Al teatro degli sconosciuti

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'autunno 2020.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 22/12/2020, 23:00

1 - non mi piace affatto
0
Nessun voto
2 - mi piace pochino
1
17%
3 - si lascia leggere
5
83%
4 - è bello
0
Nessun voto
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 6

FMonti80
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 4
Iscritto il: 29/10/2020, 17:02

Author's data

Al teatro degli sconosciuti

Messaggio da leggere da FMonti80 »


Possiamo entrare sempre di più nella vita degli altri, anche se non lo vogliono. Immaginare come siano quelle vite è diventato quasi un passatempo, crudele o divertente; spesso dipende da come usciamo dal confronto.
 Può succedere di guardare fuori in una sera qualunque, mentre sento il suono di una sirena e curioso spero non sia un’ambulanza. Quando il suono finisce, resto fisso, per non pensare a niente ma sapendo di aspettare qualcosa.
 La mia finestra ha tende bianche e grigie, raccolte a tre quarti da un nastro che le trasforma nelle vele di una barca, al vento. Nel vetro che resta compaiono la ragazza bionda del quarto piano e l’uomo del secondo. Entrambi affacciati; la prima alla finestra, il secondo al balcone del palazzo di fronte.
 Non sanno di essere insieme, alla stessa ora. Io sì e sorrido all’idea di custodire il piccolo segreto del quotidiano di altri, sconosciuti, in questi mesi diventati familiari.
 Incuriosito e impaziente, chiudo gli occhi per vedere meglio cosa succede, se stasera sarà un gesto nuovo a farmeli conoscere meglio. O forse arriverà qualcun altro ad arricchire la storia.
 Lei parla al telefono, Lui discute con la madre, ad ampi gesti. La mano di Lei è tagliente e determinata, quella di Lui disegna cerchi d’aria che, accompagnati verso l’alto, diventano un vortice.
 Segna il sentiero del mio sguardo fino a ritrovare la ragazza, mentre abbandona un palmo sulla maniglia di ottone. Avvicina alla finestra anche le spalle, gli occhi si chiudono. Il contatto col vetro raffredda le gote rosse che perdono vigore come l’animo, rassegnato. Succede tutto in poco, mi scuoto per la potenza delle parole di chi ha parlato, dall’altra parte del telefono. Sono dentro una nuova storia, lo dice il brivido che corre lungo la schiena.
 La ragazza scompare, la ricordo mentre in primavera curava i fiori, appoggiati al davanzale.
 Lui, due piani più sotto, adesso incede deciso, le dita sono unite, il braccio si muove di scatto come alcuni giocattoli della mia infanzia. Temo possa rompere qualunque cosa tocchi, per istinto sono io a fare un passo indietro.
 La madre Lo ascolta seduta alla sedia di paglia e accarezza un amico fedele; la fa sentire meno sola di fronte alla furia del figlio. Con un gesto deciso Lui impugna un guinzaglio, il cane lo segue, senza discutere.
 Torno due piani più su, ma vedo solo il ricordo malinconico della primavera: i fiori sono appassiti, neri come il buio della stanza senza luce. Vorrei sapere tutto di Lui e di Lei.
 Sono fortunato nel custodire il loro segreto non svelato; sorrido deluso, avrei voluto sapere tutto di gesti e parole.
 Mentre cerco altro che attiri l’attenzione, il cane da caccia appare in strada, seguito dal padrone con una sigaretta già accesa. Continuo a raccogliere indizi per creare la mia storia. Un autobus di linea alla fermata oscura la scena e rinnova la mia curiosità pungente.
 Quando il paesaggio è di nuovo libero, compare la ragazza bionda senza nemmeno avere avuto il tempo di arrotolare al collo una sciarpa rossa. Rincorre l’uomo sul marciapiede, Il cane ne ha già sentito i passi e il profumo. Lei veloce oltrepassa Lui, prima con lo sguardo fiero e le guance, tornate rosso fuoco, annunciano uno schiaffo che lascia il segno.
 Mi sento vibrare, la vita mi sta stupendo ancora una volta.
 Lei non ha tempo per altro e prosegue la corsa; il cane adesso strattona Lui, dalla parte opposta. Dopo un ultimo tiro veloce ma profondo, la sigaretta scompare spenta sotto la scarpa.
 Desidero che Lui la segua. Lei sembra leggermi nel pensiero e dopo qualche metro si ferma, tra le lacrime. Le braccia lungo il corpo finiscono in pugni stretti. Finalmente l’uomo tira il guinzaglio e il segugio da caccia diventa cane da slitta. Tira deciso; è la ragazza bionda a sentire i passi e il profumo, come se i sensi arrivassero sempre prima di tutto il resto. Il corpo li segue fedele, il viso si inarca all’indietro, poi le spalle, il bacino e le gambe. Lei e Lui, poco prima affacciati nelle proprie case si ritrovano l’una davanti all’altro. Gli istanti sembrano durare minuti interi.
 Il cane abbaia per vendicare il padrone. Vicini, Lei prova a resistere, le sue mani incontrano il petto di Lui, più forte dei vetri della finestra e il palmo questa volta scivola. Si sfidano col telefono in mano, urlano per scoprire chissà quali storie, custodite da un codice segreto.
 Cosa cercano? Chi c’è in quelle conversazioni? Forse un giorno potremo tutti non essere più capaci di parlarci.
 Lui le allunga la scatoletta nera, Lei legge ingorda, fino a nuove lacrime che bagnano un sorriso. La sciarpa rossa, nel bacio profondo che segue, si appoggia sulle loro spalle e da sola trova la via per legarli.
 Il cane, seduto ai piedi del padrone, mi scopre affacciato e indaga. Intorno la vita scorre ma per me il tempo si è fermato. Non mi allontano, tirato dal mio guinzaglio in direzioni impreviste nelle vite degli altri. Il respiro riprende.
 Restiamo io e il segugio, spettatori non paganti al teatro degli sconosciuti.
Marcello Rizza
rank (info):
Necrologista
Messaggi: 223
Iscritto il: 23/06/2015, 23:54

