Indimenticabili note

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'estate 2021.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 21/09/2021, 0:00

1 - non mi piace affatto
1
5%
2 - mi piace pochino
9
45%
3 - si lascia leggere
7
35%
4 - è bello
2
10%
5 - mi piace tantissimo
1
5%
 
Voti totali: 20

Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Indimenticabili note

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

leggi documento Spiacente ma, in questo browser, la lettura a voce non funziona.

“le mie mani, come vedi, non tremano più, e ho nell’anima, in fondo all’anima, cieli immensi e immenso amore…” .

***

Sono stanca alla fine della giornata, ma non ho voglia di andare a dormire. Accendo la tv e penso “ci saranno le solite banalità, insomma, le solite barbe”.
Invece, sorpresa! Non è così, questa sera si festeggia un grande.
Resto inchiodata davanti al piccolo schermo oltre la mezzanotte e... la vita mi passa davanti.
Il mio cuore si fa lieto; anch’io canto.
Canto con loro, con i personaggi famosi che certo non mollano, nel senso che mantengono inalterato nel tempo lo stesso stile dei decenni prima. Purtroppo, però, è solo lo stile a restare invariato, il fisico, ahimè, tradisce il tempo trascorso e i tentativi di molti per mimetizzarlo risultano piuttosto penosi.
La chirurgia estetica la fa da padrona su tanti di loro, mi fanno molta tenerezza davvero, anche perché il risultato dei “ritocchini” è sovente disastroso. Si sa, non è facile per nessuno invecchiare, ma per chi è stato, o è ancora una star, immagino sia ancora maggiore la preoccupazione, deve essere a livello di ansia insopportabile per arrivare al punto di farsi quasi sfigurare. Per loro è più difficile rassegnarsi alla corsa del tempo.
Ma ecco che la magia si mette in atto e il patetico scompare. Iniziano a interpretare cinquant’anni di vita attraverso successi indimenticabili per ognuno di noi: la poesia vibra nell’aria.
Le loro voci sono rimaste identiche e le parole, stupende tutte, vanno diritte al cuore e rievocano ricordi di una gioventù ormai lontana.
C’è una tangibile emozione anche tra gli interpreti, se pur navigati.
Non fingono, si percepisce, sono davvero toccati dall’atmosfera: celebrano un grande che li ha resi famosi.


***

“Seduto in quel caffè, io non pensavo a te, poi all’improvviso lei sorrise…”.
Peccato, con questo stupendo e indimenticabile brano degli anni ’70 si chiude la serata. Avrei voluto che non finisse mai.

***

Eri presente alla trasmissione Giulio, con la tua solita aria modesta: li hai ascoltati cantare e con ognuno ti sei congratulato.
Tu, il genio della canzone italiana, che attraverso l'uso delle parole e della musica hai saputo creare storie straordinarie. Con ciò hai regalato fama e successo ai loro interpreti.
A noi, gente comune, accarezzi il cuore ogni volta che ascoltiamo le tue note indimenticabili. Penso che, ogni azione che riesce a raggiungere, e a far vibrare, l'anima di un'altra persona sia un grande dono: tu sei stato maestro nel farlo. Grazie.
Ultima modifica di Laura Traverso il 21/08/2021, 23:29, modificato 3 volte in totale.
Selene Barblan
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 619
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Seppur breve, o forse anche grazie alla brevità, questo racconto/riflessione/omaggio a un poeta arriva, trovo, dritto al punto. Senza eccessivi fronzoli, semplicemente, in modo sentito. A me è piaciuto, voto 4.
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Selene Barblan ha scritto: 29/06/2021, 20:55 Seppur breve, o forse anche grazie alla brevità, questo racconto/riflessione/omaggio a un poeta arriva, trovo, dritto al punto. Senza eccessivi fronzoli, semplicemente, in modo sentito. A me è piaciuto, voto 4.
Grazie molte Selene per aver letto, commentato e valutato generosamente il mio breve racconto. Ciao
Francesco Pino
rank (info):
Necrologista
Messaggi: 209
Iscritto il: 09/05/2020, 17:55

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Francesco Pino »

Sicuramente un sentito omaggio a uno dei più influenti parolieri della musica italiana. Purtroppo lo stile scelto secondo me non trasmette alcuna emozione, è più o meno la cronaca di una trasmissione vista in TV e basta. Anche lo spunto di riflessione sugli artisti che invecchiano e il loro ricorrere alla chirurgia plastica meritava forse che si “osasse” dire qualcosa in più. Peccato perché con quelle belle citazioni il racconto poteva volare alto. Voto 2.

