Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'estate 2020.

Sondaggio

1 - non mi piace affatto
2
15%
2 - mi piace pochino
1
8%
3 - si lascia leggere
2
15%
4 - è bello
8
62%
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 13

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Il Sole aveva fame.
Non che gli mancasse il cibo: asteroidi, meteore, polvere cosmica e piccoli corpi siderali passavano spesso dalle sue parti e venivano immancabilmente inghiottiti dalle sue fauci. Stavolta, però, aveva più fame del solito; e poi voleva cambiare dieta, visto che l’attuale era in corso da eoni e probabilmente era la causa di tutte quelle sue brutte e dolorose eruzioni cutanee che, una volta rimarginatesi, lasciavano in superficie una serie di orribili macchie.
Macchie solari.
L’ultimo pasto, poi, aveva un sapore così strano che non aveva saputo definire. Sembrava una cosa sintetica, non naturale, e gli aveva creato un subbuglio interiore culminato con una eruzione peggiore del solito. Così si decise e cominciò ad aspirare con forza.

«Phil, se i computer non sono impazziti, Mercurio ha cambiato orbita. Si sta avvicinando al Sole!»
«Non dire stronzate, Jim.»
«Phil, dannazione, vieni a vedere. Il monitor rilancia le immagini del satellite e il satellite dice che Mercurio sta precipitando verso il Sole...»
«Piantala Jim, e calmati. Un pianeta non esce dalla sua orbita all’improvviso.»
«Phil! Guarda, Phil…»

Mmmm… Niente male davvero.
Il Sole si complimentò con se stesso per la scelta fatta. Quel pianeta si era rivelato un buon bocconcino, diverso dal solito, proprio saporito, e poi... quasi quasi... si sa, l’appetito vien mangiando.
No, no, calma. Un attimo di relax tra una portata e l’altra, almeno il tempo di digerire, altrimenti scoppio.
Non riuscì a trattenere un ruttino.


«Generale, ci dica cos’è accaduto.»
«Ma il pianeta è esploso?»
«Sono stati i russi? O i cinesi hanno provato un’atomica speciale?»
«Signori, basta! E non cominciate con le solite idiozie da giornalisti. Ora il professor Hawthorne cercherà di dare una spiegazione del fatto, al termine potrete porre qualche domanda. A lei la parola, professore.»
«Bene. A essere sincero non è molto quel che vi posso dire. Perché anche noi stiamo ancora cercando di capire...»
«Professore, ma…»
«Silenzio! Hawthorne, continui, la prego.»
«L’unica cosa certa è che Mercurio non esiste più. È stato praticamente ingoiato dal Sole, come risucchiato; non abbiamo molti dati perché quasi tutti i satelliti artificiali, poco dopo l’evento, sono saltati, precipitati o dispersi nello spazio. Ciò perché dal Sole si è sprigionata una serie di radiazioni violentissime che ha mandato in tilt anche i radiotelescopi della Terra, quasi... bah, si potrebbe forse paragonare questo effetto a un rutto che a volte si fa dopo aver mangiato, espellendo gas.»
Vi fu qualche risatina, a queste parole, e la tensione si allentò un poco.
Hawthorne riprese a parlare: «Anche i telescopi normali hanno difficoltà a osservare a causa di questo gas e del resto avete notato tutti come si sia alzata la temperatura nelle ultime ventiquattro ore. In ogni caso, studiando i filmati in nostro possesso, nei prossimi giorni vi sapremo dire qualcosa di più; per il momento vi basti sapere che non corriamo pericolo immediato. Le orbite di Venere e della Terra non si sono modificate, se non in modo impercettibile, e io non credo che Mercurio sia stato trascinato. Quasi certamente è collassato, finendo poi fuori dall'ellittica solita. La colpa, se così vogliamo chiamarla, non è perciò della nostra stella, ma del pianeta stesso. Ripeto, non corriamo alcun pericolo. E ora chiedete pure, se posso vi rispondo.»

