Lontano dalla California

Spazio dedicato alla Gara stagionale d'estate 2019.

Sondaggio

Sondaggio concluso il 22/09/2019, 0:00

1 - non mi piace affatto
1
6%
2 - mi piace pochino
7
41%
3 - si lascia leggere
6
35%
4 - è bello
2
12%
5 - mi piace tantissimo
1
6%
 
Voti totali: 17

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 07/07/2019, 12:07

Era estate, alla fine del giorno, quasi all'imbrunire. Guidavo spedita e mi sentivo risollevata per aver finalmente finito. Anche per quell'anno era andata: ero arrivata al termine del ciclo delle terapie inalatorie prescritte. Salire alle Terme della mia città non era propriamente una passeggiata, la strada per arrivarci era stretta e tortuosa.
Ma ero infine giunta in fondo e già vedevo il lungomare. Svoltai sull'ultima curva e mentre mi immettevo sul diritto della strada, lo vidi.
Fu una sorpresa inaspettata, senza neppure starci un attimo a pensare accostai l'auto. Lui mi vide subito. Tirai giù il finestrino e dopo averlo festosamente salutato gli dissi:
"Ma ciao Michele, cosa ci fai qui a quest'ora? E come mai sei a piedi? Che bello rivederti. Dai, sali un attimo, facciamo quattro chiacchiere".
I suoi occhi azzurri risplendevano mentre mi rispose:
"Sto andando a consegnare il lavoro al dentista, non avevo voglia di prendere l'auto. Fa caldo e desideravo anche fare quattro passi. Sono venuto col bus, mi sono evitato il problema del parcheggio. L'importante è che i denti arrivino a destinazione e con la scadenza richiesta".
Intanto si era seduto accanto a me e cominciammo a parlare, a raccontarci.
Gli chiesi anche della sua fidanzata americana. Perché era vero che da molto tempo non ci si vedeva, ma durante tutti quegli anni eravamo sempre rimasti in contatto, soprattutto telefonico per aggiornarci sulle reciproche vite.
"Sai, lei adesso vorrebbe tornare in California e io sono molto incerto sul da farsi, perché andare significherebbe vivere assieme e non sono affatto convinto di ciò. Un conto è frequentarci così, diversa sarebbe la convivenza. Abbiamo modi differenti di interpretare la vita, lei pensa troppo in grande, all'americana appunto. Ma non è detto che non mi decida, l'idea di vivere in California mi piace e mi entusiasma. Ti farò sapere, sarai la prima a saperlo se deciderò di partire".
"E già - risposi - immagino che vorresti andare volentieri in California. So bene del tuo sogno americano. Ma dai, non ti lamentare che ti sei addirittura trovato una fidanzata americana".
Ridemmo e continuammo a raccontarci, ricordammo anche le nostre vacanze al mare in Sardegna, quelle in montagna in inverno e i nostri amici di un tempo.
Infine ci salutammo con reciproco e evidente affetto, scambiandoci un abbraccio e un lieve bacio.

Ritornando verso casa pensai molto a quell'incontro e a lui. Fu l'unico amore, dopo la sua fine, a non procurarmi l'indifferenza e il leggero fastidio che provavo per la fine degli altri amori della mia vita. La nostra era stata una storia importante durata otto anni, e mai c'eravamo fatti del male. Avevo sempre provato per lui un profondo affetto, anche quando la nostra storia era finita.