Ps. Sia Laura che io abbiamo ricevuto il voto più basso senza alcun commento a giustificarlo. D’accordo che il regolamento lo permette però non mi sembra molto elegante dare 1 senza spiegare il perché un lavoro faccia completamente schifo.
Immagine
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Francesco Pino ha scritto: 01/07/2021, 10:10 Sicuramente un sentito omaggio a uno dei più influenti parolieri della musica italiana. Purtroppo lo stile scelto secondo me non trasmette alcuna emozione, è più o meno la cronaca di una trasmissione vista in TV e basta. Anche lo spunto di riflessione sugli artisti che invecchiano e il loro ricorrere alla chirurgia plastica meritava forse che si “osasse” dire qualcosa in più. Peccato perché con quelle belle citazioni il racconto poteva volare alto. Voto 2.

Ps. Sia Laura che io abbiamo ricevuto il voto più basso senza alcun commento a giustificarlo. D’accordo che il regolamento lo permette però non mi sembra molto elegante dare 1 senza spiegare il perché un lavoro faccia completamente schifo.
Un consiglio, lascia correre, ognuno è libero di fare come crede. Al tipo dell'1 evidentemente piace fare così, sparare a zero senza motivare, e d'altra parte tu hai sparato a zero anche con me che avevo molto motivato il mio 1. Non va mai bene vedi! E allora "aria", che ognuno faccia come vuole.
Francesco Pino
rank (info):
Necrologista
Messaggi: 209
Iscritto il: 09/05/2020, 17:55

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Francesco Pino »

Laura Traverso ha scritto: 01/07/2021, 15:21 Un consiglio, lascia correre, ognuno è libero di fare come crede. Al tipo dell'1 evidentemente piace fare così, sparare a zero senza motivare, e d'altra parte tu hai sparato a zero anche con me che avevo molto motivato il mio 1. Non va mai bene vedi! E allora "aria", che ognuno faccia come vuole.
Brutta cosa legarsi le cose al dito e tirarle fuori alla prima occasione, si chiama rancore. Visto che ti ricordi cosi' bene l'episodio ricorderai bene anche il mio commento di rirsposta al tuo e ricorderai pure che il mio commento non rimase solo e che qualcuno calco' la mano molto più di me.
Sul tuo consiglio non so. Come tu ben m'insegni non ci vuole nulla a scrivere un commento negativo qualsiasi per giustificare il voto, pero' io lo apprezzo davvero quando qualcuno perde un paio di minuti del suo tempo a giudicare quello che scrivo. Anche un commento negativo è una dimostrazione di interesse verso il mio lavoro, ci mancherebbe che si debba piacere a tutti.
Immagine
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Francesco Pino ha scritto: 01/07/2021, 17:53 Brutta cosa legarsi le cose al dito e tirarle fuori alla prima occasione, si chiama rancore. Visto che ti ricordi cosi' bene l'episodio ricorderai bene anche il mio commento di rirsposta al tuo e ricorderai pure che il mio commento non rimase solo e che qualcuno calco' la mano molto più di me.
Sul tuo consiglio non so. Come tu ben m'insegni non ci vuole nulla a scrivere un commento negativo qualsiasi per giustificare il voto, pero' io lo apprezzo davvero quando qualcuno perde un paio di minuti del suo tempo a giudicare quello che scrivo. Anche un commento negativo è una dimostrazione di interesse verso il mio lavoro, ci mancherebbe che si debba piacere a tutti.
Ti invito gentilmente a moderare i termini nei confronti altrui, miei in questo caso. Hai sempre da ridire su tutto. Se uno commenta, se non commenta, se da un voto basso, e via dicendo. Ribadisco che ritengo che ognuno abbia il diritto di fare come crede nell'ambito del regolamento di "Bravi Autori".
A me non importa se mi si da un uno, o meglio, non ne faccio certo un dramma ne mi permetto di bacchettare chi ha fatto una determinata scelta "numerica". Non si può pretendere, come fai tu affermando: "un commento negativo è dimostrazione di interesse verso il mio lavoro" . Il tuo lavoro??? ma per favore... datti una regolata che è meglio. Parli di rancore? Hai davvero un bel coraggio! Sei sempre tu che stressi, che critichi, ma già... Sai come si dice a Genova? CHE I PRIMI A PARLARE SONO GLI SCALINI ROTTI
Avatar utente
Massimo Baglione
rank (info):
Site Admin
Messaggi: 9382
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:

Author's data

Re: Indimenticabili note

Messaggio da leggere da Massimo Baglione »

Per cortesia, spostatevi in privato per questo tipo di beghe, grazie.
Per il resto, finché il tutto si svolge nel regolamento, è regolare.
Se non vi piace il regolamento (desiderato e stilato da voi, tra l'altro) avete due possibilità:
1- partecipare, in pace;
2- non partecipare, e amen.
Immagine

