Intervista ad AACiola (Angelo Antonio)

Area dedicata alle interviste con gli autori che sono diventati famosi o che hanno capito come uscire dall'ombra. In questa sezione ci si potrà dare appuntamento per discuterne con loro.
Avatar utente
Isabella Galeotti
Necrologista
Messaggi: 277
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
10° dal 2011 (recensiti)
posizione nel Club recensori: ***
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
(4 dal 2012)
diventa anche tu un
nwsostenitore!

Intervista ad AACiola (Angelo Antonio)

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 02/05/2019, 8:10

Buon giovedì, è un giovedì di una settimana corta. :lol:
Anche questa volta, tra un viaggio e l'altro, ho intervistato un autore che risponde con battute satiriche, che disegna fumetti e che adora viaggiare.

Vi presento: AACiola (Angelo Antonio)

La domanda classica è: per chi scrivi?

Ho cominciato a scrivere componendo delle poesie per cene di classe, pensionamenti e altre cerimonie per cui scrivo di sicuro per un pubblico. Scrivo per chi non ricerca solo il capolavoro ma si accontenta di qualcosa di piacevole e possibilmente spiritoso. Spero inoltre che almeno qualcuno apprezzi quello che scrivo, altrimenti non avrebbe nessun senso scrivere.

Ho notato che ami creare vignette satiriche. Da cosa viene questa passione?

Ho sempre avuto una grande passione per i fumetti. Ora sono praticamente scomparse, ma a suo tempo leggevo tutte le riviste a fumetti tipo Linus e Eureka o Comic Art e l’Eternauta, e, fin da piccolo, mi è sempre piaciuto provare a disegnare anch’io qualcosa.

Hai mai pensato di aggiungere anche un altro stile? Tipo Manga, clipart, ecc.

I Manga (anche se sono spesso disegnati molto bene) non mi appartengono, io sono legato ai disegnatori umoristici come Jacovitti o alle classiche strisce, tipo Calvin e Hobbes, Charlie Brown, Mafalda o ai fumetti d’avventura americani, in particolare i supereroi Marvel (la casa editrice dell’Uomo Ragno, X-Men e molti altri). Non ho il tempo e la capacità tecnica per disegnare un un fumetto realistico o una graphic novel, pertanto mi limito a disegnare qualche vignetta, eventualmente, se ci riesco, mi piacerebbe creare una striscia umoristica con dei personaggi ricorrenti; anche se ormai non è più di moda.

Per poterle creare usi un programma grafico? Spiegaci da dove arriva l'idea germinale.

I risultati migliori si ottengono disegnando una prima bozza sulla carta e poi scansionarla e completarla al computer. Ma visto che in una vignetta non c’è la necessità di un segno particolarmente accurato, disegno quasi sempre direttamente sulla tavoletta grafica, utilizzando come software CLIP STUDIO PAINT che costa pochissimo e, soprattutto per la parte relativa al disegno, è allo stesso livello di PHOTOSHOP. Per l’idea, quando sento una notizia che mi interessa cerco di vederla con una prospettiva diversa e a quel punto nasce spontaneamente.

Domandazza. Se tu fossi un pezzo degli scacchi quale vorresti impersonare? Perché?

Ecco, un’altra delle mie passioni, sono proprio gli scacchi, e adesso, con Internet, spesso ci perdo ore, giocando con avversari che provengono da ogni parte del mondo. Naturalmente nella vita tutti vorrebbero essere il Re o la Regina, ma spesso si è solo un semplice pedone e allora mi piacerebbe essere considerato un Cavallo, che è il pezzo più imprevedibile e con più fantasia.

Hai trovato che negli anni le vignette satiriche siano cambiate?

Si naturalmente come tutte le cose anche le vignette si modificano col tempo ma credo che alla fine, in ogni epoca, sia importante che la satira dica qualcosa e non sia semplicemente insulto o provocazione. Comunque è una fortuna che le vignette satiriche siano viste diversamente con il tempo, penso al più grande vignettista Italiano, spesso dimenticato, SCALARINI che disegnava sull’AVANTI. Per le sue vignette è stato duramente picchiato dai fascisti, riportando lesioni permanenti, fu condannato a 5 anni di confine e ha passato poi molti anni in libertà vigilata, con il divieto assoluto di pubblicare qualunque cosa. Ora, almeno da noi, questo non si rischia più.

Ora la scrittura.
In quale momento della giornata ti arriva l'idea di scrivere una poesia?

Quelli che mi sembrano i versi più belli mi vengono in testa nel letto, prima di addormentarmi e allora mi dico: devo assolutamente ricordarmelo domani. Non lo faccio, in quanto sono troppo pigro, ma dovrei alzarmi e scriverlo subito perché spesso, il giorno dopo, il verso non mi torna esattamente come mi era venuto in mente la sera, ma almeno, in qualche maniera, mi ha dato l’ispirazione per proseguire.

Domandazza. Se scrivo "Viaggiare", cosa ti viene in mente?

