pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Sun 20 June, 08:31:57
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Sasha

(racconto horror, breve - per tutti)
Tempo di lettura: meno di 5 minuti
7.950 visite dal 12/01/2009, l'ultima: 1 mesi fa.
10 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:
avatar di Alessandro Napolitano
nwAlessandro Napolitano
$ sostenitore 2015 (4 dal 2011)


Descrizione: Ognuno dovrebbe perdonare i propri nemici, ma non prima che questi siano impiccati. (Heinrich Heine)


Sasha
voce
file: sasha.rtf
size: 18,78 KB
Tempo di lettura: meno di 5 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))



Elenco Tag dell'opera:
#bambino(85)    #fossa(1)    #incidente(6)    #morte(184)    #suicidio(15)    #vendetta(21)    #fantasma(16)


Recensioni: 10 di visitatori, 12 totali.
recensisci/commenta

recensore:

Pia
Recensione o commento # 1, data 12/01/2009
ben scritto ma non è il migliore fra i tuoi. Il tema del tornare per vendicarsi è abbastanza sfruttato, se vogliamo vederla sotto questo aspetto. La vedrei più come morale: alla fine i sensi di colpa e il rimorso prevalgono e, aggiunti alla paura, possono giocare davvero brutti scherzi alla mente. Comunque sia, ho la sensazione che manchi qualcosa



recensore:
avatar di Alessandro Napolitano
nwAlessandro Napolitano
$ sostenitore 2015 (4 dal 2011)

risposta dell'autore, data 12/01/2009
Mi sono affezionato a questo racconto, lo sento feroce e cattivo. I personaggi "negativi" alla fine mi fanno pena, Sasha riesce a vendicare i sopprusi che molti ragazzini devono subire... ma a quale prezzo?
Nella mia testa, in questo racconto, ho confuso il bene e il male.
Grazie a pia e a tutti coloro vorranno aiutarmi a migliorare la storia.



recensore:
avatar di Massimo Baglione
nwMassimo Baglione
(amministratore)

Recensione o commento # 2, data 12/01/2009
"I buchi neri nascono quando Dio divide per zero.
(Anonimo)"

Avevo già  letto questo raccontino, ma questa citazione non me la ricordavo. Credo che solo un informatico "old school" possa realmente capirne il significato ehehe
Complimenti, un bel raccontino!



recensore:

Bonnie
Recensione o commento # 3, data 15/01/2009
Ha un bel ritmo, la sola cosa che accentuerei.. è la freddezza, che si senta quasi un distacco dell'autore dal racconto
(non sei abbastanza feroce e cattivo Ale Wink



recensore:

AldaTV
Recensione o commento # 4, data 15/01/2009
Beh... la mia idea, è di un racconto "autistico" che narra di "autismo" e la stessa ripetitività  del tema... amaro e per me poco "giocato", in effetti non è dei migliori.



recensore:

Recensione o commento # 5, data 19/01/2009
L'idea è buona... il senso del rimorso dei tre ragazzi l'avrei sviluppata di più, anche se il loro tormento interiore si intuisce. Mi piace anche se so che sai fare di meglio.



recensore:

