pagine viste: ...
...no javascript...
phone
opzioni grafiche:
T
T
T
TT
Benvenuto, visitatore
     
Sun 02 October, 01:42:43
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Sull'inganno dell'Io e un certo Darwin

(saggio filosofia, breve - per tutti)
Tempo di lettura: circa 5 minuti
41 visite dal 08/08/2022, l'ultima: 3 giorni fa.
1 recensioni o commenti ricevuti
Autore di quest'opera:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (3 quest'anno)


Altre opere dell'autore



Sull'inganno dell'Io e un certo Darwin
file: opera.txt
size: 8,10 KB
Tempo di lettura: circa 5 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))


Elenco Tag dell'opera:
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)



Recensioni: 1 di visitatori, 3 totali.
  recensisci / commenta

recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (3 quest'anno)

risposta dell'autore, data 18:25:23, 08/08/2022
Prego chiunque voglia intervenire o commentare questo testo di farlo sul forum al seguente link

forum/viewtopic.php?t=6787



recensore:
avatar di Marcello Rizza
nwMarcello Rizza
$ sostenitore 2021 (2 quest'anno)

Recensione o commento # 1, data 00:40:01, 12/08/2022
Ciao Gabriele. È sempre bello scorgere nelle righe un pensiero, un percorso. A mio parere, discutibile, in questa pagina è corretto dare una prima opinione sull'opera presentata dall'autore. Non condivido la tua posizione, però mi ha fatto pensare, e di questo te ne sono grato. Mi hai fatto venire in mente un bellissimo libro che mi permetto di consigliarti:"L'Anima e il suo Destino" di Vito Mancuso con una splendida e il più possibile laica (stante il relatore) prefazione del Cardinale Carlo Maria Martini che, pur in difficoltà per l'argomento laicizzato dell'anima, riconosce un valore semi scientifico alle speculazioni sull'argomento "anima" che, ti dirò, mi ha affascinato. Questa lettura del libro mi ha ricordato un altro splendido libro della mia gioventù, Ipotesi su Gesù di Vittorio Messori. Ovvero, come spiegare il metafisico e il "divino" da un punto di vista storico (ipotesi su Gesù) o scientifico (L'Anima e il suo Destino). Solo un pacato consiglio. Prima di pubblicare cura la forma. Fatti aiutare da qualcuno non coinvolto nel testo, e che riesce a trovare i vulnus che noi tutti, quando scriviamo, non riusciamo a riconoscere. Se vorrai, nel senso, non perché più bravo di te ma perché "esterno", ti offro la mia collaborazione di editing. Un caro saluto.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (3 quest'anno)

risposta dell'autore, data 11:39:41, 12/08/2022
Grazie Marcello per il tuo intervento, ho piacere che sei tornato ad usufruire del sito e commentare più spesso le opere che più ti aggradano o più ti incuriosiscono come in questo caso.
Ti ringrazio per i consigli su altri testi a tema, ma per quanto sicuramente interessanti e ben scritti, ho creduto e avuto una fede spirituale per più di 30 anni della mia vita, fede poi messa in dubbio non per come la provassi o sentissi reale su di me, ma per i troppi presupposti che così per come veniva poi posta in essere non tornavano coerenti alla realtà, sia
normalmente percepita, sia filtrata dalla fede stessa. Io non sono mai stato Cattolico, ma Cristiano, qualcosa di molto simile al movimento Evangelista, ma differente su qualche aspetto anche da questo, diciamo che ricalcava al limite del possibile quello che si pensa o ci è stato tramandato dai primi movimenti Cristiani, quindi niente immagini, niente santi, niente glorificazione sulla figura della Madonna, le donne nelle adunanze possono esprimersi esattamente come gli uomini, non ci sono classi di gerarchie, discriminazioni, o altro di simile, semplicemente c'è chi sceglie di dare tutto sé stesso a Dio e chi invece decide di crearsi rimanendo comunque fedele, una propria famiglia, ma non vi erano veti su questo per nessuno. Durante le adunanze sia in famiglia che in diversi gruppi di famiglie riunite tutte insieme da tutta Italia, ognuno o chi avesse voluto farlo poteva pregare ad alta voce e dare quindi sia con la preghiera che con una testimonianza in seguito a questa di un suo vissuto, una propria reale parte su ciò che reputava condivisibile o meno con altri del proprio sentire personale affinché tutti in ogni momento dato potevano poi ritrovarsi anche nelle parole, dubbi e prove altrui, niente liturgie preconfezionate da ripetere a memoria, ma scambio e condivisione di sentire e pensiero vivo. Quindi facevamo ogni domenica adunanze nella mia famiglia (lettura della Bibbia, preghiere ad alta voce se si voleva, testimonianza personale su ciò che si riteneva opportuno condividere e qualche cantico) e due tre volte l'anno ci si vedeva anche tutti insieme, con anche diverse presenze straniere a questi raduni per una ancora maggiore condivisione. Questo a grandi linee è ciò che ho vissuto per quasi 30 anni, 20 dei quali totalmente sentiti e passati tali, quindi posso affermare di conoscere o aver già conosciuto cosa sia un vero aspetto e percorso di vera fede sentita, conoscenza sulla storia di Cristo e così via. La fede sé è fede non ha bisogno del benestare della scienza o lasciare spazio a questa per chiarire o confermare punti discutibili o meno di essa, la fede vive di reale inconsistenza da prove scientifiche, basta il proprio sentire per esserne già convinti, autoconvinti o indotti ad essa.

Ma ripeto, mi sono allontanato gradatamente anche da questo percorso perché ho realizzato poi tutti gli aspetti contraddittori ivi presenti come in qualsiasi altra fede religiosa che uno a suo diverso sentire associa alla propria Verità.

Detto questo se hai voglia o piacere di affrontate o dibattere anche con il contributo della tua diversa opinione su questo tema sarei ben lieto di farlo sul forum insieme a Giancarlo e Roberto.

Per l'editing (ho riletto ora il testo e hai pienamente ragione ) dei testi credo prenderò seriamente in considerazione la tua proposta, ma non vorrei rubarti troppo tempo.

Correggerò poi con calma anche questo testo.

Grazie del passaggio Marcello.





Scrivi qui la tua recensione o commento...

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci / commenta un'opera a caso.

Nota: per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nell'elenco dei generi e scegli la tipologia desiderata.



L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Sull'inganno dell'Io e un certo Darwin di Gabriele Pecci è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera
Nessuna opera correlata

Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 44.201.95.84


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2022
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0.24 secondi.