pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Sun 27 September, 15:56:39
logo


bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Il lamento del mare

(racconto favola, breve - per tutti)
Tempo di lettura: circa 10 minuti
62 visite dal 18/02/2018, l'ultima: 5 mesi fa.
3 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:
avatar di Fausto Scatoli
nwFausto Scatoli
$ sostenitore 2020 (9 dal 2018)



Titoli simili:

Descrizione: Fiaba moderna in chiave ecologica.

Incipit: Le onde del mare si accavallavano in continuazione, ostacolandosi non poco. «Ma insomma, basta…» «Mi dai fastidio, spostati.» «Perché sei così schiumosa? Non stai bene?» «Aiuto, mi vuole affogare!» Un’onda sopra l’altra, una lamentela sopra l’altra. Insomma, un oceano di rimbrotti e grida, smorzate vagamente dal chiasso dello sciabordio continuo, quasi indifferente a quelle problematiche.


Il lamento del mare
voce
file: il-lamento-del-mare-_
fiaba.docx
size: 22,57 KB
Tempo di lettura: circa 10 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))

* è tra i primi 10!
10° dal 2018 (opere commentate)


Elenco Tag dell'opera:
#aiuto(7)    #bambini(77)    #ecologia(4)    #inquinamento(6)    #onde(10)    #plastica(1)    #pulizia(3)    #uomo(58)    #mare(148)



Recensioni: 3 di visitatori, 6 totali.

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.

Testo della recensione o del commento (min 30, max 5.000 battute)

Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: stai per confermare la recensione o il commento al lavoro dell'autore Fausto Scatoli. Prima di proseguire, però, se hai necessità di discutere più a fondo di questa opera con l'autore, puoi iniziare una discussione più ampia e dettagliata usando la nwsezione apposita del nostro forum. Tale discussione, se non è già stata aperta, dovrà essere creata con il titolo:

"Il lamento del mare - Fausto Scatoli".

Le recensioni offensive, volgari o di chiacchiere saranno eliminate dallo Staff.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative.

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta nwun'opera a caso.

recensore:

Recensione o commento # 1, data 19/02/2018
Mi è piaciuta molto questa favola moderna, ben scritta e con un contenuto purtroppo attualissimo.
Indubbiamente il messaggio ecologista è chiaro e lampante, in un racconto fantastico in cui guarda caso protagonisti sono i bambini, che hanno nelle loro mani le chiavi del vivere futuro. E di questo noi adulti dovremmo tenerne conto. Ma il sottotitolo, per me interessante, introduce anche il tema della capacità di sognare, capacità ahimè trascurata dalla maggior parte dei grandi e che forse potrebbe costituire lo strumento per rendere il mondo un posto migliore. Un saluto.



recensore:

Recensione o commento # 2, data 21/02/2018
Una favola moderna appunto, con un forte messaggio ecologico.
Un mondo dove è vietato sognare. Gli adulti si sono imposti di non farlo, ma i bambini no. Lo fanno e ne sono felici, quasi non possono farne a meno.
È un "processo" che accade nella realtà. Crescendo si tende a smettere di sognare e viaggiare con la fantasia. Mi viene in mente la frase detta da Antoine de Saint-Exupéry:
"Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano".
Attraverso la voce delle onde, il mare lancia un grido, una denuncia di come l'uomo sta trattando l'ambiente.
Una favola che trasmette un messaggio, anzi due. Il primo è quello di salvaguardare la natura, la nostra casa. Le onde parlano a loro modo facendoci capire che stanno soffrendo.
Il secondo non è meno importante: quello di sognare. Perché che cos'è la realtà se non la realizzazione dei propri sogni?



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

Recensione o commento # 3, data 22/02/2018
Col linguaggio della favola arrivi subito e con precisa semplicità alla questione: senza sognare la vita non è più tale, diventa solo un'anonima esistenza che si trascina indifferente a tutto.
Bello e naturale che il vero potere sia in mano ai bambini, che non conoscono divieti, che non sono logorati da leggi e doveri, che non si stupiscono di un mare che parla, bensì di uomini che non sognano.
In questa tua storia l'animo infantile capisce, agisce e cambia le regole con una magia che risveglia anche gli animi degli adulti. La lettura scorre veloce, affascinando e lasciando una sensazione di benessere, di leggera felicità.
(In questa frase: "liberato tutti coloro erano detenuti per averne parlato." manca un "che" o va tolto "erano", giusto?)



recensore:
avatar di Fausto Scatoli
nwFausto Scatoli
$ sostenitore 2020 (9 dal 2018)

risposta dell'autore, data 26/02/2018
Grazie, paola
hai colto due cose essenziali, oltre al messaggio esplicito, ossia i bambini, ai quali stiamo dando un futuro davvero osceno, e il sogno
sognare non costa nulla ed è una delle cose più belle che ci siano, perché proibirlo?
perché auto punirci vietandoci di sognare?



recensore:
avatar di Fausto Scatoli
nwFausto Scatoli
$ sostenitore 2020 (9 dal 2018)

risposta dell'autore, data 26/02/2018
Esatto, nicola
tutti siamo stati bambini, ma quanti di noi lo ricordano o lo vogliono ricordare?
e perché non sognare, perché proibircelo, quando invece è la via per realizzare mille cose?