«Professore, è la fine del mondo?»


Il languore aveva ripreso a farsi sentire.
Il Sole decise che era giunta l’ora di un altro pasto e tornò ad aspirare; con più forza stavolta, perché il successivo pianeta era un po’ più distante.

«Non è possibile, non è possibile!»
«Che succede Jim? Rispondi, Jim, che succede?»

Ancora una volta il Sole non si trattenne.
La Terra sudava. Sudava per il gran caldo, ma sudava anche freddo. La Terra aveva paura, forse per la prima volta nella sua vita.


«Signori, prima che accada il peggio dobbiamo trovare una soluzione, la gente si sta rivoltando, il caos è dietro l’angolo.»
«Signor Presidente, gli esperti di tutto il mondo non sono riusciti a trovare, finora, un nesso logico a tutto questo.»
«Ma ci sarà pure una spiegazione, dannazione! Undici anni fa Mercurio è finito nel Sole e ora Venere ha fatto la stessa fine. Questa volta gli effetti si sono sentiti: terremoti, alluvioni, temperature pazzesche. E tutti che chiedono quando toccherà a noi.»
«Vede, Presidente, solo da un paio d’anni eravamo riusciti ad avere immagini reali, da quando cioè si era dissipata quella specie di nebbia apparsa subito dopo l’impatto di Mercurio. Fino a quel momento abbiamo lavorato su elaborazioni al computer, per altro quasi totalmente esatte.»
«E allora?»
«Beh, fino a qualche giorno fa non c’era nulla di anomalo, poi...»
«Poi?»
«Venere ha cominciato a uscire dalla sua orbita, avvicinandosi sempre di più al Sole, proprio come Mercurio, fino a esserne inglobato.»
«Ma avrete pure una teoria, ci sarà un motivo per cui stanno accadendo queste assurdità.»
«Oh si, ci sono molte teorie, anzi, troppe. Il fatto è che, in realtà, non vi è alcun motivo apparente.»
«Eppure dobbiamo fare qualcosa, la gente sta impazzendo e a volte credo di impazzire anch’io.»
«Tutto quello che mi sento di suggerire, a nome anche di alcuni miei colleghi è di pregare, signor Presidente.»
«Pregare? Hawthorne, ha detto pregare?»
«Si, signor Presidente. Pregare.»


La Terra già da tempo piangeva.
Piangeva di dolore, per la perdita dei pianeti suoi fratelli, ma il giorno in cui perse la sorella, il giorno in cui il Sole divorò la Luna, pianse soprattutto di terrore, ben sapendo che il proprio turno era imminente.


Il cibo a disposizione era sempre più lontano, perciò il Sole era costretto a sforzi ogni volta maggiori. In fondo era un bene, perché i pianeti lontani erano freddi, gelidi, mentre a lui il cibo piaceva caldo e ben cotto. Avvicinandosi lentamente avevano tutto il tempo di rosolarsi a puntino.

Si sentiva sazio, ora. In poco tempo aveva ingoiato una bella sfilza di pianeti e asteroidi e forse era giunta l’ora di farsi una bella dormita, tanto più che nelle vicinanze non vi erano altri corpi celesti così appetibili e sarebbe dovuto tornare alla dieta precedente.
No, si disse, meglio andare in letargo per un po’. Al momento opportuno si sarebbe risvegliato, magari in un’altra zona dell’immenso spazio siderale, dove avrebbe potuto nuovamente saziarsi se gli fosse tornato quel tremendo appetito.
Per ora, meglio dormire.
Sbadigliò.
Implose... e si ritirò nel suo buco nero.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Ida-59
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Un raccontino davvero delizioso! Ben costruito con mano decisa tra ironia e sorriso, e ben scritto. Non credo che il contenuto sia realistico, ma, del resto, non penso fosse questo lo scopo dell'autore. In ogni caso, l'ho trovato divertente e piacevole da leggere e più volte mi ha strappato un sorriso.
Voto 4.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Ida-59 ha scritto:
23/06/2020, 12:29
Un raccontino davvero delizioso! Ben costruito con mano decisa tra ironia e sorriso, e ben scritto. Non credo che il contenuto sia realistico, ma, del resto, non penso fosse questo lo scopo dell'autore. In ogni caso, l'ho trovato divertente e piacevole da leggere e più volte mi ha strappato un sorriso.
Voto 4.
grazie, Ida
no, non è realistico, è pura fantasia (almeno spero, eh)
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Valerio Geraci
Foglio bianco
Messaggi: 15
Iscritto il: 03/07/2016, 12:20
Località: Roma

