Caro Babbo Natale...

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'inverno 2020/2021.

Sondaggio

1 - non mi piace affatto
0
Nessun voto
2 - mi piace pochino
5
63%
3 - si lascia leggere
3
38%
4 - è bello
0
Nessun voto
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 8

Antonella martino
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 8
Iscritto il: 09/06/2020, 18:51

Author's data

Caro Babbo Natale...

Messaggio da leggere da Antonella martino »


Caro Babbo Natale,
 spero vorrai scusarmi se questa lettera si intrufolerà tra le tante dei bambini che come ogni anno ti scrivono, lo so, ho passato gli anni gioiosi da tanto ormai ma ho un estremo bisogno di chiederti in dono qualche regalino speciale e in tutta onestà sento di avere un cuore più vicino a quello dei fanciulli che a quello della gente della mia età perciò guarda quello, guarda un po’ dentro di me.
 Questo è stato un anno veramente difficile per tutto il genere umano, da gennaio siamo entrati in un vortice di situazioni mai vissute prima e le perdite di vite umane sono ancora oggi troppe ma carissimo Babbo Natale qui la vita per molti è difficile a prescindere da questo virus, qui la gente muore ancora di malattia, muore persino di fame e a volte annegata, a volte assassinata, uccisa si.
  La gente , carissimo Babbo Natale, non ha pari opportunità in tutto il mondo, ci sono dei divari che mi fanno sentire cosi ingrata nei confronti della vita perché io davvero questo miracolo cosi grande non l’ho ancora mica capito e qualche volta la mia testa fugge lontano alla ricerca di un senso che in realtà è già nel mio cuore.
 Bhè non voglio tediarti troppo perciò giungo alle mie richieste:
 Elimina le malattie, tutte, le nuove e le vecchie e soprattutto quelle mortali e quelle debilitanti. Puoi lasciarci un semplice raffreddore che quello lo curiamo anche con la tanto decantata camomilla che la mia mamma dice di prepararmi e in tre giorni voglio che tutti siano guariti ma ehi non osare concedere un solo giorno di più. Non ce la faccio proprio ad accettare che nel 2020 debbano morire bambini, mamme, papà , ragazzi, uomini e donne, gente che avrebbe ancora una vita davanti e che certi reparti siano cosi stracolmi di gente, quei reparti non dovrebbero proprio esistere per carenza di pazienti. Non ti chiedo di eliminare la morte , beh potrei farlo, un regalo è pur sempre un regalo ma carissimo Babbo Natale mi sta bene se ci veniamo incontro l’un l’altro. Mi sta bene accettare che la morte potrà coglierci ma alla fine di una lunga e intensa vita per tutti senza alcuna minima distinzione, un giorno tutti dovremo sdraiarci nel nostro letto , circondarci dei nostri cari e aspettare con la pace nel cuore di chi sa che gli è stato concessa la stessa opportunità che a chiunque altro. E farà meno male a tutti, pensaci , saremmo tutti più felici, potremmo vivere senza le ansie nel cuore sapendo di avere tanto anni a disposizione. Decidi tu quanti, oltre i 90 mi stanno bene, non benissimo si intende ma è un buon compromesso.
 Il secondo regalo che ti chiedo forse è un po’ più difficile ma ci ho pensato bene, è qualcosa di radicale che eliminerebbe molte altre cose negative, come si suol dire” uno e buono”. Elimina l’egoismo, lascia che gli uomini scoprano la gioia condivisa , la fratellanza , l’amore e il rispetto, farai salve tante persone che vivono in posti del mondo dove c’è troppo divario tra il ricco e il povero, nessuno dovrà sentirsi costretto a mettersi su imbarcazioni di fortuna per andare alla ricerca di una vita migliore, ognuno avrà possibilità di una vita degna nel suo paese. Non ci sarebbero guerre per la gestione delle ricchezze della Terra perché tutti riusciremmo a goderne in pacifica convivenza. Osserva bene Babbo Natale, una miriade di problemi di meno.
 E in ultimo ma non meno importante ti chiedo di donare a tutto il genere umano la pace nel cuore, sembra un po’ una cavolata ma io voglio che tutti siano in grado di apprezzare un tramonto e di emozionarsi, di riuscire a ringraziare per la vastità di doni che la vita molto spesso ci fa. Non è affatto scontato Babbo Natale perchè c’ è un male oscuro che tenta di divorarci ogni giorno. Illumina le nostre vite e i nostri cuori, lasciaci intravedere la strada così che possiamo diventare davvero persone migliori.
 Proteggi i bambini che sono la parte innocente e vera del genere umano e che sanno sempre strapparmi un sorriso anche quando i sorrisi finiscono.
 Proteggi gli adolescenti che si preparano ad affrontare la vita e dona loro tutte le armi di cui hanno bisogno ma soprattutto la capacità di credere in se stessi.
 Proteggi le donne che spesso devono affrontare guerre nel silenzio del loro cuore.
 Proteggi tutti coloro che si sentono in difficoltà e non hanno il coraggio di chiedere aiuto.
 Credo possa bastare Babbo Natale, ti ringrazio in anticipo e so che esaudirai le mie richieste, non mi resti che tu perché tutto è diventato estremamente difficile.
 Con affetto , Antonella.
Ultima modifica di Antonella martino il 25/12/2020, 21:02, modificato 2 volte in totale.
Francesco Pino
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 138
Iscritto il: 09/05/2020, 17:55