Dopo quell'incontro non ne seppi più niente, non sapevo cosa pensare. Avrei potuto chiamarlo io ma non lo feci, non volevo essere invadente. Passò del tempo, quasi un anno, quando un mattino ricevetti una telefonata dal mio amico Sandro.
"Ciao - mi disse - devo darti una cattiva notizia. Sei informata? Stamattina girando in bicicletta ho percorso una strada che non faccio mai e mi è caduto lo sguardo su di un necrologio. Sono rimasto di stucco, non riuscivo neppure più a proseguire. Il manifesto annunciava la morte di Michele, avvenuta alcuni giorni fa".
Per lunghi minuti che mi parvero eterni non riuscii neppure a parlare, poi chiesi al mio amico se aveva informazioni maggiori da darmi. Mi disse che era da molto tempo che non aveva più sue notizie.
Ci informammo, venimmo a sapere che un male incurabile se lo era portato via in pochi mesi.
La fidanzata americana, alla quale mi rivolsi e con la quale ancora oggi sono in contatto, mi portò a conoscenza dell'evoluzione della malattia e aggiunse:
"Sappi che Michele ti ha voluto tanto, ma tanto bene. Ti farò avere le foto che ho trovato mentre riordinavo le sue cose. Lui le aveva sempre conservate. Eravate belli insieme".
Mai potrò dimenticare la generosità della fidanzata americana nei confronti di una ex quale io ero.
In seguito venni a sapere anche altro, diciamo del "dopo". A volte la vita compie davvero strani ricami, misteriosi e inspiegabili. E me lo spiego solo col fatto che forse lui voleva che sapessi.
Non mi era mai capitato, in tanti anni, di incontrare il suo migliore amico Mauro.
Una sera, passeggiando sul lungomare, ci incontrammo e parlammo a lungo di lui. Mi disse, tra l'altro, che le sue ceneri erano state disperse a Punta Martin, sulle alture della sua amata Pegli, tra il verde ma a picco sul mare. E' rimasto quindi lì, dove era nato e dove aveva vissuto, neppure troppo a lungo.
Meno male che non era poi partito, sono certa che non avrebbe voluto finire i suoi giorni in California.
Risento ancora le sue parole; era solito dire: "Pegli è per me il posto più bello del mondo".
E mi piace pensare che non sia sparito nel nulla, mi va di pensare che la morte sia solo un passaggio da una dimensione all'altra. Mi piace pensare che qualcosa di noi resterà per sempre.
Ultima modifica di Laura Traverso il 17/07/2019, 16:19, modificato 6 volte in totale.

Edmondo
Foglio bianco
Messaggi: 10
Iscritto il: 17/11/2015, 13:19

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Edmondo » 07/07/2019, 12:55

Sembra molto personale e toccante. Nella foga di raccontare forse è sfuggita qualche virgola di troppo davanti alla congiunzione "e". La norma si può rompere anzi, è uno stilema che apprezzo quando ha un motivo significativo come la ritmica ma non bisogna esagerare quando non è necessario.

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 07/07/2019, 13:09

Vero circa le virgole, aggiustate! Grazie per la lettura

Avatar utente
Carol Bi
Foglio bianco
Messaggi: 45
Iscritto il: 01/11/2018, 10:43

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2018 (recensori)
attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Carol Bi » 07/07/2019, 19:37

Mi ha fatto riflettere molto questo racconto. Nostalgia, rimpianti...Mi ha riportato indietro nel tempo ed è stato impossibile non pormi delle domande su quale strada avrebbe preso la mia vita se avessi fatto delle scelte diverse. Quindi, direi...centro!

Avatar utente
Roberto Bonfanti
Necrologista
Messaggi: 271
Iscritto il: 13/10/2013, 12:58
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2013 (profili visti)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Roberto Bonfanti » 07/07/2019, 22:33

La fine di un amore, anche a distanza di anni, lascia strascichi che talvolta portano a ripensare a quello che poteva essere e non è stato. In più, in questo caso, non c’è la possibilità di riavvolgere il nastro, la morte di Michele è un finale definitivo anche per quel rapporto che poteva essere recuperato, magari trasformato in una bella amicizia. Non so quanto di biografico ci sia in questo racconto, ma il rimpianto e il dolore per quello che la vita ci fa lasciare per strada sono evocati in maniera struggente.
Ti segnalo un lì senza accento, nell’ultima frase.

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 08/07/2019, 0:31

Grazie Roberto per il tuo bel commento e per la segnalazione sull'accento mancante. Di biografico c'è tutto...

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 08/07/2019, 0:34

Grazie anche a te Carol, e sì, certe situazioni fanno riflettere in quanto certi temi, come quello dei rapporti sentimentali, sono universali.

Selene Barblan
Pubblicista
Messaggi: 99
Iscritto il: 11/07/2016, 22:53

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2016 (recensori)
posizione nel Club recensori: cdr: *
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Selene Barblan » 11/07/2019, 12:21

La parte che più mi è piaciuta del racconto è la descrizione iniziale della protagonista che guida immersa nei suoi pensieri; non mi convincono però i dialoghi che a mio parere sono un po’ troppo costruiti. Riguardo ai contenuti la storia è evidentemente significativa per la scrittrice e può parlare a chi ha vissuto situazioni simili, ma non riesce a coinvolgermi.

