Lacrime

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'estate 2020.

Sondaggio

1 - non mi piace affatto
2
20%
2 - mi piace pochino
3
30%
3 - si lascia leggere
1
10%
4 - è bello
4
40%
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 10

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Lacrime

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Un calcio.
Ruvido e cattivo.
Un calcio in boccia mentre giace a terra.
Un calcio al ventre gonfio di vita.
La sta colpendo con ubriaca violenza.
La tua sorellina non nascerà mai.
Ti avventi come un animale braccato. Disperato.
Un calcio in faccia.
Sapore di ferro in bocca.
Disteso a terra, incroci lo sguardo di tua madre. Occhi grandi e colmi di tristezza. Pieni di dolore.
Un altro calcio, ma questa volta sei davanti a lei e riesci a proteggerla.
La bottiglia scivola a terra, insieme a lacrime inutili.
- Non volevo… non volevo…
Lacrime di sangue.

*

Calci e risa crudeli.
Ė poco più di una bambina, ma questo non li ferma. La circondano mentre lei, a terra, cerca di proteggersi e si raggomitola stretta.
Ma tu li conosci i calci, li conosci fin troppo bene.
Fanno male, ma non ti fanno paura. Ne hai presi così tanti…
Calci violenti di chi si ritiene superiore e crede di poter avere tutto.
Ė nata in mezzo ai calci, ma non la lascerai morire tra loro.
Ti avventi deciso. La lama brilla tra le tue mani.
Un calcio. Un affondo tra la carne, senza esitazione.
Urla.
Scompiglio.
Fuga.
Lei non piange più.
Lacrime di vendetta.

Macrelli Piero
Foglio bianco
Messaggi: 30
Iscritto il: 24/02/2020, 15:22

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Macrelli Piero »

Duro e cattivo, mi è rimasto attaccato alla pelle e ho dovuto aspettare un po' perché l'emozione di sofferenza si sopisse. Non sono difetti né parole di disprezzo, anzi. Un bel pugno nello stomaco che toglie il respiro, ma poi una buona sensazione. Mi è piaciuto.

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: risposta a commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Macrelli Piero ha scritto:
20/06/2020, 21:20
Duro e cattivo, mi è rimasto attaccato alla pelle e ho dovuto aspettare un po' perché l'emozione di sofferenza si sopisse. Non sono difetti né parole di disprezzo, anzi. Un bel pugno nello stomaco che toglie il respiro, ma poi una buona sensazione. Mi è piaciuto.
Grazie per il commento.
In effetti, quello che volevo era proprio che il lettore ricevesse un "pugno nello stomaco" che, togliendogli il respiro, lo inducesse a ragionare sul tema della violenza familiare.

Selene Barblan
Necrologista
Messaggi: 297
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Trovo che lo stile poetico abbia come pregio quello di imprimere immagini nel lettore. In questo caso sono immagini spiacevoli, crude, violente. Sicuramente rendono l’idea è parlano di ciò che non dovrebbe mai succedere e che invece purtroppo è realtà quotidiana. Secondo me è meglio riuscita la prima parte, le parole rispecchiano con il loro suono la durezza della scena che rappresentano. La seconda parte è troppo “spiegata” secondo i miei gusti.

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Lacrime

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Grazie per il commento, Selene.
Pensi che nella seconda parte si possa tagliare? Temevo risultasse troppo ermetica, ma ci faccio un pensierino.
Grazie mille per il suggerimento.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 409
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

argomento crudo ma, purtroppo, sempre attuale.
la violenza non cala mai, tutt'al più aumenta, nel nostro mondo.
per i miei gusti è un po' difficile, come testo. nel senso che è da interpretare e da leggere anche tra le righe, mentre preferisco storie lineari.
in ogni caso le descrizioni sono buone ed efficaci, facendo comprendere al lettore la durezza e la gravità della situazione
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Selene Barblan
Necrologista
Messaggi: 297
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Re: Lacrime

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Ida-59 ha scritto:
23/06/2020, 21:53
Grazie per il commento, Selene.
Pensi che nella seconda parte si possa tagliare? Temevo risultasse troppo ermetica, ma ci faccio un pensierino.
Grazie mille per il suggerimento.
Mah forse non tagliare... forse rivedere fra un po’ e vedere se ti suona bene così com’è o se apporteresti qualche modifica, per parlare di più per immagini come nella prima parte. Ma è una cosa molto personale, credo... :)

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Fausto Scatoli ha scritto:
24/06/2020, 10:03
argomento crudo ma, purtroppo, sempre attuale.
la violenza non cala mai, tutt'al più aumenta, nel nostro mondo.
per i miei gusti è un po' difficile, come testo. nel senso che è da interpretare e da leggere anche tra le righe, mentre preferisco storie lineari.
in ogni caso le descrizioni sono buone ed efficaci, facendo comprendere al lettore la durezza e la gravità della situazione
Sicuramente l'argomento, seppur sempre attuale, non è affatto piacevole.
Intendi dire che hai trovato ermetico il testo?
I vostri commenti mi servono molto: Selene ha trovato fin ridondante la seconda parte, e io devo cercare di regolarmi.
Grazie a tutti.

