Il Trasferimento

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'autunno 2020.

votazione

Sondaggio concluso il 22/12/2020, 23:00

1 - non mi piace affatto
1
8%
2 - mi piace pochino
1
8%
3 - si lascia leggere
8
62%
4 - è bello
3
23%
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 13

Ibbor OB
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 32
Iscritto il: 13/06/2020, 18:46

Author's data

Il Trasferimento

Messaggio da leggere da Ibbor OB »


1.
 L’Agente Y e l’Agente K, incaricati della missione sul pianeta Terra, presero possesso della mente di due ospiti umani il 18 ottobre 2019 alle ore 23:35. I ricordi e le conoscenze degli uomini in cui furono trasferiti rimasero intatti ma la coscienza fu sostituita.
 La prima sensazione fu di disagio. Succedeva sempre così. Nel giro di pochi istanti, il trasferimento era completo e quel malessere svaniva. Si ritrovarono seduti, uno di fronte all’altro in un pub buio e chiassoso. Entrambi stavano sorseggiando una birra. Uno sguardo fu sufficiente per intendersi. Tutto era andato bene. Avevano preso il totale controllo degli ospiti e ora sapevano di chiamarsi Andrea e Marco.
 2.
 I primi trasferimenti effettuati dai Vulturiani, tutt’altro che semplici, spesso si erano rivelati assai pericolosi. Del resto, prendere possesso di un corpo in un mondo tanto lontano non è cosa da poco. D’altronde la loro smania di sapere era inestinguibile e ora, dopo la scoperta del “Trasferimento”, poteva finalmente essere soddisfatta.
 Grazie a questa tecnica la loro coscienza poteva essere trasferita in una creatura con uno sviluppo evolutivo comparabile in un pianeta lontano anche decine di migliaia di anni luce.
 Tali viaggi ormai andavano avanti da circa un secolo e i Vulturiani si stavano impadronendo dei segreti, delle tecnologie e delle conoscenze più profonde di tutte le entità senzienti dell’Universo.
 I loro successi li riempiva di orgoglio e li rendeva sempre più potenti.
 3.
 Giovanna era davvero innamorata, questa volta era quello giusto, se lo sentiva. Si diede un’ultima aggiustata al rossetto mentre si guardava allo specchio. Era molto bella e lo sapeva. Un concentrato di sensualità e maliziosa innocenza. Dopo l’ennesima compiaciuta occhiata, tornò nel locale e si sedette vicino ad Andrea che le sorrise come faceva sempre. A dire il vero Giovanna notò in lui qualcosa di strano. Forse aveva bevuto troppo, pensò.
 Fu una notte agitata. Lei non riusciva a prendere sonno mentre Andrea rimase sveglio a lavorare al computer fino all’alba e ogni tanto andava a controllare come stava.
 4.
 Per l’intera settimana Andrea e Marco lavorarono incessantemente per accumulare più informazioni possibili da portare ai superiori una volta tornati su Vultur. Ritenevano di essere tra i migliori agenti della loro squadra e ormai avevano visitato innumerevoli pianeti portando a termine con successo quasi tutte le missioni. Erano stati in grado di distinguersi per la dedizione alla causa e per l’importanza delle scoperte fatte.
 Quella prima sera avevano deciso di ritrovarsi nello stesso pub il venerdì successivo e ora erano lì. Stavano discutendo sul da farsi mentre gustavano un panino caldo super farcito accompagnato da un’enorme birra luccicante:
 — Agente K, — disse Marco — la vita dei terrestri non mi sembra un granché. Il livello scientifico e tecnologico sono piuttosto arretrati. Dal punto di vista sociale invece non vedo niente di interessante, anzi talvolta la loro ottusità mi sorprende. Insomma, una noia mortale.
