Distopia alimentare

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'autunno 2021.

Sondaggio

1 - non mi piace affatto
1
5%
2 - mi piace pochino
4
19%
3 - si lascia leggere
9
43%
4 - è bello
7
33%
5 - mi piace tantissimo
0
Nessun voto
 
Voti totali: 21

Macrelli Piero
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 24/02/2020, 15:22

Author's data

Distopia alimentare

Messaggio da leggere da Macrelli Piero »

leggi documento Spiacente ma, in questo browser, la lettura a voce non funziona.

DISTOPIA ALIMENTARE
(Cronache dal post Covid)

Mi è rimasto solo un colpo e se lo spreco dovrò affidarmi al pugnale e la cosa mi preoccupa un po'.
Potevo limitarmi a tirare il collo a una gallina davanti a una commissione comunale per avere il permesso "basic", ma la cosa avrebbe escluso tutti i mammiferi. In realtà io puntavo a un permesso completo e sgozzare un maiale con le proprie mani sotto la supervisione della stessa commissione non mi preoccupava. Non mi preoccupava neppure l'esame di uno psicologo per valutare la mia propensione alla violenza e la pericolosità sociale. Per finire c'era anche una pesante tassa di concessione governativa da pagare, ma che potevo affrontare tranquillamente e quindi non mi perdono di aver accettato di partecipare alla trasmissione televisiva "Only The Braves" che mi avrebbe coperto le spese e aggiunto anche qualche privilegio esclusivo da V.I.P. con la licenza "Totally Omnivorous".

E dire che quando, anni fa, introdussero l'obbligo del "Green Pass", l'obbligo vaccinale e l'identità genetica la cosa mi aveva lasciato indifferente. Non consideravo la cosa un limite e mi sembrava come quando fuori dai locali c'è uno che decide se sei abbastanza figo da entrare.
Per il "Green Pass" molti protestarono, ma la maggioranza silenziosa, compreso me, fece spallucce.
Così quando i Vegetariani Radicali (spalleggiati da Animal Liberation) presero il potere, non ci fu più nessuno a protestare per le forti limitazioni al consumo della carne.
Venne introdotto un permesso speciale nel quale dovevi dimostrare di non essere un carnivoro ipocrita. Dovevi dimostrare di essere in grado di catturare e macellare gli animali di cui ti volevi nutrire. Fatto questo, con rinnovo biennale, potevi acquistare e consumare carne.

Adesso che la pausa pubblicitaria è finita sono costretto da contratto a rientrare subito nell'arena. Un medico della redazione mi ha suturato la ferita all'arteria femorale, mi ha iniettato un potente antidolorifico e con un po' di fortuna i punti dovrebbero tenere.
Il cinghiale femmina che ho accettato di affrontare è ferito, ma non i maniera seria e ho il sospetto che oltre averla privata dei cuccioli l'hanno anche drogata per aumentare la sua furia e aumentare l'indice di gradimento della trasmissione.
Ora il cinghiale mi ha visto e ha abbassato il capo per attaccarmi.
Sulle sue zanne c'è ancora il sangue della ferita che mi ha procurato.
Tutto il pubblico è in silenzio.
Io carico il fucile con l'ultimo colpo e prendo la mira.
Ultima modifica di Macrelli Piero il 23/09/2021, 13:26, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Alberto Marcolli
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 88
Iscritto il: 08/05/2018, 18:06

Author's data

Commento : Distopia alimentare

Messaggio da leggere da Alberto Marcolli »

“Periodone” iniziale. Al momento non saprei come spezzettarlo, ma per me va fatto.
Secondo periodo troppo lungo:
“La cosa comprendeva anche una pesante tassa di concessione governativa, ma che potevo affrontare tranquillamente e quindi non mi perdono di aver accettato di partecipare alla trasmissione televisiva "Only The Braves" che mi avrebbe coperto le spese e aggiunto anche qualche privilegio esclusivo da V.I.P. con la licenza "Totally Omnivorous".”
In un corto letterario che si rispetti le frasi sono brevi.
"Green Pass" e passaporto sanitario non sono la stessa cosa?
“ come quando l'ingresso dei trovavi un tipo che giudicava se eri abbastanza elegante o figo per entrare. La frase zoppica: serve una revisione.
C’è dell’altro ma per ora basta così.
Il racconto merita veramente quindi per ora non voto. Attendo una nuova versione.