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Francesco Pino »

La prima cosa che balza agli occhi è totalmente negativa: la punteggiatura è completamente da rifare e ci sono anche alcuni refusi. Di solito non mi permetto mai di giudicare un racconto da queste cose, ma nel tuo caso è troppo evidente. La lettura ne viene disturbata.
Detto questo sono colpito dalla semplicità di quello che hai scritto: una letterina a Babbo Natale e dei sogni che tutti noi (quasi) vorremmo che si avverassero.
Si, morire fa schifo, anche a 90 anni. E non è giusto che muoiano tanti giovani e tanti bambini per malattie infami. Woody Allen ci scherzava su: "morire non mi piace per niente, credo che sarà l'ultima cosa che faro'".
La seconda richiesta va all'essenza, alla radice: l'egoismo. E' vero, se l'uomo non avesse questo sentimento non ci sarebbero neanche le differenze sociali.
Il terzo desiderio mi sembra quello più difficile da esaudire, anche per Babbo Natale. Alcuni di noi non trovano pace senza alcun motivo… semplicemente non hanno pace.
Chissà quanta gente attorno a noi troverebbe questo tuo scritto banale, dunque altrettanto banalmente ti dico che il pensiero va d'istinto alla devastante semplicità di Immagine di John Lennon.
RobediKarta
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 35
Iscritto il: 02/11/2020, 2:14

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da RobediKarta »

Più che una lettera a Babbo Natale una preghiera a un Dio indifferente alle sorti umane. Ma non è un racconto, avevo capito che bisogna inviare storie, almeno è stato l'appunto principale che mi avete fatto in molti in autunno. Apprezzo il fatto che hai scritto col cuore, traspare la tua sincerità. Credo però che il nocciolo della soluzione dei problemi (per esempio le guerre) stia nell'individuo. La fine dell'egoismo e l'accettazione, o meglio la comprensione della morte, sono due fenomeni strettamente correlati; tu quasi vorresti l'immortalità ma alla fine chiedi una lunga vita per tutti e la fine dell'ego, per me chiedi la botte piena e la moglie ubriaca. Avendo conosciuto un paio di persone a me vicine guarite miracolosamente e diventate angeli in carne ed ossa rispetto a prima posso affermare che la dissoluzione dell'ego o la sua riduzione ad una giusta dimensione hanno bisogno dell'idea concreta di morte. Questa è la strada più breve e dolorosa. Altrimenti ci si arriva con anni di meditazione. Concettualmente quindi non riesco a farmi piacere la tua lettera, scusami. La morte è solo un passaggio. Il casello non è il contrario dell'autostrada.
Avatar utente
Fausto Scatoli
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 551
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

