pagine viste: ...
...no javascript...
phone
opzioni grafiche:
T
T
T
TT
Benvenuto, visitatore
     
Thu 11 August, 08:32:18
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Rettangolo verde

(poesia altro, brevissimo - per tutti)
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
66 visite dal 27/06/2022, l'ultima: 1 settimana fa.
11 recensioni o commenti ricevuti
Autore di quest'opera:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)




Rettangolo verde
file: opera.txt
size: 407,00 Bytes
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))


Elenco Tag dell'opera:
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)



Recensioni: 11 di visitatori, 20 totali.
  recensisci / commenta

recensore:

user deleted
Recensione o commento # 1, data 18:37:39, 27/06/2022
Ogni promessa è debito come ogni debito è promessa.
Forse è meglio evitare debiti e promesse e vedere che succede in realtà!



recensore:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 18:57:39, 27/06/2022
Hai ragione, Bravoautor, lasciamo fare il suo corso alla realtà…



Recensione o commento # 2, data 18:03:58, 28/06/2022
La promessa è un'arma a doppio taglio e rischia di farti molto male quando ti genera una disillusione.
Promettere richiede da parte di chi lo fa una grande coerenza e fermezza di principi morali, che purtroppo non sono da tutti e sembrano essere sempre più in via di estinzione. Richiede altresì una buona memoria, la cui mancanza viene spesso usata come alibi dal popolo dei furbetti.
Quindi, concordo nel lasciare fare il suo corso alla realtà, la promessa rappresenta un futuro incerto… ahimè



recensore:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 23:35:00, 28/06/2022
Grazie, Maria Cristina, per il passaggio. Spesso, le promesse sono come parole al vento, ahinoi.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

Recensione o commento # 3, data 18:28:19, 28/06/2022
Come già espresso in passato il mio pensiero sulla promessa è che non essendoci nulla di fisso o permanente in noi anche le nostre parole si muovono e si modificano nelle/sulle, nostre possibili intenzioni future/presenti, insieme a noi, quindi la promessa fatta oggi, non può essere la stessa promessa mantenuta domani, essendo già cambiati noi stessi nel frattempo. Fare una promessa in realtà è come fare una fotografia a noi stessi, rispecchia realmente solo il nostro passato, mai il presente, né tantomeno il futuro. Bella poesia.



recensore:
avatar di Giancarlo Rizzo
nwGiancarlo Rizzo
$ sostenitore 2022 (2 dal 2021)

Recensione o commento # 4, data 22:25:19, 28/06/2022
Le promesse d'amore vanno mantenute a qualsiasi costo



recensore:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 23:49:24, 28/06/2022
Sì, Giancarlo, andrebbero mantenute, ma spesso si disperdono nell'aria…



recensore:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 23:50:21, 28/06/2022
Grazie, Gabriele, per l'apprezzamento. Sì, hai ragione, essendo noi stessi soggetti a cambiamenti, anche le promesse non hanno la stessa valenza a lungo termine.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

Recensione o commento # 5, data 03:15:55, 29/06/2022
Su questo faccio prima a rispondere così, qui riassumo bene il concetto di cosa penso su questo e come cercare di vivere e condividere al meglio il cambiamento sempre presente.

sempre-pronti-a-dire-io.html



recensore:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 11:36:10, 29/06/2022
Poiché quello che scrivi, che condivido al 100%, è e rimarrà solo teoria - in quanto l'essere umano non si svestirà mai di anni e anni di input all'egocentrismo, egoismo, prevaricazione (in parte innati per la sopravvivenza, sui quali, però, si potrebbe lavorare… ma nessuno ce l'ha mai insegnato, né abbiamo avuto esempi, come non li avranno i nostri figli… ), credo, per questo, che l'Io a volte si debba difendere, se non altro nei confronti di un Io prepotente. Certe volte, si tratta solo di essere assertivi.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

Recensione o commento # 6, data 13:09:30, 29/06/2022
Ovvio che noi non cambieremo mai il nostro essere anche per il motivo da te giustamente espresso, però accettando questo stesso essere in essere, comprendendolo, comprendendo noi stessi, possiamo poi comprendere e quindi essere coscienti come dicevo che niente è fermo in noi, tutto cambia e tutto muta costantemente e inesorabilmente, quindi se parliamo di amore di coppia, o di promesse legate al mantenimento nel tempo di questo, dobbiamo nel rispetto e comprensione del cambiamento dell'altro, come allo stesso modo, del nostro in atto, singolarmente e reciprocamente, adattarci su questo al nostro meglio, riscoprendo e accettando ora l'amore, non più nella sua forma originaria (quello magari dell'eventuale promessa fatta o lasciata nel passato), ma nel suo cambiamento e mutamento continuo stesso. Questo finché ci è permesso dal nostro sentire interiore, ancora possibile, e quindi realizzabile in essere. Per questo l'eventuale promessa passata in realtà è solo il metro di giudizio che abbiamo su questo e di questo stesso cambiamento, non un punto fermo del nostro essere. Saremo sempre ognuno a suo modo e quindi l'un con l'altro egoisti ed Io-centrici (in maniera attiva oppure passiva, subendo l'altro e facendo quindi fatica a rendercene poi conto o riconoscerlo sull'immediato, come un atto di subdola predominanza da noi subita, e giustamente interrotta al prima possibile in essere se così fosse), ma dobbiamo comprendere che tutti indistintamente facciamo a nostro grado e misura questo ogni singolo momento. Quello che possiamo e dobbiamo fare quindi è solo cercare di adattarci (attivamente, ambedue le parti) al meglio singolarmente e reciprocamente a questa stessa nostra data e posta nel tempo, comprensione di noi stessi. Questo può aprire ogni volta la possibilità al crearsi nello spazio e nel tempo dato in essere e divenire di una determinata coppia, a riscoprirsi continuamente diversi (ma per questo anche simili), singolarmente e soprattutto reciprocamente, ma di continuare a farlo e scoprirlo insieme, rimanendo quindi ancora uniti come coppia nel singolo e reciproco cambiamento, a fronte di scenari nuovi (sereni o difficili che siano) da vivere e condividere (dialogando) con l'altro.