I commenti per questo racconto mi hanno schiarito le idee. In particolare mi ritrovo molto nel commento di Roberto Bonfanti.
Sono combattuto tra tre e quattro. Come sempre arrotondo al 4.
Ultima modifica di Alberto Marcolli il 05/10/2021, 20:40, modificato 1 volta in totale.
Ibbieffe
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 41
Iscritto il: 20/08/2021, 11:12

Author's data

Commento: Distopia alimentare

Messaggio da leggere da Ibbieffe »

A me è piaciuto, anche se personalmente non vedo come potremmo arrivare a quanto hai descritto tu partendo dal Green Pass; ma questa non è una critica perchè, giustamente, quando uno scrive immagina ed ipotizza quello che gli pare e tu hai tirato fuori cose davvero particolari ed innovative.
Lì per lì ho pure pensato -Diamine, sarebbe figo se davvero prendessero il potere i Vegetariani Radicali, visto chi sembra proprio destinato a salire al Governo con le prossime elezioni-; ma alla fine l'Estremismo è sempre maledettamente sbagliato, in ogni sua forma.
Non appartengo al filone estremista ma sono animalista e limito al massimo il consumo di carne e, non riuscendo a mangiare qualsiasi cosa sanguini o abbia chiare fattezze da creatura che un tempo era vivente, nel mondo che hai immaginato io in quell'arena non ci entrerei di certo. Ancora complimenti: una storia davvero originale!
Macrelli Piero
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 73
Iscritto il: 24/02/2020, 15:22

Author's data

Re: Distopia alimentare

Messaggio da leggere da Macrelli Piero »

Il racconto è molto breve che si presta molto a modifiche e revisioni (Che sono il mio dramma).
Ho seguito i consigli del primo commento e ho spezzato i periodi lunghi.
A me i periodi lunghi piacciono, ma sono difficili da scrivere bene.
Per chi ama le "Short Story" dell'epoca d'oro della fantascienza non farà a meno di notare un po' di Matheson, Brown e, spero, il mio amatissimo Sheckley.

Noto che alla pubblicazione non viene rispettata la formattazione che avevo scelto, in particolare i rientri che non avevo fatto.
Pazienza, proverò a modificarli.
Stefano M.
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 17
Iscritto il: 14/09/2021, 23:48

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Stefano M. »

Mi ispiro al nome del sito: Bravi Autori, non Professoroni Bacchettoni; pertanto mi sembra doveroso selezionare quanto c'è di buon in un elaborato, piuttosto che esibirmi in critiche puramente tecniche (magari anche Pirandello, una volta, ha saltato una virgola, chissà…).
Trovo il racconto molto interessante e originale, di grandissima attualità: bella l'idea di richiamare il Green Pass per ambientarlo in un futuro non molto remoto. A chiunque, penso, una forzatura del genere è venuta in mente almeno una volta ma il politically correct ci costringe a legarci le mani, quindi l'autore merita la massima stima anche solo per il coraggio.
Se proprio devo evidenziare un piccolo difetto, forse, trovo la parte relativa al "suin pass" un po' troppo corposa in relazione alla narrazione, che avrebbe potuto essere leggermente più lunga e sviluppata pur senza perdere di incisività. Si tratta proprio di una sciocchezza però! Buona bistecca (o tofu) a tutti!
RobertoBecattini
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 47
Iscritto il: 25/11/2018, 0:46

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da RobertoBecattini »

E' un bozzetto interessante come idea distopica, meritava qualche riga in più. Così com'è sembra un po' troppo semplificato. Forse anche troppe spiegazioni, avrei puntato più sull'atmosfera, sullo scontro col cinghiale in modo da suggerire mille ipotesi al lettore sul perchè il protagonista si trova lì. Forse non era necessario il riferimento al Green Pass, anche se è quello che ti ha dato l'idea, che, ripeto, è buona.
RobediKarta
Avatar utente
Roberto Bonfanti
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 514
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti »

