pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Fri 23 July, 18:51:58
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

La lettera dimenticata

(racconto narrativa, medio - per tutti)
Tempo di lettura: 17 / 26 minuti
263 visite dal 27/03/2021, l'ultima: 1 giorni fa.
5 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:
avatar di Marcello Rizza
nwMarcello Rizza
$ sostenitore 2021



Descrizione: Una diciassettenne si racconta dall'aldilà. Incontra alcune persone che in qualche modo hanno avuto un ruolo nella sua morte, ripercorrendo varie situazioni apparentemente scollegate.

Incipit: Domani saranno 10 anni che il padre Malik piange la figlia Rebecca. Ma sta accadendo qualcosa di nuovo e inaspettato. Rebecca osserva con infinita dolcezza il papà, chino di fronte alla sua lapide. Non avrebbe mai pensato di parlare di sé stessa, meno che mai dando così importanza a un rocker, alle scogliere della costa inglese o a una lettera dimenticata.


La lettera dimenticata
voce
file: la-lettera-dimentica_
ta-2.docx
size: 32,68 KB
Tempo di lettura: 17 / 26 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))



Elenco Tag dell'opera:
#apartheid(1)    #madre(26)    #rock(6)    #soweto(1)    #dio(42)


Recensioni: 5 di visitatori, 11 totali.
recensisci/commenta

recensore:
avatar di Marcello Rizza
nwMarcello Rizza
$ sostenitore 2021

risposta dell'autore, data 27/03/2021
Consiglio, per una.migliore lettura, di aprire il file allegato, formattato opportunamente, piuttosto che "leggi e ascolta".



recensore:

Recensione o commento # 1, data 28/03/2021
Ti assicuro che sono coriaceo.
Ma ho perso lacrime dagli occhi e mi hai schiacciato il cuore.



recensore:
avatar di Marcello Rizza
nwMarcello Rizza
$ sostenitore 2021

risposta dell'autore, data 28/03/2021
Ciao Giancarlo. Ti dirò che quando ho cominciato a scrivere e ho buttato giù tutto il racconto non pensavo proprio a fare piangere. Ma poi, mano a mano che lo aggiustavo mi sono accorto che invece mi portava a inumidirmi gli occhi. Io penso che questo racconto sia nato da solo. Credo che una Rebecca mi abbia invaso e mi abbia usato per scriverlo. Spero Rebecca torni a trovarmi.Ormai con lei siamo amici. E spero che anche tu torni a trovarmi. Grazie.



recensore:
avatar di Roberto Virdo'
nwRoberto Virdo'
$ sostenitore 2021 (6 dal 2020)

Recensione o commento # 2, data 28/03/2021
Forse non ci sono parole da aggiungere a quelle già espresse da Giancarlo Rizzo, che ha saputo, a mo' di poesia, racchiudere in un verso la bellezza di questa storia. Splendida, completa in tutto e per tutto. Abbraccia il "dentro" e il "fuori", il dramma personale e quello collettivo. Ma quanto, quanto si allontana dalla pura cronaca - è necessario ribadire che lo spunto è un evento tragico realmente accaduto e citato -. Marcello, nostro illustre collega verso cui mi inchino con il massimo dell'ammirazione, ci ha dato prova di essere un vero autore, capace con rara maestrìa di confondere (nella più positiva accezione) prosa e poesia, amore e morte, buio e speranza. Non si esce indenni da un testo del genere: le lacrime sono inevitabili, di fronte alla tragicità di quelle morti, alla sofferenza e al rimpianto dei vivi, alla musica che resta meravigliosa dall'inizio alla fine, pur cambiando completamente registro. Non so come tu abbia fatto Marcello. Consiglio vivamente di leggere anche per riportare alla luce l'episodio storico richiamato, la cui realtà rapprersenta ancor oggi, a distanza di così tanti anni, un vero schiaffo alle coscienze.



recensore:
avatar di Marcello Rizza
nwMarcello Rizza
$ sostenitore 2021

risposta dell'autore, data 28/03/2021
Caro buon e capace autore, Roberto. Si, i fatti qui raccontati riportano a momenti storici accaduti e che squalificano l'uomo. Ed è vero che ai parla di drammi, ma Rebecca anche da morta continua a essere una ragazzina con ancora voglia di vivere la sua realtà, e questa commistione di campi "teatrali" probabilmente crea quel climax "strappalacrime" che capisco ma che non avevo cercato. Così come detto sopra a Giancarlo, a poco a poco, rileggendolo e sistemandolo, mi sono ritrovato a emozionarmi e commuovermi anche io. Roberto, sei sempre gentile e attento. Grazie.