La prima cosa che mi viene in mente è il mio amato camper. Appena lo metto in moto mi sembra già di essere in vacanza anche se lo porto a fare il tagliando. E poi il viaggiare liberamente mi permette, oltre a conoscere luoghi e gente nuova, di staccarmi un po’ dagli impegni quotidiani, dalla TV, dal computer e trovare anche il tempo per leggere qualche libro in più.

C'è stata qualche lettura, nella tua vita, che ti ha dato delle risposte?

Leggo soprattutto letteratura d’evasione, fantascienza, thriller, gialli e fumetti anche se qualche volta mi piace leggere anche un bel classico. Ma se proprio devo indicare un libro che mi ha colpito veramente penso ad un vecchio Oscar Mondadori “Il bambino ad una dimensione”, era uno dei primi Oscar a fumetti e il mio primo incontro con Charlie Brown di Schultz. Fu una rivelazione vedere il tenero Charlie Brown avere più dubbi e tormenti di un Raskolnikov, mentre l’ossessione di Linus per la sua copertina equivaleva quella di Achab per Moby Dick, e le fantasie di Snoppy gareggiavano con quelle di Gulliver. E chi da ragazzino non ha avuto una Lucy che lo tiranneggiava? Da quel momento non mi vergognai più a leggere fumetti.

Come hai scoperto BA?

Mi ha incuriosito una poesia pubblicata su un gruppo facebook che portava in calce l’indicazione della licenza “creative commons” e la provenienza da BA. Sono entrato nel sito ed è stata una bella sorpresa; l’ho trovato fatto molto bene e con ottimi autori. Da allora non ci sono più uscito.

Bene, ora l'ultima.

Dei tipi ti stanno comunicando che fra 5 minuti arriverà la fine di tutto. Angelo, cosa porteresti
per sempre con te?

Di sicuro per disegnare qualcosa si trova sempre e allora porterei il mio mini computer che uso sul camper, il lettore di ebook riempito il più possibile e, per ricaricarli, tutte le batterie che riuscirei a trasportare.

Grazie mille per la pazienza e la disponibilità. Ciao ciao alla prossima :smt006
Isabella
Immagine

Avatar utente
Massimo Baglione
Site Admin
Messaggi: 8971
Iscritto il: 11/04/2007, 12:20
Località: Belluno
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2007 (recensori)
posizione nel Club recensori: ***
attività: ymw ymw ymw

Re: Intervista ad AACiola (Angelo Antonio)

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 02/05/2019, 8:40

Mi ha incuriosito una poesia pubblicata su un gruppo facebook che portava in calce l’indicazione della licenza “creative commons” e la provenienza da BA. Sono entrato nel sito ed è stata una bella sorpresa; l’ho trovato fatto molto bene e con ottimi autori. Da allora non ci sono più uscito.
Questa per me e per tutto BraviAutori.it è una soddisfazione che ripaga di tanta fatica e infinita pazienza.
Grazie per la nota di stima, e ringrazia anche chi ha condiviso quella poesia :-)
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Avatar utente
Isabella Galeotti
Necrologista
Messaggi: 277
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
10° dal 2011 (recensiti)
posizione nel Club recensori: ***
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
(4 dal 2012)
diventa anche tu un
nwsostenitore!

Re: Intervista ad AACiola (Angelo Antonio)

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 08/05/2019, 8:16

Domandazza. Se scrivo "Viaggiare", cosa ti viene in mente?

La prima cosa che mi viene in mente è il mio amato camper. Appena lo metto in moto mi sembra già di essere in vacanza anche se lo porto a fare il tagliando. E poi il viaggiare liberamente mi permette, oltre a conoscere luoghi e gente nuova, di staccarmi un po’ dagli impegni quotidiani, dalla TV, dal computer e trovare anche il tempo per leggere qualche libro in più.
Questa è la risposta da me preferita. Perchè quando parto in moto o in auto, è sempre un'esperienza, c'è sempre la curiosità di conoscere e sapere. Adoro viaggiare, non c'è la necessità di allontanarsi chilometri. Anche una gita vicino a casa, magari scopri delle sfumature che non avevi mai osservato. Negli anni il modo di guardare cambia, quindi ogni giorni è diverso dall'altro.
Immagine

Rispondi

Torna a “Interviste e dibattiti con gli autori”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Déjà vu - il rivissuto mancato

Déjà vu - il rivissuto mancato

antologia poetica di AA.VV.

Talvolta, a causa di dinamiche non sempre esplicabili, uno strano meccanismo nella nostra mente ci illude di aver già assistito a una scena che, in realtà, la si sta vivendo solo ora. Il dèjà vu diventa così una fotocopia mentale di quell'attimo, un incontro del pensiero con se stesso.
Chi non ha mai pensato (o realmente vissuto) un'istantanea della propria vita, gli stessi gesti e le stesse parole senza rimanerne perplesso e affascinato? Chi non lo ha mai rievocato come un sogno o, perché no, come un incubo a occhi aperti?
Ventitrè autori si sono cimentati nel descrivere le loro idee di déjà vu in chiave poetica.
A cura di Francesco Zanni Bertelli.

