Bella e dannata

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'autunno 2020.

Sondaggio

1 - non mi piace affatto
2
8%
2 - mi piace pochino
6
25%
3 - si lascia leggere
5
21%
4 - è bello
9
38%
5 - mi piace tantissimo
2
8%
 
Voti totali: 24

Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Marcello Rizza ha scritto: 28/09/2020, 19:40 https://youtu.be/7a6YFwC2zKA Hunger è il titolo in inglese. Lo stesso trailer lo trovi su Youtube in italiano ma con una qualità inferiore e si perdono molti dettagli interessanti. È un film degli anni '80 che ha degli aspetti raffinati importanti su come vive un vampiro. Bello! Non so se sia stato tratto da un libro.
Grazie mille per il link, che ho messo da parte. Domani non riesco, ma mercoledì me lo guarderò.
Namio Intile
rank (info):
Necrologista
Messaggi: 263
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Namio Intile »

Per inventare delle realtà alternative, come nel fantasy, bisogna avere a mio avviso delle solide conoscenze storiografiche alle spalle.
Ho apprezzato molto il primo racconto con cui hai partecipato alle gare, immaginavo che avresti continuato su quella scia. Ma secondo me non reputi questo il luogo adatto, e forse hai ragione.
Forse questo è solo un posto per fate e orchi e qualche vampiro di passaggio.
Ma la tua dannata non mi ha fatto rimpiangere di aver letto di lei.
Avatar utente
Lodovico
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 590
Iscritto il: 19/05/2011, 10:22
Località: Borgosesia
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Lodovico »

Scrivi bene. Ma bene bene secondo me. Adoro le ripetizioni (quelle volute) e il mantra "bella e dannata" identifica questo racconto molto bene. Non essendo proposto su un sito horror non mi aspettavo la virata "vampiresca" che quindi mi ha colto impreparato.
P.S. La rosa "massacrata" è un'immagine bellissima, mi ha dato un'idea....
Immagine

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Lodovico ha scritto: 30/09/2020, 21:22 Scrivi bene. Ma bene bene secondo me. Adoro le ripetizioni (quelle volute) e il mantra "bella e dannata" identifica questo racconto molto bene. Non essendo proposto su un sito horror non mi aspettavo la virata "vampiresca" che quindi mi ha colto impreparato.
P.S. La rosa "massacrata" è un'immagine bellissima, mi ha dato un'idea…
Sbaglio… o sei un fan della saga di harry Potter?
Felicissima che tu abbia apprezzato il racconto e anche la ripetizione voluta che richiama il titolo… che già dovrebbe dare molti indizi sulla "virata" del racconto.
Grazie per i complimenti!
P.S.: chiederò il pagamento dei diritti sulla povera rosa massacrata! : D
Andr60
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 108
Iscritto il: 15/11/2019, 15:45

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Andr60 »

Un racconto "cinematografico" con immagini molto evocative. Personalmente, preferirei essere addentato da Vampirella (cfr.: https://it.wikipedia.org/wiki/Vampirella) ma anche questa succhiasangue non scherza. Però, se non esagera col prelievo, potrebbe trasformare anche lui in vampiro...
Voto alto
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Andr60 ha scritto: 01/10/2020, 10:27 Un racconto "cinematografico" con immagini molto evocative. Personalmente, preferirei essere addentato da Vampirella (cfr.: https://it.wikipedia.org/wiki/Vampirella) ma anche questa succhiasangue non scherza. Però, se non esagera col prelievo, potrebbe trasformare anche lui in vampiro…
Voto alto
Grazie, Andr60, per il tuo simpatico commento e anche per il bel voto!
Laura Traverso
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 421
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

