pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Sat 10 April, 16:16:58
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Tracce rarefatte di cultura

(racconto narrativa, medio - per tutti)
Tempo di lettura: 29 / 44 minuti
877 visite dal 31/10/2010, l'ultima: 11 mesi fa.
7 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:
avatar di Tania Maffei
nwTania Maffei
$ sostenitore 2011


Descrizione: I ricordi di un'infanzia passata in una casa dove i libri erano i protagonisti assoluti e in cui i sogni di una bambina poi divenuto donna si sono infranti contro un mondo dove "Le tracce rarefatte di cultura" si sono perse nei meandri.

Incipit: La mia casa era diversa da tutte le altre. C'erano libri ovunque, in ogni stanza. Per me era assolutamente normale vedere mio padre, mia madre trascorrere interi pomeriggi intenti a leggere, a scrivere per motivi di lavoro per ragioni di studio o anche soltanto per puro piacere. In tenera età, al solo fine di darmi importanza, passavo il tempo accanto a loro sfogliando grandi volumi dalle ricche illustrazioni che poi, con molta pazienza provavo a riprodurre in strani, goffi e variopinti.


Tracce rarefatte di cultura
voce
file: tracce-rarefatte-di-_
cultura.doc
size: 82,50 KB
Tempo di lettura: 29 / 44 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))



Elenco Tag dell'opera:
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)



Recensioni: 7 di visitatori, 7 totali.

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: stai per confermare la recensione o il commento al lavoro dell'autore Tania Maffei. Prima di proseguire, però, se hai necessità di discutere più a fondo di questa opera con l'autore, puoi iniziare una discussione più ampia e dettagliata usando la nwsezione apposita del nostro forum. Tale discussione, se non è già stata aperta, dovrà essere creata con il titolo:

"Tracce rarefatte di cultura - Tania Maffei".

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)

recensore:

Giuseppe Novellino
Recensione o commento # 1, data 31/10/2010
Come quadretto autobiografico direi che è un gioiellino. Lo scritto riesce a trasmettere uno spaccato di vita familiare in quella bella città  che è Firenze. I libri sono i veri protagonisti della narrazione. E questo dovrebbe indurre a riflettere in questa nostra età  della televisione, del computer e dei telefonini. In quella famiglia non si respira aria d'altri tempi, ma un'atmosfera che ha più a che vedere con l'eternità . Le idee scritte nei libri hanno il potere di vivere per sempre, di trasformare l'esistenza di qualcuno anche dopo moltissimi anni. Il libro oggi dovrebbe essere riscoperto perchè non c'è nulla in grado di sostituirlo. L'autrice rivela un amore appassionato per la lettura e la scrittura e questo le fa un grandissimo onore. La prosa è fluida e incisiva.



recensore:
avatar di Angela Di Salvo
nwAngela Di Salvo
$ sostenitore 2015 (3 dal 2011)

Recensione o commento # 2, data 31/10/2010
Particolare il titolo "Tracce rarefatte di cultura". La cultura lascia delle tracce, ma perchè rarefatte? Perchè non sono state incise abbastanza fortemente o perchè sparse senza continuità  nel corso del tempo? Il testo sembra una pagina di diario, non c'è una storia o un intreccio, solo un ricordo di una casa e di una famiglia in cui si dava importanza alla cultura e si respirava l'odore dei tanti libri accatastati, letti e vissuti nelle discussioni e nei confronti. E questo passato vive nel presente della narratrice in un mondo di rimpianti e di bisogni, in cui permane l'eredità  proficua e profonda di quella esprerienza che la rendono diversa dagli altri. In lei c'è un mondo segreto e intimo che continua a vivere e che non la farà  mai sentire da sola.



recensore:
avatar di Roberto Guarnieri
nwRoberto Guarnieri
$ sostenitore 2010

Recensione o commento # 3, data 07/11/2010
Bello e ben scritto. Forse perchè a larghi tratti riflette passi della mia stessa vita ( l'incipit potrei averlo scritto io, è esattamente quello che accadeva a casa mia). Riesci a dipingere e trasmettere la bellezza del leggere, il fascino di ricercare dei libri che ti incuriosiscono, il cambiamento che ogni lettura provoca. E fai capire come questa passione non può mai morire, rimane sempre con noi tutta la vita.



