pagine viste: ...
...no javascript...
phone
opzioni grafiche:
T
T
T
TT
Benvenuto, visitatore
     
Sun 02 October, 02:13:36
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Tante domande che non vogliono risposte

(aforisma altro, brevissimo - per tutti)
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
34 visite dal 13/08/2022, l'ultima: 3 giorni fa.
5 recensioni o commenti ricevuti
Autore di quest'opera:


Titoli simili:


Tante domande che non vogliono risposte
file: opera.txt
size: 803,00 Bytes
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))


Elenco Tag dell'opera:
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)



Recensioni: 5 di visitatori, 5 totali.
  recensisci / commenta

recensore:
avatar di Giancarlo Rizzo
nwGiancarlo Rizzo
$ sostenitore 2022 (2 dal 2021)

Recensione o commento # 1, data 18:45:17, 13/08/2022
É più importante fare domande che avere risposte. Sono d'accordo.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (3 quest'anno)

Recensione o commento # 2, data 19:20:21, 13/08/2022
SINiSTRA:

Divisioni apparenti dovute solo ad un riconoscersi in maniera sociale differente, in realtà non è così. Destra e sinistra, padrone e lavoratore, ricco e meno ricco. Benissimo, peccato che quando uno sale ad uno stato di potere decisionale attivo sulla società, sale anche di livello sociale, quindi economico. Questo comporta solo che per quanto si dica non rappresenta più la parte sociale in cui prima si poteva riconoscere più o meno appartenere o rappresentare (di "sinistra", o popolare), quindi diventa parte di uno stesso modello ideologico di sistema in cui destra e sinistra cooperano al medesimo piano come due braccia comandate dallo stesso cervello o mentalità di sistema.

TALK TALK:

Perché spesso non necessitiamo di vere risposte o non sappiamo o vogliamo accettarle quando queste in parte arrivano, ma siamo comunque una evoluzione di vita tendente per natura al dialogo espressivo su ciò che il corpo è (l'io).

ADAM:

È una riflessione automatica della logica applicata all'essere in divenire a cui tutto in questa realtà appartiene, realtà stessa compresa. Quindi non potremo mai comprendere cosa significhi solo L'essere senza divenire, senza tempo e senza spazio, la definizione oggettiva in essere del concetto stesso di infinito ed eterno. Cioè un Nulla o un Tutto che dir si voglia o lo si voglia chiamare anche come Dio (ma il nome Dio è relativo a ciò che rappresenta per noi, quindi attribuire un qualsiasi nome a ciò che non si può comprendere è assolutamente già privo di senso a prescindere).

ADAM II:

ti rivolgi a ciò che non puoi comprendere, quindi così facendo esattamente come in precedenza rivolgi solo la domanda verso te stesso. Tu non puoi dare risposta al perché se non all'interno della realtà a te comprensibile, interazioni e fusioni chimiche delle particelle che compongono la materia, quindi o frutto di tutte queste possibili eventuali interazioni venutasi a creare che hanno portato all'essere in divenire (evoluzione) della materia stessa, oppure volontà creativa sulle stessa già iscritta in divenire in essa, quindi solo espressione creativa risultante di questa, come prima, tramite evoluzione della materia.

ADAM III:

Perché essere in vita o non esserlo in questa realtà, anche in entrambi i casi o eventualità sopra citate è iscritto sempre nell'essere in divenire universale di questa realtà, quindi sia per la vita che per la materia priva di vita: "un inizio, uno stato di mantenimento a seconda di ciò che si è, una fine in essere". Perciò tutto ciò che è fuori dalla realtà da cui tutto per forza deve essere partito sia che sia volontà, sia frutto di Nulla, deve essere completamente esterna, dal momento che niente si crea dal niente in essere e divenire, deve per forza essere scaturita da una condizione di assenza stessa di questa componente in divenire di spazio/tempo, una condizione quindi solo in essere senza divenire. Non è Dio, il Nulla, il Tutto che è fuori che ci uccide, ma la realtà universale in cui siamo come tutto ciò che è in essa, essa compresa, solo in divenire.

WHO ARE BOYS:

l'inizio della realtà è il vuoto iniziale della realtà stessa, (chiin cui non può essere solo un in essere (infinito ed eterno) di vuoto, ma presenta anch'esso per una legge quantistica, picchi di movimento, non è cioè un vuoto assoluto in solo essere e perdurare, ma anch'esso in divenire, da una di queste oscillazioni quantistiche di energia in movimento di questo stato di vuoto è partito il Big bang.