 — Sì, sono d’accordo, — rispose l’agente K — non vedo niente di buono in questo pianeta. Nella vita degli esseri umani non ho ancora trovato una cosa che possa esserci utile.
 — Potremmo anticipare il rientro, che ne pensi? — chiese Y.
 — Non ne sono convinto… d’altronde dalle nostre indagini preliminari sembrava che qui ci saremmo imbattuti in qualcosa di speciale. Ti devo confessare che dopo una settimana di ricerche mi sento un po’ deluso e ho una gran voglia di tornare a casa. Nonostante tutto però, ho la sensazione che qualcosa ci stia sfuggendo, Y.
 L’agente Y si stava spazientendo — Agente K, io passo la giornata a portare i bambini a scuola, a fare un lavoro al limite della stupidità e di sera litigo sempre con mia moglie. Lo sai come funziona! Siamo Vulturiani ma nel momento in cui ci incarniamo diventiamo allo stesso modo terrestri a tutti gli effetti. Io sono l’agente Y ma anche Marco Sigoldi di anni quarantotto residente a Milano. E sinceramente non ho molta voglia di continuare a esserlo ancora a lungo.
 — Sì, ti capisco Y. OK, la decisione è presa! Domani a quest’ora ci ritroveremo qui e torneremo indietro. Porteremo ai nostri superiori quello che abbiamo appreso in questa settimana, sperando che sia all’altezza delle loro aspettative. L’incombenza di studiare la civiltà umana passerà a qualcun altro che farà il salto dopo di noi.
 5.
 Il giorno dopo, all’ora stabilita, Andrea e Marco o forse sarebbe più giusto dire l’agente K e l’agente Y, raggiunsero il punto scelto per il Trasferimento.
 — Non vedo l’ora di lasciare questo pianeta e le vuote vite degli esseri umani! — disse Y, con un sorriso impaziente e una leggera smorfia di disgusto.
 — Eppure Y, mi chiedo se non ci sia sfuggito qualcosa? — rispose K sentendo una strana inquietudine che non riusciva a spiegarsi.
 I tubi di trasferimento si materializzarono attorno ai corpi dei due agenti interspaziali. Ci sarebbero voluti solo pochi secondi per completare il salto. Fu in quel momento che l’agente K capì il motivo della sua inquietudine. Una fitta al petto gli fermò per un istante il respiro. Non voleva perderla! Doveva assolutamente rivederla! Non sopportava l’idea di non poter più stare con Giovanna. Lei dava un significato a quella vita inutile. Era così. Era lei la chiave di tutto e lo strano sentimento che provava era forse ciò che stavano cercando. I tubi iniziarono a restringersi, ancora qualche secondo e i due agenti spaziali sarebbero tornati al loro avanzatissimo pianeta.
 Andrea ovvero l’agente K, saltò fuori proprio all’ultimo istante. Un rumore sordo accompagnò il trasferimento e i tubi scomparvero. L’agente Y si incarnò nuovamente nella sua corazza bionica e fece un urlo di gioia. — Wow, ragazzi che brutta esperienza! Meno male che sono di nuovo qui! — alzò le braccia in segno di vittoria e si guardò intorno — Ehi ma dov’è K? — chiese stupito.
 Intanto K accendeva il motore della sua scassatissima Fiat con un sorriso pieno di eccitazione e il cuore colmo di gioia e di attesa. Stava andando da Giovanna e non vedeva l’ora di riabbracciarla e baciarla. Non si era mai sentito così vivo prima d’ora. La vita sulla Terra era bellissima pensò. Ora gli era tutto chiaro!
Ultima modifica di Ibbor OB il 08/12/2020, 18:09, modificato 7 volte in totale.
Avatar utente
MattyManf
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 101
Iscritto il: 07/11/2020, 15:35
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da MattyManf »