recensore:

Recensione o commento # 3, data 03/04/2021
Caro Marcello, leggere questa lettera è stato come ritornare in quell'epoca storica, ma non ti sei fermato solo a questo, sei riuscito a dar voce ad una ragazza appena diciasettenne impersonificando un personaggio così realistico che mette i brividi, per non parlare dell'attenzione ai dettagli descrittivi, alla raffinatezza delle parole. Ogni personaggio del racconto ha una propria evoluzione e storia, tutto è ben delineato, è impossibile esimersi dal piangere, arrivi alla fine commosso e al tempo stesso felice per il messaggio che hai voluto mandare. Molto interessante lo stile scritto in seconda persona singolare che da una sensazione ancora più vera del tutto. Ottimo lavoro. Complimenti, attendo con ansia i tuoi prossimi scritti.



recensore:
avatar di Marcello Rizza
nwMarcello Rizza
$ sostenitore 2021

risposta dell'autore, data 04/04/2021
Ciao Giulia. Il personaggio Rebecca, sul quale ho lavorato molto per renderlo credibile, non mi è stato poi tanto difficile da creare. Viene dall'osservazione di due mie nipotine, quella più grande ha quasi 17 anni. L'utilizzo della seconda persona singolare ha sorpreso anche me, nel mentre che si sviluppava il racconto. È la prima volta che l'utilizzo. Sei sempre molto gentile e generosa, grazie del tuo bel commento. Buona Pasqua



recensore:

Recensione o commento # 4, data 05/04/2021
Ho letto tutto il racconto senza potermi fermare, senza quasi respirare. E già prima della fine ero commossa. Sono andata a fare una ricerca su internet perché non conoscevo i fatti da te ricordati. Sì, tutti conoscono la parola "apartheid" ma in pochi approfondiscono l'argomento. Questo tuo racconto inizia con una poesia, ma è proprio il racconto in sé che che assomiglia a una poesia moderna. Ed è anche azzeccato il modo con cui avvicini piano piano il lettore con personaggi e circostanze che non sembrano avere collegamenti. Splendida e solare la eroina Rebecca, ma tutti i personaggi vengono descritti bene coi loro pregi e difetti. E ci fai finire portandoci al pianto, alla speranza e all'impegno di ricordare certi avvenimenti.



recensore:
avatar di Marcello Rizza
nwMarcello Rizza
$ sostenitore 2021

risposta dell'autore, data 07/04/2021
Ciao Caterpillar. Innanzitutto ti ringrazio per i complimenti. Questo racconto l'ho curato con molta attenzione, proprio per l'argomento storico trattato. Per quanto concerne i personaggi, la mia scelta è stata di farli "vivere" in contesti apparentemente scollegati all'epilogo per farne emergere le peculiarità. Rebecca, per forza piace. È molto bella, combattiva, ragazzina "a posto", ma il mio preferito è il papà di Rebecca, Malik. È quel padre a cui ho teso nella mia vita, ci ho provato, e qualcosa di Malik credo di averlo raggiunto. No, non ho ancora scritto libri come lui. Ma devo dirti che sono affezionato a tutti i personaggi di questo racconto. Anche Lizbeth non è per niente male. Grazie.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2021 (12 dal 2015)

Recensione o commento # 5, data 12/04/2021
Un racconto ben costruito, che pare nato da solo, con una spontaneità che non lascia percepire il lavoro e lo sforzo che ci sono stati dietro la sua creazione. Sembra fluito dall'aria, dai pensieri di qualcuno rimasto in attesa di una mente da poter ispirare.
La narrazione si regge sospesa alle parole di una lettera dove una figlia si rivolge al padre, ad altre persone che sono state importanti per lei e a ogni persona che si soffermi a leggere. Una lettera dal respiro infinito, che tocca rapporti personali, progetti incompiuti, avvenimenti sperati e scorci di mondo reale. Lasciata in un cassetto, riaffiora al momento giusto, stendendo la sua rete di intrecci.
I fatti, le persone, la musica, l'ingiustizia e la tragedia sono tutti legati tra loro dalla vita di questa ragazza, dal suo sguardo che vede più di ogni altro, che comprende più di ogni altro.
Con questa lettera Rebecca ci ha raccontato il suo mondo di adolescente e la crudeltà dell'ambiente che la circondava, ci ha resi partecipi della sua rabbia, del suo amore per la musica, dei suoi slanci di giustizia pagati con il sangue.
Ma abbiamo sentito anche la sua collera diventare indulgenza e la passione trasformarsi in una forza assoluta capace di proteggere in qualche modo, di salvare, di ispirare, di dire addio pur restando presente e vicina.