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Marcello Rizza »

Ciao, per una volta voglio provare a anticipare gli altri. Ti commento e non ti voto. E ora ti spiego il motivo. Tu scrivi come piace a me scrivere. Ma quel scrivere, quanto meno per ciò che mi riguarda, non "giunge". O si sceglie di farsi leggere da una nicchia di persone o si sceglie di farsi leggere. Il tuo racconto è da leggere tre, quattro, cinque volte, e raccoglierne il giusto succo. A me piace, dovrò più volte leggerlo, lo "indagherò", ma non è immediato. Vorrei che alcuni miei racconti fossero letti e indagati da più persone. Ti stimo ma ti "avviso", conoscendomi e parlando a me stesso, che la semplicità giunge mentre il flusso di parole che in poche righe esplica un universo di concetti affatica. E ora aspetto altri commenti, pur esprimendoti stima da "minoranza". Bravo, coraggioso, cogli con filosofia le conseguenze di un racconto di questo tipo.
Avatar utente
MattyManf
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 99
Iscritto il: 07/11/2020, 15:35
Contatta:

Author's data

Re: Al teatro degli sconosciuti

Messaggio da leggere da MattyManf »

Marello Rizza, mi hai preceduto. Ho il tuo stesso problema. Oggi pomeriggio ho scritto una recensione per questo racconto, ma non l'ho ancora postata: sono indecisissimo sul voto da dare e volevo rileggerlo
:smt100 :smt100 :smt100
Date un'occhiata a "Rose Nere" in Concorso FLASH.

sono FELICE perché...
:bicipit"Il Carillon di Absindaele" ,
si è piazzato al 3° posto su 45 concorrenti in Gara d'Autunno 2020!!!!
Fatemi sapere cosa ne pensate!
Illustrazioni: @chinevesperiane
Wattpad: https://www.wattpad.com/user/NovelleVesperiane
MattQuagliata
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 17
Iscritto il: 15/11/2020, 17:39