Come detto in precedenza anche secondo me il racconto avrebbe bisogno di qualche riga in più.
L'idea non è nuovissima (ma che ci può essere di nuovo nel campo della distopia? O nella letteratura in generale?) però è resa contemporanea dagli accenni all'attualità.
Certo che imbracciare un fucile non mette il protagonista alla pari con il cinghiale, queste cose vanno fatte a mani nude, poi vediamo chi la spunta.
Ciononostante la carne (ops…) c'è, quindi il racconto merita un buon voto.
Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo è la fatica. (Gesualdo Bufalino)
https://chiacchieredistintivorb.blogspot.com/
Intervista su BraviAutori.it: https://www.braviautori.it/forum/viewto ... =76&t=5384
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine
Anto58
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 30
Iscritto il: 07/03/2021, 18:21

Author's data

Re: Distopia alimentare

Messaggio da leggere da Anto58 »

Sono concorde con tutti i commenti precedenti. Penso anche io che nei commenti non bisognerebbe andare troppo sul "tecnico", bensì verificare l'originalità e il ritmo della scrittura, è escluso che si possano trovare errori grammaticali o di interpunzione degni di nota. Il racconto mi è piaciuto, se devo fare qualche obiezione, posso dire che c'è sproporzione tra la prima parte, verbosa e un po' confusa, la seconda rapida e breve. Voto 3
Anto58
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 30
Iscritto il: 07/03/2021, 18:21

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Anto58 »

Sono concorde con tutti i commenti precedenti. Inoltre penso che nei commenti non bisognerebbe essere troppo "tecnici" ma esprimersi soprattutto all'ideazione e sul ritmo narrativo. La prima parte del racconto è un po' confusa, la seconda troppo concisa e rapida. Voto 3
Selene Barblan
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 671
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan »

Premessa: quando ho letto “cronache da post COVID” mi è venuto un moto di nausea, perdonami ma come direbbe mia nonna “ne ho piene le scuffie”. Però non giudico mai un racconto dall’argomento/ideologia (es.: non amo l’economia ma se mi si presenta un racconto su wall street non gli do a prescindere un voto basso)

Detto questo trovo che ci siano degli aspetti interessanti nel racconto e altri che funzionano così così. La prima parte è troppo spiegata, non credo che nei momenti concitati poi descritti il pensiero vaghi sul perché e per come si è arrivati a quel punto. In secondo luogo non vedo il nesso tra green pass e animalisti radicali, posso capire alla lontana che in breve si passi a un controllo sempre più invasivo, ma mi sembra un po’ troppo presentato così, in poche righe.

La parte finale è secondo me la più riuscita, diretta, cruda e sentita.

Voto 3 per me
Avatar utente
Maria Spanu
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 18
Iscritto il: 16/09/2014, 18:09

Author's data

Re: Distopia alimentare

Messaggio da leggere da Maria Spanu »

Beh, il futuro ipotizzato, visto che oggi mira sempre di più alla "salubrità" delle persone e visto che parte della critica considera già il nostro attuale stile di vita insano, non è così lontano dalla realtà. Considerato che gli allevamenti intensivi in futuro non esisteranno più , la carne in vitro costerà talmente tanto che le persone normali non se la potranno permettere, è immaginabile una sorta di caccia nell'arena della preda che poi si porta a casa per nutrirsi, perchè no. siamo sempre rimasti sorpresi dagli accadimenti della storia, perchè dovremmo sorprenderci di questo.
A livello di racconto, però, è un pò frammentario. Ci si inciampa alcune volte sulle frasi ma l'idea è buona. Lavoraci su, la base di partenza c'è, mancano un pò di bulloni e viti qua e la. :) :D
Voto 3
Immagine

Immagine

Immagine
Io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it
Avatar utente
Marino Maiorino
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 342
Iscritto il: 15/10/2012, 0:01
Località: Barcellona
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Marino Maiorino »

Troppo breve, forse, per sviluppare tutta la vicenda.
La scrittura è buona, fluida, narrativa, coinvolgente, e lo spunto buono per realizzare tutta una distopia, in molto più spazio. L'unica pecca che gli trovo è proprio la brevità. È vero, molti racconti brevi (e brevissimi) fanno così, ma la compressione dei tempi alle volte è troppo forte, artificiosamente, perché tutto poi si risolve nella climatica scena finale incompiuta.
«Amare, sia per il corpo che per l'anima, significa creare nella bellezza» - Diotima

