pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Sun 11 April, 04:01:03
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Dannatamente bella

(racconto narrativa, breve - per tutti)
Tempo di lettura: circa 5 minuti
977 visite dal 26/10/2012, l'ultima: 1 mesi fa.
15 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:

Descrizione: La vendetta è un piatto che si gusta freddo.

Incipit: Comodamente seduta sulla poltrona di fronte alla mia, la gamba sinistra ripiegata sotto il corpo, il gomito destro poggiato con grazia sul bracciolo a formare un'armonica diagonale con il busto, Lala mi appare come una splendida, sinuosa e altera gatta. Tutto in lei ricorda un felino: il corpo lungo e snello, gli arti flessuosi e torniti, gli immensi occhi color verderame che, sempre vigili nella loro inquietante immobilità, spiccano come gemme nel piccolo viso triangolare, sprofondato nella mas…


Dannatamente bella
voce
file: dannatamente-bella.docx
size: 23,49 KB
Tempo di lettura: circa 5 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))

* è tra i primi 10!
in opere commentate (Racconto, dal 2012)


Elenco Tag dell'opera:
Questa opera non ha ancora dei tag. (suggerisci tu)



Recensioni: 15 di visitatori, 16 totali.

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: stai per confermare la recensione o il commento al lavoro dell'autore Margherita. Prima di proseguire, però, se hai necessità di discutere più a fondo di questa opera con l'autore, puoi iniziare una discussione più ampia e dettagliata usando la nwsezione apposita del nostro forum. Tale discussione, se non è già stata aperta, dovrà essere creata con il titolo:

"Dannatamente bella - Margherita".

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)

recensore:

Recensione o commento # 1, data 15/01/2013
Un piccolo cammeo, che colpisce con la forza di un pugno nello stomaco! Aprirò una discussione sul forum per commentare più ampiamente questo testo come merita, qui mi limito ad osservare che forse avrei speso qualche parola in più nel momento clou, quando la ex figlia adottiva annuncia la sua gravidanza. Le sensazioni vissute dalla protagonista avrei cercato di descriverle più in dettaglio, ma ritengo ci fosse un limite di battute, altrimenti non si spiega in un testo per il resto direi perfetto.



recensore:
avatar di Massimo Baglione
nwMassimo Baglione
(amministratore)

Recensione o commento # 2, data 16/01/2013
Link all'argomento aperto da Vittorio19: forum/viewtopic.php?t=4276
Buona lettura!



recensore:
avatar di Lorella15
nwLorella15
$ sostenitore 2012

Recensione o commento # 3, data 17/01/2013
Davvero un bel racconto, duro come una pietra che ti arriva dritta in faccia. Realistico il tema dell'affido, un istituto credo molto difficile da vivere con dei risvolti dolorosi. L'egoismo di Lala e di Carlo contrapposti alla generosità  di Anna, la spregiudicatezza della ragazzina (che mi ha rammentato la famosa nipote). Mi piace molto lo stile, asciutto, pochi fronzoli e descrizioni, a parte della bellezza di Lala, che ben si addice a un tema così duro. Brava Margherita, davvero un bel racconto



recensore:

Recensione o commento # 4, data 23/01/2013
Mi è venuto da pensare, non appena ho finito di leggere il racconto che nella vita ciascuno ha ciò che si merita. Dobbiamo resistere alle avversità  che la vita ci impone altrimenti soccombiamo a essa. (Carlo voleva essere padre a tutti i costi. Il bambino che ha in grembo Lara è il risultato di un doppio tradimento.) àˆ necessario che ciascuno di noi accetti il proprio destino e se ne faccia una ragione.
Il racconto è ben scritto e strutturato, Lo stile narrativo è immediato, efficace e di grande effetto.



recensore:

Libera (freecora)
Recensione o commento # 5, data 12/02/2013
Lo stile semplice, forse solo in apparenza, e diretto mi ha conquistata subito. Lala parla poco ma appare molto, contrapposta ad Anna che invece racconta e insegna, ma non sappiamo nulla del suo aspetto. L'elemento più passivo è Carlo, anche se in realtà  è pietra angolare, su cui si abbatte l'egoismo di Lala e si sviluppa la generosità  di Anna.
Complimenti, bel lavoro!