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da MattQuagliata »

Sono alquanto combattuto dalla tua proposta, ma tirando le somme ho scelto di rimanere nel mezzo, anche se il mio voto definitivo sarebbe stato più un 3,5, ma ahimè non ho questa possibilità. Ti spiego meglio.
Mettendo da parte il fatto che il genere non è il mio preferito, ho trovato alcuni pro e contro. Tra i contro, ritengo che parti del testo sono state un pò mal distribuite, alcune descrizioni spezzano in maniera innaturale la narrazione e frammenti di narrazione all'interno di una descrizione sono un pò abbandonati a sè e non credo che funzioni. Tra i pro direi che la storia è scorrevole, senza picchi di genio nè grosse lacune, la scena del ricongiungimento in strada dei due ragazzi mi è piaciuta e il cane come "personaggio" mi ha fatto sorridere.
Sono curioso di leggere tuoi lavori futuri, ciao :D
Avatar utente
MattyManf
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 99
Iscritto il: 07/11/2020, 15:35
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da MattyManf »

OFF:Va bene, questa cosa si sta propagando troppo. Comincio io.

COMMENTO
Molto originale e ben curtato. Ciò che mi colpisce maggiormente è il contorno con cui hai deciso di cingere questa vicenda. Questo spettatore non pagante, che potremmo essere tutti e da cui ognuno, allo stesso tempo, non vorrebbe essere osservato. Eppure, ormai va così, con o senza "scatoletta". Per certi versi ricorda "finestra sul Cortile di Hitchcock
Che dire, mi hai colpito. Bella idea.

Quello che invece mi ha colpito meno è la vicenda in se, quella che c'è nella scatola e a cui manca invece quel sale che il contorno ha in abbondanza. Per questo, mi è davvero difficile votare il tuo racconto: la corince e il quadro vivono su due livelli troppo distanti.

Credo, in ogni caso, che sia un lavoro valido e ben pensato. Complimenti
:smt100 :smt100 :smt100
Date un'occhiata a "Rose Nere" in Concorso FLASH.

sono FELICE perché...
:bicipit"Il Carillon di Absindaele" ,
si è piazzato al 3° posto su 45 concorrenti in Gara d'Autunno 2020!!!!
Fatemi sapere cosa ne pensate!
Illustrazioni: @chinevesperiane
Wattpad: https://www.wattpad.com/user/NovelleVesperiane
FMonti80
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 4
Iscritto il: 29/10/2020, 17:02

Author's data

Re: Al teatro degli sconosciuti

Messaggio da leggere da FMonti80 »

ciao e grazie a tutti dei commenti! sono molto importanti considerato che é la prima volta che pubblico qualcosa
MattQuagliata
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 17
Iscritto il: 15/11/2020, 17:39

Author's data

Re: Al teatro degli sconosciuti

Messaggio da leggere da MattQuagliata »

FMonti80 ha scritto: 20/11/2020, 15:48 ciao e grazie a tutti dei commenti! Sono molto importanti considerato che é la prima volta che pubblico qualcosa
Non c'è di che, sono alle prime armi anch'io
A rileggerti
Mauro Conti
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 85
Iscritto il: 30/08/2020, 20:55

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Mauro Conti »

Ho dovuto leggere il racconto più volte e devo essere sincero, non riesco a trovare un filo logico, una trama, un'idea di fondo se non un osservatore che "spia" altre persone da lontano, dalla propria finestra. E' tutto molto ingarbugliato e a spezzoni.
Non mi sbilancio per ora, vorrà dire che lo leggerò ancora un altro paio di volte prima di decidere: uno, SE votare e in seconda battuta (soprattutto) come. Per ora mi ha trasmesso molto poco a livello comunicativo. Per ora mi chiamo fuori. :D
Lucia De Falco
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 138
Iscritto il: 08/03/2020, 14:37

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Lucia De Falco »

