Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato.

Recensioni o commenti a film in generale.
Namio Intile
Apprendista
Messaggi: 166
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Author's data

Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato.

Messaggio da leggere da Namio Intile »

Il titolo è impegnativo, e infatti la pellicola non rientra nei canoni classici dell'intrattenimento, ma è un onesto tentativo di capire e di spiegare qualcosa della Sicilia attraverso un episodio che la storiografia postunitaria prima e repubblicana poi hanno ignorato.
La rivolta popolare di Bronte esplose virulenta nell'agosto del 1860, prima dell'arrivo dei garibaldini. Il popolo, esasperato da secoli di miseria nera e angherie perpetrate dal ceto dominante approfitta del crollo del regime duosiciliano per regolare i propri conti.
Si tratta di un conflitto verticale, poveri contro ricchi, che non ha nessuna connotazione politica di altro tipo. La reazione di Garibaldi invece, sollecitato da inglesi e piemontesi, sarà durissima: per cui manderà il genovese Bixio a Bronte, il quale dichiarerà lo stato di assedio e pretenderà, dopo un processo farsa durato un giorno, la condanna capitale dei capi della rivolta, per lo più garibaldini a favore dell'unità nazionale. Tra essi il capo del Comitato di Liberazione avvocato Nicolò Lombardo.
E sarà il segno immediato e senza mezzi termini della Restaurazione, della vittoria del Partito dell'Ordine, del Partito della Nazione, prima ancora che la mano passi ai piemontesi, con tutti i lutti seguenti.

Il film è una produzione italo-jugoslava del 1971, per la regia di Florestano Vancini e il soggetto del grande Leonardo Sciascia, che solo per questo merita una visione. L'interpretazione, a mio avviso memorabile, di un gigantesco Ivo Garrani nei panni dell'avvocato Lombardo, che spiegherà al tribunale speciale che lo dovrà condannare a morte, e agli spettatori, cosa significa libertà per i siciliani.
E in questa spiegazione si trova tutto il dramma del popolo siciliano, che ha accolto i garibaldini come liberatori per poi trovarsi punto e a capo, con tutto quel rancore e risentimento che tutt'oggi durano.
Se si vuole il film mostra non solo cos'è stata la storia siciliana, a dispetto di tutta la storiografia diponibile in giro, ma anche cosa sarebbe stata, almeno fino alla concessione dello Statuto da parte di Umberto II nel maggio 1946.
Il film si può trovare in DVD, difficilmente, ma qualche settimana fa l'hanno anche trasmesso su RAIstoria. Quindi forse è possibile trovarlo su RAIplay, ma sono l'ultimo esperto del mondo.
A prescindere dall'episodio storico la pellicola merita una visione come opera d'arte in sé.

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Correttore di bozze
Messaggi: 355
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Re: Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato.

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Namio Intile ha scritto:
27/02/2020, 11:23
Il film si può trovare in DVD, difficilmente, ma qualche settimana fa l'hanno anche trasmesso su RAIstoria. Quindi forse è possibile trovarlo su RAIplay, ma sono l'ultimo esperto del mondo.
A prescindere dall'episodio storico la pellicola merita una visione come opera d'arte in sé.
Interessante, ti segnalo che si trova integrale su youtube, a questo link
https://www.youtube.com/watch?v=N5w8LLk_6Ok

Andr60
Pubblicista
Messaggi: 52
Iscritto il: 15/11/2019, 15:45

Author's data

Re: Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato.

Messaggio da leggere da Andr60 »

I libri di storia non ne parlano perché l'episodio non si inserisce nella "narrazione" del Risorgimento. I contadini siciliani accolsero Garibaldi come un liberatore dai soprusi dei proprietari terrieri, convinti ingenuamente che il nuovo ordine mutasse la loro secolare condizione.
Invece, semplicemente, avevano cambiato sovrano, mentre i padroni continuarono a spadroneggiare come e più di prima (cfr.: la frase del Gattopardo).
Come piccola consolazione, lo stesso Garibaldi se ne rese conto perfettamente; nel 1868, da Caprera scriveva ad Adelaide Cairoli(marito e tre figli morti) in questi termini:" volgete [...] il vostro pensiero alle popolazioni liberate dai vostri martiri e dai loro eroici compagni. Chiedete ai cari vostri superstiti delle benedizioni con cui quelle infelici salutavano ed accoglievano i loro liberatori! [...] Io ho la coscienza di non aver fatto male, nonostante non rifarei la via dell'Italia Meridionale temendo d'esservi preso a sassate da popoli che mi tengono complice della disprezzevole genìa che disgraziatamente regge l'Italia e che seminò l'odio e lo squallore dove noi avevimo gettato le fondamenta di un avvenire italiano sognato dai buoni di tutte le generazioni, e miracolosamente iniziato".
(http://ambrosioe.altervista.org/garibal ... onale.html)

Namio Intile
Apprendista
Messaggi: 166
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Author's data

Re: Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato.