Un racconto che mi ha fatto sorridere e che vuole far riflettere su quanto siamo pronti a lamentarci dei quello che abbiamo. Devo dire che non condivido fino in fondo la morale ma ho apprezzato alcune idee.
La trama è lineare ed il colpo di scenza finale è reso con il giusto ritmo (anche se un po' me lo aspettavo, più che altro perchè il tema viene trattato spesso).
La suddivisione in paragrafi numerati funziona bene ed incoraggia la lettura, oltre a dare cadenza al racconto.
L'idea di un taferimento mentale non è nuovissima, ma il fatto che la coscienza sia inalterata mi sembra orginale e mi è piaciuto! (ma confesso di non aver letto moltissima fantascienza)

Il linguaggio è semolice e sintetico, molto adatto ad un racconto umoristico (ed un po' agrodolce come questo). Sono sicuro che gli amanti del genere lo apprezzeranno.

Mi avrebbe forse fatto piacere sapere di più sui Vulturiani, sul perchè non conoscano i sentimenti o su cosa gli renda possibile il trasferimento. Ma, non è una mancanza: sono soltanto curioso.

Ne complesso, una lettura piacevole dalle ottime premesse, ma che nel finale mi ha un po' perso.
:smt100 :smt100 :smt100
Date un'occhiata a "Rose Nere" in Concorso FLASH.

sono FELICE perché...
:bicipit"Il Carillon di Absindaele" ,
si è piazzato al 3° posto su 45 concorrenti in Gara d'Autunno 2020!!!!
Fatemi sapere cosa ne pensate!
Illustrazioni: @chinevesperiane
Wattpad: https://www.wattpad.com/user/NovelleVesperiane
Avatar utente
MattyManf
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 101
Iscritto il: 07/11/2020, 15:35
Contatta:

Author's data

Re: Il Trasferimento

Messaggio da leggere da MattyManf »

PS: non hai messo il sondaggio, per cui non posso votarti!
:smt100 :smt100 :smt100
Date un'occhiata a "Rose Nere" in Concorso FLASH.

sono FELICE perché...
:bicipit"Il Carillon di Absindaele" ,
si è piazzato al 3° posto su 45 concorrenti in Gara d'Autunno 2020!!!!
Fatemi sapere cosa ne pensate!
Illustrazioni: @chinevesperiane
Wattpad: https://www.wattpad.com/user/NovelleVesperiane
Ibbor OB
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 32
Iscritto il: 13/06/2020, 18:46

Author's data

Re: Il Trasferimento

Messaggio da leggere da Ibbor OB »

Ti ringrazio del commento. In effetti avevo pensato di soffermarmi a spiegare le modalità con cui avviene il "Trasferimento", ma non volevo dilungarmi troppo ed ho preferito lasciare la cosa in sospeso.
PS: ho aggiunto il sondaggio
Avatar utente
Fausto Scatoli
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 564
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

c'è qualche errore, purtroppo, e anche il fatto che il trattino a fine dialogo non serve.
la storiella è simpatica, leggera e divertente, ma mi risulta troppo piatta, senza emozioni.
in sostanza, al termine mi rimane poco, troppo poco.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Lucia De Falco
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 141
Iscritto il: 08/03/2020, 14:37

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Lucia De Falco »

Questo testo di fantascienza mi ha fatto pensare a Star Trek. Anche a me sembra che l'idea di venire sulla Terra da altri pianeta entrando nel corpo di un umano non sia proprio nuova. Comunque, il testo è scorrevole e simpatico. Forse andava un po' approfondito. Il racconto mette in luce pro e contro del rapporto d'amore: litigi, battibecchi, il solito tran tran, ma anche quel quasi che forse dà senso alla vita.
Ibbor OB
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 32
Iscritto il: 13/06/2020, 18:46

Author's data

Re: Il Trasferimento

Messaggio da leggere da Ibbor OB »

Fausto mi dispiace che tu abbia trovato la storia un po' piatta, nonostante il tema sia l'importanza dei sentimenti. Ti ringrazio comunque del commento e della segnalazione dei trattini in più.
Selene Barblan
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 515
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Ciao!
Trovo il racconto scorrevole e, nella parte centrale, ironico o forse dovrei dire satirico. La parte finale mi piace meno, smorza secondo me l’effetto un po’ critico nei confronti del genere umano che sembra caratterizzare il racconto. Nel complesso si legge volentieri.
Francesco Pino
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 140
Iscritto il: 09/05/2020, 17:55

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Francesco Pino »

Il racconto si fa apprezzare per la sua scorrevolezza e la parte iniziale incuriosisce, vien voglia di vedere come si evolve la storia. E' sull'evoluzione della storia che ho qualcosina da ridire: secondo me andava un po' più approfondito quello che gli agenti hanno scoperto sugli umani. Sono noiosi, d'accordo, ma mi sembra un po' troppo generico. Il finale è poi troppo veloce, due parole in più sulla nascita del sentimento nei confronti di Giovanna ci stavano.
Storia non male nel complesso.
Andr60
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 139
Iscritto il: 15/11/2019, 15:45

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Andr60 »

E' una storiella simpatica, che mi ricorda M.I.B.(Men In Black), però visto dalla parte degli alieni. Forse qualcuno avrebbe dovuto dire al Vulturiano che l'amore non dura per sempre.
Si lascia leggere volentieri e, come unico appunto già evidenziato, il mancato approfondimento non solo del sentimento verso Giovanna ma anche verso altri aspetti dell'esistenza umana.
Potresti fare dei resoconti di altri viaggi...
M.perrella
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 28
Iscritto il: 28/03/2020, 19:22

Author's data

Re: Il Trasferimento

Messaggio da leggere da M.perrella »

Ci sono alcuni punti da sistemare e passaggi da approfondire, ma nell'insieme la storia funziona.
Per esempio ti potresti soffermare di più sui ricordi e conoscenze degli uomini in cui c'è stato il trasferimento e sulla coscienza che viene sostituita, un passaggio interessante.
Avatar utente
Ida-59
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 132
Iscritto il: 14/01/2020, 15:30
Località: Vigevano
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Ida-59 »