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Lacrime

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Selene Barblan ha scritto:
24/06/2020, 10:20
Mah forse non tagliare... forse rivedere fra un po’ e vedere se ti suona bene così com’è o se apporteresti qualche modifica, per parlare di più per immagini come nella prima parte. Ma è una cosa molto personale, credo... :)
Grazie, "parlare per immagini" è un ottimo consiglio.
Rileggo tra un po e terrò conto delle tue parole.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 409
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Ida-59 ha scritto:
24/06/2020, 14:34
Sicuramente l'argomento, seppur sempre attuale, non è affatto piacevole.
Intendi dire che hai trovato ermetico il testo?
I vostri commenti mi servono molto: Selene ha trovato fin ridondante la seconda parte, e io devo cercare di regolarmi.
Grazie a tutti.
sì, per me è un po' ermetico
ma è una questione di gusti
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Lucia De Falco
Foglio bianco
Messaggi: 22
Iscritto il: 08/03/2020, 14:37

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Lucia De Falco »

Il testo mi è piaciuto molto, ma lo considero più una poesia che un racconto. Ha un tono drammatico, nudo e crudo. L'argomento è attuale e terribile. Lascia attoniti e sbigottiti, trasmette un nodo di sofferenza, di soprusi subiti, di reazioni e controreazioni. Un testo tragico, come la scena violenta di un film di violenza sulle donne.

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Lacrime

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Lucia De Falco ha scritto:
27/06/2020, 18:33
Il testo mi è piaciuto molto, ma lo considero più una poesia che un racconto. Ha un tono drammatico, nudo e crudo. L'argomento è attuale e terribile. Lascia attoniti e sbigottiti, trasmette un nodo di sofferenza, di soprusi subiti, di reazioni e controreazioni. Un testo tragico, come la scena violenta di un film di violenza sulle donne.
Grazie mille, Lucia, per il tuo commento.
Ho volutamente utilizzato uno stile lirico per smorzare la crudezza dell'argomento, usufruendo dell'ermetismo dello strumento poetico che permette di evocare immagini potenti senza doverle per forza descrivere.

Namio Intile
Necrologista
Messaggi: 204
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Namio Intile »

È un buon testo, Ida. Un testo lirico, ma non è poesia, perché il linguaggio poetico è metaforico, e qui di metafore non ce n'è. È anzi rude, reale e realista, e attira subito l'attenzione con la sua crudezza e crudeltà.
Ho gradito la seconda persona, perché inusuale, difficile da gestire ma capace di avvicinare e allontanare al contempo il protagonista al lettore.
Sono incuriosito. Con questi tuoi racconti è come se volessi saggiare il tuo pubblico, ed è più quello che nascondi che quello che sveli; ma so che prima o poi lo stupirai.

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Namio Intile ha scritto:
02/07/2020, 17:02
È un buon testo, Ida. Un testo lirico, ma non è poesia, perché il linguaggio poetico è metaforico, e qui di metafore non ce n'è. È anzi rude, reale e realista, e attira subito l'attenzione con la sua crudezza e crudeltà.
Ho gradito la seconda persona, perché inusuale, difficile da gestire ma capace di avvicinare e allontanare al contempo il protagonista al lettore.
Sono incuriosito. Con questi tuoi racconti è come se volessi saggiare il tuo pubblico, ed è più quello che nascondi che quello che sveli; ma so che prima o poi lo stupirai.
Grazie mille, Namio, per il tuo commento che coglie molto bene il punto: il linguaggio è lirico ma non si tratta di poesia.
Concordo anche sulla considerazione riguardo la seconda persona: inusuale e non facile da gestire, ma ha il suo perché. Va usata quando serve davvero e questo era il caso. Uso la seconda persona per dare il giudizio a posteriori, quasi fosse il senno di poi.
Infine, concordo anche sul terzo tema del tuo commento: non conosco questo pubblico e, in effetti, sto cercando di capire dove mi trovo.
Piacere di fare la tua conoscenza.