Immagine <<< io ero nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Indimenticabili note

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Massimo Baglione ha scritto: 02/07/2021, 5:33 Per cortesia, spostatevi in privato per questo tipo di beghe, grazie.
Per il resto, finché il tutto si svolge nel regolamento, è regolare.
Se non vi piace il regolamento (desiderato e stilato da voi, tra l'altro) avete due possibilità:
1- partecipare, in pace;
2- non partecipare, e amen.
Ciao Massimo, certo, hai ragione. Preciso, però, che le beghe di cui giustamente parli non sono state da me provocate, ne ora ne in precedenza. Io mi sono sempre attenuta al regolamento: che per me va più che bene così come è. Comunque terrò conto del tuo suggerimento: ignorerò, d'ora innanzi, qualsiasi tipo di provocazione, non rispondendo ne pubblicamente e neppure in privato. Ciao e grazie per l'attenzione. Laura Traverso
Francesco Pino
rank (info):
Necrologista
Messaggi: 209
Iscritto il: 09/05/2020, 17:55

Author's data

Re: Indimenticabili note

Messaggio da leggere da Francesco Pino »

Massimo Baglione ha scritto: 02/07/2021, 5:33 Per cortesia, spostatevi in privato per questo tipo di beghe, grazie.
Per il resto, finché il tutto si svolge nel regolamento, è regolare.
Se non vi piace il regolamento (desiderato e stilato da voi, tra l'altro) avete due possibilità:
1- partecipare, in pace;
2- non partecipare, e amen.
No Massimo, scusami ma non è giusto quello che scrivi. Tu qui sei l’amministratore.
Io non immagino nemmeno quanto lavoro e quanta pazienza ci vogliano per gestire un sito, ma come Laura ho buona memoria anch’io: è capitato che qualcuno con cui non ho nemmeno la minima confidenza si sia permesso di fare tra i commenti dell’umorismo sul mio cognome, e io zitto… e tutti zitti. E’ capitato che qualcuno pensasse essere figo rispondere a un mio commento con uno sfotto’, e io zitto… e tutti zitti. Adesso c’è questo “il tuo lavoro? Ma per favore…” e mi tocca leggere che le nostre beghe dobbiamo risolverle in privato. Far notare a una persona che se l’è legata al dito non è sullo stesso piano di un’offesa.
Nel mio tentativo (forse maldestro?) di spezzare una lancia in favore di Laura riguardo alla questione dei voti non c’è una critica al regolamento, ma al comportamento dei singoli che mette in evidenza un’inevitabile falla della quale sono sicuro sei ben conscio (usando una metafora calcistica il regolamento non proibisce al calciatore di continuare l’azione se c’è un uomo a terra, ma sappiamo che non è elegante farlo).
So comunque perfettamente che alcuni miei commenti rilasciati lungo il corso delle gare contengono la miccia della polemica (ma la polemica non è offesa… che te lo dico a fare) e che questo possa essere probabilmente “destabilizzante” per il tranquillo svolgimento delle stesse, dunque per agevolare il tuo lavoro ritengo sia più giusto non partecipare più alle gare perché “zitti e buoni” per me è solo il titolo di una canzone di successo.
Immagine
Avatar utente
Massimo Baglione
rank (info):
Site Admin
Messaggi: 9382
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:

Author's data

Re: Indimenticabili note

Messaggio da leggere da Massimo Baglione »

Francesco Pino ha scritto: 02/07/2021, 12:37... è capitato che qualcuno con cui non ho nemmeno la minima confidenza si sia permesso di fare tra i commenti dell’umorismo sul mio cognome, e io zitto… e tutti zitti. E’ capitato che qualcuno pensasse essere figo rispondere a un mio commento con uno sfotto’, e io zitto… e tutti zitti.
Di questo schifo non ne so nulla, dovevi farlo presente a me o a un moderatore.
Mandami i link in privato di questi post. Link dei singoli messaggi, non tel topic che li contiene, perché non ho voglia di spulciarmeli tutti. Mi sta anche passando la voglia di reggere tutto ciò, a dirla tutta.
Immagine

Immagine <<< io ero nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org
Alberto Marcolli
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 49
Iscritto il: 08/05/2018, 18:06

Author's data

Commento - Indimenticabili note

Messaggio da leggere da Alberto Marcolli »