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Valerio Geraci »

Ciao Fausto,
parto dagli aspetti negativi, tutti di poco conto:
1. Il titolo. "Buon appetito" secondo me è proprio brutto, al limite lascia solo "Il giorno in cui il sole divorò la luna", già meglio, o inventati qualcos'altro.

2.
Fausto Scatoli ha scritto:
22/06/2020, 9:53
Stavolta, però, aveva più fame del solito; e poi voleva cambiare dieta, visto che l’attuale era in corso da eoni e probabilmente era la causa di tutte quelle sue brutte e dolorose eruzioni cutanee che, una volta rimarginatesi, lasciavano in superficie una serie di orribili macchie.
Macchie solari.
Personalmente ho odiato quell'ultima riga, quando specifichi "macchie solari". Lo trovo inutile, spezza il ritmo e soprattutto è offensivo verso l'intelligenza del lettore che ci arriva benissimo anche da solo leggendo la riga superiore. E' una sciocchezza eh, ma mi ha dato proprio fastidio.

3. Il finale. Sia chiaro, non è un brutto finale, ma mi aspettavo qualcosa di diverso, soprattutto perché con questo epilogo tutto quello che avviene prima perde d'importanza. E' un finale abbastanza indipendente da tutto ciò che avviene prima, poiché il Sole potrebbe decidere in ogni caso di andare "in letargo", anche senza la scorpacciata precedente e il terrore che ha provocato fra i terrestri.

Detto questo, il racconto è buono, mi è piaciuto e devo farti i complimenti per l'originalità e lo stile (anzi, devo dire che il tuo stile mi piace proprio). Ti lascio un 3. ;)

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

grazie, Valerio
terrò conto di sicuro dei tuoi suggerimenti
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Selene Barblan
Necrologista
Messaggi: 298
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Racconto divertente e piacevole, ben scritto. Ho immaginato il sole lì in mezzo allo spazio, gonfio e ingordo, soddisfatto delle proprie scorpacciate. C’è una frase che rivedrei:

“L’ultimo pasto, poi, aveva un sapore così strano che non aveva saputo definire.“

Non ho nient’altro di particolare da segnalare, un buon racconto.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Selene Barblan ha scritto:
23/06/2020, 17:01
Racconto divertente e piacevole, ben scritto. Ho immaginato il sole lì in mezzo allo spazio, gonfio e ingordo, soddisfatto delle proprie scorpacciate. C’è una frase che rivedrei:

“L’ultimo pasto, poi, aveva un sapore così strano che non aveva saputo definire.“

Non ho nient’altro di particolare da segnalare, un buon racconto.
ciao.
quella frase si riferisce a quando ingoia il pianeta terra, ultrainquinato
comunque hai ragione, è da rivedere
grazie per il commento
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Namio Intile
Necrologista
Messaggi: 209
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Namio Intile »

