pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Thu 26 November, 22:38:42
logo


bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Il caffè del mattino

(racconto narrativa, breve - per tutti)
Tempo di lettura: circa 1 minuto
1.396 visite dal 14/09/2015, l'ultima: 1 settimane fa.
32 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)


Descrizione: nessuna...


Il caffè del mattino
voce
file: opera.txt
size: 2,09 KB
Tempo di lettura: circa 1 minuto

* è tra i primi 10!
in opere commentate (Racconto, dal 2015)


Elenco Tag dell'opera:
#famiglia(45)    #infarto(3)    #caffe(6)



Recensioni: 32 di visitatori, 54 totali.

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.

Testo della recensione o del commento (min 30, max 5.000 battute)

Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: stai per confermare la recensione o il commento al lavoro dell'autore Ida Dainese. Prima di proseguire, però, se hai necessità di discutere più a fondo di questa opera con l'autore, puoi iniziare una discussione più ampia e dettagliata usando la nwsezione apposita del nostro forum. Tale discussione, se non è già stata aperta, dovrà essere creata con il titolo:

"Il caffè del mattino - Ida Dainese".

Le recensioni offensive, volgari o di chiacchiere saranno eliminate dallo Staff.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative.

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta nwun'opera a caso.

recensore:
avatar di Alberto Tivoli
nwAlberto Tivoli
$ sostenitore 2017 (4 dal 2015)

Recensione o commento # 1, data 14/09/2015
Nella pratica amatoriale di questa mia duplice passione, scrittura faticosa dei miei scritti e lettura rispettosa di quelli altrui, ho sempre ammirato chi riesce in poche battute (in questo caso un cartella o poco più) a raccontare una storia nel pieno senso del termine: ovvero a comunicare un pezzo di vita con sentimenti ed emozioni.
Complimenti Ida.



recensore:

Recensione o commento # 2, data 14/09/2015
Anch'io Ida sono soddisfatto del tuo racconto, semplice breve e conciso.
Per mè poi, il caffè delle dieci è fondamentale per tutta la giornata.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 14/09/2015
Ciao Alberto, grazie per le tue parole.
Ciao Lucabon84, grazie anche a te.



recensore:
avatar di Dixit
nwDixit
$ sostenitore 2015 (4 dal 2010)

Recensione o commento # 3, data 14/09/2015
Il racconto è scritto molto bene, insospettabile finale. Nella sua brevità trovi il modo di completare una storia fatta di sentimenti ed energie vitali. bellissimo.



recensore:

Recensione o commento # 4, data 16/09/2015
Molto bello, in poche righe hai espresso bene il concetto di quanto sia necessario vivere ogni momento della vita nel modo migliore. Potrebbe non essercene più la possibilità.



recensore:

Recensione o commento # 5, data 26/09/2015
Scrivi qui la tua recensione…
Triste ma bella… mai rimandare a domani quello che puoi fare oggi, mai pentirsi di una promessa, mai trascurare le persone che Ami… non ci potrebbe essere un domani… BRAVA.



recensore:

Recensione o commento # 6, data 28/09/2015
Sei riuscita a infondere la leggerezza di un clima famigliare in una breve riflessione su quanto tutto sia fugace, ma proprio per questo ha così tanto valore. Strano a dirsi, ma un giorno rimpiangeremo persino certe situazioni che adesso non ci vanno genio, perché non potremo viverle con le persone che amiamo. Toccante.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 28/09/2015
Dixit, Annamaria, Davide e Luca,
grazie per le vostre graditissime parole.




recensore:

Visitatore
Recensione o commento # 7, data 23/05/2016
Breve, tragico ma profondo il tuo racconto esposto molto bene. Viviamo in una società di consumismo così sfrenato e di sprechi (il 75% dei nostri acquisti non vengono mai usati finiscono a riempire gli armadi o la cantina) e non ci accorgiamo che le cose importanti non sono gli acquisti, ma l'amore per i nostri famigliari.



recensore:

Massimo Tivoli
Recensione o commento # 8, data 20/09/2016
Racconto breve ma che mostra la capacità narrativa dell'autrice, presentando prima una situazione familiare realistica e tenera, con un papà che è combattuto per il dover rispettare controvoglia la promessa fatta per amore; dopo c'è un finale a sorpresa che trasforma la situazione tenera con potenza, dando una bella sveglia al lettore quando, dentro il personaggio del papà, sente che quando arriverà il momento si realizzerà che niente può essere meglio che condividere la vita con le persone più care, sebbene l'essere vivi delle volte ci concede il lusso di non averne sempre voglia. Breve, ma intenso e profondo.



recensore:

Arcangelo Galante
Recensione o commento # 9, data 21/10/2016
Un momento, quello de "Il mattino con caffè", significativamente immortalato dall’autrice, attraverso un dialogo, forse scontato, avente però un messaggio quotidianamente importante, per chiunque sappia cogliere il "carpe diem" d’ogni situazione. La vita presenta circostanze semplici ma, talvolta, impregnate di occasioni irripetibili e da cogliere al volo. Attenzione al vivere un rapporto che va assaporato nelle proprie sfumature: ecco l'interpretazione mia!



recensore:

Recensione o commento # 10, data 19/12/2016
Ciao! il racconto e' breve e intenso! L'ultimo pensiero del protagonista colpisce! L'ho letto e riletto...e mi e' piaciuta in maniera particolare l'immagine descritta in questa frase:
'Un raggio di sole entrò senza permesso e scintillò sul fianco lucido della caffettiera.'
Forse un ultimo spiraglio di luce prima della fine..



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 24/12/2016
A Visitatore, Massimo, Arcangelo e Leandro, grazie per il vostro commento. Smile



recensore:
avatar di Gabriele Ludovici
nwGabriele Ludovici
$ sostenitore 2018 (2 dal 2016)

Recensione o commento # 11, data 02/01/2017
Breve ma molto bello e significativo. Da amante dei gialli ammetto di aver pensato "cosa c'era nel caffè?" ma senza dubbio il senso è un altro e più profondo. Dovremmo ricordarci più spesso che i nostri cari, specie quelli più avanti con gli anni, non esisteranno per sempre e per questo non bisogna mai perdere occasione di stare con loro.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 03/01/2017
Grazie, Gabriele, ragazzo "sospettoso" Smile



recensore:

Recensione o commento # 12, data 03/03/2017
Vorrei commentare questo testo, semplice, breve, che descrive un episodio di vita quotidiana con una frase del racconto che sto scrivendo "Da quel giorno capì quanto il tempo fosse imprevedibile e capì, che il suo fluire consuma l’esistenza di ciascuno di noi, fino a ridurla a nulla. Il tempo è l’ossessione della fine, la paura della morte, che ti porta via in un battito d’ali." La scrittura è fluida e mi sono piaciuti molto i dettagli della luce che entra dal vetro. Complimenti!



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 03/03/2017
Grazie Matteo, hai colto il dettaglio della luce perché tu stesso la sai dipingere bene. Mi piace la frase del tuo racconto, riflette proprio quello che volevo dire io.



recensore:

Recensione o commento # 13, data 19/07/2017
Davvero un testo ben scritto! Lo stile della scrittura non è niente male. La lettura scorre bene come su un binario e il lettore non inciampa mai tra una riga e l'altra! Complimenti!



recensore:
avatar di Bludoor
nwBludoor
$ sostenitore 2012 (2 dal 2011)

Recensione o commento # 14, data 27/07/2017
Una storia semplice, solo in apparenza banale, che ci aiuta a riflettere sull'importanza del tempo e degli affetti, di cui spesso ci rendiamo conto solo quando vengono a mancare.
Un bel ritratto di vita familiare, pur nella sua brevità.
Finale triste che mi ha lasciato con la bocca amara!