recensore:
avatar di Isabella Galeotti
nwIsabella Galeotti
$ sostenitore 2019 (4 dal 2012)

Recensione o commento # 6, data 15/02/2013
Un mattone scagliato alla massima potenza.
Un racconto, questo, che fa riflettere.
Sono solo tre i personaggi, ma la tua scrittura li descrive bene.
Lala la donna che già  da bimba sà  come si vive, già  alla sua tenera età  capisce che bisogna svegliarsi in fretta dalla bambagia infantile.
Carlo d'apprima padre, sembra affettuoso, poi la svolta, diventa l'uomo
della sua amata Lala.
Anna un personaggio da cui emerge l'amore per la piccola Lala, la disperazione per il suo allontanamento. Una donna che dà  come ultima
stoccata, suo malgrado, alla figlia in affitto un ultimo atto d'amore verso
il proprio marito. E riesce con questo gesto a smascherare la furbizia della
non più piccola Lala.
Profondo, scritto divinamente, merita veramente i complimenti.



recensore:

risposta dell'autore, data 15/02/2013
Ringrazio per l'attenzione con la quale hai letto il mio racconto e per la puntualità  della tua critica.



recensore:

Recensione o commento # 7, data 03/03/2014
Mi è molto piaciuta la presentazione della storia e come sia stata narrata...il gusto amaro della vendetta...ti giunge improvvisamente e non puoi fare a meno di fargliela pagare..anche se non vorrsti.
complimenti e colgo l'occasione per porgere gli auguri di buon compleanno.



recensore:
avatar di Ida Dainese
nwIda Dainese
$ sostenitore 2021 (12 dal 2015)

Recensione o commento # 8, data 10/07/2017
Un racconto che colpisce con la durezza della vita. Scritto molto bene, presenta i tre personaggi attraverso le loro azioni, accomunandoli e separandoli. Ognuno di loro ha il proprio dolore: la bambina abbandonata, i genitori mancati; vivere insieme nella stessa casa e cercare di essere una famiglia poteva essere una soluzione. Quel distacco forzato invece amplia il dolore fino a farlo diventare voglia di rincorrere un desiderio egoistico a costo di far del male (per Lala e Carlo) e vuoto depressivo (per Anna). Tutto va nel peggiore dei modi, verso il tradimento, la delusione e la vendetta.
In questo testo pur così breve si trovano tutti i punti importanti di questa storia: la descrizione fisica della bellissima ragazza, le profonde ferite di Anna, la futura disperazione di Carlo e la crudeltà straziante delle vendette femminili.
(Il tuo testo Doc è corretto, qui nel titolo in rosso invece si è persa una sillaba Smile)



recensore:

Margherita
Recensione o commento # 9, data 11/07/2017
Grazie per la lettura e l'accurata analisi del mio testo. Confesso che questo racconto è tra quelli che amo di più e mi fa sempre piacere condividerlo. Grazie anche per la nota sul refuso nel titolo,non ci avevo badato, ma non saprei come fare a correggere...



recensore:

Gennaro
Recensione o commento # 10, data 11/07/2017
buonasera. La vendetta è un piatto che si gusta freddo, lei scrive, signora Margherita,; però, non lanciamo ai lettori questi messaggi cattivi. Sono stato vittima della vendetta della mia ex moglie, divorziato da tre anni e ho vissuto il dolore. Grazie. La saluto. Gennaro Vitone.



recensore:

Visitatore
Recensione o commento # 11, data 14/07/2017
Sig. Gennaro, è chiaro che si tratta di letteratura e la presentazione del racconto deve essere accattivante per incuriosire il lettore. Non è mia intenzione lanciare alcun messaggio né tantomeno istigare sentimenti di vendetta o altro. Allora coloro che scrivono di omicidi, secondo lei istigano a compierli? Comprendo che la sua esperienza personale l'abbia traumatizzata, ma non è certo colpa della letteratura se la sua ex moglie si è comportata male nei suoi confronti.