Direi che ci sono molti errori.
Difronte si scrive staccato
"Del resto, prendere possesso di un corpo in un mondo così lontano, non è cosa da poco" - la seconda virgola è tra soggetto e verbo.
Abuso della radice del termine trasferire e suoi composti nella parte iniziale.
Non mi sembra necessario ripetere in continuazione Agente Y Agente K nei dialoghi tra loro: sembrano degli automi!
Anche la ripetitività delle battute toglie tensione: da un lato troppo sicurezza e dall'altra dubbi informi, che secondo me sarebbero stati resi meglio nei pensieri del personaggio che non dalle sue parole.
No, non mi è piaciuto, nemmeno il finale, che ha poco senso se prima non è spiegato che su Vultur l'attrazione/amore tra i sessi è cosa sconosciuta. Oppure io non ho compreso il senso della storia.
Roberto Virdo'
rank (info):
Necrologista
Messaggi: 203
Iscritto il: 08/06/2020, 11:04

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Virdo' »

Davvero piacevole questo piccolo racconto, lo trovo anche ironico al punto giusto. Lo sapete, non sono il "recensore" modello, i miei percorsi sono emotivi e onestamente la leggerezza (in senso di tocco lieve) con cui l'autore si è accostato ai sentimenti mi è piaciuta. Non so se esista davvero una Giovanna, ma se cosi è potrà sentirsi felice di questa sincera, originale dichiarazione d'amore. Non dubito che nella prossima gara il mio 4 diverrà un 5 perché vedo fantasia e passione e sono due ingredienti atomici.
Ibbor OB
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 32
Iscritto il: 13/06/2020, 18:46

Author's data

Re: Il Trasferimento

Messaggio da leggere da Ibbor OB »

Ida-59. Faccio tesoro dei tuoi suggerimenti e delle segnalazioni che ritengo siano sempre molto preziosi e utili per migliorare.
Per quanto riguarda l’ultima parte del tuo commento, ho preferito non rispondere alla domanda se i Vulturiani conoscano l’amore fra uomo e donna oppure no perché non volevo appesantire il racconto e credo che non ne avrebbe cambiato il senso.

Roberto Virdò. Mi fa molto piacere che il racconto ti sia piaciuto, lo apprezzo davvero. Spero che ci sia una Giovanna nella vita di tutti anche se alle volte potrebbe anche non essere una persona ma semplicemente un'idea, una passione o la fede in qualcosa.
Avatar utente
Angelo Ciola
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 124
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Angelo Ciola »

E se poi scopre che Giovanna è anche lei una Vulturiana impegnata in una missione, di cui non erano a conoscenza? La storia, sebbene sfruttata, è interessante ma mi sembra rappresentata in un modo troppo ingenuo.
www.ciola.it
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine
Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine
Intervista:
https://www.braviautori.it/forum/viewto ... =76&t=5455
Ibbor OB
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 32
Iscritto il: 13/06/2020, 18:46

Author's data

Re: Il Trasferimento

Messaggio da leggere da Ibbor OB »

Angelo, cosa intendi quando dici che la storia è rappresentata in modo ingenuo?
Il racconto è pensato così, semplice, senza la pretesa di addentrarsi nei meandri angusti e soffocanti della vita umana che tutti bene o male hanno sperimentato e che ognuno di noi conosce. Poi, detto questo, chiunque è liberissimo di esprimere il proprio giudizio, ci mancherebbe!

PS: ho corretto alcuni errori ed eliminato qualche ripetizione di troppo.
Anna Gri
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 52
Iscritto il: 22/09/2020, 8:16

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Anna Gri »

Ciao Ibbor OB, ammetto che per mio gusto personale non ho un buon rapporto con gli extraterrestri, ma ammetto anche che per mio modesto parere il testo è scorrevole e ben scritto (ho un dubbio sulla riga esattamente sopra al punto 3). Ti confermo che alla fine ho trovato il tuo testo mooolto divertente e ti ringrazio per avermi regalato un sorriso.
Simone_Non_é
rank (info):
Apprendista
Messaggi: 160
Iscritto il: 16/12/2019, 1:27

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Simone_Non_é »

Un racconto scritto bene che si fa leggere senza grandi problemi, ma anche senza grandi colpi di scena. Purtroppo già da metà racconto avevo immaginato dove volesse andare a parare lo scritto, quindi per questa ragione non sono riuscito ad apprezzarlo in toto. Rimane comunque un bel lavoro, interessante la scelta dei paragrafi. Buona scrittura
Rispondi