Immagine
Immagine

ImmagineRacconti alla Luce della Luna

Sono su:
Immagine
Immagine
Giovanni p
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 43
Iscritto il: 13/10/2021, 17:38

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Giovanni p »

Il racconto è buono, ma per una scrittura del genere renderlo contemporaneo è un po' svilire le capacità di chi scrive, che secondo me sono non indifferenti. A parte qualche periodo lungo, chi ha scritto questo racconto è capace di scrivere in maniera ordinata e pulita, cosa che a me manca.
Egidio
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 53
Iscritto il: 14/04/2021, 6:05

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Egidio »

Concordo appieno con i precedenti giudizi circa l'originalità di questo brevissimo racconto. Lo trovo incisivo e non poi così lontano da un'ipotetica realtà del futuro. Anch'io, però, trovo che certi punti potrebbero essere sviluppati maggiormente.
Stefyp
rank (info):
Correttore di bozze
Messaggi: 332
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Author's data

commento

Messaggio da leggere da Stefyp »

Questo racconto avrebbe avuto bisogno di qualche riga in più per dipanare meglio le idee che volevi raccontarci. Hai dovuto dare troppe spiegazioni soprattutto nella prima parte per darci un contesto comprensibile, ma, anche se sembra un controsenso, non ne hai date a sufficienza. Non so se sono stata chiara.
Purtroppo leggendolo non mi sono sentita attratta o incuriosita dalla storia e questo per me è un elemento importante al fine della votazione. Mi spiace, a rileggerti.
Messedaglia
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 28
Iscritto il: 28/09/2021, 9:42

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Messedaglia »

Condivido i commenti che mi hanno preceduto. L'idea di un ipotetico bistecca pass, pur ispirata all'attuale situazione di pandemia, per ovvi motivi super inflazionata, è molto originale. La trama però non viene sviluppata in modo adeguato. Mi è piaciuta la scena finale. Facendo la media tra questi vari aspetti del racconto, voto 4.
Avatar utente
Fausto Scatoli
rank (info):
Terza pagina
Messaggi: 679
Iscritto il: 26/11/2015, 11:04
Contatta:

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Fausto Scatoli »

breve e conciso, forse anche troppo.
l'idea è apprezzabile e lo spunto del green pass mi piace.
così come i vegetariani al potere, cosa che non vedo possibile in alcun modo.
non mi piace invece il finale, dove imbracci il fucile per far fuori una mamma cinghiala... crudele epilogo.
l'unico modo per non rimpiangere il passato e non pensare al futuro è vivere il presente
Immagine

http://scrittoripersempre.forumfree.it/

Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Gabi Celeste Pisani
rank (info):
Foglio bianco
Messaggi: 34
Iscritto il: 10/11/2021, 12:25

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Gabi Celeste Pisani »

Sono d'accordo con i commenti precedenti in cui è stato detto che probabilmente questo racconto avrebbe meritato qualche riga in più per essere apprezzato meglio. Sicuramente il fatto di dover introdurre un futuro distopico, con tanto di dittatura estremista dei vegetariani radicali, rende doverose alcune precisazioni che però, data la brevità lo rendono un pochino macchinoso.
Io ho apprezzato la parte finale del racconto il faccia a faccia con il cinghiale. Non so tu dove vivi, ma da me terrorizzano parecchio, nelle zone vicino casa mia si è sempre a rischio di ritrovarseli dietro l'angolo!
Per il resto, a me l'idea piace e sicuramente la cosa che trovo più originale è il pass per cacciare gli animali.
Ben fatto.
Temistocle
rank (info):
Pubblicista
Messaggi: 79
Iscritto il: 03/07/2021, 8:53

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Temistocle »

Non mi soffermo sulla questione "greenpass" e sue possibili variazioni in un futuro più o meno prossimo.
Il racconto è breve quanto basta per farsi leggere d'un fiato. Forse però, come già suggerito, qualche riga in più non avrebbe guastato, anche perché il tema si presta sicuramente.
Placet iuxta modum…
Francesco Pino
rank (info):
Necrologista
Messaggi: 235
Iscritto il: 09/05/2020, 17:55