Mi sento vicina al narratore, perché in passato anch'io, quando ero una studentessa che studiava ore, dal balcone sbirciavo la vita degli altri, crogiolandomi nelle esistenze più belle ed immaginando di scrivere, un giorno, di alcune storie, magari solo prendendo spunto da alcune situazioni. Secondo me lo scrittore può prendere spunto dalla realtà, sbirciando un po', anche da casa sua. Tu hai rivelato uno dei segreti dello scrittore, hai fatto entrare il lettore nei meccanismi della scrittura e questo trovo che sia originale. La vicenda in sé sembra romantica, forse si potrebbe aggiungere qualcosa, comunque nel complesso il testo è piacevole ed il linguaggio è curato.
Avatar utente
Fausto Scatoli
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 551
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

sarà perché io queste situazioni non le ho vissute e non le vivo, ma non riesco a entrare nella storia come vorrei.
è scritto molto bene, solo un paio di refusi ma sono errori di battitura.
però non porta nulla a me che lo leggo.
pare l'elenco di una serie di situazioni, dove qualcosa viene descritto (abbastanza bene) ma tutto il resto lo devi immaginare.
per ora non voto, devo rileggere
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Marcello Rizza
rank (info):
Necrologista
Messaggi: 223
Iscritto il: 23/06/2015, 23:54

Author's data

Re: Al teatro degli sconosciuti

Messaggio da leggere da Marcello Rizza »

Curioso che a questo racconto, che ha comunque degli spunti interessanti, la maggior parte delle persone attendano a votare. Penso che l'autore debba spiegarsi e invogliare, in un modo o nell'altro, a votare. Per crescere.
FMonti80
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 4
Iscritto il: 29/10/2020, 17:02

Author's data

Re: Al teatro degli sconosciuti

Messaggio da leggere da FMonti80 »

Ciao, colgo l'occasione per spiegare quanto spero basti per aiutare a votare. Il racconto è nato dal desiderio di cogliere un breve tempo, pochi minuti e di tentare di trasmettere il coinvolgimento che può esserci nella vita tra sconosciuti. spiare la vita degli altri con mezzi tecnologici è quasi una regola, oggi che la chiusura non offre troppi spunti alla propria. Almeno questo è quello che sento da chi mi circonda.. così la curiosità del guardare può essere una via d'uscita inattesa, per continuare ad emozionarsi, senza troppo ordine perchè l'emozione così mi pare più vera. Però come ho detto è la mia prima pubblicazione perciò sono davvero contento che il racconto vi abbia fatto pensare o venga riletto. per questo vi ringrazio e coglierò ogni suggerimento. Buna serata!
Laura Traverso
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 457
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Mi associo al commento dei più per dire che il racconto, pur se scritto bene, è risultato essere, per me, poco comprensibile. In alcuni punti mi ha ricordato "la finestra sul cortile" il film famoso di Hicthcock, ma solo per lo spiare la vita degli altri. Qui mancano nessi e collegamenti per rendere la storia intrigante.
Simone_Non_é
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 160
Iscritto il: 16/12/2019, 1:27

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Simone_Non_é »

Racconto decisamente interessante e originale dove la quotidianità viene vissuta come opera teatrale, regalando quindi al lettore una nuova visione. Le descrizioni risultano per la maggior parte piacevoli, forse in alcuni punti però interferiscono con il ritmo dell'intera opera. Buona scrittura
Rispondi

Torna a “Gara d'autunno, 2020”



Ci sono 4 concorsi attivi



Storie Gotiche, del Terrore e del Mistero

Storie Gotiche, del Terrore e del Mistero

bando di concorso per la realizzazione di un'antologia di opere ispirate alla paura dell’ignoto.

- (attivo) - bando e commenti.

a cura di Roberto Virdò per BraviAutori.it

L'ignoto ci aspetta al varco, silenzioso e paziente, per catapultarci nello strapiombo degli incubi o nel vortice di ansie e desideri repressi. Amori contrastati e spettri, buie segrete, ma anche improvvisi impeti di violenza o l'inconfessabile desiderio della morte dell'altro.