il racconto vampiresco è carino e si lascia sicuramente leggere. Certo è che si intuisce da subito l'intento della bella e dannata a scapito del distinto signore, sua preda designata di quella notte. Le frasi " giorno che diventava notte" e "sera che si volgeva in notte" sono, a mio parere, inutilmente ripetute. La dannata era stata l' amore dell'uomo prima del decesso? Mi pare che ciò non sia chiaro. All'inizio della storia lui sembra una qualunque preda, alla fine, invece, lui le si offre innamorato... O forse tutte le prede dei vampiri si innamorano prima di essere morsicati sul collo e di conseguenza passare a miglior vita? Non ho molta conoscenza di storie simili in quanto non sono il mio genere, se si eccettua il periodo adolescenziale, ormai troppo lontano, quando andavo di nascosto da mia madre a vedere nel cinema del mio quartiere, film a tema. Allora mi piacevano molto
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Laura Traverso ha scritto: 05/10/2020, 17:37 il racconto vampiresco è carino e si lascia sicuramente leggere. Certo è che si intuisce da subito l'intento della bella e dannata a scapito del distinto signore, sua preda designata di quella notte. Le frasi " giorno che diventava notte" e "sera che si volgeva in notte" sono, a mio parere, inutilmente ripetute. La dannata era stata l' amore dell'uomo prima del decesso? Mi pare che ciò non sia chiaro. All'inizio della storia lui sembra una qualunque preda, alla fine, invece, lui le si offre innamorato... O forse tutte le prede dei vampiri si innamorano prima di essere morsicati sul collo e di conseguenza passare a miglior vita? Non ho molta conoscenza di storie simili in quanto non sono il mio genere, se si eccettua il periodo adolescenziale, ormai troppo lontano, quando andavo di nascosto da mia madre a vedere nel cinema del mio quartiere, film a tema. Allora mi piacevano molto
Il racconto fa parte di una raccolta sui vampiri, quindi è giusto che si comprenda subito che lei è una vampira.
Il lettore può scegliere cosa pensare circa il rapporto tra i due e si hanno alcune ipotesi: si erano amati quando lei era una donna normale, si erano amati quando lei già era vampira, lei assume le apparenze della donna amata dall'uomo, tutte le prede si innamorano della loro vampira... Libera scelta. :)
Grazie per il commento.
Simone_Non_é
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 117
Iscritto il: 16/12/2019, 1:27

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Simone_Non_é »

Ciao Ida! Andrò controcorrente, forse, ma ho trovato il racconto pieno di stereotipi, sapevo cosa leggevo come sarebbe finito e via discorrendo (esempio, il cliché della rosa). Probabilmente è anche un genere molto lontano dai miei gusti ed è per questo che non sono riuscito ad empatizzare per nulla con il testo. Infine ho trovato le ripetizioni ridondanti, personalmente, non mi sono piaciute
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Simone_Non_é ha scritto: 05/10/2020, 21:28 Ciao Ida! Andrò controcorrente, forse, ma ho trovato il racconto pieno di stereotipi, sapevo cosa leggevo come sarebbe finito e via discorrendo (esempio, il cliché della rosa). Probabilmente è anche un genere molto lontano dai miei gusti ed è per questo che non sono riuscito ad empatizzare per nulla con il testo. Infine ho trovato le ripetizioni ridondanti, personalmente, non mi sono piaciute
Nessun problema, ognuno ha i suoi gusti ed è giusto così. Grazie per il tempo che mi hai dedicato.
Marcello Rizza
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 149
Iscritto il: 23/06/2015, 23:54

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Marcello Rizza »

Anche qui, come ho già scritto per un altro racconto, faccio fatica a capire il voto "1" che qualcuno ti ha assegnato. Sto scrivendo un nuovo racconto, proprio sulla scorta del tuo. Non è il mio preferito in questo concorso eppure mi motiva a confrontarmi con l'argomento "vampiri". Te lo proporrò volentieri, per un tuo commento. Comunque..."1"...proprio no!
Avatar utente
Massimo Baglione
rank (info):
Site Admin
Messaggi: 9337
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Massimo Baglione »