se da un lato è sempre piacevole leggere una letterina con richieste di cose belle e buone, dall'altro mi sarei aspettato qualcosa di diverso, che esca dallo schema classico.
cosa che qui non accade.
non avertene, è una pura riflessione personale.
poi devo, purtroppo, segnalare tanti errori e refusi, nonché una punteggiatura completamente da rivedere.
a rileggerti
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Laura Traverso
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 456
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

E si Antonella, qui ci si è anche per imparare dai nostri errori e migliorarci; non è una critica, è stato così per tutti: devo pertanto dire, anch'io, che ci sono davvero troppe cose da rivedere nel tuo racconto, che con un poco di attenzione in più andrebbero al loro posto (virgole staccate dalla parola, periodi lunghissimi senza la punteggiatura...). Circa il contenuto della tua narrazione, poi, sembra di ritornare al passato quando, da bambini, dovevamo recitare le "preghiere" pre-confezionate e intrise di buoni sentimenti. A rileggerti con piacere, ciao
Lucia De Falco
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 138
Iscritto il: 08/03/2020, 14:37

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Lucia De Falco »

Anche secondo me questo testo non è un racconto, quindi forse sembra poco idoneo alla gara e la punteggiatura va rivista. Mi ha colpito però la purezza d'animo dell'autrice. In particolare, mi sono sembrate importanti la richiesta di eliminare l'egoismo, come risoluzione di parecchi mali, e quella di fare in modo che le persone possano trovare la pace nel cuore.
Avatar utente
Roberto Bonfanti
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Sfido chiunque a non essere d’accordo con le richieste di questa “lettera”.
Ci sono molti refusi e imprecisioni, te ne segnalo qualcuno: sì (affermativo), beh, perché; anche la punteggiatura è da rivedere.
Babbo Natale è già passato, non ci resta che sperare che il nuovo anno ci porti un po’ di quelle cose che chiedi.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su BraviAutori.it: https://www.braviautori.it/forum/viewto ... =76&t=5384
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine
Selene Barblan
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 485
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Ciao; fermo restando che sarebbe bello che le tue richieste vengano soddisfatte, forse tutte tutte no (ad esempio non ho personalmente il bisogno di vivere fino a 90 anni), trovo questo tuo pezzo davvero un pò troppo carico. Come ti è già stato segnalato poi sarebbe da rivedere a livello formale. Globalmente mi spiace ma non mi è piaciuto molto.
Roberto Virdo'
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 151
Iscritto il: 08/06/2020, 11:04

Author's data

Re: Caro Babbo Natale...

Messaggio da leggere da Roberto Virdo' »

C'è una richiesta che vorrei aggiungere. Forse una dimenticanza da parte dell'autrice, o semplicemente una mia visuale più allargata. E siccome un po' di musica non guasta: "Uomini Soli", Pooh, 1990.
Nando71
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 32
Iscritto il: 07/01/2021, 1:04
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Nando71 »

Una bella lunga confessione piena di desideri personali ma che si vogliono estendere e condividere con tutti. Hai chiesto un mini Paradiso in Terra, leggo tra le righe più la paura di vivere che di morire.
Ilario Iradei
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 14/02/2020, 9:06

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Ilario Iradei »

Non ho mai creduto a babbo natale neanche quando ero piccolino. E non capivo come facevano gli altri bambini a crederci. Detto questo mi viene da scrivere che non credo neanche a questo racconto proprio perché è rivolto a un'entità immaginaria. Scrivere i propri desiderata a chi non esiste, e lo sappiamo che non esiste, è come scrivere che questi desiderata rimarranno tali in eterno. Significa che non si crede a quel che si scrive. E allora perché darsi la pena di scriverlo?
Avatar utente
Massimo Baglione
rank (info):
Site Admin
Messaggi: 9408
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Massimo Baglione »