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 28/07/2017
Grazie Bludoor, hai compreso perfettamente il senso. Smile



recensore:

Recensione o commento # 15, data 10/08/2017
Attratto dal titolo, lieve come una serena domenica mattina, in primavera. Colpito dal finale, grigio e pesante come un lunedì di pioggia triste, a Novembre. Il tutto in poche righe. Complimenti.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 10/08/2017
La tua recensione è una poesia, Fanfulla. Grazie. Smile



recensore:

Stefano Stadiotti
Recensione o commento # 16, data 09/09/2017
Mi è piaciuto questo caffè del mattino dell'autrice che si sofferma sulla quotidianità di un gesto dove il tempo viene trattenuto sorseggiandolo come calda bevanda. C'è piacevolezza ed un sapore buono, come il caffè, nel bere questa semplice poesia. Brava. Un saluto.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 10/09/2017
Grazie, ma il punto del racconto è la tristezza di quell'ultimo caffè.



recensore:
avatar di F. T. Leo
nwF. T. Leo
$ sostenitore 2020 (4 dal 2018)

Recensione o commento # 17, data 14/10/2017
Racconto di vita familiare che, in specie, nella parte finale, ti marchia sulle carni, ti segna sulla pelle un'angoscia di parossistiche dimensioni, tale da abbatterti, quasi alla stregua di "un macigno che ti colpisca al petto come un pugno spietato". Poi, lentamente, ti riprendi e rifletti, suppergiù immantinente, sui tanti spunti che questa breve opera ti offre: il testo ti pare, infatti, parlare di occasioni mancate, di quello che "si poteva" fare e, "come al solito", non si è fatto, di quello che "si voleva" fare e, "come al solito", non si è riusciti a fare.
In ogni caso, però, per l'intera durata della breve opera, dall'inizio alla fine, sin proprio al simbolico culmine dell'ultimo caffè, si avverte pressappoco la sensazione che debba accadere qualcosa di triste da un momento all'altro, quasi che si attenda che "la mano predestinata del destino" sparga, necessariamente, da un momento all'altro, il suo fosco velo, in modo estremamente spietato.
Solo alla fine, probabilmente, la protagonista, Lena, si accorge della profonda importanza dell'affetto che le viene di repente a mancare... Ma, esclusivamente, forse...



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 14/10/2017
Grazie Fabio. Un commento acuto e molto gradito.



recensore:

Recensione o commento # 18, data 04/02/2018
In questa breve storia racconti di un pezzo di quotidianità vissuto da una famiglia come tante, in cui può accadere che un momento qualunque si trasformi in una tappa cruciale, negativa purtroppo.
È uno spaccato di vita, questo caffè del mattino.
Commovente e scritto molto bene.



recensore:
avatar di Lorena
nwLorena
$ sostenitore 2018

Recensione o commento # 19, data 25/02/2018
Una mattina normale di una vita normale, un programma: dopo il caffè, una visita a un centro commerciale. Tutto narrato con semplicità e chiarezza. All'improvvido, un evento tragico ci porta a considerare il percorso della vita, alle possibilità che si aprono e a quelle che si chiudono in un solo istante.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 26/02/2018
Grazie delle tue parole, Lorena.



recensore:
avatar di Stefano Giraldi Ceneda
nwStefano Giraldi Ceneda
$ sostenitore 2019 (3 dal 2017)

Recensione o commento # 20, data 06/03/2018
Racconto di sicuro impatto emotivo, sotteso da una nostalgia, per così dire, in fieri: a lettura ultimata, mi è risultato spontaneo supporre le azioni di Lena e di sua madre, dopo quell’ultimo caffè del mattino. Consiglio all’autrice di ricontrollare la frase “anche se gliel’aveva promesso, di portarla al nuovo…” che contiene un errore. Suggerirei una rettifica del tipo “anche se le aveva promesso di portarla al nuovo…”. Avanzo le mie scuse se non ho inquadrato correttamente l’intenzione comunicativa di Ida. I migliori auguri per i prossimi lavori.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 10/03/2018
Grazie Stefano per la lettura attenta e il suggerimento. La frase che proponi è sicuramente più corretta, però con quella mia ripetizione di significato tentavo di riprodurre i pensieri che si accavallano e si ripetono nella mente dell'uomo, tipo un "l'aveva promesso, sì l'aveva promesso".
Una magra scusa? Perdonami.



recensore:

Recensione o commento # 21, data 28/05/2018
Ciao, prima di tutto ottima prosa, rende molto bene la descrizione di una famiglia ordinaria in una mattinata in cui nulla a parte il finale(o forse anche quello, dipende dai punti di vista) si discosta dalla norma. Per quanto riguarda la lunghezza: forse un finale del genere avrebbe una maggiore efficacia con qualche dettaglio in più, un "allungamento del brodo" artificiale solo in funzione dell'epilogo della vicenda. È solo un opinione personale, ma in così poche righe, mi è difficile stabilire qualche tipo di empatia o immedesimarmi con alcuno dei personaggi. Per il resto complimenti Smile



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 29/05/2018
Grazie Mauro per il gentile elogio e per la tua corretta opinione. Un testo così breve è simile all'unica scena di un film che sei costretto a immaginare. Potrei farne un testo più lungo, riscrivendolo, per far risaltare personaggi e emozioni, catturando il lettore come mi hai suggerito. Grazie!



recensore:
avatar di Isabella Galeotti
nwIsabella Galeotti
$ sostenitore 2019 (4 dal 2012)

Recensione o commento # 22, data 05/01/2019
Il tempo e la famiglia. Nella scale dei valori dovrebbero essere sempre al primo posto. Bisognerebbe sempre avere tempo per la famiglia, per passare con loro i momenti belli, ma anche quelli difficili, così si consolida il rapporto. Ma purtroppo, nella società di oggi, è un lusso. Questo racconto mette in risalto, secondo me, proprio tempo e famiglia. Bella storia, breve, intensa, e scritta divinamente. La piccola famigliola si preprara per un evento importante e da fare tutti insieme. I personaggi si muovono bene all'interno della scena mattutina. Ottimo.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 06/01/2019
Grazie Isabella per le tue gradite parole.



recensore:

user deleted
Recensione o commento # 23, data 31/01/2019
Bel racconto, scritto bene e con i tempi giusti. E non è facile condensare tutto in un brevissimo...io ne so qualcosa, sono addirittura arrivato ai racconti in 5 righe. Questo l'ho trovato non solo triste, ma struggente...l'epilogo finale mi ha colpito al cuore, anche perché sono anch'io nelle condizioni che dovrei pensare a godermi ogni giorno, ogni piccola cosa...non si sa mai: sono in lista d'attesa!!!



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 01/02/2019
Grazie, Giacomo, del bel commento. Ottimo consiglio godersi ogni piccolo momento, a dir la verità siamo tutti in lista d'attesa!



recensore:

Recensione o commento # 24, data 24/04/2019
Mi ha sorpreso, pensavo a tutt'altro epilogo. Scrittura piacevolissima.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 25/04/2019
Grazie Ivan, sono contenta che ti sia piaciuto!



recensore:

Recensione o commento # 25, data 22/05/2019
D'impatto. Breve e intenso. Non è facile che un racconto così breve racchiuda così tante cose sulle quali pensare. Ci trovo molta spontaneità, in questa frazione di vita comune. Mi è piaciuto.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 26/05/2019
Grazie Ansemis, un commento molto gradito.



recensore:

Recensione o commento # 26, data 13/06/2019
Ida,

leggo che tutti (a ragion veduta e me compreso) hanno apprezzato la tua capacità di sintetizzare in un pugno di parole il calore e l'emozione di un tipico spaccato familiare.

Evito quindi di ripetermi e aggiungo solo che un'altra virtù della tua scrittura che mi ha colpito si ritrova nella tua dote di eseguire efficacissimi cambi di registro nel giro di poche battute. In questo caso, l'ultimo capoverso aggiunge ad struttura narrativa solida e scorrevole quel tocco di inattesa sorpresa che lascia in bocca al lettore il sapore dolce amaro di un lavoro eccelso.

Davvero notevole.