Anche qui, come ho già scritto per un altro racconto, faccio fatica a capire il voto "1" che qualcuno ti ha assegnato.
Riporto qui il link alla mia risposta dell' altro racconto.
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Marcello Rizza ha scritto: 07/10/2020, 3:40 Anche qui, come ho già scritto per un altro racconto, faccio fatica a capire il voto "1" che qualcuno ti ha assegnato. Sto scrivendo un nuovo racconto, proprio sulla scorta del tuo. Non è il mio preferito in questo concorso eppure mi motiva a confrontarmi con l'argomento "vampiri". Te lo proporrò volentieri, per un tuo commento. Comunque..."1"...proprio no!
Leggerò molto volentieri il tuo racconto. Anche io ho cominciato a scrivere di vampiri come sfida verso me stessa... e poi ho scoperto che mi piaceva!
Riguardo al voto 1, che dire, i gusti sono gusti e non è il caso di prendersela. In ogni caso, ti ringrazio per il conforto. :)
Simone_Non_é
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 117
Iscritto il: 16/12/2019, 1:27

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Simone_Non_é »

Marcello Rizza ha scritto: 07/10/2020, 3:40 Anche qui, come ho già scritto per un altro racconto, faccio fatica a capire il voto "1" che qualcuno ti ha assegnato. Sto scrivendo un nuovo racconto, proprio sulla scorta del tuo. Non è il mio preferito in questo concorso eppure mi motiva a confrontarmi con l'argomento "vampiri". Te lo proporrò volentieri, per un tuo commento. Comunque..."1"...proprio no!
Rispondo qui tanto sono sicuro anche Massimo Baglione mi leggerà, visto che ha citato una risposta. Il voto 1 l'ho dato io e lo ridarei altre mille volte, Ida non volermene come sai in altre gare ho trovato i tuoi racconti belli e l'ho scritto.
Ora partiamo dal presupposto che, citando wikipedia,"Belli e dannati (The Beautiful and Damned) è il titolo del secondo romanzo dello scrittore statunitense Francis Scott Fitzgerald. Fu pubblicato dall'editore Scribner nel 1922 e ottenne..." Possiamo almeno dire che l'idea non risulta di base essere originale, visto che il concetto del testo si basa su una visione nata 98 anni fa, trita e ritrita nel tempo. Senza contare l'assenza di sottotesti e mi fermo qui, sperando che il mio voto sia più chiaro per tutti.
Naturalmente anche il mio gusto per il genere e la forma ha influito.
Detto questo come io accetto voti, giustamente e felicemente, di chi non capendo un opera la giudica, mi aspetto sia fatto lo stesso per quel che mi riguarda visto che io almeno ho chiaro quanto letto.
Capisco anche che il contesto di amicizie e simpatie che si crea influisca, palesemente, su voti e visioni ma fa parte di questa tipologia di gare.
Immagino sia chiaro che dilungarsi così tanto nei dettagli per ogni racconto letto sia impegnativo e richieda tempo e non sempre è, per me, possibile.
Mi auguro quindi che sia inequivocabile il motivo del mio voto ed ammetto che, essendo umano, il compito di giudicato e giudicante (che detesto) è anche influenzato dai commenti ricevuti.
A me piace scrivere giudicare no ma ai fini della gara, ludicamente e dal mio umile punto di vista, lo faccio.
Buona scrittura e proseguimento di giornata :-)
Marcello Rizza
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 149
Iscritto il: 23/06/2015, 23:54

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Marcello Rizza »

Wow Simone! A prescindere che non avevo capito che il voto fosse tuo, non era quindi un attacco personale, intervengo brevemente sul tuo intervento. È la prima volta che partecipo quindi non ho qui amici da "proteggere" o accarezzare. Ida, poi, da quello che leggo, è nella schiera dei partecipanti ipercritici, scelta legittima, che troverà sempre un "ma" per non assegnare voti alti. Lei mi ha assegnato un voto basso prima che io assegnassi il voto, 4, al suo racconto. Il suo genere, come quello di altri, non mi è piaciuto. Ma non può essere quello il metro di giudizio per un racconto. Uno dei voti più alti l'ho assegnato a chi ha scritto un racconto che considero politicamente e eticamente scorretto. Il racconto quindi, penso, dovrebbe essere giudicato per l'originalità, per la correttezza formale (a prescindere da critiche su accenti aperti o chiusi che quando leggo certi commenti mi viene in mente una canzone di Gaber), la punteggiatura, lo stile. E poi c'è anche un discorso, personalmente, di preferire non votare (in questo concorso l'ho omesso una volta) piuttosto che assegnare un umiliante "1". Questo non vuol essere un giudizio sul tuo sentire il voto, è una spiegazione su come personalmente ritengo dovrebbe basarsi una votazione. 🤗
Simone_Non_é
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 117
Iscritto il: 16/12/2019, 1:27

