Mettetevi la giacca

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'autunno 2020.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 22/12/2020, 23:00

1 - non mi piace affatto
2
33%
2 - mi piace pochino
3
50%
3 - si lascia leggere
1
17%
4 - è bello
0
Nessun voto
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 6

Anassor
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 6
Iscritto il: 29/11/2020, 16:07

Author's data

Mettetevi la giacca

Messaggio da leggere da Anassor »


Anna passava le sue giornate ad inviare curriculum a destra, a manca.
 La mattina come sempre dopo avere bevuto il caffè per collegarsi con il mondo, iniziava il rito della lettura degli annunci per inviare le possibili risposte. A volte rispondeva ad inserzioni in base alle sue esperienze, a volte azzardava rispondendo ad inserzioni in aree in cui avrebbe sempre sognato di lavorare ed infine per sport si candidava ad annunci per sfida.
 Un pomeriggio mentre si preparava per la camminata quotidiana, attività che si era imposta per svagare la mente e affacciarsi alla vita vera, suonò il cellulare era un certo Signor Marco di un‘ Agenzia di Ricerche di mercato che la convocava il giorno dopo per un incontro per un annuncio a cui aveva risposto. Anna incredula e allo stesso tempo emozionata aveva risposto alla telefonata confermando che sicuramente si sarebbe presentata all’incontro. Una volta spento il cellulare si era guardata allo specchio e si era complimentata per avere vinto la sfida: l’annuncio per cui era stata convocata era uno di quelli che aveva inviato per sport.
 L’indomani all’ora fissata Anna si presentò presso l’Agenzia, era un colloquio di gruppo. Un piccolo gruppo, cinque persone in tutto. L’Intervistatrice Giulia li fece accomodare in una stanza, spiegando che ci sarebbero state più fasi e che ognuno era libero di andarsene quando voleva se non era convinto della posizione che offrivano. Per rompere il ghiaccio ad ogni candidato fu chiesto di fare una breve presentazione di se stesso, poi Giulia introdusse l’azienda, diede i dettagli della posizione ricercata ed infine passò ad una dimostrazione al pc. Ognuno era davanti a un pc e Giulia impartiva nozioni e istruzioni per muoversi. Dopo qualche minuto uno dei candidati in panne chiese ulteriori spiegazioni. Tutti si fermarono e Giulia rispose dapprima cortesemente poi visto che il candidato ancora non riusciva a risolvere, lo aveva invitato a prestare attenzione a quanto gli era stato spiegato. Il candidato allora punto sul vivo aveva colto l’occasione per fare ulteriori domande sulla posizione e avanzare richieste sul posto, ancora prima di essere assunto. Entrambi avevano cambiato tono. Il gelo era sceso nella stanza, i due ora stavano fronteggiandosi e più che un colloquio la discussione era diventata un duello verbale. E come in tutti i duelli ci doveva essere un vincitore. Giulia con voce decisa aveva messo fine a questo spettacolo dicendo: Si metta la giacca ed esca! Non è adatto per un lavoro di gruppo.
 Le parole riecheggiarono nella stanza ricordando a tutti che eravamo lì per essere esaminati ed eventualmente assunti. Una volta uscito il candidato, Giulia aveva ripreso ad impartire lezioni sull’uso del pc in un silenzio assoluto. Alla fine di una lunga spiegazione, un altro evento fece sobbalzare i presenti. Un altro candidato si era alzato in piedi e aveva detto che era ben lieto di mettersi la giacca e andare via perché aveva capito che questo non era il lavoro che stava cercando. Giulia aveva sorriso e apprezzando la sincerità del ragazzo, gli aveva aperto la porta della stanza e stretto la mano per salutarlo. La tensione ormai era alle stelle. Rimanevano solo tre candidati. Chi sarebbe stato il prossimo a lasciare o ad essere invitato a lasciare. Giulia propose una pausa prima di affrontare l’ultima parte. I 15 minuti d’intervallo sembrava non avessero mai fine. I tre candidati ognuno al suo posto non osavano nemmeno rivolgersi la parola. Giulia rientrò come stabilito e iniziò l’ultima parte del corso di preparazione per l’agognata posizione. Finita anche questa parte Giulia chiese ai candidati di leggere un testo a voce alta e completare degli esercizi già impostati sul pc. Anna fu la prima a leggere, si schiarì la voce ed iniziò a proclamare quanto aveva sotto gli occhi. Fu interrotta più volte da Giulia, che la esortava a leggere più lentamente e a bene scandire le parole fino all’ultimo. Poi fu il turno dell’unico candidato maschio rimasto. Egli aveva un forte accento del sud e pronunciava le parole lentamente, come per capire cosa stesse leggendo. Giulia lo rimproverò per avere variato a alcune parole. I testi non andavano cambiati. Non bisognava interpretare, modificare o altro ma leggere. Sembrava quasi di essere tornati a scuola con la maestra. Ed ora era la volta dell’altra candidata donna. Si trattava di una giovane che aveva una bella voce squillante anche se ogni tanto finiva le frasi aggiungendo un okay quasi per rassicurarsi e rassicurare il futuro ascoltatore. Giulia rimarcò l’uso continuo e inopportuno degli okay. Ed in ultimo fu la volta degli esercizi c’erano a disposizione 15 minuti al massimo e poi sarebbe suonata la campanella. I candidati estenuati si dedicarono a svolgere gli esercizi attendendo trepidanti il suono della campanella. Era finalmente arrivato il momento di mettersi la giacca, tornare a casa ed aspettare che il telefono suonasse per sapere se si era stati prescelti per il posto.
Anassor
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 6
Iscritto il: 29/11/2020, 16:07