Avatar utente
Gabriele Ludovici
Apprendista
Messaggi: 113
Iscritto il: 23/02/2015, 16:28
Località: Viterbo

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
10° dal 2015 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2018 (+1)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Gabriele Ludovici » 16/07/2019, 17:17

Una trama toccante, l'amore si mischia spesso con i rimpianti, i ricordi e... l'ineluttabilità di certe scelte o strade che decidiamo di prendere.
Per quanto riguarda la forma, suggerisco di rivedere un pochino i dialoghi - anche la loro posizione, magari andando a capo - e in alcuni punti la disposizione delle virgole, come ti hanno già segnalato. Voto positivo, comunque :)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 17/07/2019, 13:55

Eh le virgole!!!! Grazie per la lettura e per i tuoi suggerimenti di cui terrò senz'altro conto. :)

Namio Intile
Pubblicista
Messaggi: 99
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (recensori)
dal 2018 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Namio Intile » 17/07/2019, 15:25

"Gli chiesi anche della sua fidanzata americana. Perché era vero che da molto tempo non ci sia vedeva ma durante". Ti segnalo un paio di errori, non ci si vedeva e la virgola prima del ma.
Se usi le virgolette per delimitare il discorso diretto, poi al posto delle virgolette usa qualcos'altro, come il corsivo.
"Ciao, mi disse, devo darti una cattiva notizia. Sei informata? Stamattina girando in bicicletta ho percorso una strada che non faccio mai e mi è caduto lo sguardo su di un necrologio. Sono rimasto di stucco, non riuscivo neppure più a proseguire. Il manifesto annunciava la morte di Michele, avvenuta alcuni giorni fa".
Anche quel mi disse è sbagliato messo lì tra virgole.
Il racconto ci sarebbe, ma ritengo che il passaggio dal discorso diretto al raccontato confonda un po' chi legge, soprattutto il tratto finale del racconto, dopo la morte di Michele, lo trovo poco equilibrato.

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 17/07/2019, 16:23

Ma che attenti recensori! Bene, Namio, ho utilizzato i tuoi suggerimenti; aggiusta qua e aggiusta là alla fine dovrebbe andare bene... Grazie per il tempo dedicato alla lettura. :)

Namio Intile
Pubblicista
Messaggi: 99
Iscritto il: 07/03/2019, 11:31

Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (recensori)
dal 2018 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Namio Intile » 17/07/2019, 17:29

A parte la questione delle virgolette/caporali o dell'ortografia, che son quisquilie, il vero problema è come si imposta il racconto, che tipo di discorso si adopera. Per discorso intendo discorso diretto, diretto libero, indiretto, raccontato, ecc.
La prima parte del racconto, con i dialoghi tra la protagonista e MIchele è congruente. Nella seconda parte avresti dovuto continuare allo stesso modo con i dialoghi tra la protagonista e la fidanzata americana e poi con l'amico di Michele per svelare chi egli era e chi la protagonista, con una chiusura che magari si riallacci al titolo.

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 17/07/2019, 22:53

Ok! Grazie

Avatar utente
Isabella Galeotti
Necrologista
Messaggi: 266
Iscritto il: 29/12/2011, 18:08
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2012 (profili visti)
dal 2011 (recensori)
10° dal 2011 (recensiti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2018 (+2)
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Isabella Galeotti » 23/07/2019, 10:18

Brano molto sensibile, e profondo. Un vecchio amore incontrato per caso, la terapia della protagonista che termina il medesimo giorno ed il sogno americano. Dopo tanta positività, arriva il cuore del racconto, quindi la disgrazia della malattia e il ricordo dei bei monenti passati insieme.

Carino si legge bene.
Se fosse mio il racconto le darei una bella levigata. Mi permetto di scrivere due cosine.
Esempio: Era estate, alla fine del giorno, quasi all'imbrunire.Se scrivi alla fine del giorno, vuol dire che è già l'imbrunire, poi più avanti lo dice Michele che sta portando i denti e che ha preso l'autobus, quindi non è notte e nemmeno pieno pomeriggio. Era estate, la calura non si placava nonostante fosse l'imbrunire.
I nomi dei personaggi devono essere mirati. Infatti io mi vedevo già in un bel lungomare salentino, ed invece scopro alla fine che mi trovo in liguria.
Ho letto altri tuoi racconti ed erano fatti molto bene, questo sembra che tu l'abbia scritto "di getto" in fretta. Poi la e maiuscola la si fa con la tastiera numerica È alt 0200(esempio se è grave oppure acuto) oppure É alt201 per Ariel. (Cerca mappa dei caratteri sul pc)

Mi ha colpito una frase.

A volte la vita compie davvero strani ricami, misteriosi e inspiegabili.

