pagine viste: ...
...no javascript...
phone
opzioni grafiche:
T
T
T
TT
Benvenuto, visitatore
     
Wed 17 August, 09:06:30
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

L'inferno di diritto

(saggio filosofia, breve - per tutti)
Tempo di lettura: meno di 5 minuti
16 visite dal 23/04/2022, l'ultima: 2 settimane fa.
2 recensioni o commenti ricevuti
Autore di quest'opera:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)


Altre opere dell'autore



L'inferno di diritto
file: opera.txt
size: 5,36 KB
Tempo di lettura: meno di 5 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))


Elenco Tag dell'opera:
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)



Recensioni: 2 di visitatori, 8 totali.
  recensisci / commenta

recensore:
avatar di Giancarlo Rizzo
nwGiancarlo Rizzo
$ sostenitore 2022 (2 dal 2021)

Recensione o commento # 1, data 16:29:56, 23/04/2022
Punto 3
Abbiamo appena appurato che il nostro ruolo concesso e dato da Dio, è quello di comprendere ed assecondare questa nostra comprensione del creato, affinché esso stesso abbia ragione di esistere in funzione di noi affinché possiamo avere possibilità di essere e quindi esistere grazie al volere creativo di Dio che ne è artefice e al contempo conoscitore del suo intero.
O te l'ha detto Dio o la tua logica buca. Non sei tu che hai creato il tuo dio con la tua "intuizione"?



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 16:43:54, 23/04/2022
"esso stesso" si riferiva al creato, non a Dio. Adesso correggo se si capisce come riferimento a Dio invece.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 16:54:53, 23/04/2022
Abbiamo appena appurato che il nostro ruolo concesso e dato da Dio, è quello di comprendere ed assecondare a questa nostra comprensione il creato stesso, affinché esso stesso abbia ragione di esistere in funzione di qualcosa (noi) e noi abbiamo, possiamo a nostra volta avere possibilità di essere e quindi esistere grazie a lui, quindi grazie al volere creativo di Dio che ne è artefice e al contempo conoscitore del suo intero ciclo, inizio, sviluppo e fine.

Intendo che il creato (l'universo) ha ragione di esistere perché noi possiamo comprendendo noi stessi e quello che ci circonda dargli ragion d'essere. Quindi Dio creando il creato, ha dato a noi che siamo vivi grazie alla sua stessa evoluzione (del creato) anche la rragione di esistere del creato stesso (quindi come una casa delle bambole (avendo io una figlia), sarebbe inutile avere una casa senza le bambole dentro non trovi? (questo è solo per comprendere il concetto, non che noi siamo i burattini di Dio, perché comunque a dispetto dei giocattoli noi abbiamo comprensione di noi stessi, quindi responsabilità nelle scelte derivate da questo, all'interno di questa realtà, anche se esse sono state già, come spiegato, state compiute).



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 17:04:08, 23/04/2022
Comunque da certi lati sarebbe meglio che bucasse, lascierebbe così speranza in altro dopo la morte, ma purtroppo in questo credo che la logica non buca. Io comunque ripeto che accetto tutto questo serenamente, mi basta sapere che c'è un Dio, che in ogni caso tutto questo fa parte di un volere e non del caso, altro non mi serve sapere a prescindere da come noi risulteremo alla fine da tutto ciò come ho cercato di spiegare qui. Comprendendo tutto quello che posso comprendere ora capisco che il cercare o sperare qualcosa dopo la morte sia solo ancora tutto frutto di egoismo. Questo però da molto più senso e grandezza alla nostra di vita e realtà personale, anche se come tutto su questo piano ha un inizio e una fine. L'immortalità e l'onniscienza preferisco lasciarla a Dio non a noi, neanche come eventuale "nostro" ritorno da materia a spirito (soffio) una volta cessato questo universo.



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 17:22:03, 23/04/2022
Se è vero che non abbiamo un'anima, cosa dovrebbe tornare a Dio di noi? Se ha potuto creare materia derivata da quello che posso immaginare come sua volontà (soffio), se la materia derivata (l'universo) è solo materia senza spirito, una volta cessata di esistere la materia, cosa rimane?



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 17:35:58, 23/04/2022
Ecco non più spirito, ma volontà creativa, come noi.

Quando immagino Dio lo immagino indefinito spirito (quindi non do nessuna forma, neanche di energia, ma invece spirito perché rende a noi comprensibile l'idea proprio perché è indefinita).

Questo Tutto di spirito fuori dal concetto di tempo e spazio (dell'universo), può con la propria volontà creare e dare vita alla materia (soffio).

Così come per noi quando creaiamo o diamo vita a qualcosa o qualcuno non diamo spirito, ma tramite la nostra volontà (pulsioni emotive), diamo materia al pensiero, tramite l'uso di altra materia fin anche vita stessa (materia biologica, derivata sempre da atomi).

Quindi se noi siamo espressione di Dio (e lo siamo proprio in base alla nostra consapevolezza), se nei nostri limiti siamo espressione diretta di lui, allora per logica per darmi soluzione a me comprensibile, adotto (senza poterne comprendere né meccanismi né tantomeno i perché dietro questa) la stessa logica che adopero io. Quindi posso ipotizzare solo tramite logica le cause effetto che ci portano alla situazione attuale. Logica che è espressione di Dio in noi, non la sua logica sia chiaro, ma la nostra. Quindi non mi sostituisco io a Dio con la mia logica, ma prendo solo comprensione dei fatti per quello che sono e per quello che posso intuire senza per questo, conoscere né comprendere in nessun modo la "logica" di Dio.



recensore:
avatar di Giancarlo Rizzo
nwGiancarlo Rizzo
$ sostenitore 2022 (2 dal 2021)

Recensione o commento # 2, data 19:50:39, 23/04/2022
… diamo materia al pensiero, tramite l'uso di altra materia fin anche vita stessa (materia biologica, derivata sempre da atomi).
Cosa vuoi dire? che il pensiero fa muovere la materia?
Come fa il pensiero immateriale, spirituale a muovere gli atomi?



recensore:
avatar di Gabriele Pecci
nwGabriele Pecci
$ sostenitore 2022 (2 quest'anno)

risposta dell'autore, data 22:16:13, 23/04/2022
No infatti mi ero espresso male, non si capiva bene quello che volevo dire, poi mi sono corretto se rileggi il testo. Quello lo può fare solo Dio per questo non lo possiamo comprendere né capire, noi possiamo farlo solo tramite uso di altra materia, sia nel creare cose che nel generare figli, ma credo che Dio non abbia usato parte di sé (spirito) per creare tutto questo, ma solo volontà creativa, un po' come noi, ma la nostra volontà creativa necessita anche di materia per essere portata a compimento e quindi realizzata in ogni sua concezione (dentro la nostra realtà niente si crea dal niente, Dio può perché è esso stesso al di fuori di questa realtà e delle leggi presenti all'interno da lui stesso volute, altrimenti noi saremmo già suo pari e comprenderemmo già ogni cosa, se così non fosse).





Scrivi qui la tua recensione o commento...

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci / commenta un'opera a caso.

Nota: per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nell'elenco dei generi e scegli la tipologia desiderata.



L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
L'inferno di diritto di Gabriele Pecci è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera
Nessuna opera correlata

Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 35.172.223.251


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2022
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0.07 secondi.