“sino a oltre la mezzanotte” è sufficiente –oltre mezzanotte-
“il risultato dei “ritocchini” è sovente disastroso” concetto già espresso due righe più in su.
Racconto volutamente breve che trasmette emozioni musicali lontane.
Ci sei riuscita? A tratti si a tratti meno, ma siamo “bravi autori” non fenomeni. Tutti abbiamo bisogno di crescere, non importa se l’età (dal racconto immagino anche la tua) non è quella di un ragazzino.
Aver tratto lo spunto dall'ascolto di una trasmissione televisiva è un valido espediente.
Avrei descritto con più particolari le esecuzioni musicali, appassionando di più lo spettatore, ma dai commenti spero tu possa trarre nuove idee.
Voto 3
Ultima modifica di Alberto Marcolli il 18/09/2021, 9:19, modificato 1 volta in totale.
Errepi60
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 32
Iscritto il: 07/02/2020, 8:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Errepi60 »

Racconto molto, molto breve, ma che ci fa sentire vicini a te a guardare quella stessa trasmissione. Purtroppo nel complesso non trasmette sensazioni particolari se non quella di essere davanti alla TV.
Alberto Marcolli
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 49
Iscritto il: 08/05/2018, 18:06

Author's data

Indimenticabili note

Messaggio da leggere da Alberto Marcolli »

SECONDO COMMENTO (più ragionato)

Sospendo il giudizio sulla tua capacita di raccontare e sai perché? Perché tu hai stoffa da vendere come scrittrice, lo si capisce dal tuo periodare semplice e al contempo efficace. Immagino, ma vorrei sbagliarmi, che ti manchino le basi del narratore e gli argomenti/idee facciano un po' fatica a emergere.
Per narratore intendo colui che sa pescare da tutto quello che gli sta intorno, lo sa "digerire" e poi, se è anche un bravo scrittore, lo sa tradurre nella pagina scritta.
Se hai altri racconti, magari più lunghi, fammelo sapere.
E' chiaro che questo racconto avrebbe bisogno di molto altro per essere completo e soddisfare le giuste curiosità del lettore, ma lo stile c'è e questa è un'ottima base di partenza.
Prima ipotesi di correzione:
" sino a oltre la mezzanotte e, la vita mi passa davanti…"
io direi:
sin oltre mezzanotte, e la vita mi passa davanti…

Questa, invece, è solo un'idea:
la frase:
Eri presente alla trasmissione Giulio
io la cambierei mettendo un due punti prima di Giulio, ma non so bene se si adatta a quello che volevi dire.

Il mio voto è 3.
Avatar utente
Eleonora2
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 40
Iscritto il: 04/07/2021, 19:23

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Eleonora2 »

Indimenticabili note. Più che un racconto mi è sembrato un pezzo di giornalismo. Scritto in modo corretto, ben riuscito (tutto il resto è gusto personale) ma con impressioni ed emozioni. Scrivi in modo impeccabile; per questo ho dato 2 al tuo testo: sei brava e mi piacerebbe leggere altro di tuo (cosa che farò). Non hai pensato agli articoli di quotidiani o riviste? Opinione del tutto mia, siamo tutti qui per imparare.... ma tu sai già scrivere e, così pare, ti viene naturale farlo. Buona fortuna!
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Eleonora2 ha scritto: 16/07/2021, 19:46 Indimenticabili note. Più che un racconto mi è sembrato un pezzo di giornalismo. Scritto in modo corretto, ben riuscito (tutto il resto è gusto personale) ma con impressioni ed emozioni. Scrivi in modo impeccabile; per questo ho dato 2 al tuo testo: sei brava e mi piacerebbe leggere altro di tuo (cosa che farò). Non hai pensato agli articoli di quotidiani o riviste? Opinione del tutto mia, siamo tutti qui per imparare.... ma tu sai già scrivere e, così pare, ti viene naturale farlo. Buona fortuna!
Grazie Eleonora per la tua accurata recensione. Forse, sì, c'è un po' di "deformazione professionale", nel mio scritto, diciamo così... in merito alla tua opinione dove, tra l'altro dici: "mi è sembrato un pezzo di giornalismo". Questo mio in questa gara è un raccontino così, senza pretese. Ciao
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Errepi60 ha scritto: 15/07/2021, 8:07 Racconto molto, molto breve, ma che ci fa sentire vicini a te a guardare quella stessa trasmissione. Purtroppo nel complesso non trasmette sensazioni particolari se non quella di essere davanti alla TV.
Grazie molte anche a te per aver letto il mio brevissimo racconto: senza pretese. L'avere avuto la sensazione, leggendolo, di essere con me a guardare la Tv è già qualcosa... Ciao
Ultima modifica di Laura Traverso il 18/07/2021, 22:28, modificato 1 volta in totale.
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Alberto Marcolli ha scritto: 13/07/2021, 14:38 “sino a oltre la mezzanotte” è sufficiente –oltre mezzanotte-
“il risultato dei “ritocchini” è sovente disastroso” concetto già espresso due righe più in su.
Racconto volutamente breve che trasmette emozioni musicali lontane.
Ci sei riuscita? A tratti si a tratti meno, ma siamo “bravi autori” non fenomeni. Tutti abbiamo bisogno di crescere, non importa se l’età (dal racconto immagino anche la tua) non è quella di un ragazzino.
Aver tratto lo spunto dall'ascolto di una trasmissione televisiva è un valido espediente.
Avrei descritto con più particolari le esecuzioni musicali, appassionando di più lo spettatore, ma dai commenti spero tu possa trarre nuove idee.
Voto 3
Grazie Alberto per il tempo dedicato a leggere e a recensire il mio brevissimo racconto. Concordo con te sulle precisazioni che hai espresso su di esso: circa le ripetizioni (sul tuo primo commento).
In merito ai due puntini che avresti messo prima di Giulio non saprei, a me sembra meglio così come ho scritto, ma ci penserò. A fine gara terrò presente i tuoi suggerimenti apportando le modifiche suggerite.
Sono ospite di Bravi Autori da tanto tempo (anni) e ho praticamente sempre partecipato alle gare e a molte antologie. Quindi, se ne hai voglia, e tempo, potrai leggere altri miei scritti: è semplice trovarli, basta cliccare sulle stagioni precedenti. Un caro saluto e grazie anche per il voto, 3 va benissimo.
Andr60
rank (info):
Necrologista
Messaggi: 203
Iscritto il: 15/11/2019, 15:45