Ciao, Fausto. Un bel racconto frizzante, divertente quelle macchie ed eruzioni causate dalla cattiva digestione; ti dirò di più, sembra quasi una favola con una sua morale. Non animali che parlano, ma stelle e pianeti, l'idea non è male. La morale, a mio modo di vedere, è che noi uomini crediamo sempre di essere al centro dell'Universo, mentre non è così. Negli anni Settanta si pensava che stessimo inducendo una nuova glaciazione, negli Ottanta abbiamo causato il buco dell'ozono, nei Novanta il Riscaldamento Globale, e adesso tocca ai Cambiamenti Climatici. Chi non si adegua al mainstream è un reazionario. Anche nel tuo racconto gli Uomini credono di essere la causa della scomparsa dei pianeti, pensano che la responsabilità sia loro, Russi o Cinesi non importa, anzi del nemico di turno.
Ma la verità è che il Sole si è svegliato dal letargo e ha fame. Dell'uomo non gliene fotte un ciufolo, neanche sa che esiste.
Accorcerei questo periodo: "L’ultimo pasto, poi, aveva un sapore così strano che non aveva saputo definire."
L’ultimo pasto aveva avuto un sapore disgustoso.
E poi, nel finale: "Per ora, meglio dormire.
Sbadigliò.
Implose... e si ritirò nel suo buco nero."
Ma se implode e diventa un buco nero (ho interpretato bene?) non torna in letargo. Quindi forse quel "ritirò" non è il termine adatto e invece dello sbadiglio occorreva qualcos'altro di più forte. Idea mia.
A ogni modo, anche per il finale l'idea di sparigliare i cavalli non è niente male.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

sì, Namio, sono tutte osservazioni valide, le tue.
cercherò di sistemare un po' tutto dopo la gara.
non è giusto che modifichi ora.
grazie del commento
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Laura Traverso
Correttore di bozze
Messaggi: 350
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Ho trovato il racconto divertente, originale, non banale e con un suo messaggio. Pur essendo una storia assolutamente irreale, pone dei perché. Ha fatto bene la Terra a tremare dinnanzi alla possibilità di fare la stessa fine di Mercurio prima e della Luna dopo. A volte, mi vien da pensare, con quello che i terrestri riescono a devastare, un po' di strizza per il timore di essere inghiottita, forse forse… Mi è piaciuto, voto alto.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Laura Traverso ha scritto:
25/06/2020, 22:03
Ho trovato il racconto divertente, originale, non banale e con un suo messaggio. Pur essendo una storia assolutamente irreale, pone dei perché. Ha fatto bene la Terra a tremare dinnanzi alla possibilità di fare la stessa fine di Mercurio prima e della Luna dopo. A volte, mi vien da pensare, con quello che i terrestri riescono a devastare, un po' di strizza per il timore di essere inghiottita, forse forse… Mi è piaciuto, voto alto.
grazie per il commento
felice ti sia piaciuto
sì, è irreale, questo è vero, ma vedo che letto benissimo il messaggio
alla prossima
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

GioriF ha scritto:
28/06/2020, 12:03
Finale saporito quanto una foglia scondita di lattuga. Voto 1. Ciao
grazie, cara/o
e buon appetito
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 9152
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:

Author's data

Re: Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Messaggio da leggere da Massimo Baglione »

GioriF ha scritto:
28/06/2020, 12:03
Finale saporito quanto una foglia scondita di lattuga. Voto 1. Ciao
Non è che io non ti creda, ma data la pesantezza del giudizio, penso che all'autore (oltre a fargli piacere) sarebbe di grande aiuto conoscere bene e nel dettaglio dove e perché ha fallito e dove e perché ti ha deluso.
Altrimenti penso sia inutile e controproducente limitarsi a commenti così ingenerosi e privi di contenuto didattico.
(NB: vale per tutti e per il futuro, non solo in questo caso specifico).
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

in effetti stavo per chiederlo io ma sono stato anticipato
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Edmondo
Foglio bianco
Messaggi: 17
Iscritto il: 17/11/2015, 13:19

Author's data

Re: Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Messaggio da leggere da Edmondo »

Ha la semplicità di una tavoletta per mandare a dormire i bambini. Carina

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Edmondo ha scritto:
28/06/2020, 15:14
Ha la semplicità di una tavoletta per mandare a dormire i bambini. Carina
scusami, ti spiacerebbe chiarire?
non afferro cosa intendi
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Buon appetito (il giorno in cui il sole divorò la luna)