Ilario Iradei ha scritto: 14/01/2021, 14:48E allora perché darsi la pena di scriverlo?
Non è molto piacevole questa tua domanda.
Diamine, siamo scrittori, mica giornalisti!
La tua domanda la dovresti allora rivolgere anche a circa metà degli scrittori di tutto il mondo che scrivono favole, fiabe, fantasy, fantascienza e horror, non credi?
Chiedi perché darsi la pena di scrivere?
Perché sì!, e se non ti piace il contenuto, commenta quello, non lo stimolo che ha spinto lo scrittore a scriverlo.
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org
Ilario Iradei
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 21
Iscritto il: 14/02/2020, 9:06

Author's data

Re: Caro Babbo Natale...

Messaggio da leggere da Ilario Iradei »

Era una domanda retorica in un periodo ipotetico. Non volevo offendere nessuno, se l'ho fatto chiedo venia, non era mia intenzione.
Rispondi

Torna a “Gara d'inverno, 2020/2021”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Bagliori Cosmici

Bagliori Cosmici

la Poesia nella Fantascienza

Il sonetto "Aspettativa" di H. P. Lovecraft è stato il faro che ha guidato decine di autori nella composizioni delle loro poesie fantascientifiche pubblicate in questo libro. Scoprirete che quel faro ha condotto i nostri poeti in molteplici luoghi; ognuno degli autori ha infatti accettato e interpretato quel punto fermo tracciando la propria rotta verso confini inimmaginabili.
A cura di Alessandro Napolitano e Massimo Baglione.

Contiene opere di: Sandro Battisti, Meth Sambiase, Antonella Taravella, Tullio Aragona, Serena M. Barbacetto, Francesco Bellia, Gabriele Beltrame, Mara Bomben, Luigi Brasili, Antonio Ciervo, Iunio Marcello Clementi, Diego Cocco, Vittorio Cotronei, Lorenzo Crescentini, Lorenzo Davia, Angela Di Salvo, Bruno Elpis, Carla de Falco, Claudio Fallani, Marco Ferrari, Antonella Jacoli, Maurizio Landini, Andrea Leonelli, Paolo Leoni, Lia Lo Bue, Sandra Ludovici, Matteo Mancini, Domenico Mastrapasqua, Roberto Monti, Daniele Moretti, Tamara Muresu, Alessandro Napolitano, Alex Panigada, Umberto Pasqui, Simone Pelatti, Alessandro Pedretta, Mattia Nicolò Scavo, Ser Stefano, Marco Signorelli, Salvatore Stefanelli, Alex Tonelli, Francesco Omar Zamboni.
Vedi ANTEPRIMA (2,55 MB scaricato 336 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Carosello

Carosello

antologia di opere ispirate dal concetto di Carosello e per ricordare il 40° anniversario della sua chiusura

Nel 1977 andava in onda l'ultima puntata del popolare spettacolo televisivo serale seguito da adulti e bambini. Carosello era una sorta di contenitore pubblicitario, dove cartoni animati e pupazzetti vari facevano da allegro contorno ai prodotti da reclamizzare. Dato che questo programma andava in onda di sera, Carosello rappresentò per molti bambini il segnale di "stop alle attività quotidiane". Infatti si diffuse presto la formula "E dopo il Carosello, tutti a nanna".
Per il 40° anniversario della sua chiusura, agli autori abbiamo chiesto opere di genere libero che tenessero conto della semplicità che ha caratterizzato Carosello nei vent'anni durante i quali è andato felicemente in onda. I dodici autori qui pubblicati hanno partecipato alle selezioni del concorso e sono stati selezionati per questo progetto letterario. Le loro opere sono degni omaggi ai nostri ricordi (un po' sbiaditi e in bianco e nero) di un modo di stare in famiglia ormai dimenticato.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Giorgio Leone, Enrico Teodorani, Cristina Giuntini, Maria Rosaria Spirito, Francesco Zanni Bertelli, Serena Barsottelli, Alberto Tivoli, Laura Traverso, Enrico Arlandini, Francesca Rosaria Riso, Giovanni Teresi, Angela Catalini.
Vedi ANTEPRIMA (357,78 KB scaricato 56 volte).
info e commenti compralo su   amazon