WE ARE RIGHT:

Principalmente l'uomo per egoismo tende a sovralicare l'altro per affermare se stesso per un principio di supremazia quindi di mantenimento sia fisico che in derivazione e sua espressione anche mentale.

Sul problema in questione non ha molto senso farlo, ma questo porta però a riflessioni molto profonde sulla percezione dell'io, quindi del corpo su sé stesso e in relazione anche a ciò che lo circonda. Questo porta sia all'illusione che al progresso.

Nel mio caso con Rizzo per esempio questo dibattere non è principalmente dettato al voler aver ragione sull'altro ma a voler fare riflettere l'altro sulle diverse ragioni che lo spingono alle sue diverse affermazioni, pensa che in questi mesi partendo da diversi contrapposti punti di vista ci siamo per larga parte scambiati gli stessi ora.

È un po' come una partita a scacchi, cerchiamo di prevedere e mettere così all'angolo l'altro, anticipando le sue mosse, non tanto per vincere la partita o la ragione dietro ad essa, ma più per comprendere se il proprio punto di vista sia più o meno logico dell'altro.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (3 quest'anno)

Recensione o commento # 3, data 20:44:11, 13/08/2022
LOVE:

l'amore è un sentimento, una emozione compresa in essere e divenire, profusa inizialmente da fattori chimici talmente destabilizzanti da sembrarci di non seguire la ragione a causa di essi. In realtà noi ci abbandoniamo solo al sentimento primordiale di piacere e dolore che caratterizza l'omeostasi di ogni singola nostra cellula, dove col passare del tempo diminuendo sempre più questi fattori chimici iniziali, questi vengono poi compensati da diverse emozioni e sentimenti vissuti espressi e condivisi con l'altro.

LOVE II/III :

No è sottomissione e appropriazione dell'altro non più vissuto come un soggetto a sé stante ma come oggetto di proprietà e su cui esercitare un controllo dettato dalla propria inadeguatezza o insicurezza, cioè una propria mancanza psicofisica (personale, sociale, culturale) traslata sull'altro e percepita come se fosse colpa dell'altro, con tutte le conseguenze che questo può comportare.

LOVE IV:

Se si vive la vita in base al giudizio non proprio ma quello derivato da altri esterni a noi, l'apparire diventa essenza stessa e motivo di vita. Perdendo così però il proprio comando e giudizio mentale e soggettivo (io) del corpo sul corpo, quindi sulla propria mente.

Se non si comprende la soggettività su se stessi non si può comprendere o percepire nemmeno quella soggettiva e diversa degli altri, si segue solo il flusso di corrente del momento, il pensiero/agire della massa, non riconoscendo o valorizzando più la propria soggettività personale ritenuta non più idonea ad esprimersi in funzione di sé stessa, ma solo nel/sul seguire il comune giudizio o pensiero degli altri.

LOVE V:

Bio chimicamente è progredire e perpetuare la specie, ma nel fare questo c'è anche uno scambio attuato nel tempo e spazio di vita di ognuno, di un lascito, di una coscienza e conoscenza personale da poter condividere o fare interiorizzare di generazione in generazione, con tutti i sentimenti ed emozioni in questi stessi aspetti poi attribuiti e posti nuovamente e singolarmente.

Queste sono le risposte a mio parere alle tue domande, non sono verità assolute, sono solo il mio punto di vista da cui poter trarre spunto e riflessione associando o valutando il loro contenuto secondo il diverso sentire personale di ognuno.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (3 quest'anno)

Recensione o commento # 4, data 20:49:42, 13/08/2022
Tutte le domande meritano risposta dove e se è possibile darla, perché è crescita o punto iniziale di riflessione sulla e della propria comprensione di sé.



recensore:
avatar di Giancarlo Rizzo
nwGiancarlo Rizzo
$ sostenitore 2022 (2 dal 2021)

Recensione o commento # 5, data 22:20:11, 13/08/2022
É più importante fare domande perché chi le riceve è costretto a pensare. Purtroppo c'è gente che parla senza pensare ma allora le domande falle a te stesso.
Visto che ci sono, confermo le affermazioni di Pecci, solo che di solito le domande le faccio io!





Scrivi qui la tua recensione o commento...

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci / commenta un'opera a caso.

Nota: per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nell'elenco dei generi e scegli la tipologia desiderata.



L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Tante domande che non vogliono risposte di Riotwfk è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera
Nessuna opera correlata

Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 44.201.95.84


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2022
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0.11 secondi.