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

GioriF ha scritto:
28/06/2020, 12:03
Finale saporito quanto una foglia scondita di lattuga. Voto 1. Ciao
sono ancora in attesa di chiarimenti
se rimango tale fino al termine vuol dire che ti qualifichi da solo
credo tu lo sappia, ma volevo ricordartelo, non si sa mai
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Lucia De Falco
Foglio bianco
Messaggi: 24
Iscritto il: 08/03/2020, 14:37

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Lucia De Falco »

Il breve racconto mi sembra originale e scorrevole. Pur nella gravità dell'argomento, ha un tono leggero, che induce ad andare avanti nella lettura. Forse il messaggio è che il pianeta Terra va trattato con più rispetto, come un tesoro da proteggere ad ogni costo, prima che sia troppo tardi. Il tono, soprattutto all'inizio, è quasi quello di una fiaba, con degli adattamenti e dei tagli potrebbe anche essere adatto ad essere inserito in un'antologia per bambini, chiaramente è un complimento. A presto.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Lucia De Falco ha scritto:
30/06/2020, 16:40
Il breve racconto mi sembra originale e scorrevole. Pur nella gravità dell'argomento, ha un tono leggero, che induce ad andare avanti nella lettura. Forse il messaggio è che il pianeta Terra va trattato con più rispetto, come un tesoro da proteggere ad ogni costo, prima che sia troppo tardi. Il tono, soprattutto all'inizio, è quasi quello di una fiaba, con degli adattamenti e dei tagli potrebbe anche essere adatto ad essere inserito in un'antologia per bambini, chiaramente è un complimento. A presto.
grazia, Lucia
grazie per il commento e per le motivazioni
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Andr60
Pubblicista
Messaggi: 65
Iscritto il: 15/11/2019, 15:45

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Andr60 »

Un racconto molto originale e ben scritto; l'unico appunto che posso fare è che (secondo le teorie più accreditate) il Sole ingloberà effettivamente Mercurio, Venere e la Terra, ma perché si espanderà fino a diventare una gigante rossa, non un buco nero. Diciamo che diventerà obeso per il troppo appetito...
Voto 4

Roberto Virdo'
Foglio bianco
Messaggi: 31
Iscritto il: 08/06/2020, 11:04

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Virdo' »

Ho letto due volte questo testo che devo dire trovo di un'originalità sorprendente per fantasia. Concordo con chi ha detto che meritava un titolo più "accurato", ma attenzione è una critica in positivo. Sui gusti non si può discutere almeno quanto sul finale, per quanto mi riguarda l'autore è padrone. Lo stile bello, lineare, a tratti ironico in modo molto piacevole. Se proprio devo fare un appunto è che dedicandoci un po' più di tempo probabilmente questo racconto avrebbe potuto puntare al massimo. La dico tutta: secondo me questo sarebbe davvero un bel testo per ragazzi ma l'impronta dovrebbe essere tale dall'inizio alla fine. Quando dico testo per ragazzi è un complimento, sia ben chiaro. Concludendo: la fantasia alla base meriterebbe, per me, già un premio e per questo il mio voto sarà alto.

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Andr60 ha scritto:
04/07/2020, 18:49
Un racconto molto originale e ben scritto; l'unico appunto che posso fare è che (secondo le teorie più accreditate) il Sole ingloberà effettivamente Mercurio, Venere e la Terra, ma perché si espanderà fino a diventare una gigante rossa, non un buco nero. Diciamo che diventerà obeso per il troppo appetito...
Voto 4
eh, in effetti sarà così
ho un po' anticipato i tempi, ma è solo fantasia, neh
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Roberto Virdo' ha scritto:
04/07/2020, 19:32
Ho letto due volte questo testo che devo dire trovo di un'originalità sorprendente per fantasia. Concordo con chi ha detto che meritava un titolo più "accurato", ma attenzione è una critica in positivo. Sui gusti non si può discutere almeno quanto sul finale, per quanto mi riguarda l'autore è padrone. Lo stile bello, lineare, a tratti ironico in modo molto piacevole. Se proprio devo fare un appunto è che dedicandoci un po' più di tempo probabilmente questo racconto avrebbe potuto puntare al massimo. La dico tutta: secondo me questo sarebbe davvero un bel testo per ragazzi ma l'impronta dovrebbe essere tale dall'inizio alla fine. Quando dico testo per ragazzi è un complimento, sia ben chiaro. Concludendo: la fantasia alla base meriterebbe, per me, già un premio e per questo il mio voto sarà alto.
grazie per il bel commento
felice ti sia piaciuto
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
Roberto Paradiso
Foglio bianco
Messaggi: 24
Iscritto il: 25/10/2011, 13:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Paradiso »