Voto 3
Immagine

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 24/07/2019, 15:29

Grazie molte Isabella per il tempo dedicato alla lettura e per l'attenta analisi sul racconto. Circa quanto hai scritto sì, potrebbe sembrare una ripetizione, (e forse lo è) "quasi all'imbrunire" ma mi andava di sottolineare "la fine del giorno...". Grazie per i consigli di cui terrò sicuramente conto. Ciao

Stefyp
Foglio bianco
Messaggi: 44
Iscritto il: 26/07/2019, 18:48

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw

Commento

Messaggio da leggere da Stefyp » 28/07/2019, 16:22

Il racconto è molto commovente e si legge con piacere. Quello che non mi convince molto è l'uso di alcuni termini nei dialoghi.
"Stamattina girando in bicicletta ho percorso una strada che non faccio mai e mi è caduto lo sguardo su di un necrologio. Sono rimasto di stucco, non riuscivo neppure più a proseguire. Oppure "incerto sul da farsi" "desideravo anche fare quattro passi".
Mi sbaglierò, ma forse parlando tra amici si usa un linguaggio più sciolto meno ingessato.
Qualche virgola fuori posto l'ho notata, ma non mi esprimo perché ne sbaglio parecchie pure io.

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 28/07/2019, 17:21

E che dirti! Grazie intanto per avermi letto e per il tempo dedicato a scrivere la tua opinione. Circa i dialoghi, mah! non saprei immaginarmi altro... "rimasto di stucco" e "desideravo anche fare 4 passi" mi sembrano modi di dire usuali, non ingessati, ma ciò dal mio punto di vista. Comunque bene per le tue opinioni, grazie ancora.

Angelo Ciola
Pubblicista
Messaggi: 94
Iscritto il: 04/01/2019, 11:58
Località: Borgo Valsugana (TN)
Contatta:
la sua vetrina


Alcune sue statistiche:

* è tra i primi 10!
dal 2019 (recensiti)
dal 2019 (recensori)
dal 2019 (autori prolifici)
dal 2018 (profili visti)
attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Commento

Messaggio da leggere da Angelo Ciola » 12/08/2019, 0:15

Il racconto coinvolge e commuove. La morte di una persona che ha trascorso con noi parte della vita è qualcosa che colpisce profondamente e lascia comunque uno strascico nel nostro cuore, facendo riemergere nei nostri ricordi la parte migliore della persona che ci ha lasciato.
www.ciola.it
Autore presente nei seguenti libri di BraviAutori.it:
Immagine Immagine
Autore presente nei seguenti ebook di BraviAutori.it:
Immagine Immagine Immagine
Intervista: https://www.braviautori.com/forum/viewt ... =76&t=5455

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 19/08/2019, 22:37

Grazie Angelo, mi fa davvero piacere che il racconto ti abbia coinvolto, e si, chi se ne è andato dopo essere stato importante per la nostra vita, lascia sempre uno strascico nel nostro cuore. Ciao

Gianluigi Redaelli
Foglio bianco
Messaggi: 14
Iscritto il: 03/10/2011, 17:57

Commento

Messaggio da leggere da Gianluigi Redaelli » 09/09/2019, 17:10

Interessante anche perchè per un pò non sono riesciuto a capire dove si svolge e già pensavo alla California.

Laura Traverso
Necrologista
Messaggi: 226
Iscritto il: 27/05/2016, 16:40
Località: GENOVA
Contatta:

Alcune sue statistiche:

attività: ymw ymw ymw
$
sostenitore 2019
diventa anche tu un sostenitore!

Re: Lontano dalla California

Messaggio da leggere da Laura Traverso » 09/09/2019, 22:52

Grazie anche a te Gianluigi per avermi letto.

Rispondi

Torna a “Gara d'estate, 2019”



Alcuni esempi di nostri libri autoprodotti:


Time City

Time City

amanti nel tempo

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Con questo romanzo scopriremo in che modo un rivoluzionario viaggio nel Tempo darà il via a un innovativo sistema di colonizzare la Luna e, forse, l'intero Universo. Partendo dalla Terra con una macchina del Tempo, è possibile arrivare sulla Luna? In queste pagine vi sarà raccontato del lato "Tempo" di questa domanda. La parte "Luna" (qui solo accennata) verrà sviluppata più corposamente nel seguito di questo libro auto-conclusivo. L'autore ha cercato a lungo qualche riferimento a opere che narrassero di un crononauta che sfrutti il viaggio nel Tempo per raggiungere il nostro satellite naturale, ma non è riuscito a trovarne alcuna. Lo scrittore Giovanni Mongini (autore, tra le varie cose, dello splendido articolo "Viaggio al centro del tempo") lo ha confortato in tal senso, perciò si vuole concedere il lusso di indicare la sua persona come colei che ha inventato per prima questo tipo di viaggio Terra-Tempo-Luna. Concedeteglielo, vi prego, almeno per un po' di… tempo.
Di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (326,98 KB scaricato 334 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Downgrade