Complimenti.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 13/06/2019
Grazie Lorenzo, per il commento gentilissimo e la tua lettura attenta.



recensore:

user deleted
Recensione o commento # 27, data 30/07/2019
Mi è piaciuto molto questo micro racconto. In pochissime righe hai condensato un'intera esistenza: il protagonista che si congeda dalla vita scusandosi coi suoi cari dice tutto di sé e della sua anima.
Bellissimo, poi, il passaggio del "raggio di sole che entra senza permesso".
Mi è anche piaciuto il riferimento allo "spendere denaro per cose di cui non sospettavi neanche l'esistenza". Mi ha ricordato un aneddoto che lessi molti anni fa, non so più dove, che raccontava di Socrate, il grande filosofo greco, che trovandosi a passare in una fiera e osservando il gran numero di oggetti esposti, esclamò: "Di quante cose non sento il bisogno".
Complimenti.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 05/08/2019
Ciao Antonio, ti ringrazio molto per il bel commento!



recensore:

Recensione o commento # 28, data 19/12/2019
Un racconto breve che ci fa meditare sull'ammonimento evangelico "non conoscete né il giorno né l'ora". Il testo si fa apprezzare per le sequenze ben definite e per il ritmo. La scelta delle parole per descrivere l'inizio di quella mattina è efficace. Per il lettore una meditazione salutare che ci fa accarezzare l'avvolgente affetto familiare e l'inquietudine per una perdita che spalanca dentro un'angoscia indescrivibile, dopo cui c'è solo il silenzio.



recensore:

Recensione o commento # 29, data 20/12/2019
Intenso, ma deflagrante. Come un lampo improvviso di cui percepisci soltanto il baleno mentre leggi ma che ti scoppia nella mente subito dopo. Ti spinge all'analisi personale, del vissuto familiare; riapre cassetti che credevi ormai bloccati dalla polvere del tempo.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 21/12/2019
Vi ringrazio, Eliodibella e Teo R. Ponza, per i vostri bei commenti. Sono lieta che il mio racconto vi abbia intrigato.



recensore:
avatar di Roberto Ballardini
nwRoberto Ballardini
$ sostenitore 2020 (3 quest'anno)

Recensione o commento # 30, data 26/01/2020
Quant'è intrigante vedere quanto si può organizzare a livello emotivo in così pochi caratteri. Un racconto che comincia in modo leggero, una giornata qualsiasi di una qualsiasi famiglia come ce ne sono tante, e si conclude puntando dritto al centro di quella che è la più grande paura di ogni individuo. Immagino che per un po' mi tornerà in mente nei prossimi giorni, insieme al caffè del mattino, e mi farà pensare a quanto forse sarebbe giusto essere grati ogni giorno per ogni giorno che abbiamo da vivere. Perlomeno chi ha un caffè da prendere e una casa in cui prenderlo. Piaciuto!



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 27/01/2020
Belle parole, Roberto. Grazie per la tua lettura.



recensore:

Recensione o commento # 31, data 26/07/2020
Ciao Ida. Molto bello il tuo racconto, sembra di 'esserci'. Peccato che la fine sia tragica, ma la vita se ne frega. Si vorrebbe sempre prolungare un tempo, c'è ancora molto da fare, molto da dire, che non è stato detto. Non importa: quel che s'è fatto è fatto e non si torna indietro.
Ciao, Roberto



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 27/07/2020
Ciao Roberto, grazie del tuo commento. Hai ragione, non si può tornare indietro nella vita; è il suo lato tragico e prezioso.



recensore:

Recensione o commento # 32, data 27/07/2020
I racconti a volte sono significativi anche per ciò che evocano nei lettori; come dopo aver visto questo, che ha un finale spiazzante. Spesso penso a cosa potrebbe essere preferibile, una morte improvvisa o una lenta agonia: provocare uno shock nei familiari o essere loro di peso, per mesi o anni?
Per quanto mi riguarda, non ho dubbi: meglio la prima soluzione, soprattutto se ti evita lunghe sofferenze e una visita non desiderata. E' anche vero che in molti centri commerciali c'è il defibrillatore



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

risposta dell'autore, data 28/07/2020
Ciao Andr60, grazie per la lettura e per le tue riflessioni. Direi che la vita a volte proprio ti spiazza e non ti lascia neanche un po' di scelta.




up - files - recensioni e commenti - opere correlate -
L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Il caffè del mattino di Ida Dainese è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)

up - files - recensioni e commenti - opere correlate -


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(racconto narrativa, brevissimo)  di nwChiara Stella

descrizione: Senza pensarci, parole dal cuore. Di un mondo che fu mio. Che mio lo è ancora.

