pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Sat 10 April, 17:10:33
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

La morte quotidiana

(poesia narrativa, brevissimo - per tutti)
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
1.238 visite dal 19/11/2007, l'ultima: 1 mesi fa.
4 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:


Titoli simili:

Descrizione: Come non bastassero i morti per rapine, in Italia si muore anche per sport.

Incipit: Se leggiamo noi La Stampa o vediamo il Telegiornale al cervello ci può far bene ma al cuore tanto male! Si combatte dappertutto, vi son tragedie ogni giorno e la cosa peggiore è che a molti non gliene importa un corno!


La morte quotidiana
voce
file: lamortequotidiana.docx
size: 5,20 KB
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))



Elenco Tag dell'opera:
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)



Recensioni: 4 di visitatori, 5 totali.

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: stai per confermare la recensione o il commento al lavoro dell'autore Gilbert Paraschiva. Prima di proseguire, però, se hai necessità di discutere più a fondo di questa opera con l'autore, puoi iniziare una discussione più ampia e dettagliata usando la nwsezione apposita del nostro forum. Tale discussione, se non è già stata aperta, dovrà essere creata con il titolo:

"La morte quotidiana - Gilbert Paraschiva".

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)

recensore:

Dino
Recensione o commento # 1, data 23/11/2007
Forse un po' di colpa (un po'?) c'è l'ha anche l'attuale governo che ha esordito con un indulto che ha perdonato troppi criminali.Poi un po' tutta la stampa che a volte criminalizza la polizia schierandosi dalla parte dei facinorosi o perdonandoli troppo facilmente. Quando Cesare Beccaria scrisse "Dei delitti e delle pene" era certamente per l'abolizione della tortura e per un garantismo istituzionale, ma anche per la certezza della pena quando un delitto fosse stato accertato senza ombra di dubbio. Bene, questa certezza oggi non c'è e quindi viene a mancare la prevenzione del reato attuato attarverso la certezza della condanna appunto.Insomma la colpa è del legislatore a mio sommesso giudizio. Se posso muovere una critca all'autore degli scritti, direi ottima la prosa, pessima la poesia. Ma quello della metrica è un mio vecchio pallino. Dino



recensore:
avatar di Sphinx
nwSphinx
$ sostenitore 2011

Recensione o commento # 2, data 19/12/2007
Mi unisco a Dino e ti faccio lo stesso commento riguardo alla poesia.

Quasi sempre le mie liriche hanno detto solo verità
ma son solo apprezzate da madri oneste e bravi papà;
questi in Italia sono pochi, lo sa pure il Padreterno,
se continua così, certo, tutti finiremo all'Inferno!

Scusami ma questa parte, non solo è banale e quindi banalizza un argomento così scottante, ma anche superficiale... in Italia ci sono molti più bravi padri di quello che si crede...

Il problema è il fatto che nel nostro paese l'illegalità purtroppo paga, perché non c'è certezza di pena. I primi a delinquere sono quelli che ci governano, e lo fanno ormai con una arroganza tale che gli animi della gente sono esasperati. Inoltre nel caso del "tifoso laziale" ucciso, se i giornalisti non avessero subito cercato di cavalcare l'onda del "tifoso ucciso dal poliziotto", tutto il casino che è successo dopo si sarebbe potuto evitare, senza per questo voler giustificare i delinquenti che hano messo a ferro e fuoco mezza Italia...
Mi fermo, troppe cose si potrebbero dire e questa non è la sede adatta



recensore:

risposta dell'autore, data 20/12/2007
Concordo con Sphinx circa l'alto livello della prosa e lo scarso livello della poesia che, specialmente per uno che ha il pallino della prosodia e metrica, giustamente, non potrebbe mai trovarla perfetta!
A Sphinx offro un sonetto: "GIARDINI NAXOS - TAORMINA" e qui, penso, se non sarà troppo severo nel giudizio, potrà valutare se è vera poesia! Solo che, a mio modesto avviso, se vogliamo occuparci di problemi sociali che affliggono l'umanità, non sempre possiamo - come direbbero a Napoli - "vutarla a barzelletta" o, nel caso specifico, "vutarla a pujsia" o, per meglio dire, stare a badare eccessivamente alla metrica o alla prosodia!...
Comunque ben vengano le critiche che servono sempre a indurci ad un miglioramento e, tanto per far larima, io ne sono sempre felice e contento!
BUON NATALE E TANTI AUGURI!
Gilbert



recensore:
avatar di Sphinx
nwSphinx
$ sostenitore 2011

Recensione o commento # 3, data 20/12/2007
Ci credo Gilbert, ci mancherebbe!
Ma la mia critica non era rivolta alla metrica in questo caso.

Buon Natale anche a te e a tutti i frequentatori del portale.



recensore:
avatar di Munzio
nwMunzio
$ sostenitore 2019

Recensione o commento # 4, data 18/09/2019
Complimenti! Molto interessante e piacevole




L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
La morte quotidiana di Gilbert Paraschiva è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera
Nessuna opera correlata

Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.238.174.50


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,24 secondi.