Contiene opere di: Alberto Barina, Angela Catalini, Enrico Arlandini, Enrico Teodorani, Fausto Scatoli, Federico Caruso, Francesca Rosaria Riso, Francesca Gabriel, Francesca Paolucci, Gabriella Pison, Gianluigi Redaelli, Giovanni Teresi, Giuseppe Patti, Ida Dainese, Laura Usai, Massimo Baglione, Massimo Tivoli, Pasquale Aversano, Patrizia Benetti, Pietro Antonio Sanzeri, Silvia Ovis, Umberto Pasqui, Francesco Zanni Bertelli.
Vedi ANTEPRIMA (257,26 KB scaricato 48 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
FEMILIA - abbiamo sufficienti riserve di sperma

FEMILIA - abbiamo sufficienti riserve di sperma

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
In seguito a un'escalation di "femminicidi", in tutto il mondo nasce il movimento "SupraFem", ovvero: "ribellione delle femmine che ne hanno abbastanza delle violenze dei maschi". La scintilla che ha dato il via al movimento è scattata quando una giornalista ben informata, tale Tina Lagos, ha affermato senza mezzi termini che "nei laboratori criogenici di tutto il mondo ci sono sufficienti riserve di sperma da poter fare benissimo a meno dei maschi. Per sempre!". Le suprafem riescono ad avere un certo peso nella normale vita quotidiana; loro esponenti si sono infatti insediate in numerosi Palazzi, sia politici che economici, e sono arrivate al punto di avere sufficiente forza da poter pretendere Giustizia.

Copertina di Riccardo Simone
di Mary J. Stallone e Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (288,78 KB scaricato 146 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
BReVI AUTORI - volume 5

BReVI AUTORI - volume 5

collana antologica multigenere di racconti brevi

BReVI AUTORI è una collana di libri multigenere, ad ampio spettro letterario. I quasi cento brevi racconti pubblicati in ogni volume sono suddivisi usando il seguente schema ternario:

Fantascienza + Fantasy + Horror
Noir + Drammatico + Psicologico
Rosa + Erotico + Narrativa generale

La brevità va a pari passo con la modernità, basti pensare all'estrema sintesi dei messaggini telefonici o a quelli usati in internet da talune piattaforme sociali per l'interazione tra utenti. La pubblicità stessa ha fatto della brevità la sua arma più vincente, tentando (e spesso riuscendo) in pochi attimi di convincerci, di emozionarci e di farci sognare.
Ma gli estremismi non ci piacciono. Il nostro concetto di brevità è un po' più elastico di un SMS o di un aforisma: è un racconto scritto con cura in appena 2500 battute (sì, spazi inclusi).
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Marco Bertoli, Angela Catalini, Francesco Gallina, Liliana Tuozzo, Roberto Bonfanti, Enrico Teodorani, Laura Traverso, Antonio Mattera, Beno Franceschini, F. T. Leo, Fausto Scatoli, Alessandro Chiesurin, Selene Barblan, Giovanni Teresi, Noemi Buiarelli, Maria Rupolo, Alessio Del Debbio, Francesca Gabriel, Gabriele Iacono, Marco Vecchi, SmilingRedSkeleton, Alessandro Pesaresi, Gabriele Iacono, Gabriele Laghi, Ilaria Motta.
Vedi ANTEPRIMA (263,51 KB scaricato 41 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.



Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 3 - C'era una volta...

La Gara 3 - C'era una volta...

(febbraio 2009, 35 pagine, 645,23 KB)

Autori partecipanti: Cmt, Federica, DaFank, Alessandro Napolitano, Yle, Ranz, Carlocelenza,
A cura di Bonnie.
Scarica questo testo in formato PDF (645,23 KB) - scaricato 291 volte.
oppure in formato EPUB (781,77 KB) (vedi anteprima) - scaricato 204 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 45 - Due personaggi in cerca d'autore

La Gara 45 - Due personaggi in cerca d'autore

(aprile 2014, 30 pagine, 454,14 KB)

Autori partecipanti: Annamaria Vernuccio, Anto Pigy, Nunzio Campanelli, Ser Stefano, Daniela Rossi, Alphaorg, Eddie1969, Marina Paolucci,
a cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (454,14 KB) - scaricato 125 volte.
oppure in formato EPUB (613,40 KB) (vedi anteprima) - scaricato 234 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 6 - Un racconto in una fotografia

La Gara 6 - Un racconto in una fotografia

(luglio 2009, 34 pagine, 309,09 KB)

Autori partecipanti: Massimo Baglione, Candido Bottin, Carlocelenza, Cmt, Manuela Costantini, Gio, Jean, Dino Licci, Macripa, Miriam, Pia, Ranz, Snuff,
A cura di Alessandro Napolitano e Dafank.
Scarica questo testo in formato PDF (309,09 KB) - scaricato 408 volte.
oppure in formato EPUB (230,74 KB) (vedi anteprima) - scaricato 212 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.