recensore:

Gennaro
Recensione o commento # 12, data 14/07/2017
Signora Margherita, tutto quello che si legge trasmette messaggi perciò non mi dia assolutamente torto . Dalla sua risposta si capisce che se l'è presa....ma deve imparare a rispettare e ad accettare pure la gente che ha sofferto. Per me il messaggio sul piacere di vendicarsi non è bello. La saluto !! Gennaro Vitone



recensore:

Arcangelo Galante
Recensione o commento # 13, data 14/07/2017
Ogni lettura stimola riflessivi pensieri, emozioni e, persino, concitati sentimenti, in chiunque riscontri esperienze, fantasie e qualsiasi interiorità dell'animo proprio. Unicamente nelle vesti di lettore e commentatore, quindi nulla vi è di personale per ciò che sto per scrivere, e, senza voler entrare nel merito del commento di chi mi ha preceduto, forse, nel momento in cui si trattano argomenti delicati e importanti, utile davvero, sarebbe stata, una premessa in merito pure al titolo. Non biasimo nessuno, né l'autrice e neanche il visitatore, libero di esprimere una impressione legittima al contenuto della storia. Il messaggio, Margherita, al di là delle giustificazioni offerte da te, è chiaro: la vendetta è un piatto che si gusta freddo! Saggio non sarebbe, e anche immaturo, non accettare un discordante parere di chi sia stato vittima dell'aneddoto espresso, pubblicamente, in merito, sempre, al tema della vendetta. Ritengo che certe storie, malgrado frutto di fantasie, siano suscettibili di ricordi dolorosi e suscitino "legittime reazioni" nelle anime ferite da vicissitudini simili a quelle narrate. E, a dirla tutta, indipendentemente dalle risposte che hai dato a quanti hanno preceduto il mio commento, beh, non ho del tutto gradito la pubblicazione proprio per il messaggio inequivocabile, male "trasmesso", del concetto di vendetta, inserito, per l'appunto, nella descrizione dell'opera. È bello vendicarsi? Credo di no, per quanto possa valere la opinione mia. Un cordiale saluto!



recensore:

Visitatore
Recensione o commento # 14, data 14/07/2017
Sig. Galante, ovviamente accetto SEMPRE di buon grado le critiche. Grazie. Però mi riservo di non accettarle passivamente, soprattutto quando non le considero giustificate come la Sua e quella del Sig. Gennaro. Io continuerò a scrivere ciò che sento, altrimenti non scriverei più, se temessi di ferire questa o quella sensibilità esacerbata. Ripeto, la letteratura è frutto di fantasia. Grazie ancora per la vostra attenzione. Cordiali saluti



recensore:

Recensione o commento # 15, data 19/07/2017
Sono francamente molto perplesso leggendo alcuni commenti a questo racconto.
Chi ne parla come di una celebrazione/esaltazione della vendetta, secondo me semplicemente non ha letto il racconto.
Quello che però trovo totalmente inaccettabile è la pretesa di alcuni per cui un autore dovrebbe addirittura autoimporsi una censura, pesando ogni parola che scrive per timore di urtare la suscettibilità di singoli o gruppi di lettori.
Che cos'è? una forma esasperata di buonismo? La santificazione del politicamente corretto?
Il lettore ha il potere assoluto su ciò che legge: se non gli piace,smette di leggerlo. Ma nessuno può pretendere che un autore non scriva perchè quello che scrive non gli piace o lo infastidisce.
Grazie a Dio i tempi dell'indice dei libri proibiti e dei roghi dei libri nelle piazze sono finiti e spero vivamente che non tornino mai più!
Sig.ra Margherita la prego continui a regalarci altri magnifici cammei come questo!




L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Dannatamente bella di Margherita è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera
Nessuna opera correlata

Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.236.228.250


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,26 secondi.