recensore:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 18:17:20, 29/06/2022
Sarebbe una crescita non da poco, ma è proprio sul comprendere/comprenderci che non siamo stati educati, come sull'ascoltare/ascoltarci, elementi strettamente interconnessi.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

Recensione o commento # 7, data 19:15:26, 29/06/2022
Vero, questo non toglie che in giro ci sono persone comunque in grado di farlo, basta non cercarle per non rimanere poi troppo spesso delusi, quando deve essere, se deve essere, cioè se le scelte di entrambi porteranno ad un incontro, l'incontro ci sarà, poi sta a noi. Lo dico perché a me è successo, ci sono voluti 30 anni però. Questo significa 30 anni di esperienze vissute singolarmente e su diverse storie, su diverse emozioni provate, diverse gioie vissute su diverse perdite, questo per poter essere però infine capace di comprendere la persona che volevo quando si sarebbe, o se, si sarebbe, prima o poi palesata. Probabilmente servivano questi 30 anni per me come sono stati necessari i 24 per lei, se ci fossimo incontrati prima ho quasi la sicurezza che non sarebbe andata come è poi andata. E su quello che ho scritto sopra posso dare testimonianza diretta che è possibile e fattibile in una coppia, possibile però solo se entrambi possiedono la comprensione che niente resta uguale, non pretendendo né volendo così essere ciò che si era in passato, non cambiando quindi per questo, né se stessi in base all'altro, né l'altro in base a sé stessi. Ma accettando e condividendo nel e sul rispetto reciproco e nel/sul sentimento che continua ad unire due persone, ora diverso, ma ancora presente, quello che si è oggi.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

Recensione o commento # 8, data 19:36:05, 29/06/2022
Se si riesce a fare questo difficilmente ci si verrà a noia, proprio perché si cambia. Tutti vorrebbero o ricercano invece le cose come all'inizio, ma è proprio qui che risiede l'errore. Se così fosse sarebbe una storia nata già finita, perché non si accompagnerebbe al nostro essere presente, quindi totalmente falsa, totalmente priva di vera condivisione di ciò che ora si è, motivo infatti per cui quasi tutti alla fine si lasciano, si lasciano perché non si comprendono più, non si comprendono più perché continuano a relazionarsi solo, o in visione/speranza/ritorno di o su quello che si era in passato.



recensore:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 20:49:07, 29/06/2022
Certo, Gabriele, ci sono anche le persone capaci di relazionare in modo sano e maturo, non voglio fare di tutta l'erba un fascio. Ho solo fatto un'analisi di quella che è la tendenza dell'essere umano e non solo nei rapporti di coppia e per quella che è la mia esperienza nei rapporti di coppia, ma non vuole essere uno scaricare le responsabilità. Le responsabilità vanno sempre spalmate, magari in percentuali.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

Recensione o commento # 9, data 21:14:03, 29/06/2022
Tendenzialmente hai pienamente ragione, anche io la penso esattamente come te. Credo però sia inutile alla fine fare le percentuali, colpa di uno o colpa dell'altro importa relativamente sempre poco, quello che importa e su cui tutto si basa all'inizio, durante o alla fine di una storia, è sempre capire e comprendere chi si è all'oggi, per capire e comprendere in relazione a questo i bisogni di cui ora necessitiamo (parlo di bisogni veri, non frivolezze chiaramente), il resto viene da sé da entrambe le parti (questo solo però nel caso invece non diventi un rapporto di tipo patologico con un sentimento di possessione o sottomissione a scapito o ragione dell'altro). Comunque mi piace come ragioni, si vede e si sente che ne hai passate anche tu di storie che lasciano comunque i loro segni.



recensore:
avatar di Francesco Pino
nwFrancesco Pino
$ sostenitore 2021

Recensione o commento # 10, data 22:13:42, 29/06/2022
La promessa…
"Ti prometto che domani ti porto al mare". Se non lo faccio l'ho infranta.
"Ti prometto che verrò a trovarti a Roma". Non posso mantenerla perché ti sei trasferito a Napoli.
"Ti prometto che smetterò di fumare". Non è giusto prometterlo e non è giusto chiedere promesse del genere.



recensore:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 12:12:21, 30/06/2022
Avevo promesso di fare gli gnocchi… mi è caduta la farina per terra… Smile



recensore:
avatar di Giancarlo Rizzo
nwGiancarlo Rizzo
$ sostenitore 2022 (2 dal 2021)

Recensione o commento # 11, data 14:35:50, 30/06/2022
Tutte scuse per non mantenere la promessa.



recensore:
avatar di FraFree
nwFraFree
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 15:00:10, 30/06/2022
Noooo, absolutely! Smile No farina, No patate, No gnocchi! Smile





Scrivi qui la tua recensione o commento...

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci / commenta un'opera a caso.

Nota: per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nell'elenco dei generi e scegli la tipologia desiderata.



L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Rettangolo verde di FraFree è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera
Nessuna opera correlata

Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.238.252.196


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2022
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0.85 secondi.