pagine viste: ...
...no javascript...
phone
opzioni grafiche:
T
T
T
TT
Benvenuto, visitatore
     
Tue 31 January, 02:38:37
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

2001

(poesia altro, brevissimo - per tutti)
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
24 visite dal 14/01/2023, l'ultima: 1 settimana fa.
4 recensioni o commenti ricevuti
Autore di quest'opera:




Incipit: Il mio primo ricordo di un telegiornale riguarda la guerra al terrorismo, sono nata nel 2001 e benché non ricordi l'undici settembre ho vissuto la mia infanzia e adolescenza con le sue conseguenze. Questa poesia parla dell'ansia che ciò mi ha causato e che penso abbia colpito molti altri ragazzi della mia età.


2001
file: opera.txt
size: 728,00 Bytes
Tempo di lettura: meno di 1 minuto
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))


Elenco Tag dell'opera:
#missili(4)    #morte(229)    #paura(120)    #guerra(112)



Recensioni: 4 di visitatori, 5 totali.
  recensisci / commenta

recensore:

Recensione o commento # 1, data 17:45:51, 14/01/2023
Fa un po' impressione leggere una poesia sull'11 di settembre scritta da una persona nata dopo quella data. Chi ha visto quelle immagini in diretta probabilmente si focalizzerebbe su altre cose. Cmq il tuo componimento non risulta retorico, se non a tratti. I tuoi versi sono sempre molto ricchi di fantasia.
Se ti interessa, ho pubblicato qui un vecchio saggio scritto a quattro mani sulle foto dell'11 di settembre: istantanee-da-new-york-la-fotografia-come-significante-della-guerra.html



recensore:

Recensione o commento # 2, data 17:51:14, 14/01/2023
Non ce lo ricordiamo quasi mai, ma l'attentato dell'11 settembre 2001 ebbe un tragico prologo nel 1998, quando Al Qaeda fece saltare in aria le ambasciate USA in Kenia e Tanzania, causando oltre 220 morti e 4.000 feriti. La risposta a quell'evento fu il bombardamento di una fabbrica di farmaci in Sudan, la quale doveva contenere pericolose armi chimiche. Fu distrutto quasi il 50% del fabbisogno di farmaci della nazione africana e nessuna arma chimica, perché non ce n'erano. L'America dunque era già stata messa sotto attacco prima delle torri gemelle, o non lo vollero vedere oppure…

La tua poesia mi ricorda invece che non mi ero mai posto la domanda: la vita di chi è nato dopo cambio' anch'essa prima ancora di cominciare? Com'è cambiata quella di chi c'era lo sappiamo, ognuno alla sua maniera. Io avevo 26 anni all'epoca ed ero salito su un aereo solo due volte prima di quella data. Abitavo a Udine e tornavo in Sicilia tre volte l'anno. Da allora, per tutti i due anni seguenti, feci il viaggio sempre in auto o in pullman. Ci siamo sentiti deboli e vulnerabili, credo di poter parlare a nome di tutti gli occidentali dai 13 anni in su. Cosa vi ha dato l'11 settembre a voi nati dopo? Cosa vi ha tolto? In che modo il terrore ha dipinto i tuoi sogni? Sarebbe interessante una tua risposta, oltre i versi.
Crederemo ancora nello Zio Sam? C'è chi non ha smesso di crederci e chi non ci credeva già da prima. Io sto dalla parte dei secondi e mi meraviglio ancora dei primi: la storia non mi sembra una materia che si presti ad ampie interpretazioni.



recensore:

risposta dell'autore, data 19:19:36, 14/01/2023
Una delle prime cose che mi ha colpito, anche se al tempo non la capii, fu che i miei compagni di scuola musulmani erano visti in maniera diversa sia dalle insegnanti che dai genitori. Ci dicevano di evitare certe persone ed era riferito a loro. Non so come sarebbe stato vivere senza l'undici settembre e le sue conseguenze, però sicuramente ha lasciato a tutti un qualcosa dentro. Le immagini della guerra, la paura di altri attentati (vivo in provincia di Vicenza dove si trova la più grande base americana d'Europa), la paura verso certe etnie. Credo sia nata una paura nei genitori che ha fortemente influenzato i figli, che pur non avendo vissuto la guerra con la propria pelle li ha portati a vedere il mondo con meno serenità. Spero di essere stata chiara, anche io sono combattuta su questo tema perché è una domanda che continuo a pormi.



recensore:

Recensione o commento # 3, data 11:36:25, 15/01/2023
Per quanto mi riguarda, la mia vita di viaggiatore saltuario è cambiata: in aereo non posso più portarmi né bottiglie d'acqua né temperini, altrimenti mi arrestano come sospetto terrorista. È cambiata anche la vita dei cittadini statunitensi: col Patriot Act, gli USA hanno smesso di essere uno stato di diritto (ammesso che lo siano mai stati).
Quella data segna la nascita della Società della sorveglianza, il sogno di tutti i regimi totalitari, e la UE poco per volta, da buon suddito, si è adeguata.



recensore:

Recensione o commento # 4, data 15:36:38, 15/01/2023
Una poesia che fa ben sperare, perché purtroppo sono troppi i giovani che si dimostrano indifferenti e superficiali riguardo certi temi.Dimostri una estrema maturità e sai scrivere e descrivere ciò che senti.Ricordo quel giorno, guardavo il tg e quella notizia, quelle immagini, ho preso il cellulare ed ho chiamato mia figlia sedicenne che era uscita con gli amici, e le ho detto che stava accadendo qualcosa di terribile… Di fare attenzione.
Quel giorno ci ha cambiati tutti.





Scrivi qui la tua recensione o commento...

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci / commenta un'opera a caso.

Nota: per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nell'elenco dei generi e scegli la tipologia desiderata.



L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
2001 di Emma Faccin è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(racconto fantascienza, breve)  di nwFlavio Capelli

descrizione: Non si può sfuggire a un missile aria-terra con un'automobile, nemmeno se da corsa. E se Porcello vi fa pensare al Toretto della serie "Fast and Furious", pensate bene.

incipit: Tron era sempre pulito e fighetto, coi capelli ingellati a leccata di vacca. Forse usava uno di quei nuovi polimeri autorigeneranti. Le macchine elettriche erano molto più pulite di quelle a benza, certo, ma c'erano sempre grasso e morchia e polvere, sugli assali, nelle sospensioni. Eppure Tron non mostrava nemmeno una macchia sui vestiti di tradizionale cotone.

tags: #famiglia(85)    #missile(4)    #fuga(20)


(racconto altro, breve)  di nwIbbieffe

tags: #aereo(7)    #depistaggio(1)    #missile(4)    #mistero(69)    #morte(229)    #pensieri(152)    #registrazione(1)    #strage(12)    #ustica(1)    #ricordi(187)


(poesia politico, brevissimo)  di nwGiuseppe Gianpaolo Casarini

incipit: Botti nel cielo

tags: #cielo(59)    #fratelli(16)    #granate(1)    #missili(4)    #pace(40)    #botti(5)


(racconto narrativa, breve)  di nwAlessandro Napolitano

descrizione: Il racconto "Una storia nera" è arrivato sesto al concorso "La biblioteca d'oro" ed è stato incluso nella omonima antologia.

incipit: Il dito girava nel bicchiere in senso antiorario, inghiottito da un mulinello rosso. Michele lasciò posare il vino, portò l'indice alla bocca e lo succhiò. Un crocefisso di legno, lungo quanto una mano, pendeva dalla parete. L'uomo accarezzò il volto del Cristo seguendo le rughe d'ebano, lo staccò dal muro e lo ripose nel cassetto della credenza. Bevve il Brunello in un sorso.

tags: #bambino(105)    #chiesa(21)    #colpevole(5)    #mare(177)    #morte(229)    #pipistrelli(4)    #polizia(14)    #prete(9)    #spiaggia(22)    #vita(331)


(racconto narrativa, brevissimo)  di nwGiovanni Minio

incipit: Quel giorno…

tags: #auto(16)    #iniezione(1)    #moglie(15)    #morte(229)    #puntura(1)    #strada(33)    #carro funebre(1)


(racconto fantasy, medio)  di nwGiorgio Burello

descrizione: Piccola storia senza pretese, tra montagne e personaggi molto strani.

tags: #automobile(9)    #genio(3)    #montagna(36)    #morte(229)    #termine(1)    #entropia(3)


(racconto narrativa, breve)  di nwClaudioC

descrizione: Breve storia fantasy-horror che affronta i temi della diversità e del cambiamento

tags: #amore(744)    #claudio candia(1)    #diversità(6)    #eros(24)    #morte(229)    #non morti(1)    #thanatos(2)    #vampiri(19)    #cambiamento(16)


(racconto horror, brevissimo)  di nwAlessandro Napolitano

tags: #bibbia(6)    #morte(229)    #parole(45)    #diavolo(8)

Elencate 10 relazioni su 427 -
 
10
20
 ... 
430
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.


Il server è sovraccarico. Alcune porzioni del sito e alcune funzioni di aggiornamento automatico sono state momentaneamente soppresse per velocizzare il sistema. Ti invitiamo ad attendere qualche istante prima di effettuare operazioni importanti.
Ci scusiamo per il disagio.
PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


Pagina caricata in 0.2 secondi.