È in quest'ultimo termine che si nasconde il vero senso di quest'antologia, dove potremo sì trovare vampiri ed esseri soprannaturali, ma nella quale i veri mostri saranno, molto più spesso, dei comuni mortali, gli stessi che incrociamo sulle strade di ogni giorno, i cui volti ed espressioni riconosciamo ambiguamente familiari, tanto da non poter respingere con assoluta fermezza il sospetto che essi restituiscano, in definitiva, la nostra immagine speculare.

Per racconti, poesie, disegni ed elaborazioni grafiche digitali.



Metropolis

Metropolis

bando di concorso per la realizzazione di un'antologia di opere ispirate da un ambiente metropolitano.

- (attivo) - bando e commenti.

a cura di BraviAutori.it

Si dovranno immaginare delle storie che si svolgano in città, in un ambiente metropolitano con tanta gente, grattacieli e condomini, metropolitane e tram, smog e traffico. Non ha importanza se in una città del passato, del presente o del futuro.

Pensate anche agli animali che sono costretti a vivere lì con i loro padroni.

Insomma, buttatevi nel convulso traffico della megalopoli in cerca di avventure e incontri originali, inquietanti, comici o amorosi.

Per storie intendiamo qualsiasi tipo di componimento, scritto o grafico, che parli allo spettatore, quindi vanno bene racconti, poesie, disegni ed elaborazioni grafiche digitali.

Genere libero.



Scene da CoronaVirus

Scene da CoronaVirus

Bando per la realizzazione di una antologia di racconti, testi teatrali brevi e sceneggiature di cortometraggi di carattere umoristico e satirico che raccontano la permanenza in casa legata alla pandemia del Covid-19..

- (attivo) - bando e commenti.

a cura di Lorenzo Pompeo

Descrivete scene di vita quotidiana ambientate in un appartamento nel quale un nucleo familiare è costretto a fronteggiare problemi legati alla lunga convivenza forzata dovuta alle limitazioni e ai divieti dettati dalle autorità. Verranno privilegiati testi di carattere comico, umoristico e fantastico.

NB: l'eventuale libro cartaceo derivato dal presente concorso sarà messo in vendita al solo prezzo di costo, e l'ebook sarà gratuito.



Le Gare Stagionali

Le Gare Stagionali

Concorso stagionale con pubblicazione in ebook gratuito trimestrale e antologia cartacea annuale

a scadenza stagionale - (attivo) - bando e commenti.

a cura dello Staff di BraviAutori.it
Hai un racconto breve che vuoi mettere alla prova?

Le Gare letterarie stagionali sono concorsi a partecipazione libera, gratuiti, dove chiunque può mettersi alla prova divertendosi, conoscendosi e, perché no, anche imparando qualcosa. I migliori testi di ogni Gara saranno pubblicati in un ebook gratuito e a ogni ciclo di stagioni pubblicheremo una antologia annuale.

Nota: può votare e commentare anche chi non partecipa come autore.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Questa antologia a tema libero è stata ispirata dalle importanti parole di Sam L. Basie:
Dedicato a tutti coloro che hanno scoperto di avere un cervello, che hanno capito che non serve solo a riempire il cranio e che patiscono quell'arrogante formicolio che, dalle loro budella, striscia implacabile fino a detonare dalle loro mani. A voi, astanti ed esteti dell'arte.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Iunio Marcello Clementi, Noemi Buiarelli, Marco Bertoli, Liliana Tuozzo, Alessandro Carnier, Martina Del Negro, Lodovico Ferrari, Francesca Gabriel, Pietro Rainero, Fausto Scatoli, Gianluigi Redaelli, Ilaria Motta, Laura Traverso, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Ida Dainese, Marino Maiorino.
Vedi ANTEPRIMA (921,21 KB scaricato 49 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Museo letterario

Museo letterario

Antologia di opere letterarie ispirate dai capolavori dell'arte

Unire la scrittura all'immagine è un'esperienza antica, che qui vuole riproporsi in un singolare "Museo Letterario". L'alfabeto stesso deriva da antiche forme usate per rappresentare animali o cose, quindi tutta la letteratura è un punto di vista sulla realtà, per così dire, filtrato attraverso la sensibilità artistica connaturata in ogni uomo. In quest'antologia, diversi scrittori si sono cimentati nel raccontare una storia ispirata da un famoso capolavoro dell'Arte a loro scelta.
A cura di Umberto Pasqui e Massimo Baglione.
Introduzione del Prof. Marco Vallicelli.
Copertina di Giorgio Pondi.

