pagine viste: ...
...no javascript...
Benvenuto, visitatore
     
Wed 14 April, 18:06:03
logo

Recensione o commento a: Dio c'è? - (Aforisma Altro, Brevissimo) - di Giancarlo Rizzo:

Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.


Nota: stai per confermare la recensione o il commento al lavoro dell'autore Giancarlo Rizzo. Prima di proseguire, però, se hai necessità di discutere più a fondo di questa opera con l'autore, puoi iniziare una discussione più ampia e dettagliata usando la nwsezione apposita del nostro forum. Tale discussione, se non è già stata aperta, dovrà essere creata con il titolo:

"Dio c'è? - Giancarlo Rizzo".

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


Sei un visitatore. Inserisci il risultato numerico della seguente formula matematica:

((sei x nove) + due) =  


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON





Le altre recensioni o commenti
Di Giancarlo Rizzo: Il piacere è tutto mio!
Io NON POSSO credere e dunque mediterò all'infinito, come dici tu.
Di Ida Dainese: In fondo è solo una domanda, breve, semplice, ma racchiude in sé tutti i desideri e la voglia di sapere dell'umanità fin dal tempo più antico. Penso che ci si possa meditare sopra all'infinito, senza trovarci una risposta che la soddisfi in pieno, e in questo modo la domanda di partenza richiamerebbe anche tutta l'intelligenza e la conoscenza umana che si arrovellano sull'esistenza del chi e del cosa. In effetti hai scatenato un godibile putiferio nei commenti che mi precedono e che ho letto con grande interesse e piacere.
Di Loredana De Luca: Non sei noioso! Aggiungo ancora un'osservazione: dici benissimo, io ho già risposto alla domanda, anche se solo implicitamente. Anche tu però hai già risposto. Infatti la domanda "se dio non c'è, perché ci sono IO?" significa: Se io ci sono, e ci sono - su questo siamo tutti d'accordo - dio non può non esserci. Grazie del confronto!
Di Giancarlo Rizzo: Chi mi ci ha messo su… Che differenza fa dire "cosa mi ci ha messo su… " ?
Chi o Cosa non ha importanza: è così. IO ci sono. La domanda, come dici tu, è Perché?
Perché ho bisogno di Dio (se c'è) o di crearlo (se non c'è)?
Cara Loredana, tu hai già risposto. Hai escluso la fede in un dio dicendo che non esiste senza noi; ma allora "se non c'è Dio, perché ci sono io?"
è vero : è tutta un'altra storia e io sono noioso. perdonami.
Di Loredana De Luca: Se dio esce di scena, il focus del discorso si sposta sul perché ci sono io. Da intendersi: come faccio a esserci io? In tal modo cambia radicalmente l'ambito entro cui ci stiamo muovendo. Chi mi ci ha messo su questo granello di piccolezza infinitesimale che chiamiamo Terra? Questa è tutta un'altra storia…
Di Giancarlo Rizzo: La Domanda è : "Se non c'è Dio, perché ci sono io ?"

Facciamo così: "Se c'è Dio, è perché ci sono io?"
In questo modo la domanda persiste ed è quello che mi interessa: avere risposte diverse su cui meditare.
Tu dici (risposta): "Se c'è Dio, è perché ci sono io".
Ovvero "Dio, l'ho creato io". La tua ipotesi non fa una piega.

Grb2016 me ne ha già data un'altra, come risposta alla mia domanda così interpretata: "se ci sono già io, perché c'è anche Dio?" come dire: "forse perché sei tu, Dio".

Ma so che c'è chi dice che Dio c'è anche se io non ci sono; dunque la domanda in quel caso resta : "perché ci sono io?"
Di Giancarlo Rizzo: Forse. Forse lo sono per il mio cane… ma non ne sono sicuro.
Di Loredana De Luca: Questione di enorme, immensa portata. Se non c'è dio, perché ci sono io?
Potrei però dire: "Se c'è dio è perché ci sono io". In altre parole: posso credere che dio abbia creato l'uomo. Posso, al contrario, credere che l'uomo abbia creato dio. Che è quanto la storia ci insegna. Nelle forme più diverse, sbocciate non appena l'uomo ha preso coscienza di se stesso, e si è visto circondato dalla natura e dai suoi fenomeni, l'uomo ha saputo esprimere un desiderio insopprimibile di sapere. Desiderio che ha espresso nelle forme e attraverso i codici di cui disponeva e di cui era capace. Sono nate così le diverse cosmogonie che hanno implicato la creazione di un essere supremo creatore del mondo e da esso distinto. La varietà delle forme e delle modalità cosmogoniche è grande. Ma è da lì che si originano le religioni, comprese le grandi religioni monoteiste. Dunque, mi chiedo: Dio c'è? Rispondo: Se c'è, è perché ci sono io.
Di Grb2016: Forse sei Dio






PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.238.88.35


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,11 secondi.