BiciAutori - racconti in bicicletta

BiciAutori - racconti in bicicletta

Trentun paia di gambe hanno pedalato con la loro fantasia per guidarci nel puro piacere di sedersi su una bicicletta ed essere spensierati, felici e amanti della Natura.
A cura di Massimo Baglione.
Copertina e logo di Diego Capani.

Contiene opere di: Alessandro Domenici, Angelo Manarola, Bruno Elpis, Cataldo Balducci, Concita Imperatrice, Cristina Cornelio, Cristoforo De Vivo, Eliseo Palumbo, Enrico Teodorani, Ettore Capitani, Francesco Paolo Catanzaro, Germana Meli (gemadame), Giovanni Bettini, Giuseppe Virnicchi, Graziano Zambarda, Iunio Marcello Clementi, Lodovico Ferrari, Lorenzo Dalle Ave, Lorenzo Pompeo, Patrizia Benetti, Raffaella Ferrari, Rebecca Gamucci, Rosario Di Donato, Salvatore Stefanelli, Sara Gambazza, Sandra Ludovici, Sonia Piras, Stefano Corazzini, Umberto Pasqui, Valerio Franchina, Vivì.
Vedi ANTEPRIMA (1,29 MB scaricato 336 volte).
info e commenti compralo su   amazon




Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 57 - Imbranati

La Gara 57 - Imbranati

(dicembre 2015, 27 pagine, 3,39 MB)

Autori partecipanti: Lodovico, Giorgio Leone, Angelo Manarola, Federico Pani, Alberto Tivoli, Skyla, Marina Paolucci, Eliseo Palumbo,
a cura di Carlocelenza.
Scarica questo testo in formato PDF (3,39 MB) - scaricato 121 volte.
oppure in formato EPUB (448,80 KB) (vedi anteprima) - scaricato 174 volte..
Lascia un commento.

La Gara 59 - Siamo come ci vedono o come ci vediamo noi?

La Gara 59 - Siamo come ci vedono o come ci vediamo noi?

(giugno/luglio 2016, 35 pagine, 1,73 MB)

Autori partecipanti: Lodovico, Nunzio Campanelli, Massimo Tivoli, Carlocelenza, Stefania Di Giannantonio, Mirtalastrega, Skyla74, Patrizia Chini, Gabriele Ludovici, Giorgio Leone,
a cura di Alberto Tivoli.
Scarica questo testo in formato PDF (1,73 MB) - scaricato 165 volte.
oppure in formato EPUB (583,49 KB) (vedi anteprima) - scaricato 157 volte..
Lascia un commento.

Giudizio Ardito - A.D. - Apocalypse Day

Giudizio Ardito - A.D. - Apocalypse Day

(maggio 2010, 88 pagine, 1017,02 KB)

Autori partecipanti: Lucia Manna, Mr. Nicotina, Vit, Ser Stefano, Mario, Magasulla, Augusto Manghisi, Massimo Baglione, Diego Bortolozzo, GiuseppeN, Seigi, Vecchia Zia Patty, Stefy71, CMT, Mastronxo, Manuela, Arditoeufemismo, Carlocelenza,
A cura di Arditoeufemismo.
Scarica questo testo in formato PDF (1017,02 KB) - scaricato 723 volte.
oppure in formato EPUB (702,41 KB) (vedi anteprima) - scaricato 203 volte..
Lascia un commento.