Author's data

Commento

Messaggio da leggere da Francesco Pino »

Secondo me il paragone col green pass non suona bene per un fattore di termini. Se tu avessi scritto che in passato già più volte la maggioranza silenzionsa aveva fatto spallucce, per X, per Y per il Green pass eccetera e che anche stavolta fu lo stesso, il legame avrebbe acquistato a mio parere più senso.
Il titolo lo cambierei completamente. Per molta gente un futuro senza allevamenti intensivi non è affatto distopico. Io lascerei il lettore a giudicare se di distopia si tratta o no.
A me il racconto è piaciuto.
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine
Rispondi

Torna a “Gara d'autunno, 2021”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


256K

256K

256 racconti da 1024 Karatteri

Raccolta delle migliori opere che hanno partecipato alla selezione per l'antologia 256K. Ci sono 256 racconti da non più di 1024 battute. A chiudere l'antologia c'è un bellissimo racconto del maestro della fantascienza italiana Valerio Evangelisti. Ogni pagina, è corredata da una cronologia dei vecchi computer dagli anni '50 agli '80. A ogni autore è stato inoltre assegnato un QR Code. Da non perdere!
A cura di Massimo Baglione e Massimo Fabrizi
con la partecipazione di: Alessandro Napolitano e Paolo Oddone.