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Andr60 »

Racconto breve che si legge senza problemi, un pezzo più giornalistico che narrativo, se proprio si vogliono trovare dei difetti (visto che queste gare si basano su racconti di narrativa, ma non è una regola assoluta, vero?). Mi è quasi venuta voglia di aver assistito alla trasmissione: un fatto sorprendente, di solito le evito accuratamente, le rievocazioni plastificate.
Avatar utente
Ishramit
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 64
Iscritto il: 28/02/2021, 11:29
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Ishramit »

La scena funziona molto bene, si sente l'atmosfera vissuta dalla narratrice, ci si può immaginare con lei ad assistere allo spettacolo, e non sono d'accordo che non ci siano "le emozioni": ci sono, solo che il racconto ce le vuole far contemplare dall'esterno, piuttosto che dall'interno. Sarebbe molto efficace come parte di un racconto più lungo, come strumento per caratterizzare un personaggio, purtroppo così a sé stante rimane "episodico" e senza riportare per intero il nome dell'artista limita la possibilità di accendere un interesse nei suoi confronti (anche se gli indizi ci sono se uno non è pigro :P ).

Stilisticamente ottimo, come hanno già detto altri, solo un appunto: "e, la vita mi passa davanti". Dopo quella e può starci bene una pausa espressiva, ma non la renderei con una virgola, cozza un po' con la sua funzione logico-sintattica.
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Ishramit ha scritto: 24/07/2021, 16:06 La scena funziona molto bene, si sente l'atmosfera vissuta dalla narratrice, ci si può immaginare con lei ad assistere allo spettacolo, e non sono d'accordo che non ci siano "le emozioni": ci sono, solo che il racconto ce le vuole far contemplare dall'esterno, piuttosto che dall'interno. Sarebbe molto efficace come parte di un racconto più lungo, come strumento per caratterizzare un personaggio, purtroppo così a sé stante rimane "episodico" e senza riportare per intero il nome dell'artista limita la possibilità di accendere un interesse nei suoi confronti (anche se gli indizi ci sono se uno non è pigro :P ).

Stilisticamente ottimo, come hanno già detto altri, solo un appunto: "e, la vita mi passa davanti". Dopo quella e può starci bene una pausa espressiva, ma non la renderei con una virgola, cozza un po' con la sua funzione logico-sintattica.
Grazie Ishramit per la bella e utile recensione. Terrò conto, a fine gara, del suggerimento circa la "e".
Condivido! E' meglio come dici tu, grazie anche per il voto.
Circa il non l'aver citato il nome di Mogol per intero è stata una mia scelta. Certa che chiunque avrebbe capito al volo. Ma, effettivamente, ricordando la tua giovanissima età, non era poi così scontato... Ciao
Ultima modifica di Laura Traverso il 24/07/2021, 17:48, modificato 2 volte in totale.
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Andr60 ha scritto: 24/07/2021, 10:31 Racconto breve che si legge senza problemi, un pezzo più giornalistico che narrativo, se proprio si vogliono trovare dei difetti (visto che queste gare si basano su racconti di narrativa, ma non è una regola assoluta, vero?). Mi è quasi venuta voglia di aver assistito alla trasmissione: un fatto sorprendente, di solito le evito accuratamente, le rievocazioni plastificate.
Grazie Andr60, lieta che comunque ti sia piaciuto il mio breve racconto. Nemmeno a me solitamente piacciono certe artificiali rievocazioni, ma quella mi era piaciuta per i motivi descritti... E' stato bello ascoltare brani bellissimi legati alla mia vita, ai miei tempi...
Lucia De Falco
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 191
Iscritto il: 08/03/2020, 14:37

