pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Sun 11 April, 02:47:38
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Stupidi!

(racconto narrativa, brevissimo - per tutti)
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
2.116 visite dal 27/05/2010, l'ultima: 2 giorni fa.
6 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:
avatar di Massimo Baglione
nwMassimo Baglione
(amministratore)


Descrizione: (tratto da "Un attimo di riflessione", un quaderno scritto negli anni '90).

Incipit: L'aria è fresca, la gente mormora e i fiori non ci sono. Il sole bacia la strada dove i passi non vedono. Il bebè urla eccitato al mondo che l'aspetta.


Stupidi!
voce
file: stupidi.odt
size: 38,59 KB
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))



Elenco Tag dell'opera:
#dio(41)    #fresco(2)    #gatto(27)    #preghiera(10)    #speranza(104)    #umanità(23)    #aria(11)    #cane(33)



Recensioni: 6 di visitatori, 9 totali.

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: stai per confermare la recensione o il commento al lavoro dell'autore Massimo Baglione. Prima di proseguire, però, se hai necessità di discutere più a fondo di questa opera con l'autore, puoi iniziare una discussione più ampia e dettagliata usando la nwsezione apposita del nostro forum. Tale discussione, se non è già stata aperta, dovrà essere creata con il titolo:

"Stupidi! - Massimo Baglione".

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)

recensore:

Recensione o commento # 1, data 28/05/2010
il racconto amaro e ironico è sotteso da una speranza che si esprime per tutto il testo attraverso il ripetersi dell'espressone: l'aria è fresca. Come è suo compito, la speranza smussa la tristezza della cattiveria e delle contradizioni del nostro mondo che l'autore mette in luce con immagini immediate. Mi piace molto l'immagine: il bebè urla eccitato al mondo che l'aspetta. Coglie una duplice dimensione che va dalla gioia della scoperta in sè alla paura (dell'adulto) di non conoscere quale mondo aspetterà  questo piccolo.



recensore:

Dino
Recensione o commento # 2, data 28/05/2010
Se l'aria e fresca, arriveranno i fiori e, con essi, la speranza che non tutto sia vano. Arriveranno i fiori dai mille colori e, se non arriveranno, li dipingeremo con la fantasia. Non è certo quella che manca in un portale che ospita creatività  e passione.



recensore:
avatar di Angela Di Salvo
nwAngela Di Salvo
$ sostenitore 2015 (3 dal 2011)

Recensione o commento # 3, data 26/09/2010
La nascita è un miracolo della vita. Ma cosa succederà  nella vita? Si andrà  avanti: l'aria è fresca,frizzante e stimolante, e le amarezze e le paure che attendono gli uomini gettati a vivere nel mondo non potranno azzerare la straodinaria e sorprendente esperienza che li attende. Testo molto gradevole da leggere e pieno di notevoli spunti di riflessione. Ben curata la forma, la scelta dei vocaboli e la struttura del periodo che accarezza schiaffeggiando, che ammalia senza illudere.



recensore:
avatar di Lorena
nwLorena
$ sostenitore 2018

Recensione o commento # 4, data 05/02/2018
In forma ironica, spesso amara, con non molte parole sembra raccontata tutta la vita, nel poco bene, nel male e nella stupidità umana. Ma, sottesa in quell'aria fresca che si ripete e si rinnova nei versi, c'è la speranza in un futuro immediato o lontano.



recensore:
avatar di Massimo Baglione
nwMassimo Baglione
(amministratore)

risposta dell'autore, data 06/02/2018
Ringrazio tutti per i generosi commenti



recensore:

Recensione o commento # 5, data 07/04/2021
Speriamo non sia tutto qui, speriamo non finisca così.
Quanto angosciante è questa riflessione !



recensore:
avatar di Massimo Baglione
nwMassimo Baglione
(amministratore)

risposta dell'autore, data 07/04/2021
Grazie, Giancarlo. Sì, sono parole angoscianti anche oggi che me le hai fatte rileggere. Attuali più che mai, purtroppo.



recensore:

Recensione o commento # 6, data 07/04/2021
Ho aperto il file di questo breve racconto incuriosita dal titolo. Scorrendo le recensioni, ho notato che non è uno fra i più recenti disponibili qui su braviautori, tutt'altro. Non credo che avrei mai potuto giudicarlo un racconto "datato". Mi pare che un'osservazione analoga sia presente anche in un'altra recensione. Come è possibile ciò? Due possono essere le ragioni. I mali che affliggevano il mondo e che il tuo scritto denuncia non solo non sono stati curati ma di sicuro non sono guariti. E purtroppo su questo possiamo tutti essere d'accordo. Forse si è modificata la tipologia dei mali, o forse si modificata e anche arricchita, ma sempre mali sono. L'altra ragione per cui questo testo non "invecchia" o perlomeno "porta molto bene gli anni" è secondo me questa: propone un'analisi generalista, poco ancorata alle questioni emergenti nel momento in cui è stato scritto. Perciò è attuale dopo dieci anni, ma probabilmente lo sarà, ahinoi, anche tra altri dieci. Come che sia, è sicuramente interessante, soprattutto nella sua articolazione: i tre paragrafi si susseguono secondo un ordine logico che muove dalla rappresentazione di una scena ordinaria: personaggi e situazioni di tutti i giorni; per procedere poi nel secondo paragrafo in cui si affaccia il verbo "pensare" e qui comincia un discorso più circostanziato ed anche più incisivo che parla dei mali del nostro mondo, delle colpe e dei colpevoli ma anche degli innocenti. Infine, il terzo: quest'ultima parte vira ancora più decisamente verso un pessimismo che, di fronte all'avanzare elegante del Nulla, non lascia se non una debole e forse solo apparente speranza: che ci sia qualcuno ad ascoltare le preghiere di quanti credono e pregano il loro dio. È un pessimismo in cui l'amarezza si coniuga con un'ironia pungente e, forse, alla fine ciò che prevale in chi legge è un'infinita tristezza per l'umana piccineria, per la miope avidità di pochi, anzi direi di tanti "stupidi"!



recensore:
avatar di Massimo Baglione
nwMassimo Baglione
(amministratore)

risposta dell'autore, data 08/04/2021
"L'umana piccineria" mi piace tantissimo!
Grazie, Loredana, per questa tua articolata recensione. Ti garantisco che tra le "cose vecchie" pubblicate nel sito ci sono tanti piccoli capolavori.
Spulcia, spulcia




L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Stupidi! di Massimo Baglione è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(racconto fantascienza, medio)  di nwSilmarien

incipit: ANNO 6428 – S.E. Dopo un viaggio che sembrava interminabile siamo finalmente giunti su Deikhsaa, una delle undici lune del pianeta Sentaria. L’equipaggio è senz’altro più entusiasta di me per questa spedizione, complice il fatto che quasi tutti loro sono giovani studiosi alle prime armi. Almeno l’accompagnamento militare gode di una maggiore esperienza, oltre che di un paio di facce note e rassicuranti. I ragazzi ovviamente non approvano la presenza di soldati durante queste missioni, pensano...

tags: #astronave(15)    #dio(41)    #tempo(69)    #terra(38)    #diario(11)


descrizione: Come in un colossale anello di Moebius i miei personaggi sono tutti collegati da una struttura ciclica infinita che ricomincia sempre da zero

incipit: Due giovani piccole formiche, molto amiche tra loro, stavano passeggiando in una rara radura erbosa di una grande savana africana, chiacchierando allegramente sul loro futuro.

tags: #dio(41)    #lucifero(4)    #anello di moebius(1)    #antilope(1)    #cacciatore(6)    #leone(7)    #formiche(5)


(poesia narrativa, breve)  di nwMaurogonella

descrizione: Un'altra poesia su Dio e sui nostri corpi terreni

incipit: Io. Che a volte sbaglio e a volte no. Che mi appoggio a te e socchiudo gli occhi pensando ad un sole verde. Io.

tags: #dio(41)    #corpi terreni(1)    #limiti umani(1)


(racconto grottesco, breve)  di nwMaurogonella

descrizione: Dieci individui aspettano in una sala d'attesa il proprio turno per essere giudicati da Dio prima del loro ingresso nei cieli...

incipit: La stanza si presenta molto soleggiata, ma non ci sono finestre. Dieci sedie, abbastanza confortevoli, sono allineate diligentemente lungo tre pareti e tutte occupate. La quarta parete presenta due porte di legno, da una di esse gli occupanti della stanza sono entrati. Evidentemente è una sala d’attesa. Qui si aspetta di essere chiamati. Quando verrà fatto il giusto nome, l’interessato entrerà dall’unica altra porta della stanza senza più uscirne.

tags: #dio(41)    #anime(83)    #comandamenti(1)    #giudizio universale(1)


descrizione: Cosa accadrebbe se Dio fosse capace di commettere ogni tipo di sbagli, proprio come tutti noi ? Un tour de force narrativo per festeggiare il mio racconto n. 70.