Contiene opere di: Claudia Cuomo, Enrico Arlandini, Sandra Ludovici, Eleonora Lupi, Francesca Santucci, Antonio Amodio, Isabella Galeotti, Tiziano Legati, Angelo Manarola, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Alberto Tivoli, Anna Rita Foschini, Annamaria Vernuccio, William Grifò, Maria Rosaria Spirito, Cristina Giuntini, Marina Paolucci, Rosanna Fontana, Umberto Pasqui.
Vedi ANTEPRIMA (211,82 KB scaricato 146 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Time City

Time City

amanti nel tempo

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Con questo romanzo scopriremo in che modo un rivoluzionario viaggio nel Tempo darà il via a un innovativo sistema di colonizzare la Luna e, forse, l'intero Universo. Partendo dalla Terra con una macchina del Tempo, è possibile arrivare sulla Luna? In queste pagine vi sarà raccontato del lato "Tempo" di questa domanda. La parte "Luna" (qui solo accennata) verrà sviluppata più corposamente nel seguito di questo libro auto-conclusivo. L'autore ha cercato a lungo qualche riferimento a opere che narrassero di un crononauta che sfrutti il viaggio nel Tempo per raggiungere il nostro satellite naturale, ma non è riuscito a trovarne alcuna. Lo scrittore Giovanni Mongini (autore, tra le varie cose, dello splendido articolo "Viaggio al centro del tempo") lo ha confortato in tal senso, perciò si vuole concedere il lusso di indicare la sua persona come colei che ha inventato per prima questo tipo di viaggio Terra-Tempo-Luna. Concedeteglielo, vi prego, almeno per un po' di… tempo.
Di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (1,00 MB scaricato 404 volte).
info e commenti compralo su   amazon




Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 29 - Storie parallele

La Gara 29 - Storie parallele

(marzo 2012, 44 pagine, 863,42 KB)

Autori partecipanti: Polly Russel, Nathan, Lodovico, Jane90, Conrad, Carlocelenza, Tuareg, Luigi Bonaro, Lorella15, Roberta Michelini, Antonella P, Diego Capani,
A cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (863,42 KB) - scaricato 170 volte.
oppure in formato EPUB (794,38 KB) (vedi anteprima) - scaricato 412 volte..
Lascia un commento.

La Gara 40 - La musica è letteratura

La Gara 40 - La musica è letteratura

(agosto 2013, 50 pagine, 1,14 MB)

Autori partecipanti: 2013Federica, Angelo Manarola, Nunzio Campanelli, Lodovico, LeggEri, Anto Pigy, Mastronxo, Desiree Ferrarese, Rovignon, Polly Russell, Lorella15, Monica Porta may bee, Nozomi, Freecora, Kaipirissima, Filippo19,
A cura di Antonella Pighin.
Scarica questo testo in formato PDF (1,14 MB) - scaricato 186 volte..
Lascia un commento.

La Gara 69 - Le parole che non ti ho mai detto

La Gara 69 - Le parole che non ti ho mai detto

(marzo 2018, 31 pagine, 956,10 KB)

Autori partecipanti: Lodovico, Patrizia Chini, Angela Catalini, Daniele Missiroli, Alberto Tivoli, Roberto Bonfanti, MicolFusca, David Cintolesi, Fabrizio Bonati, Enrico Gallerati,
a cura di Lorenzo Iero.
Scarica questo testo in formato PDF (956,10 KB) - scaricato 70 volte.
oppure in formato EPUB (569,16 KB) (vedi anteprima) - scaricato 57 volte..
Lascia un commento.