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Lucia De Falco »

Più che un breve racconto, è una riflessione su note del passato, tra il tempo che scorre e dolci ricordi. Suscita veramente il desiderio di aver assistito a quella trasmissione, ma si potrebbe arricchire, sicuramente inserendo qualche citazione in più, perché resta una riflessione circoscritta.
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Lucia De Falco ha scritto: 03/08/2021, 14:26 Più che un breve racconto, è una riflessione su note del passato, tra il tempo che scorre e dolci ricordi. Suscita veramente il desiderio di aver assistito a quella trasmissione, ma si potrebbe arricchire, sicuramente inserendo qualche citazione in più, perché resta una riflessione circoscritta.
Ringrazio anche te Lucia per avermi letto e commentato.
Piramide
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 13
Iscritto il: 21/07/2021, 19:02

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Piramide »

Il racconto, particolarmente breve, mi ha trasmesso poco. In un testo così corto mi sarei aspettato qualcosa in più sulle emozioni e qualcosa in meno sulla semplice narrazione o descrizione del programma. Per esempio, avrei voluto vedere più frasi come “Le loro voci sono rimaste identiche e le parole, stupende tutte, vanno diritte al cuore e rievocano ricordi di una gioventù ormai lontana.” O ancora “Tu, il genio della canzone italiana, che attraverso l'uso delle parole e della musica, hai saputo creare storie straordinarie che hanno reso famosi i loro interpreti.
A noi "comuni mortali", invece, accarezzi il cuore ogni volta che ascoltiamo le tue note indimenticabili.” Avrei invece evitato pezzi come per esempio il riferimento alla chirurgia estetica, che occupa una buona parte del racconto, in quanto trasmettono poco. Concludendo, quindi, ci sono buoni spunti ma rari. Apprezzo comunque l’idea di omaggiare uno dei più grandi parolieri della musica italiana, ma non mi sento di dare più di 2.
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Piramide ha scritto: 06/08/2021, 18:40 Il racconto, particolarmente breve, mi ha trasmesso poco. In un testo così corto mi sarei aspettato qualcosa in più sulle emozioni e qualcosa in meno sulla semplice narrazione o descrizione del programma. Per esempio, avrei voluto vedere più frasi come “Le loro voci sono rimaste identiche e le parole, stupende tutte, vanno diritte al cuore e rievocano ricordi di una gioventù ormai lontana.” O ancora “Tu, il genio della canzone italiana, che attraverso l'uso delle parole e della musica, hai saputo creare storie straordinarie che hanno reso famosi i loro interpreti.
A noi "comuni mortali", invece, accarezzi il cuore ogni volta che ascoltiamo le tue note indimenticabili.” Avrei invece evitato pezzi come per esempio il riferimento alla chirurgia estetica, che occupa una buona parte del racconto, in quanto trasmettono poco. Concludendo, quindi, ci sono buoni spunti ma rari. Apprezzo comunque l’idea di omaggiare uno dei più grandi parolieri della musica italiana, ma non mi sento di dare più di 2.
Grazie per aver letto il mio racconto breve e per averlo commentato. Va benissimo anche il voto, ci mancherebbe altro, grazie
Antonino Trovato
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 28
Iscritto il: 30/07/2021, 23:15

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Antonino Trovato »

Sono d'accordo con chi vede nel tuo racconto un taglio giornalistico... Ma chi se ne frega direi io! Semplice, breve, ma non banale, e soprattutto contenente ciò che io reputo fondamentale :emozione. La tua emozione. Hai condiviso un momento di pure sensazioni, che arrivano dritte al lettore. È vero, non è proprio un racconto, ma un bel tributo assieme a una giusta riflessione, e c'è tanto di ciò che hai provato. Ho letto che era senza pretese, e ci sta, ma le emozioni sono ben evidenti, e io, prima di ogni cosa, premio quelle! Un caro saluto😁
Avatar utente
Fausto Scatoli
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 636
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