#adolescenza(19)    #casa(60)    #famiglia(45)    #genitori(5)    #valori(6)    #amore(567)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwGennyCaiazzoPoesie

descrizione: Poesia di Genny Caiazzo dedicata al padre

incipit: ''TU'' Poesia di Genny Caiazzo

#amore(567)    #famiglia(45)


(racconto narrativa, breve)  di nwDjezia_Manu

descrizione: La storia di una donna che visse per amore...

incipit: Oggi vi vorrei raccontare la storia che sa dell'incredibile. Anch'io se devo dirvi la verità sono rimasto sbalordito. E' la storia di un'amore che durò per sempre ma che non ebbe mai inizio....

#famiglia(45)    #figli(37)    #guerra(64)    #morte(175)    #puro(1)    #vita(194)    #amore(567)    #per sempre(1)    #vero(2)


(racconto narrativa, breve)  di nwCharlotte

descrizione: Ritorno a casa dopo tre anni lontano da affetti e luoghi conosciuti, ma l'esperienza fatta è stata talmente preziosa che rimarrà nel cuore per sempre.

incipit: Lisa se ne stava lì, seduta sotto il portico della sua casa africana, e scrutava silenziosa e immobile l'orizzonte, bagnato da una leggera nebbiolina. Ammirava il sorgere di un nuovo giorno, come aveva fatto già tante volte, e ancora si stupiva dello spettacolo che aveva davanti a sé.

#africa(6)    #ritorno(11)    #famiglia(45)


(racconto rosa, breve)  di nwEmal

descrizione: NATALE A VIENNA la protagonista vive una Vigilia di Natale diversa, in un'altra città, dove l'ha portata un'importante opportunità di lavoro...la nostalgia dell'Italia si fa sentire ma c'è un gruppo di am…

#compere(1)    #fretta(2)    #intervista(7)    #italiani(30)    #natale(55)    #sorpresa(7)    #vestito(8)    #walzer(1)    #famiglia(45)


(racconto narrativa, breve)  di nwGiovanni Padrenostro

descrizione: La Sacra Famiglia è il mio primo romanzo breve. Il romanzo sarà pubblicato sul blog: http://www.lascena.splinder.com

#famiglia(45)    #paradiso(17)    #sacro(8)    #inferno(12)


(racconto narrativa, breve)  di nwStefano di Stasio

descrizione: Racconto breve, ricordo d'infanzia, affetti

incipit: Era l'estate del 1992, St. Malò, Bretagna.

#affetti(10)    #infanzia(22)    #ricordo(131)    #famiglia(45)


(racconto saggio, medio)  di nwAngelo Franchitto

descrizione: Li testo/guida è un manuale pedagogico sulla figura paterna. Lo scopo di questo scritto è quello di cercare di capire cosa significa essere padre e perché questo ruolo non è poi così semplice come molti credono.

incipit: Quando parliamo di ruolo paterno non sempre abbiamo chiaro il peso e la centralità di questa funzione. Siamo spesso spinti da continue sollecitazioni della vita quotidiana, immersi tra impegni e problemi, tanto che spesso siamo portati a dare valore ad aspetti che ci permettono di risolvere più facilmente le empasse della quotidianità, perdendo il senso delle azioni stesse e del nostro affaccendarci nel tentativo di far quadrare i progetti del nostro esistere quotidiano.

#famiglia(45)    #papà(8)    #paternità(2)    #comunicazione(3)    #educazione(1)


(racconto narrativa, breve)  di nwUmberto Pasqui

incipit: Con tonfi secchi cadevano le pigne coperte di neve dai rami delle conifere che costeggiavano la strada. Era nevicato parecchio la notte appena passata, ma bianche erano soltanto le cime degli abeti e le vette smussate delle colline.

#amore(567)    #famiglia(45)    #figlio(37)    #freddo(16)    #ghiaccio(6)    #inverno(21)    #neve(39)    #ninfa(1)    #notte(77)    #rossini(2)    #zenobia(1)    #bartolomeo(1)

Elencate 10 relazioni su 52 -
 
10
20
 ... 
60
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.

up - files - recensioni e commenti - opere correlate -




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!

up

vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.237.66.86


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2020
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,86 secondi.
up