pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Thu 13 May, 00:57:44
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Viaggio a Bollingen

(altro altro, brevissimo - per tutti)
28 visite dal 01/01/2021, l'ultima: 1 mesi fa.
2 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:
avatar di Selene Barblan
nwSelene Barblan
$ sostenitore 2021 (7 dal 2019)



Descrizione: Resoconto di un "viaggio" ispirato da un racconto pubblicato da Roberto Virdò su BA: Sälig Lüt. Pensato per chi ha interesse a fare un'escursione, per il momento, virtuale...


Viaggio a Bollingen
file: viaggio-a-bollingen.pdf
size: 726,02 KB



Elenco Tag dell'opera:
#bollingen(2)    #jung(2)    #torre(4)    #viaggio(44)



Recensioni: 2 di visitatori, 4 totali.

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)

recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2020 (5 quest'anno)

Recensione o commento # 1, data 01/01/2021
Oggi è stata una giornata unica nel suo genere per me. Prima ho ricevuto un messaggio privato di un "BravoAutore" (o BravAutrice?) che mi comunicava una grande notizia. Poi trovo questa meravigliosa sorpresa di Selene, che ringrazio pubblicamente per aver voluto in modo così bello, generoso, poetico e soprattutto artistico condividere un suo viaggio con tutti, peraltro suggerendo utili consigli e fornendoci immagini da lei stessa disegnate.
Certo, sono orgoglioso che un mio modesto scritto sia stato scelto da questa autrice che, sin dal primo testo, mi ha incantato facendomi provare quella "brama" di raggiungere quel livello di scrittura da me definito, con una delle mie peculiari "sconsiderazioni", un vero e proprio contrappunto spirituale. In questo caso, se mi concedete una licenza “astrofisica” (molto licenza) Selene ha voluto raccogliere una scintilla e lanciarla in tutte le direzioni, cosa che mi ricorda il comportamento delle stelle pulsanti (Pulsar). Non vorrei dare l’impressione di scivolare nel retorico, perciò vi chiedo di avere pazienza e seguirmi un istante.
C’è una scaletta musicale che l’autrice consiglia. Per quanto mi riguarda, è il più bel regalo che potessi ricevere. Ho scaricato tre pezzi su quattro (dei Cure ho praticamente tutto) e analizzato i testi. Questo è un tipo di lavoro che faccio puntualmente, anche se dirlo così non rende esattamente l’idea di quello che accade con versi o singole parole. Vi indico un’immagine: uova strapazzate. Detto questo, senza dilungarmi troppo (perdonatemi, ma al cuor non si comanda) vi dico che due testi su quattro contengono la parola “Ombra” (Shadow). Invito chi avesse voglia di approfondire a fare una ricerca sul concetto di “Ombra” come concepito dallo stesso Jung. Dopodiché due sole ulteriori indicazioni e vi lascio: la meravigliosa Given To Fly, devo dire quella che ho adorato immediatamente, mi ha dato uno “pugno” di energia facendomi volare su Bollingen, un sogno mai realizzato, mentre la misteriosa “Forty Six & 2” potrebbe riferirsi, udite udite, a una teoria sviluppata dallo stesso C.G. Jung (su una possibile evoluzione cromosomica del DNA umano).
Nei restanti due pezzi, è fortissima la componente onirica sui Cure, meno forte su Until It Sleeps e comunque presente. Un aspetto fondamentale nel nostro vissuto psichico.
Grazie Selene, questo tuo è stato un bellissimo viaggio non solo “fuori” ma anche “dentro”. La musica che hai scelto è magnifica e non avrei potuto fare di meglio. Auguri per un sereno e proficuo 2021, a te e a tutti i lettori di BA.



recensore:
avatar di Selene Barblan
nwSelene Barblan
$ sostenitore 2021 (7 dal 2019)

risposta dell'autore, data 01/01/2021
Grazie Roberto per il tuo commento, il mio intento era proprio far viaggiare altri con me Smile



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2020 (5 quest'anno)