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Simone_Non_é »

Marcello Rizza ha scritto: 11/10/2020, 7:31 Wow Simone! A prescindere che non avevo capito che il voto fosse tuo, non era quindi un attacco personale, intervengo brevemente sul tuo intervento. È la prima volta che partecipo quindi non ho qui amici da "proteggere" o accarezzare. Ida, poi, da quello che leggo, è nella schiera dei partecipanti ipercritici, scelta legittima, che troverà sempre un "ma" per non assegnare voti alti. Lei mi ha assegnato un voto basso prima che io assegnassi il voto, 4, al suo racconto. Il suo genere, come quello di altri, non mi è piaciuto. Ma non può essere quello il metro di giudizio per un racconto. Uno dei voti più alti l'ho assegnato a chi ha scritto un racconto che considero politicamente e eticamente scorretto. Il racconto quindi, penso, dovrebbe essere giudicato per l'originalità, per la correttezza formale (a prescindere da critiche su accenti aperti o chiusi che quando leggo certi commenti mi viene in mente una canzone di Gaber), la punteggiatura, lo stile. E poi c'è anche un discorso, personalmente, di preferire non votare (in questo concorso l'ho omesso una volta) piuttosto che assegnare un umiliante "1". Questo non vuol essere un giudizio sul tuo sentire il voto, è una spiegazione su come personalmente ritengo dovrebbe basarsi una votazione. 🤗
Ognuno ha un suo metro di giudizio ed è giusto così. Se un uno è umiliante sono stato umiliato due volte; trovo che siano ben altri gli atteggiamenti umilianti soprattutto se iscrivendosi alla gara si ha ben chiaro il regolamento.
Questo è il mio metro di giudizio se poi non sarò un buon giudicante tanto meglio, sarebbe la prova che per natura è un mondo lontano da me. Ci tenevo solamente a spiegarmi, le simpatie sono sempre esistite che lo si voglia ammettere o meno e anch'io, a volte, fatico nel non essere influenzato da ciò. Felice di essermi spiegato :-)
Avatar utente
Massimo Baglione
rank (info):
Site Admin
Messaggi: 9337
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Massimo Baglione »