come ha scritto qualcuno, non è un vero e proprio racconto; pare un resoconnto giornalistico sotto forma di riflessione personale.
è vero che non riesce a trasmettere tutto quel che vorrebbe, ma si capisce comunque l'emozione dell'autrice nel risentire quei testi: è come rivivere una vita intera.
rivedrei un attimo la punteggiatura, ci sono delle virgole di troppo.
in ogni caso si lascia leggere senza problemi.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Antonino Trovato ha scritto: 08/08/2021, 12:40 Sono d'accordo con chi vede nel tuo racconto un taglio giornalistico... Ma chi se ne frega direi io! Semplice, breve, ma non banale, e soprattutto contenente ciò che io reputo fondamentale :emozione. La tua emozione. Hai condiviso un momento di pure sensazioni, che arrivano dritte al lettore. È vero, non è proprio un racconto, ma un bel tributo assieme a una giusta riflessione, e c'è tanto di ciò che hai provato. Ho letto che era senza pretese, e ci sta, ma le emozioni sono ben evidenti, e io, prima di ogni cosa, premio quelle! Un caro saluto😁
Un caro saluto anche a te, Antonino. Ti ringrazio molto per la bella recensione, lieta davvero che sia riuscita a trasmetterti il senso di ciò che volevo dire col mio breve racconto. Ciao, e ancora grazie
Laura Traverso
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 519
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Author's data

Re: Commento

Messaggio da leggere da Laura Traverso »

Fausto Scatoli ha scritto: 15/08/2021, 11:57 come ha scritto qualcuno, non è un vero e proprio racconto; pare un resoconnto giornalistico sotto forma di riflessione personale.
è vero che non riesce a trasmettere tutto quel che vorrebbe, ma si capisce comunque l'emozione dell'autrice nel risentire quei testi: è come rivivere una vita intera.
rivedrei un attimo la punteggiatura, ci sono delle virgole di troppo.
in ogni caso si lascia leggere senza problemi.
Grazie Fausto per il tempo dedicato alla lettura del mio brevissimo, lieta davvero che si sia lasciato leggere senza problemi; ciao
Rispondi

Torna a “Gara d'estate, 2021”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2020 - (a colori)

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2020 - (a colori)

(edizione 2020, 4,73 MB)

Autori partecipanti: Macmariopc, Roberto Paradiso, Athosg, Alessandro Mazzi, Daniele Missiroli, Laura Traverso, Angelo Ciola, Giorgio Leone, Selene Barblan, Ingmar, Lodovico, Marco Daniele,
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (4,73 MB) - scaricato 87 volte..
Lascia un commento.

La Gara 52 - Colpo di fulmine

La Gara 52 - Colpo di fulmine

(maggio/giugno 2015, 19 pagine, 422,19 KB)

Autori partecipanti: Patrizia Chini, Gloria D. Fedi, Laura Chi, Alberto Tivoli, Ricci Giuliana, Maddalena Cafaro,
a cura di Giorgio Leone.
Scarica questo testo in formato PDF (422,19 KB) - scaricato 158 volte.
oppure in formato EPUB (189,80 KB) (vedi anteprima) - scaricato 209 volte..
Lascia un commento.

La Gara 19 - Un incipit da Re

La Gara 19 - Un incipit da Re

(febbraio 2011, 70 pagine, 821,30 KB)

Autori partecipanti: Skyla74, Exlex, Ser Stefano, Arianna, Emma Saponaro, Arditoeufemismo, GTrocc, Manuela, Carlocelenza, Pia, Hellies15, Bludoor, Mastronxo, Roberto Guarnieri, Yle, Tania Maffei, Angela Di Salvo, Lucia Manna, Michele, StillederNacht, Vit,
A cura di Miriam Mastrovito.
Scarica questo testo in formato PDF (821,30 KB) - scaricato 503 volte.
oppure in formato EPUB (496,96 KB) (vedi anteprima) - scaricato 228 volte..
Lascia un commento.





Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


77, le gambe delle donne

77, le gambe delle donne

ovvero: donne in gamba!