Racconto assai divertente e piacevole. In un certo senso mi è venuto in mente il sole bimbo dei Teletubbies e la cosa mi ha divertito assai. Come il bimbo in questione, il Sole ha bisogni primari... Mangiare, fare il ruttino, dormire. Incurante delle vite distrutte o dei mondi cancellati dal firmamento per sempre. Ho anche apprezzato lo stile veloce della narrazione. Mi è piaciuto molto.
Non esistono situazioni senza via d'uscita (James Tiberius Kirk)

77, le gambe delle donne
Immagine
concorso per racconti sulle donne
Immagine
Concorso per la realizzazione di un'antologia sulle bestie inventate.

Immagine

Immagine

Avatar utente
Fausto Scatoli
Correttore di bozze
Messaggi: 411
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

Roberto Paradiso ha scritto:
ieri, 11:19
Racconto assai divertente e piacevole. In un certo senso mi è venuto in mente il sole bimbo dei Teletubbies e la cosa mi ha divertito assai. Come il bimbo in questione, il Sole ha bisogni primari... Mangiare, fare il ruttino, dormire. Incurante delle vite distrutte o dei mondi cancellati dal firmamento per sempre. Ho anche apprezzato lo stile veloce della narrazione. Mi è piaciuto molto.
grazie per il bel commento, Roberto
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Rispondi

Torna a “Gara d'estate, 2020”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 51 - 50 sfumature

La Gara 51 - 50 sfumature

(marzo/aprile 2015, 25 pagine, 1,83 MB)

Autori partecipanti: Lodovico, Patrizia Chini, Giorgio Leone, Viridis, Mastronxo, Shananm,
a cura di ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (1,83 MB) - scaricato 112 volte.
oppure in formato EPUB (295,36 KB) (vedi anteprima) - scaricato 156 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

La Gara 5 - A modo mio

La Gara 5 - A modo mio

(giugno 2009, 40 pagine, 758,80 KB)

Autori partecipanti: Cmt, Pia, Massimo Baglione, Bonnie, Miriam, DaFank, Rona, Manuela, Massimo, Clali, Alessandro Napolitano, Gio, Snuff, Aigor, Yle,
A cura di Pia.
Scarica questo testo in formato PDF (758,80 KB) - scaricato 326 volte.
oppure in formato EPUB (555,57 KB) (vedi anteprima) - scaricato 193 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

La Gara 36 - De Rerum Scientia

La Gara 36 - De Rerum Scientia

(febbraio/marzo 2013, 35 pagine, 707,18 KB)

Autori partecipanti: Scrittore 97, Lodovico, Nunzio Campanelli, Roberta Michelini, Skyla74, Mastronxo, Patrizia Benetti, freecora, Ser Stefano, Marino Maiorino, sogliaoscura, Carlocelenza,
A cura di Monica Porta may bee.
Scarica questo testo in formato PDF (707,18 KB) - scaricato 305 volte.
oppure in formato EPUB (503,58 KB) (vedi anteprima) - scaricato 216 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.

Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Questa antologia a tema libero è stata ispirata dalle importanti parole di Sam L. Basie:
Dedicato a tutti coloro che hanno scoperto di avere un cervello, che hanno capito che non serve solo a riempire il cranio e che patiscono quell'arrogante formicolio che, dalle loro budella, striscia implacabile fino a detonare dalle loro mani. A voi, astanti ed esteti dell'arte.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Iunio Marcello Clementi, Noemi Buiarelli, Marco Bertoli, Liliana Tuozzo, Alessandro Carnier, Martina Del Negro, Lodovico Ferrari, Francesca Gabriel, Pietro Rainero, Fausto Scatoli, Gianluigi Redaelli, Ilaria Motta, Laura Traverso, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Ida Dainese, Marino Maiorino.
Vedi ANTEPRIMA (921,21 KB scaricato 45 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Dentro la birra

Dentro la birra

antologia di racconti luppolati

Complice di serate e di risate, veicolo per vecchie e nuove amicizie, la birra ci accompagna e ha accompagnato la nostra storia. "Dentro la birra", abbiamo scelto questo titolo perché crediamo sia interessante sapere che cosa ci sia di così attraente nella bevanda gialla, gasata e amarognola. Perchè piace così tanto? Che emozioni fa provare? Abbiamo affidato questa "indagine" a Braviautori, affinché trovasse, tramite l'associazione e il portale internet, scrittori capaci di esprimere tali sensazioni. E infatti sono arrivati numerosi racconti: la commissione ne ha scelti 33. Nemmeno a farlo apposta, 33 è la quantità di centilitri di un gran numero di bottiglie (e lattine) di birra; una misura nota a chi se n'intende.
A cura di Umberto Pasqui e Massimo Baglione.

Contiene opere di: Andrea Andreoni, Tullio Aragona, Enrico Arlandini, Beril, Enrico Billi, Luigi Bonaro, Vittorio Cotronei, Emanuele Crocetti, Bruno Elpis, Daniela Esposito, Lorella Fanotti, Lodovico Ferrari, Livio Fortis, Valerio Franchina, Luisa Gasbarri, Oliviero Giberti, Elena Girotti, Concita Imperatrice, Carlotta Invrea, Fabrizio Leo, Sandra Ludovici, Micaela Ivana Maccan, Cristina Marziali, Stefano Masetti, Maurizio Mequio, Simone Pelatti, Antonella Provenzano, Maria Stella Rossi, Giuseppe Sciara, Salvatore Stefanelli, Ser Stefano, SunThatSpeed, Marco Vignali.
Vedi ANTEPRIMA (276,03 KB scaricato 234 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Déjà vu - il rivissuto mancato

Déjà vu - il rivissuto mancato

antologia poetica di AA.VV.

Talvolta, a causa di dinamiche non sempre esplicabili, uno strano meccanismo nella nostra mente ci illude di aver già assistito a una scena che, in realtà, la si sta vivendo solo ora. Il dèjà vu diventa così una fotocopia mentale di quell'attimo, un incontro del pensiero con se stesso.
Chi non ha mai pensato (o realmente vissuto) un'istantanea della propria vita, gli stessi gesti e le stesse parole senza rimanerne perplesso e affascinato? Chi non lo ha mai rievocato come un sogno o, perché no, come un incubo a occhi aperti?
Ventitrè autori si sono cimentati nel descrivere le loro idee di déjà vu in chiave poetica.
A cura di Francesco Zanni Bertelli.

Contiene opere di: Alberto Barina, Angela Catalini, Enrico Arlandini, Enrico Teodorani, Fausto Scatoli, Federico Caruso, Francesca Rosaria Riso, Francesca Gabriel, Francesca Paolucci, Gabriella Pison, Gianluigi Redaelli, Giovanni Teresi, Giuseppe Patti, Ida Dainese, Laura Usai, Massimo Baglione, Massimo Tivoli, Pasquale Aversano, Patrizia Benetti, Pietro Antonio Sanzeri, Silvia Ovis, Umberto Pasqui, Francesco Zanni Bertelli.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (941,40 KB scaricato 56 volte) - (info e commenti).
Compralo su    amazon

Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.