Contiene opere di: Alberto Tristano, Roberto Guarnieri, Ramona Cannatelli, Ser Stefano, Giorgio Aprile, Gianluca Santini, Matteo Mancini, Giorgia Rebecca Gironi, Mariella Vallesi, Tommaso Chimenti, Diego Salvadori, Giulia Conti, Beatrice Traversin, Maria Cristina Biasoli, Massimiliano Campo, Il Cazzaro di 6502, Polissena Cerolini, Patrizia Birtolo, Paolo Capponi, Paolo Cavicchi, Luca Romanello, Igor Lampis, Diego Di Dio, Leonardo Boselli, David Parronchi, VS, Antonella Tissot, Sam L. Basie, Annamaria Trevale, Bruno Ugioli, Ilaria Spes, Bruno Elpis, Massimiliano Prandini, Andrea Marà, Riccardo Fumagalli, Joshi Spawnbrød, Daniele Picciuti, Gian Filippo Pizzo, Flavio Valerio Nervi, Ermanno Volterrani, Manuela Costantini, Matteo Carriero, Eva Bassa, Lorenzo Pompeo, Andrea Andreoni, Valeria Esposito, Stefano Caranti, Riccardo Carli Ballola, Stefano Pierini, Giuseppe Troccoli, Francesco Scardone, Andrea Cavallini, Alice Chimera, Cosimo Vitiello, Mariaeleonora Damato, Stefano Mallus, Sergio Oricci, Michele Pacillo, Matteo Gambaro, Angela Di Salvo, Marco Migliori, Pietro Chiappelloni, Sergio Donato, Ivan Visini, Ottavia Piccolo, Ester Mistò, Alessandro Mascherpa, Gianmarco Amici, Raffaella Munno, Michele Campagna, Diego Bortolozzo, Lorenzo Davia, Marco Solo, Gianluca Gendusa, Caterina Venturi, Lorenzo Crescentini, Silvia Tessa, Simona Aiuti, Chiara Micheli, Anna Tasinato, Valentina Giuliani, Giulio D'Antona, Maria Francesca Cupane, Veruska Vertuani, Giacomo Scotti, Chiara Zanini, Lorenzo Fontana, Tiziana Ritacco, Margherita Lamatrice, Aurora Torchia, Luigi Milani, Maurizio Brancaleoni, Gloria Scaioli, Filomena, Piergiorgio Annicchiarico, Morik Chadid, Chiara Perseghin, Massimo Ferri, Simone Messeri, Davide Dotto, Serena M. Barbacetto, Roberto Bernocco, Anthony Strange, Cristian Leonardi, Fabiola Lucidi, Roberto Bommarito, Antonio Russo De Vivo, Giacomo Gailli, Giovanni Duminuco, Federico Pergolini, Fabrizio Leonardi, Amigdala Pala, Natale Figura, Celeste Borrelli, Francesca Panzacchi, Andrea Basso, Giacomo Inches, Umberto Pasqui, Mario Frigerio, Luigi Bonaro, Luca Romani, Anna Toro, Giuseppe Varriale, Maria Lipartiti, Marco Battaglia, Arturo Caissut, Stefano Milighetti, Davide Berardi, Paolo Secondini, Susanna Boccalari, Andrea Indiano, Alexia Bianchini, Penelope Mistras, Anna Grieco, Samantha Baldin, Serena Bertogliatti, Valentina Carnevale, Gloria Rochel, Andrea Leonelli, James Carroll Wish, Marco Ferrari, Giovanni Ferrari, Mew Notice, Maurizio Vicedomini, Paride Bastuello, Alessandra Lusso, Mirko Giacchetti, Francesco Manarini, Massimo Rodighiero, Daniela Piccoli, Alessandro Trapletti, Marco Tomasetto, Conrad, Giovanni Sferro, Morgana Bart, Omar Spoti, Massimo Conti, Andrea Donaera, Roberto Alba, Libeth Libet, Angela Rosa, Valentina Coscia, Antonio Matera, Fabio Brusa, Stefano Olivieri, Isabella Galeotti, Chiara de Iure, Ilaria Ranieri, Lorenzo Valle, Francesco Fortunato, Valentina Tesio, Elena Pantano, Maria Basilicata, Antonio Costantini, Riccardo Delli Ponti, Giovanna Garofalo, Eliseo Palumbo, Federica Neri, Alessandro Napolitano, Stefano Valente, Linda Bartalucci, Luisa Catapano, Diego Cocco, Riccardo Sartori, Dario Degliuomini, Gianni Giovannone, Nicola Fierro, Federico Marchionni, Romeo Mauro, Francesco Azzurli, Filippo Pirro, Luca Marinelli, Triptil Pazol, Marco Sartori, Iunio Marcello Clementi, Maria Lucia Nosi, Valentina Vincenzini, Jacopo Mariani, Diletta Fabiani, Lodovico Ferrari, Paolo Franchini, Tullio Aragona, Davide Corvaglia, Davide Figliolini, Beniamino Franceschini, Roberto Napolitano, Valeria Barbera, Federico Falcone, Stefano Meglioraldi, Eugenia Bartoccini, Andrea Gatto, Sonia Galdeman, Filomena Caddeo, Dario D'Alfonso, Chantal Frattini, Viola Cappelletti, Maria Stella Rossi, Serena Rosata, Francesco Di Mento, Giuseppe Sciara, Mario Calcagno, Tanja Sartori, Andrea Giansanti, Lorenzo Pedrazzi, Alessio Negri Zingg, Ester Trasforini, Daniele Miglio, Viola Killerqueen Lodato, Delos Veronesi, Giuseppe De Paolis, Diego Capani, Stefano Colombo, Aislinn, Marco Marulli, Sanrei, Emanuele Crocetti, Andrea Borla, Elena Noseda, Anna Notti, Andreea Elena Stanica, Marina Priorini, Lucia Coluccia, Simone Babini, Fiorenzo Catanzaro, Francesco Mastinu, Cristina Cornelio, Roberto Paradiso, Andrea Avvenengo, Maria Boffini, Mara Bomben, Alex Panigada, Federico Iarlori, Marika Bernard, Alessandra Ronconi, Francesco Danelli, Gabriele Nannetti, Salvatore Ingrosso, Paolo Oddone, Valerio Evangelisti.
Vedi ANTEPRIMA (566,01 KB scaricato 863 volte).
info e commenti compralo su   amazon


BReVI AUTORI - volume 1

BReVI AUTORI - volume 1

collana antologica multigenere di racconti brevi

BReVI AUTORI è una collana di libri multigenere, ad ampio spettro letterario. I quasi cento brevi racconti pubblicati in ogni volume sono suddivisi usando il seguente schema ternario:

Fantascienza + Fantasy + Horror
Noir + Drammatico + Psicologico
Rosa + Erotico + Narrativa generale

La brevità va a pari passo con la modernità, basti pensare all'estrema sintesi dei messaggini telefonici o a quelli usati in internet da talune piattaforme sociali per l'interazione tra utenti. La pubblicità stessa ha fatto della brevità la sua arma più vincente, tentando (e spesso riuscendo) in pochi attimi di convincerci, di emozionarci e di farci sognare.
Ma gli estremismi non ci piacciono. Il nostro concetto di brevità è un po' più elastico di un SMS o di un aforisma: è un racconto scritto con cura in appena 2500 battute (sì, spazi inclusi).
A cura di Massimo Baglione.