Messaggio da leggere da Namio Intile »

Grazie del link, Roberto. E grazie per l'intervento Andr.
Io ritengo che dopo l'esperienza della Repubblica Romana Garibaldi non avesse più alcuna illusione. L'impresa dei Mille aveva come unico scopo la realizzazione dell'unità nazionale, a qualsiasi costo. L'invio di Bixio a Bronte lo dimostra. Garibaldi sapeva benissimo chi era Bixio e cosa voleva Bixio. E la carriera successiva dell'uomo sta là a testimoniarlo. E probabilmente immaginava anche cosa sarebbe successo al meridione sotto il tallone piemontese. Il rosso di quelle camicie era un colore qualsiasi.
Bronte fu solo l'inizio. Altro episodio ignorato dalla storiografia risorgimentale fu la Rivolta del Sette e Mezzo, del 1867. La città di Palermo e tutto il suo circondario scacciarono con violenza le forze piemontesi e anche questa volta iniziò la resa dei conti con omicidi, esecuzioni e rapine. E lo stesso si apprestava a fare il resto dell'isola in pieno marasma. I piemontesi non persero tempo e mandarono subito la flotta che, dalla rada, iniziò il bombardamento della città, una città italiana e non la Tripoli turca. Alla fine avvenne lo sbarco di un corpo di occupazione di quarantamila uomini. E trent'anni dopo iniziò la più cruenta e duratura ribellione dei Fasci siciliani, che col fascismo non ha nulla a che fare, che venne domata anche nel silenzio colpevole del Partito Socialista, che non aveva mai creduto nella possibilità che i contadini meridionali acquisissero una coscienza di classe e potessero aderire al movimento operaio. Ma questa è proprio un'altra storia.

Andr60
Pubblicista
Messaggi: 52
Iscritto il: 15/11/2019, 15:45

Author's data

Re: Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato.

Messaggio da leggere da Andr60 »

Caro Namio, avevo sentito parlare della ribellione dei Fasci siciliani, mentre l'episodio della rivolta del Sette e Mezzo mi era del tutto ignota, quindi ti ringrazio di averla citata.
E comunque, la storia si ripete sempre: mi è venuto in mente il film di K. Loach "Il vento che accarezza l'erba", che parla della rivolta irlandese contro l'impero britannico, e la conclusione, per le classi subalterne, è la stessa. Senza rivoluzione sociale (o socialista?) i poveracci soccomberanno sempre, contro i gattopardi.

Namio Intile
Apprendista
Messaggi: 166
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Author's data

Re: Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato.

Messaggio da leggere da Namio Intile »

Condivido. Anche tu fan di K.Loach. La facilità con cui si è ceduto terreno sul campo dei diritti dimostra però che a certe conquiste si deve pervenire attraverso un processo di cambiamento , maturazione interno. I diritti non possono essere regalati o tramandati senza una piena coscienza del loro valore e della loro necessità.

Rispondi

Torna a “Film”


Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2018 -  (in bianco e nero)

Calendario BraviAutori.it "Year-end writer" 2018 - (in bianco e nero)

(edizione 2018, 4,37 MB)

Autori partecipanti: (vedi sopra)
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (4,37 MB) - scaricato 51 volte..
Gara d'Estate 2018 - Incontri, e gli altri racconti

Gara d'Estate 2018 - Incontri, e gli altri racconti

(estate 2018, 50 pagine, 840,41 KB)

Autori partecipanti: Ida Dainese, Carlo Celenza, Gabriele Ludovici, Draper, Nunzio Campanelli, Pierluigi, Roberto Bonfanti, Fausto Scatoli, Edoardo Prati, SmilingRedSkeleton, Daniele Missiroli, Lodovico.
a cura di Massimo Baglione e Laura Ruggeri.
Scarica questo testo in formato PDF (840,41 KB) - scaricato 41 volte.
oppure in formato EPUB (370,75 KB) (vedi anteprima) - scaricato 37 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 10 - Dreaming of a Weird Christmas

La Gara 10 - Dreaming of a Weird Christmas

(gennaio 2010, 20 pagine, 1,56 MB)

Autori partecipanti: Giacomo Scotti, Bonnie, Cosimo Vitiello, ArditoEufemismo, Mario, Dafank, Phigreco, Pia.
A cura di CMT.
Scarica questo testo in formato PDF (1,56 MB) - scaricato 340 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.




Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Il sole è nudo

Il sole è nudo

Antologia di opere che mettono a nudo la pratica del nudismo.
Questo libro non vuole essere un dibattito pro o contro; non ci riguarda, abbiamo solo avuto il desiderio di spogliarci con voi.
A cura di Angelo Manarola e Massimo Baglione.
Copertina di Roberta Guardascione.

Contiene opere di: Concita Imperatrice, M. C., Gianni Veggi, 1 s3mpl1c3 nud1sta, Paolo De Andreis, Mario Stallone, Leonardo Rosso, Iconat, Sergio Bartolacelli, Donatella Ariotti, Franca Riso, Lodovico Ferrari, Goldchair60, Emanuele Cinelli, Vittoria Tomasi, Simone Pasini, Anna Rita Foschini, Matteone, Galiano Rossi, Franca Mercadante, Massimo Lanari, Francesco Paolo Catanzaro, Francesco Guagliardo, Giacobsi, Bayron, Marina Paolucci, Guglielmo A. Ferrando, Stefano Bozzato, Marco Murara, Francesca Miori, Lorenzo Moimare, Vincenzo Barone, Rupert Mantovani, Domenico Ciccarelli, Siman, Roberto Gianolio, Francesco Marcone, utente anonimo, Jole Gallo, Giovanni Altieri, Daniela Zampolli, Robi Nood, Mauro Sighicelli, Lucica Talianu, Giovanni Minutello, Naturizia, Serena Carnemolla, Carla Bessi.
Vedi ANTEPRIMA (407,33 KB scaricato 577 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
L'Altro

L'Altro

antologia AA.VV. sulle diversità del Genere Umano

Attraverso il concorso "L'Altro - antologia sulle diversità del Genere Umano", gli autori erano stati chiamati a esprimersi sulle contrapposizioni fra identità, in conflitto o meno, estendibili anche a quelle diversità in antitesi fra di loro come il terreste e l'alieno, l'Uomo e l'animale, l'Uomo e la macchina, il normale e il diversamente abile, il cristiano e il musulmano, l'uomo e la donna, il buono e il cattivo, il bianco e il nero eccetera. La redazione cercava testi provocatori (purché nei limiti etici del bando), senza falsi moralismi, variegati, indagatori e introspettivi. Ebbene, eccoli qua! La selezione è stata dura e laboriosa, ma alla fine il risultato è questo ottimo libro.
A cura di Massimo Baglione.
Copertina di Furio Bomben.

Contiene opere di: Furio Bomben, Antonio Mattera, Maria Letizia Amato, Massimo Tivoli, Vespina Fortuna, Thomas M. Pitt, Laura Massarotto, Pasquale Aversano, Ida Dainese, Iunio Marcello Clementi, Federico Pavan, Francesca Paolucci, Enrico Teodorani, Giorgio Leone, Giovanna Evangelista, Alberto Tivoli, Anna Rita Foschini, Francesco Zanni Bertelli, Gabriele Ludovici, Laura Traverso, Luca Valmont, Massimo Melis, Abraham Tiberius Wayne, Stefania Fiorin.
Vedi ANTEPRIMA (312,10 KB scaricato 84 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
A Quattro mani

A Quattro mani

antologia di opere scritte a più mani

Una collaborazione, di qualunque natura essa sia, diventa uno stimolo, la fusione di peculiarità ben definite, la concretizzazione di un'intesa, la meraviglia di scoprire quel qualcosa che individualmente non si sarebbe mai potuta fare. È una prova, una necessità di miglioramento, il superamento dei propri limiti stilistici o di quei blocchi creativi che sovente ci pongono di fronte a un disarmante "foglio bianco". Gli autori di questa antologia ci hanno voluto provare.
A cura di Massimo Baglione.
Copertina di Antonio Abbruzzese.

Contiene opere di: Chiara Masiero, Mauro Cancian, Stefania Fiorin, Anna Rita Foschini, Ida Dainese, Alberto Tivoli, Marina Paolucci, Maria Rosaria Spirito, Marina Den Lille Havfrue, Cristina Giuntini, David Bergamaschi, Giuseppe Gallato, Maria Elena Lorefice.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (802,46 KB scaricato 88 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.