Simone_Non_é ha scritto: 11/10/2020, 6:29 Rispondo qui tanto sono sicuro anche Massimo Baglione mi leggerà, visto che ha citato una risposta.
Rileggendo per scrupolo la mia risposta, ci tengo a precisare che la mia battuta circa le votazioni non intendeva affatto significare che chi vota diametralmente opposto sia uno stupido, era una riflessione in generale, nel senso che spesso, dal proprio punto divista, sembra così, ma che il bello della Democrazia sta proprio nel fatto che, appunto, le idee diametralmente opposte possono invece essere quelle giuste o, per lo meno, possono (o devono) far riflettere.
Mi scuso in ogni caso se qualcuno ha interpretato male la mia pessima battuta :-)
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Visto che la discussione è nata sotto la mia storia, aggiungo anche il mio pensiero.
Come già detto, non me la prendo se qualcuno mi assegna un "1", anche perchè è una cosa che faccio anche io.
Non voto per amicizia: sono qui da così poco tempo e ci sono così tanti concorrenti, che non li distinguo nemmeno l'uno dall'altro. Voto il racconto e mi baso su ciò che ho provato leggendo.
Credo che ognuno segua un suo preciso metro di giudizio nel votare e penso che sia giusto così: ognuno cerca qualcosa, persegue un suo scopo quando legge, quindi valuterà in base alla soddisfazione ricavata dalla lettura.
Personalmente, quando leggo voglio entrare nella storia e dimenticare la realtà. Cerco coinvolgimento e immedesimazione. Più ne trovo e più alto sarà il voto. Se ci sono errori di battitura, di ortografia o sintassi, se i tempi verbali sono sbagliati o le concordanze non ci sono, se la punteggiatura mi costringe a rileggere più volte per capire, se la logica e la coerenza interna ed esterna del testo non ci sono, ecco, tutto questo mi fa perdere l'immedesimazione e il voto si abbassa.
Uno di voi due (guarda, nemmeno so chi l'ha scritto… sarà l'età e la memoria che se ne va!) mi ha definito ipercritica. Non credo di esserlo, sono solo delusa dalla lettura per non aver trovato ciò che cercavo. Di solito assegno "1" quando mi annoio leggendo (a volte fatico ad arrivare fino in fondo e comincio a saltare qualche riga qua e là), quando perdo il filo logico del racconto, quando non riesco a comprendere il messaggio dell'autore.
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Però, come cavolo fate a sapere che voto avete ricevuto da un dato concorrente?
Ho controllato i voti assegnati a Simone (1) e Marcello (3).
Per il racconto di Simone, come ho già motivato, ho trovato prevedibilità e un uso non buono della tecnica dello straniamento (parere personale, ovvio, ma dato che a votare sono io, il mio parere prevale). Inoltre, immedesimazione zero in quello che ho pensato da subito fosse un bruco e totale mancata comprensione del senso della storia, che sicuramente c'è ma non mi è giusto.
Per il racconti di Marcello l'immedesimazione è stata parziale, quindi l'impatto emotivo della storia, che c'è ed è forte, mi ha coinvolta solo in parte. "3" non è un voto che considero basso e risulta da una teorica media tra il "5" di quel paio di frasi stupende e il "3 o anche meno" - diciamo 2 - per la perdita di immedesimazione tra narratore esterno e focalizzazione interna.
Mauro Conti
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 85
Iscritto il: 30/08/2020, 20:55

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Mauro Conti »

La questione non è semplice.
L'1 è sicuramente avvilente per chi lo prende ma fa parte del gioco.
Io direi che chi vuole dare 1 ne ha facoltà ma almeno lo motivi. Io parlo in generale non mi sto riferendo a nessuno in particolare.
Che poi come è già stato detto inventarsi una recensione negativa è facile, ma almeno si fanno le cose "alla luce del sole".
Io ad esempio inserirei il commento obbligatorio per chi desidera votare un racconto attribuendo 1 e anche per il 5; perché secondo me se da una parte ci sono racconti che prendono degli 1 senza motivo, ve ne è anche qualcuno che prende dei 5 senza motivo. Che poi anche li, i motivi sono personali, e siamo daccapo. Stiamo quindi parlando del voto minimo in assoluto e del voto massimo. Andrebbero motivati entrambi per avere un metro di giudizio, almeno minimo.
Poi non so se a livello tecnico può essere fattibile.
In ogni caso per me è la prima gara, un esperimento, nonostante tutto mi sto divertendo, sto leggendo molto e di tutto; ed è questo quello che conta. :D
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Grazie per il tuo parere, Mauro.
Stefyp
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 189
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Stefyp »

Il tuo stile mi piace sempre molto e le descrizioni qui sono davvero belle. Però...
Quando assegno un volto io penso allo stile sicuramente e poi a quanto il racconto mi abbia interessato/emozionato/incuriosito. Tutto quello che ha a che fare con i vampiri e compagnia bella non mi interessa e non mi diverte. È un problema mio non del racconto. Quindi darò un voto a metà per premiare lo stile. A rileggerti
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Stefyp ha scritto: 04/11/2020, 16:33 Il tuo stile mi piace sempre molto e le descrizioni qui sono davvero belle. Però...
Quando assegno un volto io penso allo stile sicuramente e poi a quanto il racconto mi abbia interessato/emozionato/incuriosito. Tutto quello che ha a che fare con i vampiri e compagnia bella non mi interessa e non mi diverte. È un problema mio non del racconto. Quindi darò un voto a metà per premiare lo stile. A rileggerti
Ti comprendo benissimo: anche io se, per qualsiasi motivo, non mi sento coinvolta nella lettura e non mi immedesimo, poi non riesco ad assegnare bei voti, anche quando la storia è scritta bene. :-)
Liliana Tuozzo
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 82
Iscritto il: 18/03/2010, 17:09