incipit: Nella sua immensa e primordiale cucina il Gran BD (Gran Buon Dio) o , come dicono gli americani il Great GG (Great Good God) si stava cucinando un omelette nel forno a microonde della cucina dell’Universo. Mentre aspettava che l’omelette fosse pronta decise di preparare, 100 secondi prima del Big Bang , che ancora doveva venire, tutto ciò che sarebbe servito al futuro Universo, in modo da non dover aspettare 15 miliardi di anni per avere ogni comodità necessaria all’uomo. Incominciò quindi ad in…

tags: #big bang(2)    #creazione(6)    #errori(5)    #dio(41)


descrizione: L'incredibile storia del professor Bertus Lagendaal, paladino degli atei che si ritrovò faccia a faccia col suo incubo peggiore.

incipit: Dopo aver imprecato per circa mezz'ora nel traffico, il giovane ed elegante uomo dai capelli biondi raggiunse finalmente il parcheggio della clinica. Qui lo attese una fastidiosa sorpresa: tra la macchina e l'ingresso principale c'era un lungo viale alberato da percorrere, e per questo iniziò a camminare a passo talmente svelto da farsi venire il fiatone. Ci mise due minuti buoni a raggiungere la reception, dove venne accolto da una matura infermiera intenta a fumare una sigaretta sulla porta.

tags: #aldila(9)    #ateismo(2)    #dio(41)


(saggio altro, breve)  di nwRandolphCarter

descrizione: Breve studio sull'affinità tra le figure di Dioniso, di Orfeo e del Cristo, adoperando il metodo tradizionale

incipit: In questo breve studio, che non ha la pretesa di essere esaustivo, ma vuole semplicemente indurre alla riflessione su quanto i simboli giacciano in “profondità” nel sub-cosciente unitario dell'uomo e si manifestino all'esterno in forme frammentarie e in apparenza slegate (secondo il classico dualismo idea-forma), si vogliono analizzare le analogie tra le figure di Dioniso, di Orfeo e del Cristo, a partire dall'icona che presentiamo.

tags: #apollineo(1)    #cristianesimo(2)    #cristo(8)    #croce(4)    #dio(41)    #dionisiaco(1)    #dioniso(2)    #esoterico(2)    #gnosticismo(1)    #grecia(3)


(racconto narrativa, breve)  di nwMarcello Rizza

descrizione: Si tratta di un capitolo autoconclusivo di un progetto più ampio che ho in animo di scrivere. Il racconto è diviso in tre parti. La parte centrale, quello del dialogo tra Dio e l'uomo, è il vero fulcro del racconto, così come lo intendo.

incipit: L’uomo, con carattere di straordinarietà, comunicava solamente con Dio, e non attraverso la parola, come oggi l’intendiamo. Il Creatore gli si rivelava illuminandogli la mente e anticipandogli capacità ancora da acquisire, di volta in volta sollevandogli dal capo il secondo dei dieci veli posti ad ogni sua creatura, e poi riponendoglielo sopra dopo avergli esposto e comunque impresso il suo Verbo. Era già intelligente, ma ancora oltremisura “scimmia”, giocoforza vano così come può essere una ste

tags: #donna(136)    #scimmia(5)    #uomo(57)    #dio(41)


(racconto narrativa, brevissimo)  di nwEugenia Tsvetkova

descrizione: Basta la convinzione che esiste qualcosa di più grande di noi che ci dà forza e sostegno da darci una carica per compiere cose buone

incipit: Se non per il santuario dentro che ho, probabilmente Mi sarei arrabbiata. Ma esso ha travi robuste, la cupola decorata.

tags: #forza(28)    #sostegno(1)    #dio(41)


(saggio altro, breve)  di nwLuca Bortolin

descrizione: Testo riflessivo sull'eterna lotta tra bene e male, tra vere ricchezze e vere povertà, che ha come unico scopo quello di far riflettere. Testo assolutamente opinabile e privo di ambizione letteraria

incipit: Premessa Tutto ciò che scrivo qui di seguito sarà inevitabilmente condizionato dalla mia credenza verso Dio, ma non un Dio cristiano o musulmano o ebreo o di una qualsiasi altra appartenenza, ma un Dio che è semplicemente Dio. In fondo come sappiamo cambiano le parole, cambiano le ambientazioni, i tempi, i personaggi e perfino l'intera storia, ma alla fine parlano tutti della stessa identica cosa, parlano di un amore supremo che ci ha creato, un essere o un'energia in grado di dare e togliere la…

tags: #dio(41)    #amore(587)    #denaro(5)    #male(15)    #uomo(57)    #vita(193)    #bene(6)

Elencate 20 relazioni su 236 -
 
10
20
30
 ... 
240
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.236.228.250


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,4 secondi.