pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Tue 18 May, 01:03:38
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Colazione su Venere

(racconto fantascienza, breve - per adulti)
Tempo di lettura: meno di 10 minuti
68 visite dal 10/01/2020, l'ultima: 1 settimane fa.
2 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:
avatar di Roberto Ballardini
nwRoberto Ballardini
$ sostenitore 2020 (3 quest'anno)


Descrizione: "Le immagini del film, sature di blu e azzurri che sembrano arrivare da pianeti lontani, spiccano contro il cielo giallo di un mondo logoro e vecchio più di lei. Un mondo che ha dimenticato i suoi colori più puri".

Incipit: Nova Hendrix scende dal taxi ai piedi dell'Interstellar e con le mani liscia le pieghe del lungo cappotto di policandro. Il cappello di mucca Fiocca, a tuba bianco e nero, le è costato un patrimonio ma ne vale la pena per come si sente adeguata in mezzo alla scrematura della migliore società newyorkese, la feccia capitalista dell'Interstellar.


adults
adults
Questa opera è riservata a un pubblico adulto.

Se sei adulto e vuoi procedere con la visualizzazione, clicca sull'immagine rossa qui a fianco. Altrimenti clicca sulla simpatica poliziotta.



Elenco Tag dell'opera:
#cinema(9)    #citta del futuro(1)    #dildo(1)    #omosessualita(4)    #saffismo(1)



Recensioni: 2 di visitatori, 3 totali.

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)

recensore:
avatar di Giampiero
nwGiampiero
$ sostenitore 2020 (2 dal 2019)

Recensione o commento # 1, data 12/01/2020
Ciao, Roberto, sono riuscito a entrare in parte nella magia del racconto. Le ottime descrizioni ben si incastrerebbero nel genere Fantascienza, ma a mio parere non li vedo funzionali, bensì a sé stanti. Forse perché il focus del plot ammicca decisamente nel malinconico dramma di Nora, con i dialoghi che, seppur efficaci (un pochino lunghi, magari), “rubano” in pratica tutta la scena in tal senso. Ne consegue, a mio parere, che tra lo sfondo fantascientifico in cui i personaggi interagiscono e l’essenza della storia stessa (incentrata su Nora e al rapporto con Sira) vi è un distacco importante. Non so se rendo l’idea. Non è che io sia un esperto di generi letterari, tutt’altro, ma leggendo ho avuto l’impressione che la miscela utilizzata nel racconto non abbia offerto il massimo. Cioè quel massimo che ormai so che è nelle tue corde.
Domanda: il titolo, “Colazione su Venere”, e qualche immagine qua e là fanno in qualche modo riferimento al film “Colazione da Tiffany”?



recensore:
avatar di Roberto Ballardini
nwRoberto Ballardini
$ sostenitore 2020 (3 quest'anno)

risposta dell'autore, data 12/01/2020
Diciamo che ho un forte legame con la fantascienza, ma non quella letteraria, nella quale non ho ancora trovato un autore che sia riuscito a soddisfarmi completamente. Le opere che ho amato di più sono quelle cinematografiche, oltre ai fumetti di qualche decennio fa (Moebius, Bilal, Druillet e altri). Ah, e poi certa animazione d'autore giapponese, naturalmente. Mi piace l'idea di un contenitore in cui possano coesistere autorialità, fantasia, azione, riflessione, ma ho la forte impressione che la fascia di lettori che legge fantascienza abbia già delle esigenze ben precise e poco inclini alla novità. Ti sei spiegato bene, però, e la questione è all'ordine del giorno, per me, nel senso che ci sto riflettendo proprio ora, mentre lavoro su una tipologia di racconto più lungo. Ora che, a forza di sbatterci la testa, ho raggiunto una quasi pulizia formale, credo sia giunto il momento di darmi una direzione. Lo capisco bene da questo tuo commento e anche da quelli ricevuti a Demonite (intendo quelli costruttivi). Comunque per le cose nuove ci vorrà del tempo e poi vedo se metterle su qui o meno, e quindi nel frattempo posterò ancora altri racconti relativamente vecchi e probabilmente un po' "eterogenei". Tu non mi risparmiare mai niente, eh.
Per quanto riguarda il titolo, sì, c'è un riferimento a quel classico che fa tanto cinema e poi Venere che si riferisce alla bellezza di Sira ma ha anche un'accezione fantascientifica.

PS. Scusa se faccio confusione a volte tra il tuo nome e il tuo nick. Io preferisco usare il nome, ma a volte mi dimentico e vado in automatico su quello che ho davanti agli occhi. Ciao, Carlo.



recensore:
avatar di Giampiero
nwGiampiero
$ sostenitore 2020 (2 dal 2019)

Recensione o commento # 2, data 12/01/2020
Roberto, ormai se per strada dicono “Giampiero” io scatto sull’attenti eh eh. Nel sito vige menzionare il nickname, in effetti. Però se dovessimo un giorno incontrarci, chissà, sai che il mio vero nome è Carlo, ecco tutto.
In merito ai commenti ho capito che essere diretti piace a te e a me. Ed è una bellissima cosa, così l’analisi che devi organizzare è libera di inutili fronzoli. In Demonite, visto che l’hai accennato, non mi sembra che si passa da una sostanza all’altra, la vedrei invece come una questione di dosaggio, con il tutto che, a mio parere, si mescola bene (nero parlando). Proprio non lo vedo lo stacco lì, pertanto il discorso che il testo l’hai dovuto integrare con un altro pezzo non c’entra il classico tubo. Tutti gli scrittori fanno i sarti, no. Se togli la scena (cardine per me) dell’angelo e i suoi riferimenti, il racconto perde di sicuro. La figura dell’angelo fa da contraltare al titolo e a tutto lo scenario sinistro. Il lettore avverte forte questa presenza. L’horror, quant’è troppo esplicito, può suscitare delle repulsioni, ma in Demonite a mio giudizio è funzionale all’ironia grottesca che trova il suo apice nella frase finale. Poi, okay, i gusti sono gusti.
Sul discorso del genere o sotto generi circa la fantascienza per me bisogna solo trovare il giusto equilibrio, saper mettere mano a qualcosa che alla fine funzioni. Poi, certo, devi decidere se impinguire fedelmente il canone letterario o allontanartene quel tanto per poter dettare le tue regole. L’importante è, sempre secondo me, saper creare un mondo verosimile e non dimenticarsi del genere in cui si sta scrivendo. La storia, voglio dire, non è libera di spaziare totalmente per proprio conto, un vincolo deve averlo, il lettore non vuole dimenticare che sta leggendo una storia di fantascienza, sennò s’incavola, credo. Be’, alla prossima.