Author's data

Re: METTETEVI LA GIACCA

Messaggio da leggere da Anassor »

E' un racconto di quotidianità di chi cerca lavoro e affronta le sfide che gli riserva la vita.
Avatar utente
Fausto Scatoli
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 551
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

non voglio essere negativo, ma è pieno di refusi ed errori.
ci sono tante d eufoniche da eliminare e la punteggiatura è completamente da rivedere.
certo, la storia può essere realistica, però mi paiono forzati alcuni episodi e comportamenti.
però sono fuori dal giro, quindi può essere davvero così.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
MattyManf
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 99
Iscritto il: 07/11/2020, 15:35
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da MattyManf »

Devo onvenire con Fausto che ci sono un bel po' di refusi da sistemare e parti da snellire. In alcuni punti una stessa parloa viene ripetuta spesso in frasi consecutive, non è un errore, ma credo appesantisca il testo.
Poi, se devo essere sincero, ho trovato alcuni passaggi un po' confusi o contorti.

L'idea di descrivere uno spaccato della vita dell'eterno "colloquiante" mi sembra buona, ma ti inviterei a rivedere il testo e sistemarlo. Ad esempio, migliorando la struttura delle "andate a capo" e facendo attenzione anche alla musicalità delle frasi.

Credo che ci siano degli episodi simpatici che meritino di essere valorizzati di più con un po' di attenzione.

Spero di rileggerti presto
:smt100 :smt100 :smt100
Date un'occhiata a "Rose Nere" in Concorso FLASH.

sono FELICE perché...
:bicipit"Il Carillon di Absindaele" ,
si è piazzato al 3° posto su 45 concorrenti in Gara d'Autunno 2020!!!!
Fatemi sapere cosa ne pensate!
Illustrazioni: @chinevesperiane
Wattpad: https://www.wattpad.com/user/NovelleVesperiane
Laura Traverso
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 457
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

E sì, dispiace dirlo ma il testo è pieno di errori, di ripetizioni all'infinito di... Giulia, anche. Una maggiore attenzione nella stesura sicuramente avrebbe reso più gradevole il racconto. Ma sbagliando si impara, ed è proprio vero...
Roberto Virdo'
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 180
Iscritto il: 08/06/2020, 11:04