Roberto Virdo'
Foglio bianco
Messaggi: 13
Iscritto il: 08/06/2020, 11:04

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Virdo' »

Il tema trattato è di una crudezza e, purtroppo, attualità devastante. Chi come l'autrice intraprende una scelta del genere, cioè parlare di questo, si guadagna a priori la mia ammirazione poichè, come sappiamo, scrivere è gioire e soffrire allo stesso tempo. Non sono certo un esperto di poesia quindi il giudizio resta estremamente relativo e legato a pure sensazioni personali. Nonostante questo vorrei condividerne una, giusta o sbagliata che sia, che in qualche modo si ricollega a un parere già espresso sulla miglior "riuscita" della prima parte rispetto alla seconda, che mi trova concorde senza nulla togliere al valore complessivo del componimento. Ho non poco faticato a scovare ciò che, per la mia sensibilità, si disallineava non tanto dal testo quanto dallo spirito infuso dall'autrice nei versi, quantomeno quello che ho creduto di intuire: è la parola "vendetta".
Complimenti, per il mio modesto parere voto alto, indubbiamente.

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Roberto Virdo' ha scritto:
ieri, 14:38
Il tema trattato è di una crudezza e, purtroppo, attualità devastante. Chi come l'autrice intraprende una scelta del genere, cioè parlare di questo, si guadagna a priori la mia ammirazione poichè, come sappiamo, scrivere è gioire e soffrire allo stesso tempo. Non sono certo un esperto di poesia quindi il giudizio resta estremamente relativo e legato a pure sensazioni personali. Nonostante questo vorrei condividerne una, giusta o sbagliata che sia, che in qualche modo si ricollega a un parere già espresso sulla miglior "riuscita" della prima parte rispetto alla seconda, che mi trova concorde senza nulla togliere al valore complessivo del componimento. Ho non poco faticato a scovare ciò che, per la mia sensibilità, si disallineava non tanto dal testo quanto dallo spirito infuso dall'autrice nei versi, quantomeno quello che ho creduto di intuire: è la parola "vendetta".
Complimenti, per il mio modesto parere voto alto, indubbiamente.
Grazie mille per le tue parole.
E' vero, scrivere è gioire e soffrire allo stesso tempo. In qualche storia più soffrire che gioire, come in questo caso.
Colgo con attenzione anche il tuo suggerimento e sicuramente rivredò la seconda parte, per cercare di renderla più spontane ed evocativa, rendendo in altro modo quel "vendetta" che trovi disallineato.
Di nuovo grazie per l'utilità del tuo commento.

Rispondi

Torna a “Gara d'estate, 2020”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


Calendario BraviAutori.it "Writer Factor" 2013 -  (a colori)

Calendario BraviAutori.it "Writer Factor" 2013 - (a colori)

(edizione 2013, 8,06 MB)

Autori partecipanti: Angela Di Salvo, Cmt, Jessica Rabbit, LiaTom, Lodovico, Mastronxo, Monica Porta may bee, Morgana Bart, Paride Bastuello, Polly Russel, Recenso, Sphinx,
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (8,06 MB) - scaricato 676 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Proposta indecente - Le Lido

Proposta indecente - Le Lido

(aprile 2010, 22 pagine, 570,67 KB)

Autori partecipanti: Arditoeufemismo, Bonnie, Carlocelenza, Rita di Sano, Stefy 71, VecchiaZiaPatty,
A cura di Bonnie.
Scarica questo testo in formato PDF (570,67 KB) - scaricato 545 volte.
oppure in formato EPUB (355,52 KB) (vedi anteprima) - scaricato 203 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2020 -  (in bianco e nero)

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2020 - (in bianco e nero)

(edizione 2020, 2,86 MB)

Autori partecipanti: (vedi sopra),
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (2,86 MB) - scaricato 17 volte..

Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


La Paura fa 90

La Paura fa 90

90 racconti da 666 parole

Questo libro è una raccolta dei migliori testi che hanno partecipato alla selezione per l'antologia La Paura fa 90. Ci sono 90 racconti da non più di 666 parole. A chiudere l'antologia c'è un bellissimo racconto del maestro dell'horror Danilo Arona. Leggete questa antologia con cautela e a piccole dosi, perché altrimenti correte il rischio di avere terribili incubi!
A cura di Alessandro Napolitano e Massimo Baglione.