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Liliana Tuozzo »

Commento: Un genere che non mi attira molto, ma il racconto è scritto molto bene e si fa leggere senza intoppi. Trovo molto adeguate le descrizioni dell'uomo e della donna con elementi figurativi particolari che restano impressi nel lettore: lui disperato che calpesta la rosa, lei con i capelli neri neri e i canini che spuntano appena. Bella l'atmosfera retrò, non mi è piaciuto la ripetizione bella e dannata usata più volte, forse bastava alla fine. Un lavoro ottimo.
RobediKarta
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 18
Iscritto il: 02/11/2020, 2:14

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da RobediKarta »

Impeccabile descrizione di una scena notturna, ben congegnata. Però non mi ha preso più di tanto. Forse è il finale che non funziona, nella forma. Quella ripetizione di "era bella, bella e dannata" è un po' un cliché, anche nell'accostamento degli aggettivi. Anche "lei non cercava amore, ma sangue" forse non è del tutto necessario e rischia di togliere un po' di suggestione. Scrivi comunque bene.
Avatar utente
Massimo Baglione
rank (info):
Site Admin
Messaggi: 9337
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Massimo Baglione »

Ricordatevi di specificare esattamente "Commento" come titolo del messaggio usato per commentare le opere in Gara (senza prefissi come "Re:" o altri suffissi), altrimenti non verranno conteggiati dal sistema, grazie!
Se invece state solo rispondendo, non serve specificare.
Ricordatevi anche che il testo del commento deve essere lungo almeno 200 battute.
Vi rimando alle istruzioni delle Gare letterarie.
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org
Avatar utente
MattyManf
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 78
Iscritto il: 07/11/2020, 15:35
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da MattyManf »

Un testo molto curato, una descrizione cinematografica segue queste poche ma sufficienti azioni. Uno svolazzo di mantello, un ombra che si muove, la passione, la seduzione ed ecco che la trappola scatta. Il ritmo sale, il buio esplode poi il racconto, così come la sua protagonista, si congeda.

Molto bello, mi ha divertito ed accattivato. Il tema, certo, è quello classico della predatrice della notte. Eppure, anche una ricetta conosciuta, in mani capaci di eseguirla alla pefezione, può ancora soprerndere ed ammaliare.

brava!
Ultima modifica di MattyManf il 14/11/2020, 13:23, modificato 1 volta in totale.
:smt100 :smt100 :smt100
Date un'occhiara "Il Carillon di Absindaele" ,
il mio racconto gotico nella Gara d'Autnno!
Fatemi sapere cosa ne pensate!

Illustrazioni: https://www.instagram.com/chinevesperiane/
Wattpad: https://www.wattpad.com/user/NovelleVesperiane
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Liliana Tuozzo ha scritto: 04/11/2020, 22:37 Commento: Un genere che non mi attira molto, ma il racconto è scritto molto bene e si fa leggere senza intoppi. Trovo molto adeguate le descrizioni dell'uomo e della donna con elementi figurativi particolari che restano impressi nel lettore: lui disperato che calpesta la rosa, lei con i capelli neri neri e i canini che spuntano appena. Bella l'atmosfera retrò, non mi è piaciuto la ripetizione bella e dannata usata più volte, forse bastava alla fine. Un lavoro ottimo.
Grazie mille per il tuo gradito commento.
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Ida-59 »

RobediKarta ha scritto: 05/11/2020, 2:08 Impeccabile descrizione di una scena notturna, ben congegnata. Però non mi ha preso più di tanto. Forse è il finale che non funziona, nella forma. Quella ripetizione di "era bella, bella e dannata" è un po' un cliché, anche nell'accostamento degli aggettivi. Anche "lei non cercava amore, ma sangue" forse non è del tutto necessario e rischia di togliere un po' di suggestione. Scrivi comunque bene.
Grazie per il tuo commento. I cliché a volte servono anche a inquadrare un genere, se ben usati; così come le ripetizioni possono a volte assurgere alla funzione di figura retorica, se non si esagera. Magari ho sbagliato le dosi. :)
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 131
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Re: Bella e dannata