grazie del commento



recensore:
avatar di Fausto Scatoli
nwFausto Scatoli
$ sostenitore 2020 (9 dal 2018)

risposta dell'autore, data 26/02/2018
partendo dalla fine: sì, manca un che Smile
io la penso come Guccini e, sostanzialmente, "non sopporto la gente che non sogna"
ci sono sogni irrealizzabili, ma gran parte del presente è dovuto ai sogni di tante persone capaci
allo stesso modo, i bambini sono liberi da certi vincoli e non si possono proibire loro determinate cose
pur facendolo, seguiranno il loro istinto: sogneranno




up - files - recensioni e commenti - opere correlate -
L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Il lamento del mare di Fausto Scatoli è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)
(nwClicca qui per info sulla protezione delle opere)

up - files - recensioni e commenti - opere correlate -


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(racconto fantascienza, medio)  di nwCosimo Vitiello

descrizione: Vi siete mai chiesti come sia possibile che la Terra ancora non sia collassata sotto il nostro peso?

incipit: Mi sono deciso a scrive quanto mi è successo più per liberarmi di un peso che per rendere nota una storia apparentemente senza senso. Non voglio apparire come un profeta o un liberatore, sono l'uomo sbagliato che si è trovato incappato in un errore più grande di lui. Mi accingo ora a raccontare la storia più assurda che mi sia successo e lo voglio ripetere, solo per liberarmi da un fardello, starà a voi trarne le conclusioni.

#alieno(51)    #sparizione(6)    #aiuto(7)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwFlavio

descrizione: Orgoglio, scuse, a cosa portano

incipit: Era un uomo orgoglioso ...

#aiuto(7)    #fierezza(4)    #scuse(1)    #vita(191)    #orgoglio(5)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwS Vittoria

descrizione: Ritrovo della speranza per se stessi, attraverso l'energia della Natura.

incipit: Ho messo le mani nel terreno rorido. È sembrato che la mia anima deserta si lavasse nel profondo.

#aiuto(7)    #energia(14)    #gioia(20)    #natura(19)    #speranza(98)    #vita(191)


(racconto fantascienza, breve)  di nwFausto Scatoli

incipit: Un’altra volta Huh è arrivata. Non so quante riuscirò ancora a vederne.

#aiuto(7)    #honda(1)    #moto(9)    #ruota(2)    #tempo(66)    #viaggio(58)    #amico(18)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwPatrizia Chini

incipit: La notte è silenziosa. Alzo la testa gli occhi a settentrione.

#aiuto(7)    #stelle(34)


(poesia altro, brevissimo)  di nwGabrielegravina

descrizione: Il mio pensiero che rende merito all'unico posto dove posso nascondermi e liberarmi allo stesso tempo.

#aiuto(7)    #cameretta(1)    #carattere(4)    #conforto(1)    #felicita(39)    #finestra(13)    #gioia(20)    #ira(4)    #luogo(3)    #passioni(63)    #pensieri(109)    #pensiero(109)    #persona(11)    #personalita(4)    #persone(9)    #posto(1)    #rabbia(24)    #sfogo(2)    #tristezza(49)    #umore(9)    #camera(3)


(racconto fantascienza, medio)  di nwMonia Di Biagio, nwMassimo Baglione

descrizione: La storia si ambienta nel centenario di Barbie (sì, la bambola :-))

incipit: Antonia è una bambina intelligente. A neanche due anni le insegnarono per gioco le lettere dell'alfabeto e lei, per gioco, le imparò. A quattro sapeva già scrivere. In un solo anno ancora, sapeva ciò che s'insegna normalmente nelle prime due classi di scuola elementare. - Se continua così - diceva il nonno - a sei anni vorrà uscire da sola con la mia macchina! - Non dire scemenze - gli replicava la nonna - è solo più intelligente del

#anniversario(5)    #bambina(77)    #barbie(3)    #computer(16)    #natale(54)    #nonna(7)    #nonni(4)    #nonno(13)    #babbo natale(8)


(racconto narrativa, breve)  di nwAlessandro Napolitano

descrizione: Il racconto "Una storia nera" è arrivato sesto al concorso "La biblioteca d'oro" ed è stato incluso nella omonima antologia.

incipit: Il dito girava nel bicchiere in senso antiorario, inghiottito da un mulinello rosso. Michele lasciò posare il vino, portò l'indice alla bocca e lo succhiò. Un crocefisso di legno, lungo quanto una mano, pendeva dalla parete. L'uomo accarezzò il volto del Cristo seguendo le rughe d'ebano, lo staccò dal muro e lo ripose nel cassetto della credenza. Bevve il Brunello in un sorso.

#bambino(77)    #chiesa(17)    #colpevole(5)    #mare(148)    #morte(169)    #pipistrelli(2)    #polizia(14)    #prete(3)    #spiaggia(20)    #vita(191)    #caverna(3)

Elencate 10 relazioni su 285 -
 
10
20
 ... 
290
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.

up - files - recensioni e commenti - opere correlate -




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!

up

vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.235.101.50


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2020
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,67 secondi.
up