recensore:
avatar di Stefano di Stasio
nwStefano di Stasio
$ sostenitore 2010

Recensione o commento # 4, data 29/03/2011
Immagini oniriche ci riportano alla mente i sentori di legno e di stoffa e il silenzio rispettoso delle biblioteche storiche, dove sparuti raggi di sole mostrano il loro percorso cavalcando il pulviscolo. Dal menage familiare, ricco di occasioni di lettura, riflessione e confronto, emerge il ritratto tenero di una bambina che guarda con ammirazione i propri genitori e i loro amici appassionati di lettura, tant'è che, dopo la fine delle riunioni letterarie, va a esplorare i libri nella stanza del convito. Su di essi la protagonista percepisce la presenza diafana dei lettori che li hanno sfogliati, pigiati, vissuti, lasciando sulla carta le impronte delle dita intrise di quotidiano, appunto le "tracce rarefatte di cultura". Brava l'autrice che ha saputo con questa espressione, che dà  il titolo al racconto, rendere bene l'idea della cultura come incontro e fusione fra il messaggio affidato al libro e l'interazione appassionata del lettore che lascia tracce della sua esistenza materiale sulle pagine. La bambina che cresce ha modo di osservare il mondo, trovando rifugio nei libri divenuti sogno e evasione. E così dopo il tragico epilogo, la protagonista non sopporterà  di sentire ancora quelle eteree presenze, le impronte-tracce dei genitori scomparsi ancora evidenti sui volumi che essi tante volte hanno tenuto in mano e se ne libererà  in un percorso catartico di guarigione delle ferite dell'anima. Complimenti alla scrittrice per aver descritto in parole l'aspetto "materiale" della lettura, la dimensione fisica del rapporto fra il libro e il lettore, probabilmente uno dei valori più preziosi che i genitori possono trasmettere ai figli.
Per i dettagli: nella frase "… il frusciare della carta sottile, ruvida, liscia, spessa, compatta che passava sotto le mani di tutti lasciando (ricevendo) le impronte di coloro i quali l'avevano toccata…"; qualche virgola mancante e qualcuna fuori posto; " quelle parole così grandi che aveva (avevo) sentito pronunciare…"



recensore:

Carlo Maria Alfaro
Recensione o commento # 5, data 06/03/2013
Troppe virgole. Il testo è per fortuna breve e quindi anche la noia si esaurisce presto. Come si può pensare l'autobiografia di un'infanzia schiacciata possa essere di un qualche interesse o interessante quanto lo sia una lista della spesa o delle cose da fare?



recensore:

Arcangelo Galante
Recensione o commento # 6, data 21/09/2016
Faccio mio questo racconto, in quanto, le riflessioni esposte sono pure le mie, aggiungendo che il valore intrinseco e la bellezza scaturita dalla lettura di un libro cartaceo (internet sta lentamente sostituendosi a questo), non potranno mai essere sostituite da una composizione virtuale, senza assaporare il profumo dei fogli, nè il piacere di sfogliarli con le dita. Personalmente, ritengo un libro stampato un'ottima compagnia da portare spesso con sè, oltre il normale aspetto didascalico, impresso in esso. Messaggio condiviso ed apprezzato!



recensore:
avatar di Ida Dainese
Ida Dainese
$ sostenitore 2021 (12 dal 2015)

Recensione o commento # 7, data 18/08/2017
Bel testo che riporta in primo piano un periodo della vita della protagonista, narrato con delicatezza e poesia. Una casa con una stanza misteriosa, il fascino di tutte quelle pagine e le discussioni di quelli che le leggevano, tutto è visto attraverso gli occhi di una bambina che ne rimane giustamente e amorevolmente sfiorata. Le tracce lasciate da quel piacere della lettura si trasformano nella curiosità di conoscere e di riprodurre che si riveleranno nell’età adulta. Qualcosa che non si dovrà perdere, come le persone amate, come una casa da restituire, come carta da dover buttare, qualcosa che resterà sempre parte di noi.




L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Tracce rarefatte di cultura di Tania Maffei è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera
Nessuna opera correlata

Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.238.174.50


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 1,05 secondi.