Messaggio da leggere da Ida-59 »

MattyManf ha scritto: 12/11/2020, 19:24 Un testo molto curato, una descrizione cinematografica segue queste poche ma sufficienti azioni. Uno svolazzo di mantello, un ombra che si muove, la passione, la seduzione ed ecco che la trappola scatta. Il ritmo sale, il buio esplode poi il racconto, così come la sua protagonista, si congeda.

Molto bello, mi ha divertito ed accattivato. Il tema, certo, è quello classico della predatrice della notte. Eppure, anche una ricetta conosciuta, in mani capaci di eseguirla alla pefezione, può ancora soprerndere ed ammaliare.

brava!
Grazie mille per i tuoi complimenti: sono felice che una stroriella scritta e letta milla volte abbia però saputo dovertirti.
Rispondi

Torna a “Gara d'autunno, 2020”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


A Quattro mani

A Quattro mani

antologia di opere scritte a più mani

Una collaborazione, di qualunque natura essa sia, diventa uno stimolo, la fusione di peculiarità ben definite, la concretizzazione di un'intesa, la meraviglia di scoprire quel qualcosa che individualmente non si sarebbe mai potuta fare. È una prova, una necessità di miglioramento, il superamento dei propri limiti stilistici o di quei blocchi creativi che sovente ci pongono di fronte a un disarmante "foglio bianco". Gli autori di questa antologia ci hanno voluto provare.
A cura di Massimo Baglione.
Copertina di Antonio Abbruzzese.

Contiene opere di: Chiara Masiero, Mauro Cancian, Stefania Fiorin, Anna Rita Foschini, Ida Dainese, Alberto Tivoli, Marina Paolucci, Maria Rosaria Spirito, Marina Den Lille Havfrue, Cristina Giuntini, David Bergamaschi, Giuseppe Gallato, Maria Elena Lorefice.
Vedi ANTEPRIMA (802,46 KB scaricato 104 volte).
info e commenti compralo su   amazon

BReVI AUTORI - volume 3

BReVI AUTORI - volume 3

collana antologica multigenere di racconti brevi

BReVI AUTORI è una collana di libri multigenere, ad ampio spettro letterario. I quasi cento brevi racconti pubblicati in ogni volume sono suddivisi usando il seguente schema ternario:

Fantascienza + Fantasy + Horror
Noir + Drammatico + Psicologico
Rosa + Erotico + Narrativa generale

La brevità va a pari passo con la modernità, basti pensare all'estrema sintesi dei messaggini telefonici o a quelli usati in internet da talune piattaforme sociali per l'interazione tra utenti. La pubblicità stessa ha fatto della brevità la sua arma più vincente, tentando (e spesso riuscendo) in pochi attimi di convincerci, di emozionarci e di farci sognare.
Ma gli estremismi non ci piacciono. Il nostro concetto di brevità è un po' più elastico di un SMS o di un aforisma: è un racconto scritto con cura in appena 2500 battute (sì, spazi inclusi).
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Giorgio Leone, SmilingRedSkeleton, Francesco Gallina, Laura Traverso, Umberto Pasqui, Patrizia Benetti, Luca Valmont, Alessandra Leonardi, Mirta D, Pasquale Aversano, Gabriella Pison, Alessio Del Debbio, Alberto Tivoli, Angela Catalini, Marco Vecchi, Roberta Eman, Michele Botton, Francesca Paolucci, Enrico Teodorani, Marco Bertoli, Fausto Scatoli, Massimo Tivoli, Laura Usai, Valentina Sfriso, Athos Ceppi, Francesca Santucci, Angela Di Salvo, Antonio Mattera, Daniela Zampolli, Annamaria Vernuccio, Giuseppe Patti, Dario Sbroggiò, Angelo Bindi, Giovanni Teresi, Marika Addolorata Carolla, Sonia Barsanti, Francesco Foddis, Debora Aprile, Alessandro Faustini, Martina Del Negro, Anita Veln, Alessandro Beriachetto, Vittorio Del Ponte.
Vedi ANTEPRIMA (215,03 KB scaricato 99 volte).
info e commenti compralo su   amazon