recensore:
avatar di Marcello Rizza
nwMarcello Rizza
$ sostenitore 2021

risposta dell'autore, data 14/04/2021
Ciao Ida. Permettimi di chiamarti "amica di penna". Seguo i tuoi commenti alla stregua dei racconti pubblicati. E quando pubblico qualcosa spero di avere il privilegio della tua attenzione. In questo caso, in tutti i casi, sei stata lucida e sensibile, hai colto l'anima nell'intento dell'autore. Questo è un racconto che ancora oggi mi fa porre delle domande, sia sullo stile nuovo che sto approntando, sia sul mio mondo interiore. Vengo da stravolgimenti di vita ma soprattutto di "vista". Non parlo di valori, quelli sono stabili e stabiliti, pari a quelli che puoi leggere dalle righe del racconto. Ho cambiato il mio approccio allo "stare", di cui ho parlato in un tuo racconto. Ecco, credo che questo racconto parli anche dello "stare". Grazie, trovarti nei miei spazi è importante.





Scrivi qui la tua recensione o commento...

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)


L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
La lettera dimenticata di Marcello Rizza è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(racconto narrativa, breve)  di nwAngela Mori Angelika

descrizione: Dal mio secondo libro "La luna bugiarda e altri racconti"

incipit: Dedicata ad un'amica che non c'è Lei era come un filo d'erba. Del vento che soffiava non le importava, seppur sapesse che poteva ucciderla. A volte temeva di finir calpestata dalla lurida suola di una scarpa, ancor peggio colta dalla mano di un folle ragazzo. Molti erano i modi per morire, e lei li conosceva sin dal primo istante di vita. Sbocciata da una terra giovane che seme di brutalità aveva inseminato, cresciuta nell'aridità di quel suolo che non l'amava e inaspriva con il vino le sue visc…

tags: #alcol(7)    #droga(11)    #edera(2)    #foto(11)    #madre(26)    #morte(184)    #prostituzione(3)    #tristezza(38)    #vita(197)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwAlessandro Borghesi

descrizione: Opera pubblicata nell'antologia "77, le gambe delle donne" edito da BraviAutori.it

tags: #madre(26)    #pensieri(107)    #perdita(12)    #dolore(85)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwAngela Mori Angelika

incipit: Bruni i tuoi capelli Su cui rosette e gelsomini Si poggiano docili; Fluente incandescente magma, Non fu mai più vermiglio, Delle tue labbra carnose.

tags: #donna(135)    #madre(26)    #mare(154)    #poeti(22)    #scultori(1)    #sicilia(15)    #vita(197)    #bellezza(25)


(racconto narrativa, breve)  di nwRoby87

incipit: La giornata era iniziata con il suo matrimonio, fu ricca di emozioni, ed era giunta ormai a conclusione. Julie, prima di andare a dormire, prese dalla borsa la lettera che la madre le aveva dato nel ricevimento post matrimonio, prima di andar via. La aprì, la tirò fuori dalla busta, e la incominciò a leggere.

tags: #figlia(24)    #madre(26)    #lettera(31)


(poesia narrativa, breve)  di nwPortman98

descrizione: Pochi sentimenti espressi in poesia

tags: #ispirazione(5)    #ricordo(134)    #tramonto(40)    #madre(26)


(racconto narrativa, medio)  di nwAthosg

descrizione: I ricordi di una bimba e il grande amore per il padre, nonostante tutto

tags: #corruzione(3)    #famiglia(48)    #figlia(24)    #madre(26)    #padre(22)    #politica(39)    #ricordo(134)    #tradimento(17)    #amore(591)


(racconto fantasy, breve)  di nwFausto Scatoli

descrizione: Un'anima viene a chiedere scusa.

incipit: Può capitare di dimenticare. Può anche capitare di non voler ricordare. Dipende dalla situazione e dagli effetti che ne conseguono. Quel giorno, però, lo ricordo bene, eravamo stati invitati a pranzo da mia madre. Era rimasta vedova da poco e per non farla sentire ancora più sola di quanto non fosse nella realtà, spesso io e mia moglie, sposi da poco più di un anno, ci recavamo da lei.

tags: #amore(591)    #fantasma(16)    #fantastico(23)    #madre(26)    #mamma(24)    #padre(22)    #spirito(23)    #anima(82)


(racconto noir, breve)  di nwSilvi4

tags: #amore(591)    #madre(26)    #figlio(24)

Elencate 10 relazioni su 72 -
 
10
20
 ... 
80
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.95.131.146


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,27 secondi.