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Virdo' »

Anassor devo dire che ho letto fino alla fine incuriosito. Circa alla metà mi sono detto: ora succede qualcosa. Questo qualcosa me lo sono portato in fondo. Non ti dico che la sorpresa dovesse per forza saltar fuori, ma la costruzione veniva giù sciolta e l'attesa, non so se volontariamente, l'hai creata e bene a mio modo di vedere. Questo atteso evento, pur sempre collegato alla realtà raccontata, poteva essere magari qualcosa che facesse riflettere sull'assurdità di certe situazioni. A un certo momento ho pensato che il lavoro consistesse nel solo leggere un testo... insomma tutta una montatura per poi chiedere un nulla.
Scrivi bene, non preoccuparti. E' vero qualcosina va sistemata, ma credo sia stato solo un difetto d'attenzione. Convengo con Matty, l'idea in sè è buona, la strada è intrapresa, in una parola: solo questione di tempo.
Lucia De Falco
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 138
Iscritto il: 08/03/2020, 14:37

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Lucia De Falco »

Anch'io ho trovato qualche errore e il racconto non mi entusiasma non mi trasmette nulla. Però, è vero che anch'io l'ho letto in attesa che succedesse qualcosa e non è successa. Quindi, suggerisco, per dare smalto al racconto e recuperarlo, di fare un finale a sorpresa. Per esempio, farei in modo che, per una serie di circostanze, venga scelta proprio la protagonista, proprio lei che aveva fatto domanda per sport, anche se magari meno qualificata degli altri, proprio per far capire le difficoltà e assurdità del mondo del lavoro.
Francesco Pino
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 138
Iscritto il: 09/05/2020, 17:55

Author's data

Re: Mettetevi la giacca

Messaggio da leggere da Francesco Pino »

Anna dovrebbe essere la protagonista, ma l'attenzione si riversa maggiormente su Giulia. Penso anch'io che la storia dovrebbe finire in un'altra maniera. Non si sa nulla del tipo di lavoro offerto e questo non giova a suscitare interesse nel racconto. Peccato perché mi stavi facendo ben sperare con la descrizione dello svolgimento del colloquio, immagino che tu volessi focalizzare l'attenzione proprio su quello. I colloqui di lavoro fatti in questa maniera sono una cosa assurda, li odiavo. Di peggio mi viene in mente solo la visita militare.
Aspetto il prossimo racconto.
Simone_Non_é
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 160
Iscritto il: 16/12/2019, 1:27

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Simone_Non_é »

Bella l'idea, certo andrebbe sviluppata meglio per rendere al lettore il tutto più fruibile, come già detto da altri sbagliando si impara. Io cercherei di stare particolarmente attento alle ripetizioni, buon proseguimento di scrittura
Rispondi

Torna a “Gara d'autunno, 2020”



Ci sono 4 concorsi attivi



Storie Gotiche, del Terrore e del Mistero

Storie Gotiche, del Terrore e del Mistero

bando di concorso per la realizzazione di un'antologia di opere ispirate alla paura dell’ignoto.

- (attivo) - bando e commenti.

a cura di Roberto Virdò per BraviAutori.it

L'ignoto ci aspetta al varco, silenzioso e paziente, per catapultarci nello strapiombo degli incubi o nel vortice di ansie e desideri repressi. Amori contrastati e spettri, buie segrete, ma anche improvvisi impeti di violenza o l'inconfessabile desiderio della morte dell'altro.

È in quest'ultimo termine che si nasconde il vero senso di quest'antologia, dove potremo sì trovare vampiri ed esseri soprannaturali, ma nella quale i veri mostri saranno, molto più spesso, dei comuni mortali, gli stessi che incrociamo sulle strade di ogni giorno, i cui volti ed espressioni riconosciamo ambiguamente familiari, tanto da non poter respingere con assoluta fermezza il sospetto che essi restituiscano, in definitiva, la nostra immagine speculare.