L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Colazione su Venere di Roberto Ballardini è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(racconto biografia, breve)  di nwGilbert Paraschiva

descrizione: Il ricordo di una grande attrice: Anna Magnani. Avrebbe compiuto cent'anni!

incipit: Mi piace ricordare anch'io, come hanno fatti tanti giornali e tante trasmissioni televisive che l'attrice più amata del Cinema Italiano, Anna Magnani, quest'anno (il 7 Marzo per l'esattezza) avrebbe compiuto cent'anni! Annaré va ricordata, oltre che per le varie pellicole cinematografiche anche per l'interpretazione di tante belle canzoni come "'O surdato 'nnamurato", "Arrivederci Roma" e gli stornelli del film "Mamma…

tags: #cinema(9)    #attrice(4)


(racconto narrativa, breve)  di nwAnnarita Petrino

tags: #film(17)    #gesù(14)    #chiesa(18)    #cinema(9)


(racconto narrativa, breve)  di nwMunuela

descrizione: L'emozione di un film visto al cinema. Memorie di vita passata.

incipit: L'odore stantio delle logore poltroncine della sala cinematografica,interrompeva,di tanto in tanto, la concentrazione strategica delle pupille di Elena. La lotta ingaggiata tra aerei militari, sullo schermo, le stava facendo desiderare di essere un missile sparato in aria che non avrebbe mai fatto ritorno sulla Terra. La grazia di quelle rocambolesche evoluzioni catturava ogni singolo muscolo del suo corpo, mentre la musica di Kenny Loggins le martellava il cuore, già in debito di os…

tags: #cinema(9)    #sala cinematografica(1)    #memoria(28)


(racconto teatro, breve)  di nwEddie1969

descrizione: Dedicata a Massimo Troisi, questa, nelle mie intenzioni, sarebbe una commedia "comica" in italiano regionale napoletano. Parla di un ragazzo, piuttosto originale, che, per conquistare una ragazza, non è proprio disposto a cambiare la sua vita...

incipit: ... Prima scena Giuseppe, sua madre, Rosetta da casa sua al telefono, la madre di Fabio da casa sua al telefono. Giuseppe è in canottiera ed annoiato cambia canali TV. Squilla il telefono. G. Due squilli ancora, ma nessuno solleva la cornetta. G. . Un terzo squillo: Giuseppe si alza ed inciampa nella sedia. G. ...

tags: #abitudini(1)    #artista(10)    #auto(9)    #chinotto(1)    #cinema(9)    #comicità(2)    #fatica(5)    #film(17)    #massimo troisi(1)    #napoli(11)


(racconto narrativa, breve)  di nwJacktorrance

tags: #cinema(9)    #film(17)    #soggetto(1)


(racconto narrativa, breve)  di nwDilettante90

descrizione: Le vicissitudini di un solitario e triste trentenne che sbarca il lunario come gelataio e il ripresentarsi di suoi vecchi ricordi.

incipit: Le 22:30. E anche oggi è stata un’altra giornata di merda. Quanto mi sta sul cazzo questo lavoro alla gelateria. Il mio collega, Fabrizio, è un incapace lumaca; la sua lentezza è degna di queste nuove generazioni di rincoglioniti, che non hanno voglia di lavorare. Mi irrita, ma sono troppo buono, e non ce la faccio a sgridarlo quando lo becco a costruire coni orribili che non andrebbero serviti. E’ vero che agli inizi pure io facevo pena a farli, ma almeno dopo una settimana mi ero impratichito …

tags: #cinema(9)    #sceneggiatura(2)    #drammatico(5)


(racconto narrativa, breve)  di nwMarcello Rizza

descrizione: Un racconto ai tempi del coronavirus, ma soprattutto un sentito e inadeguato omaggio al film “Persona” di Ingmar Bergman e alla bellissima Liv Ullmann.

incipit: Andrà tutto bene… ero quieto da non poterne più del leitmotiv. Ero già nel vortice del bianco e nero della quarantena, con le gradazioni di quei colori appiattiti dalla bruma quando cala fitta addosso all’uomo, quando si fa tacere l’urlo del lutto. Da giorni tossivo per minuti interi, poi per ore niente, perché probabilmente stava risolvendosi. No, tossivo ancora, respiravo male, ragionavo peggio.

tags: #cinema(9)    #coronavirus(14)    #ospedale(18)    #teatro(6)    #bergman(1)


(racconto grottesco, breve)  di nwFrancesco R

descrizione: Fondiamo il moderno prometeo con il Maus di Art Spiegelman per un risultato d'essai anni quaranta.

tags: #campi(9)    #cinema(9)    #cinematografia(1)    #ebrei(3)    #fantascienza(5)    #guerra(69)    #nazismo(2)    #tecnologia(4)    #arte(56)

Elencate 10 relazioni su 12 -
 
10
20
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.236.231.61


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,27 secondi.