Mataner
Recensione o commento # 6, data 30/01/2009
Quel tutto ebbe inizio in incipit non mi piace. Lo taglierei. Anche erigersi a branco puಠessere detto diversamente, anche perché poi dici vigliaccheria, quindi branco/vigliaccheria è pesante in un brano così breve, leverei branco e lavorerei su vigliaccheria. Che è un termine pi๠letterario rispetto a branco (seppure molto usato nel linguaggio comune scritto e parlato) perಠcerchiamo sempre di privilegiare qualche termine letterario, giova alla nostra lingua scritta purtroppo massacrata dal gergo degli sms e non solo. Attento a mattina riproposto in due sole righe. Le reiterazioni valgono se indispensabili alla resa del dire, diversamente sono pesi. Via e vita così ravvicinati stridono un po', non tengono il ritmo: anche qui puoi modificare. Questo appunto Lo fecero per sentirsi superiori, per ottenere rispetto. io lo tralascerei; sia il lettore, dopo le info che tu gli hai appena fornito (spinsero, strattonarono, buttarono) a capire di che tipi si tratta, puntualizzarlo potrebbe irritarlo e ostacolarne il proseguio di lettura. Tanto pi๠che una riga pi๠gi๠li definisci bestie. Poche efficaci parole per inquadrare i personaggi, non dilungarsi troppo in racconti brevissimi. Quanto poi sotto, fino a la pioggia batteva violenta è da riconsiderare alla luce di quanto poc'anzi detto. Mentre la pioggia batteva: ok. …e lavava i peccati commessi: no.
Per il resto a seguire vale il già  enunciato. Malaccio non è, un po' prevedibile e poco spaventoso, se quella è l'intenzione dell'horror. Invitarti a leggere E.A. Poe suppongo sia superfluo. Indispensabile, perà². Oggi certe sue traduzioni risultano un filo enfatiche, ma la tensione che sa produrre è unica. In te c'è passione, quindi sai come farla fruttare, leggi e scrivi. Assorbi pi๠che puoi, lasciati prendere dalle letture: avranno su di te il dovuto positivo effetto. Poi: si puಠscrivere (o quasi) in qualsiasi modo, occorremano molto ferma e centrare le parole giuste una per una: one shot one kill. Il lettore è implacabile, difficilmente perdona sprechi. A tua disposizione per qualsiasi chiarimento e/o domande in merito al testo



recensore:

Miriam
Recensione o commento # 7, data 17/05/2009
Nel complesso è un buon racconto. La prima parte mi ha suscitato tantissima tenerezza e tristezza al tempo stesso. Il disagio e il dolore di Sasha sono palpabili e mi hanno cionvolto emotivamente.
Nel passo in cui descrivi la sua morte ho percepito un'accelerazione che stona con il ritmo generale della narrazione.
"il piccolo si voltò verso la strada e scappò via verso la macchina che lo investì".
Questa frase mi è parsa troppo sbrigativa. A mio parere avresti potuto fare meglio.
Il finale anche se prevdibile, mi è piaciuto. Dopo essermi immedisamata nel piccolo Sasha, mi ha recato un pizzico di intima soddisfazione.



recensore:
avatar di Angela Di Salvo
nwAngela Di Salvo
$ sostenitore 2015 (3 dal 2011)

Recensione o commento # 8, data 06/11/2010
Non condivido i commenti precedenti. Il racconto ha un suo stile, un suo modo asciutto e brusco di narrare e l'apparente distacco con cui l'autore racconta la storia è "la propria scelta di come raccontare la storia." La descrizione è secca, essenziale e diretta. Arriva al lettore come un pugno allo stomaco, come la illogica/logica conseguenza di una crudeltà  impietosa compiuta e perpetrata senza'altra ragione che il piacere di fare del male e di infierire verso qualcuno che non può difendersi. Sacha da vittima diventa un giudice e un castigatore altrettanto crudele e impietoso nella sua "autistica" indifferenza. Stupendo il simobolo "Polly", un oggetto che si trasforma nel "correlativo oggettivo" della tragedia avvenuta. Trovo il racconto incantevole nella sua concisa stesura e nella scelta strutturale del periodo spezzato (come la vita spezzata di "Sacha").



recensore:

Recensione o commento # 9, data 23/05/2012
ti dico sinceramente quel che penso: è un racconto che mi sembra banale, scritto troppo di foga, mi sembra. Poteva essere allungato e avrebbe avuto un suo perchè. Ma è un clichè dell'horror già  visto e rivisto. Per quanto riguarda i personaggi i nomi dei protagonisti mi si confondono in testa, non riesco a distinguerli. La prosa è asciutta, senza punti "alti". Se approfondissi l'idea aggiungendo qualcosa di particolare forse il tutto assumerebbe un'altra consistenza.