Per racconti, poesie, disegni ed elaborazioni grafiche digitali.



Metropolis

Metropolis

bando di concorso per la realizzazione di un'antologia di opere ispirate da un ambiente metropolitano.

- (attivo) - bando e commenti.

a cura di BraviAutori.it

Si dovranno immaginare delle storie che si svolgano in città, in un ambiente metropolitano con tanta gente, grattacieli e condomini, metropolitane e tram, smog e traffico. Non ha importanza se in una città del passato, del presente o del futuro.

Pensate anche agli animali che sono costretti a vivere lì con i loro padroni.

Insomma, buttatevi nel convulso traffico della megalopoli in cerca di avventure e incontri originali, inquietanti, comici o amorosi.

Per storie intendiamo qualsiasi tipo di componimento, scritto o grafico, che parli allo spettatore, quindi vanno bene racconti, poesie, disegni ed elaborazioni grafiche digitali.

Genere libero.



Scene da CoronaVirus

Scene da CoronaVirus

Bando per la realizzazione di una antologia di racconti, testi teatrali brevi e sceneggiature di cortometraggi di carattere umoristico e satirico che raccontano la permanenza in casa legata alla pandemia del Covid-19..

- (attivo) - bando e commenti.

a cura di Lorenzo Pompeo

Descrivete scene di vita quotidiana ambientate in un appartamento nel quale un nucleo familiare è costretto a fronteggiare problemi legati alla lunga convivenza forzata dovuta alle limitazioni e ai divieti dettati dalle autorità. Verranno privilegiati testi di carattere comico, umoristico e fantastico.

NB: l'eventuale libro cartaceo derivato dal presente concorso sarà messo in vendita al solo prezzo di costo, e l'ebook sarà gratuito.



Le Gare Stagionali

Le Gare Stagionali

Concorso stagionale con pubblicazione in ebook gratuito trimestrale e antologia cartacea annuale

a scadenza stagionale - (attivo) - bando e commenti.

a cura dello Staff di BraviAutori.it
Hai un racconto breve che vuoi mettere alla prova?

Le Gare letterarie stagionali sono concorsi a partecipazione libera, gratuiti, dove chiunque può mettersi alla prova divertendosi, conoscendosi e, perché no, anche imparando qualcosa. I migliori testi di ogni Gara saranno pubblicati in un ebook gratuito e a ogni ciclo di stagioni pubblicheremo una antologia annuale.

Nota: può votare e commentare anche chi non partecipa come autore.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Biblioteca labirinto

Biblioteca labirinto

Cinque scaffali di opere concatenate per raccontare libri, biblioteche e personaggi letterari

Riportare la lettura e la biblioteca al centro dell'attenzione dovrebbe essere un dovere di ciascuno di noi. Se in qualche misura ci riesce una raccolta di racconti non si può che gioirne, nella speranza che possa essere contagioso, come deve esserlo tutto ciò che ci spinge a riflettere e a interrogarci sull'essenza del nostro esistere.
A cura di Lorenzo Pompeo e Massimo Baglione.
introduzione del Prof. Gabriele Mazzitelli.

Contiene opere di: Alberto De Paulis, Monica Porta, Lorenzo Pompeo, Claudio Lei, Nunzio Campanelli, Vittoria Tomasi, Cristina Cornelio, Marco Vecchi, Antonella Pighin, Nadia Tibaudo, Sonia Piras, Umberto Pasqui, Desirée Ferrarese.
Vedi ANTEPRIMA (211,75 KB scaricato 176 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Non spingete quel bottone

Non spingete quel bottone

antologia di racconti sull'ascensore

Hai mai pensato a cosa potrebbe accadere quando decidi di mettere piede in un ascensore? Hai immaginato per un attimo a un incontro fatale tra le fredde braccia della sua cabina? Hai temuto, per un solo istante, di rimanervi chiuso a causa di un imponderabile guasto? E se dietro a quel guasto ci fosse qualcosa o qualcuno?
Trentuno autori di questa antologia dedicata all\'ascensore, ideata e curata da Lorenzo Pompeo in collaborazione col sito BraviAutori.it, hanno provato a dare una risposta a queste domande.
A cura di Lorenzo Pompeo
Introduzione dell\'antropologo Vincenzo Bitti.
Illustrazioni interne di Furio Bomben e AA.VV.
Copertina di Roberta Guardascione.