Torna a “Gara d'autunno, 2020”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


La donna dipinta per caso

La donna dipinta per caso

racconti e poesie imperniati sulla donna in tutte le sue sfaccettature

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Il libro contiene quattro racconti lunghi, undici racconti brevi e trentuno poesie. Il tema principale è la donna in tutte le sue sfaccettature: amante, madre, figlia, gioco, musa, insegnante, dolore, tecnologia, delusione e speranza. Nella prefazione è ospitato un generoso commento del prof. Carlo Pedretti, professore emerito di storia dell'arte italiana e titolare della cattedra di studi su Leonardo presso l'Università della California a Los Angeles, dove dirige il Centro Hammer di Studi Vinciani con sede italiana presso Urbino. Copertina e alcune illustrazioni interne di Furio Bomben.
Di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (2,11 MB scaricato 758 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Downgrade

Downgrade

Riduzione di complessità - il libro Downpunk

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
è probabilmente il primo libro del genere Downpunk, ma forse è meglio dire che il genere Downpunk è nato con questo libro. Sam L. Basie, autore ingiustamente sconosciuto, presenta una visione dell'immediato futuro che ci lascerà a bocca aperta. In un futuro dove l'individuo è perennemente connesso alla globalità tanto da renderlo succube grazie alla sua immediatezza, è l'Umanità intera a operare su se stessa una "riduzione di complessità", operazione resa necessaria per riportare l'Uomo a una condizione di vita più semplice, più naturale e più... umana. Nel libro, l'autore afferma che "anche solo una volta all'anno, l'Essere umano ha bisogno di arrangiarsi, per sentirsi vivo e per dare un senso alla propria vita", ma in un mondo dove tutto ciò gli è negato dall'estremo benessere e dall'estrema tecnologia, le menti si sviluppano in maniera assai precaria e desolante, e qualsiasi inconveniente possa capitare diventerà un dramma esistenziale.
Di Sam L. Basie
a cura di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (2,50 MB scaricato 232 volte).
info e commenti compralo su   amazon

Mai Più

Mai Più

Antologia di opere grafiche e letterarie aventi per tema il concetto del MAI PIÙ in memoria del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, di AA.VV.

Nel 2018 cade il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, perciò abbiamo voluto celebrare quella follia del Genere umano con un'antologia di opere grafiche e letterarie di genere libero aventi per tema il concetto del "mai più".

Copertina di Pierluigi Sferrella.
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Ida Dainese, Alessandro Carnier, Romano Lenzi, Francesca Paolucci, Pasquale Aversano, Luisa Catapano, Massimo Melis, Alessandro Zanacchi, Furio Bomben, Pierluigi Sferrella, Enrico Teodorani, Laura Traverso, F. T. Leo, Cristina Giuntini, Gabriele Laghi e Mara Bomben.
info e commenti compralo su   amazon




Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2017 - (in bianco e nero)

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2017 - (in bianco e nero)

(edizione 2017, 2,39 MB)

Autori partecipanti:
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (2,39 MB) - scaricato 18 volte..
Lascia un commento.

La Gara 65 - Viaggi, amici, bagagli

La Gara 65 - Viaggi, amici, bagagli

(luglio/agosto 2017, 30 pagine, 676,30 KB)

Autori partecipanti: Ser Stefano, Massimo Tivoli, Daniele Missiroli, Angela Catalini, Nunzio Campanelli, Enrico Gallerati, Angelo Manarola.
a cura di Ida Dainese.
Scarica questo testo in formato PDF (676,30 KB) - scaricato 58 volte.
oppure in formato EPUB (757,58 KB) (vedi anteprima) - scaricato 64 volte..
Lascia un commento.

La Gara 49 - La contrapposizione

La Gara 49 - La contrapposizione

(novembre/dicembre 2014, 34 pagine, 560,91 KB)

Autori partecipanti: Umberto Pasqui, Nembo13, Nunzio Campanelli, Annamaria Vernuccio, Patrizia Chini, Milicianto, Ser Stefano, Francesca Santamaria, Lodovico, Giorgio Leone, Cladinoro, Silvia Torre.
a cura di Maddalena Cafaro.
Scarica questo testo in formato PDF (560,91 KB) - scaricato 163 volte.
oppure in formato EPUB (319,02 KB) (vedi anteprima) - scaricato 212 volte..
Lascia un commento.