Downgrade

Riduzione di complessità - il libro Downpunk

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
è probabilmente il primo libro del genere Downpunk, ma forse è meglio dire che il genere Downpunk è nato con questo libro. Sam L. Basie, autore ingiustamente sconosciuto, presenta una visione dell'immediato futuro che ci lascerà a bocca aperta. In un futuro dove l'individuo è perennemente connesso alla globalità tanto da renderlo succube grazie alla sua immediatezza, è l'Umanità intera a operare su se stessa una "riduzione di complessità", operazione resa necessaria per riportare l'Uomo a una condizione di vita più semplice, più naturale e più... umana. Nel libro, l'autore afferma che "anche solo una volta all'anno, l'Essere umano ha bisogno di arrangiarsi, per sentirsi vivo e per dare un senso alla propria vita", ma in un mondo dove tutto ciò gli è negato dall'estremo benessere e dall'estrema tecnologia, le menti si sviluppano in maniera assai precaria e desolante, e qualsiasi inconveniente possa capitare diventerà un dramma esistenziale.
Di Sam L. Basie
a cura di Massimo Baglione.
gratis Clicca qui per leggere l'ebook COMPLETO!
Vedi ANTEPRIMA (2,50 MB scaricato 204 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Intellinfinito (un passo avanti)

Intellinfinito (un passo avanti)

Nota: questo libro non è derivato dai nostri concorsi ma ne abbiamo curato l'editing e la diffusione per conto dell'autore che ha ceduto le royalty all'Associazione culturale.
Questo libro è il seguito di "Un passo indietro". Come il primo, è autoconclusivo.
"Esistevano davvero, gli dèi. Ma non erano dèi. Non lo erano stati per un'oscura volontà divina, ma lo erano semplicemente diventati mediante un'accanita volontà terrena di sopravvivenza".
L'Evoluzione umana (e non) come non l'avete mai immaginata.
Un romanzo postumano e transumano che vi mostrerà un futuro che forse non tarderà a divenire.
Di Massimo Baglione.
Vedi ANTEPRIMA (206,96 KB scaricato 60 volte) - per info e commenti clicca qui.
Compralo su   luluamazon
Clicca qui per vedere tutte le altre nostre Pubblicazioni.



Alcuni esempi di nostri ebook gratuiti:


La Gara 68 - La gelosia

La Gara 68 - La gelosia

(gennaio 2018, 32 pagine, 945,88 KB)

Autori partecipanti: Lorenzo Iero, Enrico Gallerati, Daniele Missiroli, Angela Catalini, Patrizia Chini, MicolFusca, Eliseo Palumbo, Claudio Lei,
a cura di Alberto Tivoli.
Scarica questo testo in formato PDF (945,88 KB) - scaricato 51 volte.
oppure in formato EPUB (414,28 KB) (vedi anteprima) - scaricato 36 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
La Gara 27 - Io, frammenti di autobiografie

La Gara 27 - Io, frammenti di autobiografie

(gennaio 2012, 80 pagine, 1,06 MB)

Autori partecipanti: Lodovico, Ardito eufemismo, Skyla74, Nathan, Feffone, Mariadele, Stilledernacht, Tania Maffei, Angela di Salvo, Unanime uno, Cordelia, Ritavaleria, hellies15, Manuela, Tuarag, Licetti, Roberta Michelini, Antonella P, Kutaki Arikumo, Ser Stefano, Alessandro Napolitano, Alessandra 90, Alheli, Triptilpazol,
A cura di Ser Stefano.
Scarica questo testo in formato PDF (1,06 MB) - scaricato 427 volte.
oppure in formato EPUB (668,88 KB) (vedi anteprima) - scaricato 183 volte..
Clicca qui per lasciare un commento.
Calendario BraviAutori.it "Writer Factor" 2016 -  (in bianco e nero)

Calendario BraviAutori.it "Writer Factor" 2016 - (in bianco e nero)

(edizione 2016, 5,44 MB)

Autori partecipanti: (vedi sopra),
A cura di Tullio Aragona.
Scarica questo testo in formato PDF (5,44 MB) - scaricato 83 volte..
Clicca qui per vedere tutti gli altri nostri Ebook gratuiti.