Contiene opere di: Maria Arca, Pia Barletta, Ariase Barretta, Cristiana Bartolini, Eva Bassa, Maria Cristina Biasoli, Patrizia Birtolo, Andrea Borla, Michele Campagna, Massimiliano Campo , Claudio Candia, Carmine Cantile, Riccardo Carli Ballola, Matteo Carriero, Polissena Cerolini, Tommaso Chimenti, Leonardo Colombi, Alessandro M. Colombo, Lorenzo Coltellacci, Lorenzo Crescentini, Igor De Amicis, Diego Di Dio, Angela Di Salvo, Stefano di Stasio, Bruno Elpis, Valeria Esposito, Dante Esti, Greta Fantini, Emilio Floretto Sergi, Caterina Franciosi, Mario Frigerio, Riccardo Fumagalli, Franco Fusè, Matteo Gambaro, Roberto Gatto, Gianluca Gendusa, Giorgia Rebecca Gironi, Vincenza Giubilei, Emiliano Gotelli, Fabio Granella, Mauro Gualtieri, Roberto Guarnieri, Giuseppe Guerrini, Joshi Spawnbrød, Margherita Lamatrice, Igor Lampis, Tania Maffei, Giuseppe Mallozzi, Stefano Mallus, Matteo Mancini, Claudia Mancosu, Azzurra Mangani, Andrea Marà, Manuela Mariani, Lorenzo Marone, Marco Marulli, Miriam Mastrovito, Elisa Matteini, Raffaella Munno, Alessandro Napolitano, Roberto Napolitano, Giuseppe Novellino, Sergio Oricci, Amigdala Pala, Alex Panigada, Federico Pergolini, Maria Lidia Petrulli, Daniele Picciuti, Sonia Piras, Gian Filippo Pizzo, Lorenzo Pompeo, Massimiliano Prandini, Marco Ricciardi, Tiziana Ritacco, Angelo Rosselli, Filippo Santaniello, Gianluca Santini, Emma Saponaro, Francesco Scardone, Giacomo Scotti, Ser Stefano, Antonella Spennacchio, Ilaria Spes, Antonietta Terzano, Angela Maria Tiberi, Anna Toro, Alberto Tristano, Giuseppe Troccoli, Cosimo Vitiello, Alain Voudì, Danilo Arona.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (1,10 MB scaricato 659 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Il Bestiario del terzo millennio

Il Bestiario del terzo millennio

raccolta di creature inventate

Direttamente dal medioevo contemporaneo, una raccolta di creature inventate, descritte e narrate da venti autori. Una bestia originale e inedita per ogni lettera dell'alfabeto, per un bestiario del terzo millennio. In questa antologia si scoprono cose bizzarre, cose del tutto nuove che meritano un'attenta e seria lettura.
Ideato e curato da Umberto Pasqui.
illustrazioni di Marco Casadei.

Contiene opere di: Bruno Elpis, Edoardo Greppi, Lucia Manna, Concita Imperatrice, Angelo Manarola, Roberto Paradiso, Luisa Gasbarri, Sandra Ludovici, Yara Źagar, Lodovico Ferrari, Ser Stefano, Nunzio Campanelli, Desirìe Ferrarese, Maria Lipartiti, Francesco Paolo Catanzaro, Federica Ribis, Antonella Pighin, Carlotta Invrea, Patrizia Benetti, Cristina Cornelio, Sonia Piras, Umberto Pasqui.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,15 MB scaricato 312 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Downgrade

Downgrade

Riduzione di complessità - il libro Downpunk

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
è probabilmente il primo libro del genere Downpunk, ma forse è meglio dire che il genere Downpunk è nato con questo libro. Sam L. Basie, autore ingiustamente sconosciuto, presenta una visione dell'immediato futuro che ci lascerà a bocca aperta. In un futuro dove l'individuo è perennemente connesso alla globalità tanto da renderlo succube grazie alla sua immediatezza, è l'Umanità intera a operare su se stessa una "riduzione di complessità", operazione resa necessaria per riportare l'Uomo a una condizione di vita più semplice, più naturale e più... umana. Nel libro, l'autore afferma che "anche solo una volta all'anno, l'Essere umano ha bisogno di arrangiarsi, per sentirsi vivo e per dare un senso alla propria vita", ma in un mondo dove tutto ciò gli è negato dall'estremo benessere e dall'estrema tecnologia, le menti si sviluppano in maniera assai precaria e desolante, e qualsiasi inconveniente possa capitare diventerà un dramma esistenziale.
Di Sam L. Basie
a cura di Massimo Baglione.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,50 MB scaricato 219 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.