Recensione o commento # 2, data 03/01/2021
Perdonatemi se torno sull'argomento. Ho approfondito la parte musicale, per chi avesse voglia di leggere sto per dare qualche cenno in più su uno dei brani indicati da Selene, per l'esattezza "Forty Six & 2" dei Tool. Nella mia piccola riflessione terremo fuori dagli elementi di paragone la meravigliosa "Lullaby" dei Cure, che meriterebbe anch'essa un discorso a parte ma è talmente nota da non avere bisogno di ulteriore evidenza.
Di quelli indicati, per il mio gusto personale "46+2" resta il miglior brano in assoluto. Di getto mi era piaciuto "Given To Fly" che rimane ovviamente molto molto bella, ma dopo due giorni di ascolto trovo in 46+2 una coerenza estrema tra lo splendido testo e lo sviluppo delle sonorità di base, perfettamente strutturate anche in apertura e in chiusura (a differenza delle restanti due, comunque molto belle ma che a mio parere si chiudono in modo non appropriato, troppo frettolosamente). Ovviamente laddove si parla di gusti personali il discorso resta appunto personale, con tutte le conseguenze che ne derivano. Tradotto: non avrei aperto questa discussione se si fosse trattato solo di questo.
Vorrei piuttosto elevare "46+2" a "main theme" del viaggio che l'autrice ha così generosamente voluto condividere con noi. A tal fine vi invito ad analizzare il testo, partendo dal titolo a cui ho dovuto dedicare un bel pò di tempo. Leggerete più di qualche teoria cercando, vi riassumo qui il risultato: Carl Gustav Jung, nella sua visione olistica, non ha trascurato la rilevanza che la genetica ha nella storia umana. Non vorrei addentrarmi in un campo dove le mie competenze sono, ottimisticamente parlando, indegnamente profane, ma solo indicare che la direzione su cui si sta puntando è quella della "Teoria della Sincronicità" e del concetto di "Inconscio Collettivo", insomma un livello biologico-genetico. Ora si dà il caso che su questi affascinanti concetti di Jung siano state costruite ulteriori teorie, una delle quali è proprio quella dell'evoluzione del genere umano su un modello genetico composto da 46+2 cromosomi (a differenza dei 44+ 2 attuali). Voilà spiegato il titolo, che resta carismatico... Pe quanto riguarda il testo, rinnovandovi l'invito a leggerlo poichè davvero valido, vi segnalerei innanzitutto la ricorrenza della parola "ombra" (shadow) il cui concetto riveste un'importanza fondamentale nella visione jungiana, poi il termine "memoria muscolare" (muscle memory), e infine il fulcro, a mio parere, in cui il rimando ai fondamenti della psicologia del grande professore svizzero sono evidenti: "vivere e mentire/uccidere e morire" e questo al fine del "cambiamento" che, ai miei sensi eccitati non può che significare la "rinascita".
Concludo con una "sconsiderazione": questo pezzo sarebbe magnifico per costruirci sopra un racconto fantasy. Un nuovo essere.
Spero di non avervi annoiato con le mie interpretazioni, purtroppo non ho competenze tali da poter approfondire il discorso ma al di là di ogni cosa GODETEVI IL BRANO A TUTTO VOLUME!



recensore:
avatar di Selene Barblan
nwSelene Barblan
$ sostenitore 2021 (7 dal 2019)

risposta dell'autore, data 03/01/2021
Ciao Roberto; grazie per l’approfondimento davvero interessante. Devo ammettere che sei andato ben oltre le mie intenzioni e conoscenze, sia a livello delle teorie di Jung, sia nell’analisi del testo. Io sono stata più che altro guidata dall’istinto e dal gusto personale, ma mi fa molto piacere andare più a fondo. Sono sempre più convinta che dovrò studiare un po’, prossimamente.




L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Viaggio a Bollingen di Selene Barblan è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(racconto narrativa, medio)  di nwRoberto Virdo'

descrizione: Mio tributo a un grande personaggio del secolo scorso. Versione francese aggiunta per gli amici dell'EFJ (citati in appendice)***Mon hommage à une grande figure du siècle dernier. Relecture en français en faveur des amis de l'EFJ (citation en annexe)

incipit: Https://www.youtube.com/watch?v=wp43OdtAAkM https://www.youtube.com/watch?v=QofNyoUQZO4

tags: #bollingen(2)    #lapis(1)    #pietra(15)    #pueblo(1)    #telesforo(1)    #elgonyi(1)


(racconto narrativa, breve)  di nwilMoscone

descrizione: In un regno in cui comandano le Madri, i bimbi e le bimbe devono superare una prova per diventare Eroi: ma c'è modo e modo per affrontare i Draghi...

incipit: C’era una volta un Regno dove comandavano le madri. I nuovi nati, una volta diventati bambini e bambine, dovevano superare una prova per diventare adulti. Bisognava arrivare ai piedi dell’arcobaleno, uccidere il terribile Drago sputafuoco e riportare a casa la pentola piena d’oro.

tags: #james hillman(1)    #jung(2)    #psicologia(10)


(racconto horror, medio)  di nwGiorgio Burello

descrizione: I bambini hanno fame ...

tags: #automobile(6)    #fame(12)    #ossa(8)    #paura(86)    #torre(4)    #bambini(86)


(racconto fantascienza, breve)  di nwVihio

descrizione: La statua del robot divenne il robot e lo spettacolo fu grandioso, i danni diffusi.

incipit: – Potete facilmente immaginare la sorpresa di chiunque vide Colossus R muoversi per la prima volta. Aveva sì le sembianze e le dimensioni del famoso robot, ma nulla più. Si trattava di una statua metallica cava, priva di qualsiasi meccanismo. E le statue, tolte quelle di alcune leggende, stanno ferme.

tags: #distruzione(6)    #gigante(2)    #macerie(2)    #parco(3)    #robot(30)    #scontro(3)    #torre(4)    #statua(4)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwGiovanni Minio

incipit: Tor Pignattara

tags: #torre(4)


(racconto narrativa, breve)  di nwGiorgio Burello

tags: #bottiglia(4)    #viaggio(44)    #zaino(1)    #squalo(3)


tags: #attrice(4)    #nave(12)    #ragazza(32)    #sedia(6)    #viaggio(44)    #locandina(2)


(racconto fantasy, breve)  di nwAlessandro Napolitano

descrizione: Quando l'orrore arriva da lontano partendo da tanto vicino..

incipit: Spero che qualcuno possa leggere queste parole. Lui mi porterà via e nulla resterà di me.

tags: #ammazzare(2)    #mente(15)    #tempo(71)    #viaggio(44)    #incontro(28)

Elencate 10 relazioni su 49 -
 
10
20
 ... 
50
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 35.175.212.130


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,39 secondi.