BReVI AUTORI - volume 1

BReVI AUTORI - volume 1

collana antologica multigenere di racconti brevi

BReVI AUTORI è una collana di libri multigenere, ad ampio spettro letterario. I quasi cento brevi racconti pubblicati in ogni volume sono suddivisi usando il seguente schema ternario:

Fantascienza + Fantasy + Horror
Noir + Drammatico + Psicologico
Rosa + Erotico + Narrativa generale

La brevità va a pari passo con la modernità, basti pensare all'estrema sintesi dei messaggini telefonici o a quelli usati in internet da talune piattaforme sociali per l'interazione tra utenti. La pubblicità stessa ha fatto della brevità la sua arma più vincente, tentando (e spesso riuscendo) in pochi attimi di convincerci, di emozionarci e di farci sognare.
Ma gli estremismi non ci piacciono. Il nostro concetto di brevità è un po' più elastico di un SMS o di un aforisma: è un racconto scritto con cura in appena 2500 battute (sì, spazi inclusi).
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Fausto Scatoli. Giorgio Leone, Annamaria Vernuccio, Luca Franceschini, Alphaorg, Daniel Carrubba, Francesco Gallina, Serena Barsottelli, Alberto Tivoli, Giuseppe C. Budetta, Luca Volpi, Teresa Regna, Brenda Bonomelli, Liliana Tuozzo, Daniela Rossi, Tania Mignani, Enrico Teodorani, Francesca Paolucci, Umberto Pasqui, Ida Dainese, Marco Bertoli, Eliseo Palumbo, Francesco Zanni Bertelli, Isabella Galeotti, Sandra Ludovici, Thomas M. Pitt, Stefania Fiorin, Cristina Giuntini, Giuseppe Gallato, Marco Vecchi, Maria Lipartiti, Roberta Eman, Lucia Amorosi, Salvatore Di Sante, Valentina Iuvara, Renzo Maltoni, Andrea Casella.
Vedi ANTEPRIMA (1,41 MB scaricato 134 volte).
info e commenti compralo su   amazon




Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 65 - Viaggi, amici, bagagli

La Gara 65 - Viaggi, amici, bagagli

(luglio/agosto 2017, 30 pagine, 676,30 KB)

Autori partecipanti: Ser Stefano, Massimo Tivoli, Daniele Missiroli, Angela Catalini, Nunzio Campanelli, Enrico Gallerati, Angelo Manarola,
a cura di Ida Dainese.
Scarica questo testo in formato PDF (676,30 KB) - scaricato 56 volte.
oppure in formato EPUB (757,58 KB) (vedi anteprima) - scaricato 54 volte..
Lascia un commento.

La Gara 61 - Ai confini della Realtà

La Gara 61 - Ai confini della Realtà

(novembre/dicembre 2016, 15 pagine, 777,31 KB)

Autori partecipanti: Massimo Tivoli, Ida Dainese, Gabriele Ludovici, Angela Catalini,
a cura di Massimo Tivoli.
Scarica questo testo in formato PDF (777,31 KB) - scaricato 98 volte.
oppure in formato EPUB (579,86 KB) (vedi anteprima) - scaricato 109 volte..
Lascia un commento.

La Gara 67 - Cavalieri di ieri, di oggi e di domani

La Gara 67 - Cavalieri di ieri, di oggi e di domani

(novembre 2017, 30 pagine, 736,36 KB)

Autori partecipanti: Nunzio Campanelli, Alberto Tivoli, Daniele Missiroli, Lodovico, Massimo Tivoli, Conrad, Carlocelenza, Patrizia Chini,
a cura di Ida Dainese.
Scarica questo testo in formato PDF (736,36 KB) - scaricato 65 volte.
oppure in formato EPUB (907,03 KB) (vedi anteprima) - scaricato 67 volte..
Lascia un commento.