… non sono pazzo…) o un lucido sguardo su quello che gli altri non colgono?
L’idea del racconto è interessante e ben sviluppata, anche se, come già segnalato, c’è qualcosa da rivedere nella punteggiatura.

Rispondi

Torna a “Gara di primavera, 2020”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Museo letterario

Museo letterario

Antologia di opere letterarie ispirate dai capolavori dell'arte

Unire la scrittura all'immagine è un'esperienza antica, che qui vuole riproporsi in un singolare "Museo Letterario". L'alfabeto stesso deriva da antiche forme usate per rappresentare animali o cose, quindi tutta la letteratura è un punto di vista sulla realtà, per così dire, filtrato attraverso la sensibilità artistica connaturata in ogni uomo. In quest'antologia, diversi scrittori si sono cimentati nel raccontare una storia ispirata da un famoso capolavoro dell'Arte a loro scelta.
A cura di Umberto Pasqui e Massimo Baglione.
Introduzione del Prof. Marco Vallicelli.
Copertina di Giorgio Pondi.

Contiene opere di: Claudia Cuomo, Enrico Arlandini, Sandra Ludovici, Eleonora Lupi, Francesca Santucci, Antonio Amodio, Isabella Galeotti, Tiziano Legati, Angelo Manarola, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Alberto Tivoli, Anna Rita Foschini, Annamaria Vernuccio, William Grifò, Maria Rosaria Spirito, Cristina Giuntini, Marina Paolucci, Rosanna Fontana, Umberto Pasqui.
Vedi ANTEPRIMA (211,82 KB scaricato 142 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Downgrade

Downgrade

Riduzione di complessità - il libro Downpunk

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
è probabilmente il primo libro del genere Downpunk, ma forse è meglio dire che il genere Downpunk è nato con questo libro. Sam L. Basie, autore ingiustamente sconosciuto, presenta una visione dell'immediato futuro che ci lascerà a bocca aperta. In un futuro dove l'individuo è perennemente connesso alla globalità tanto da renderlo succube grazie alla sua immediatezza, è l'Umanità intera a operare su se stessa una "riduzione di complessità", operazione resa necessaria per riportare l'Uomo a una condizione di vita più semplice, più naturale e più... umana. Nel libro, l'autore afferma che "anche solo una volta all'anno, l'Essere umano ha bisogno di arrangiarsi, per sentirsi vivo e per dare un senso alla propria vita", ma in un mondo dove tutto ciò gli è negato dall'estremo benessere e dall'estrema tecnologia, le menti si sviluppano in maniera assai precaria e desolante, e qualsiasi inconveniente possa capitare diventerà un dramma esistenziale.
Di Sam L. Basie
a cura di Massimo Baglione.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,50 MB scaricato 219 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Idra Loop

Idra Loop

la strana verità di una fotografia che non dovrebbe esistere

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
In una tranquilla cittadina del Nord Italia, gli abitanti rivedono se stessi da giovani. Il CICAP vuole vederci chiaro e ingaggia un reporter specializzato in miti e misteri. Però anch'egli viene suo malgrado coinvolto in qualcosa di altrettanto assurdo, infatti appare dal nulla una misteriosa fotografia Polaroid che lo ritrae in una circostanza mai esistita.
Cosa lega questi due misteri?
Di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (156,02 KB scaricato 153 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.



Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 70 - Troppo tardi

La Gara 70 - Troppo tardi

(aprile 2018, 20 pagine, 663,34 KB)

Autori partecipanti: Roberto Bonfanti, Patrizia Chini, Daniele Missiroli, Gabriele Ludovici, Ida Dainese,
a cura di Lodovico Ferrari.
Scarica questo testo in formato PDF (663,34 KB) - scaricato 55 volte.
oppure in formato EPUB (326,04 KB) (vedi anteprima) - scaricato 57 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

La Gara 1 - I 7 vizi capitali

La Gara 1 - I 7 vizi capitali

(novembre 2008, 20 pagine, 598,16 KB)

Autori partecipanti: Pia, Massimo Baglione, Nembo13, DaFank, Rona, Yle, Dixit,
A cura di Alessandro Napolitano.
Scarica questo testo in formato PDF (598,16 KB) - scaricato 897 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

La Gara 63 - Treni e stazioni

La Gara 63 - Treni e stazioni

(marzo/aprile 2017, 30 pagine, 932,81 KB)

Autori partecipanti: Massimo Tivoli, Gabriele Ludovici, Giorgio Leone, Mirtalastrega, Daniele Missiroli, Fabrizio Bonati, Angela Catalini, Manuel Crispo, Patrizia Chini,
a cura di Ida Dainese.
Scarica questo testo in formato PDF (932,81 KB) - scaricato 71 volte.
oppure in formato EPUB (762,33 KB) (vedi anteprima) - scaricato 62 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.