Antologia di 77 opere e 10 illustrazioni per esplorare, conoscere e rappresentare la complessità e la varietà dell'universo femminile. Ognuno dei testi presenti in questa antologia riesce a cogliere tanti aspetti, anche contrastanti, di questa creatura affascinante e sorprendente che assieme agli uomini per millenni ha contribuito, nell'ombra o sul palco della storia, all'evoluzione della civiltà così come la conosciamo oggi. è inutile aggiungere che 77 opere soltanto non hanno la presunzione di fornire una rappresentazione esaustiva, ma lasciamo che la parte di questo "iceberg" femminile ancora sommerso rimanga pronto per emergere in prossime indagini e, perchì no, per costituire ancora la materia prima di altre future opere di ingegno.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Tullio Aragona, Maria Basilicata, Mara Bomben, Alessandro Borghesi, Emanuela Bosisio, Nunzio Campanelli, Paolo Caponnetto, Alessandro Carnier, Gino Centofante, Polissena Cerolini, Antonio Ciervo, Luigi Andrea Cimini, Giacomo Colosio, Cristina Cornelio, Marika Davoli, Stella Demaris, Maria Rosaria De Simone, Cetta de Luca, Cristoforo De Vivo, Roberta Eman, Luca Fadda, Lorella Fanotti, Lodovico Ferrari, Raffaella Ferrari, Virginia Fiorucci, Anna Rita Foschini, Franco Frainetti, Manuela Furlan, Nicola Gaggelli, Isabella Galeotti, Rebecca Gamucci, Lucilla Gattini, Michela Giudici, Antonino R. Giuffrè, Alessandro Kabon, Concita Imperatrice, Carlotta Invrea, Greta Leder, Silvia Leuzzi, Yuleisy Cruz Lezcano, Libero, Marina Li Volsi, Rosalia Maria Lo Bue, Diego Luci, Sandra Ludovici, Verdiana Maggiorelli, Marino Maiorino, Angelo Manarola, Myriam Mantegazza, Germana Meli (geMadame), Roberta Michelini, Samuele Mocellin, Maurizio Nequio, Teresa Pace, Marina Paolucci, Roberto Paradiso, Umberto Pasqui, Viviana Picchiarelli, Daniela Piccoli, Anna Pisani, Luciano Poletto, Monica Porta, Pietro Rainero, Gianluigi Redaelli, Maria Rejtano, Stefania Resanfi, Franca Riso, Massimo Rosa, Francesca Santucci, Libera Schiano Lomoriello, Daniele Schito, Veronica Sequi, Salvatore Stefanelli, Stella Stollo, Paola Tomasello, Sonia Tortora, Liliana Tuozzo, Alessandro Zanacchi.
Vedi ANTEPRIMA (317,09 KB scaricato 347 volte).
info e commenti compralo su   amazon


Non spingete quel bottone

Non spingete quel bottone

antologia di racconti sull'ascensore

Hai mai pensato a cosa potrebbe accadere quando decidi di mettere piede in un ascensore? Hai immaginato per un attimo a un incontro fatale tra le fredde braccia della sua cabina? Hai temuto, per un solo istante, di rimanervi chiuso a causa di un imponderabile guasto? E se dietro a quel guasto ci fosse qualcosa o qualcuno?
Trentuno autori di questa antologia dedicata all\'ascensore, ideata e curata da Lorenzo Pompeo in collaborazione col sito BraviAutori.it, hanno provato a dare una risposta a queste domande.
A cura di Lorenzo Pompeo
Introduzione dell\'antropologo Vincenzo Bitti.
Illustrazioni interne di Furio Bomben e AA.VV.
Copertina di Roberta Guardascione.

Contiene opere di: Vincenzo Bitti, Luigi Dinardo, Beatrice Traversin, Paul Olden, Lodovico Ferrari, Maria Stella Rossi, Enrico Arlandini, Federico Pergolini, Emanuele Crocetti, Roberto Guarnieri, Andrea Leonelli, Tullio Aragona, Luigi Bonaro, Umberto Pasqui, Antonella Provenzano, Davide Manenti, Mara Bomben, Marco Montozzi, Stefano D'Angelo, Amos Manuel Laurent, Daniela Piccoli, Marco Vecchi, Claudio Lei, Luca Carmelo Carpita, Veronica Di Geronimo, Riccardo Sartori, Andrea Andolfatto, Armando d'Amaro, Concita Imperatrice, Severino Forini, Eliseo Palumbo, Diego Cocco, Roberta Eman.
Vedi ANTEPRIMA (2,58 MB scaricato 508 volte).
info e commenti compralo su   amazon


A Quattro mani

A Quattro mani

antologia di opere scritte a più mani

Una collaborazione, di qualunque natura essa sia, diventa uno stimolo, la fusione di peculiarità ben definite, la concretizzazione di un'intesa, la meraviglia di scoprire quel qualcosa che individualmente non si sarebbe mai potuta fare. È una prova, una necessità di miglioramento, il superamento dei propri limiti stilistici o di quei blocchi creativi che sovente ci pongono di fronte a un disarmante "foglio bianco". Gli autori di questa antologia ci hanno voluto provare.
A cura di Massimo Baglione.
Copertina di Antonio Abbruzzese.

Contiene opere di: Chiara Masiero, Mauro Cancian, Stefania Fiorin, Anna Rita Foschini, Ida Dainese, Alberto Tivoli, Marina Paolucci, Maria Rosaria Spirito, Marina Den Lille Havfrue, Cristina Giuntini, David Bergamaschi, Giuseppe Gallato, Maria Elena Lorefice.
Vedi ANTEPRIMA (802,46 KB scaricato 119 volte).
info e commenti compralo su   amazon