Contiene opere di: Fausto Scatoli. Giorgio Leone, Annamaria Vernuccio, Luca Franceschini, Alphaorg, Daniel Carrubba, Francesco Gallina, Serena Barsottelli, Alberto Tivoli, Giuseppe C. Budetta, Luca Volpi, Teresa Regna, Brenda Bonomelli, Liliana Tuozzo, Daniela Rossi, Tania Mignani, Enrico Teodorani, Francesca Paolucci, Umberto Pasqui, Ida Dainese, Marco Bertoli, Eliseo Palumbo, Francesco Zanni Bertelli, Isabella Galeotti, Sandra Ludovici, Thomas M. Pitt, Stefania Fiorin, Cristina Giuntini, Giuseppe Gallato, Marco Vecchi, Maria Lipartiti, Roberta Eman, Lucia Amorosi, Salvatore Di Sante, Valentina Iuvara, Renzo Maltoni, Andrea Casella.
Vedi ANTEPRIMA (1,41 MB scaricato 155 volte).
info e commenti compralo su   amazon


L'arca di Noel

L'arca di Noel

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma appartiene a un amico "speciale" dell'Associazione culturale.
Da decenni proviamo a metterci al riparo dagli impatti meteoritici di livello estintivo, ma cosa accadrebbe se invece scoprissimo che è addirittura un altro mondo a venirci addosso? Come ci comporteremmo in attesa della catastrofe? Potremmo scappare sulla Luna? Su Marte? Oppure dove?
E chi? E come?
L'avventura post-apocalittica ad alta tensione qui narrata proverà a rispondere a questi interrogativi.
Di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (188,99 KB scaricato 31 volte).
info e commenti compralo su   amazon





Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 58 - A volte ritornano

La Gara 58 - A volte ritornano

(marzo/aprile 2016, 18 pagine, 500,19 KB)

Autori partecipanti: Giorgio Leone, Patrizia Chini, Nunzio Campanelli, Laura Chi, Alberto Tivoli, Annamaria Vernuccio,
a cura di Lodovico.
Scarica questo testo in formato PDF (500,19 KB) - scaricato 51 volte.
oppure in formato EPUB (1,03 MB) (vedi anteprima) - scaricato 125 volte..
Lascia un commento.

La Gara 14 - Storie di Storia

La Gara 14 - Storie di Storia

(giugno 2010, 68 pagine, 1,17 MB)

Autori partecipanti: VecchiaZiaPatty, Hellies, Magasulla, Jane90, Muirne, Ludo78, Gigliola, Enzo Milano, Arianna, Robbstark85, Manuela, Titty Terzano, Tetsu, Gloria, Arditoeufemismo, Michele, Pamelas, Stefy71, Bludoor, Vit, Mastronxo, Giacomo mass, Barbara g,
A cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (1,17 MB) - scaricato 564 volte.
oppure in formato EPUB (759,29 KB) (vedi anteprima) - scaricato 233 volte..
Lascia un commento.

La Gara 27 - Io, frammenti di autobiografie

La Gara 27 - Io, frammenti di autobiografie

(gennaio 2012, 80 pagine, 1,06 MB)

Autori partecipanti: Lodovico, Ardito eufemismo, Skyla74, Nathan, Feffone, Mariadele, Stilledernacht, Tania Maffei, Angela di Salvo, Unanime uno, Cordelia, Ritavaleria, hellies15, Manuela, Tuarag, Licetti, Roberta Michelini, Antonella P, Kutaki Arikumo, Ser Stefano, Alessandro Napolitano, Alessandra 90, Alheli, Triptilpazol,
A cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (1,06 MB) - scaricato 460 volte.
oppure in formato EPUB (668,88 KB) (vedi anteprima) - scaricato 216 volte..
Lascia un commento.