Contiene opere di: Vincenzo Bitti, Luigi Dinardo, Beatrice Traversin, Paul Olden, Lodovico Ferrari, Maria Stella Rossi, Enrico Arlandini, Federico Pergolini, Emanuele Crocetti, Roberto Guarnieri, Andrea Leonelli, Tullio Aragona, Luigi Bonaro, Umberto Pasqui, Antonella Provenzano, Davide Manenti, Mara Bomben, Marco Montozzi, Stefano D'Angelo, Amos Manuel Laurent, Daniela Piccoli, Marco Vecchi, Claudio Lei, Luca Carmelo Carpita, Veronica Di Geronimo, Riccardo Sartori, Andrea Andolfatto, Armando d'Amaro, Concita Imperatrice, Severino Forini, Eliseo Palumbo, Diego Cocco, Roberta Eman.
Vedi ANTEPRIMA (2,58 MB scaricato 494 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Antologia visual-letteraria (Volume tre)

Questa antologia a tema libero è stata ispirata dalle importanti parole di Sam L. Basie:
Dedicato a tutti coloro che hanno scoperto di avere un cervello, che hanno capito che non serve solo a riempire il cranio e che patiscono quell'arrogante formicolio che, dalle loro budella, striscia implacabile fino a detonare dalle loro mani. A voi, astanti ed esteti dell'arte.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Iunio Marcello Clementi, Noemi Buiarelli, Marco Bertoli, Liliana Tuozzo, Alessandro Carnier, Martina Del Negro, Lodovico Ferrari, Francesca Gabriel, Pietro Rainero, Fausto Scatoli, Gianluigi Redaelli, Ilaria Motta, Laura Traverso, Pasquale Aversano, Giorgio Leone, Ida Dainese, Marino Maiorino.
Vedi ANTEPRIMA (921,21 KB scaricato 49 volte).
info e commenti compralo su   amazon




Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 41 - Tutti a scuola!

La Gara 41 - Tutti a scuola!

(ottobre 2013, 49 pagine, 1,59 MB)

Autori partecipanti: Eliseo Palumbo, Lodovico, Polly Russell, Desiree Ferrarese, Rovignon, Nunzio Campanelli, Alessandro D, Lorella15, Eddie1969, Michele, Kaipirissima,
A cura di Antonella Pighin.
Scarica questo testo in formato PDF (1,59 MB) - scaricato 193 volte..
Lascia un commento.

La Gara 18 - Brividi a Natale

La Gara 18 - Brividi a Natale

(gennaio 2011, 40 pagine, 731,48 KB)

Autori partecipanti: Miriam Mastrovito, Ser Stefano, Alessandro Napolitano, Manuela, Roberto Guarnieri, Skyla, Exlex, Hellies15, Davide Sax, Tania Maffei, Cazzaro,
A cura di Mastronxo.
Scarica questo testo in formato PDF (731,48 KB) - scaricato 517 volte.
oppure in formato EPUB (394,72 KB) (vedi anteprima) - scaricato 213 volte..
Lascia un commento.

La Gara 61 - Ai confini della Realtà

La Gara 61 - Ai confini della Realtà

(novembre/dicembre 2016, 15 pagine, 777,31 KB)

Autori partecipanti: Massimo Tivoli, Ida Dainese, Gabriele Ludovici, Angela Catalini,
a cura di Massimo Tivoli.
Scarica questo testo in formato PDF (777,31 KB) - scaricato 99 volte.
oppure in formato EPUB (579,86 KB) (vedi anteprima) - scaricato 111 volte..
Lascia un commento.