recensore:
avatar di Alessandro Napolitano
nwAlessandro Napolitano
$ sostenitore 2015 (4 dal 2011)

risposta dell'autore, data 23/05/2012
Verissimo Ale. Raconto datato a dire poco. Andrebbe ripreso e ricostruito. Chissà , magari un giorno lo farò. Intanto grazie per la lettura.



recensore:
avatar di Isabella Galeotti
nwIsabella Galeotti
$ sostenitore 2019 (4 dal 2012)

Recensione o commento # 10, data 18/10/2015
Sasha, pensavo una ragazza. Comunque racconto secco, diretto, con un finale si scontato, ma narrato bene. La vendetta del ragazzino è arrivata, e ha fatto si che i tre teppistelli lasciassero anche loro questo mondo. In che modo non importava, ma dovevano smettere di vivere.





Scrivi qui la tua recensione o commento...

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)


L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Sasha di Alessandro Napolitano è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(racconto fantascienza, medio)  di nwMonia Di Biagio, nwMassimo Baglione

descrizione: La storia si ambienta nel centenario di Barbie (sì, la bambola :-))

incipit: Antonia è una bambina intelligente. A neanche due anni le insegnarono per gioco le lettere dell'alfabeto e lei, per gioco, le imparò. A quattro sapeva già scrivere. In un solo anno ancora, sapeva ciò che s'insegna normalmente nelle prime due classi di scuola elementare. - Se continua così - diceva il nonno - a sei anni vorrà uscire da sola con la mia macchina! - Non dire scemenze - gli replicava la nonna - è solo più intelligente del

tags: #anniversario(4)    #bambina(85)    #barbie(1)    #computer(18)    #natale(63)    #nonna(22)    #nonni(22)    #nonno(22)    #babbo natale(9)


(racconto narrativa, breve)  di nwAlessandro Napolitano

descrizione: Il racconto "Una storia nera" è arrivato sesto al concorso "La biblioteca d'oro" ed è stato incluso nella omonima antologia.

incipit: Il dito girava nel bicchiere in senso antiorario, inghiottito da un mulinello rosso. Michele lasciò posare il vino, portò l'indice alla bocca e lo succhiò. Un crocefisso di legno, lungo quanto una mano, pendeva dalla parete. L'uomo accarezzò il volto del Cristo seguendo le rughe d'ebano, lo staccò dal muro e lo ripose nel cassetto della credenza. Bevve il Brunello in un sorso.

tags: #bambino(85)    #chiesa(18)    #colpevole(5)    #mare(153)    #morte(184)    #pipistrelli(2)    #polizia(14)    #prete(3)    #spiaggia(20)    #vita(197)


(racconto narrativa, breve)  di nwMassimo Baglione

descrizione: Una delle mie avventure giovanili

incipit: Quella montagna mi è sempre piaciuta più delle altre che le stanno vicine. Si tengono per mano a formare un cerchio intorno a questa valle verde, tagliata in due parti uguali da un fiume silenzioso e pieno di pericoli. Io abitavo ai piedi di quel gigante di pietra e dal mio letto lo vedevo attraverso la finestra in tutta la sua maestosità. Se...

tags: #bambini(85)    #erba(8)    #fuoco(24)    #incendio(5)    #montagna(30)    #monte(4)    #elicottero(1)


(racconto narrativa, breve)  di nwMassimo Baglione

descrizione: A short lapse of my childhood

incipit: When I was a little boy and I lived at my grandparents' the whole house was warmed up by a wood stove... remember those old stoves with the hot plate made up of concentric discs? My grandfather used to get the woods. He went out with his legendary Renault 6, a car similar to a station wagon but better sprung than a gondola in the Grand Canal...

tags: #aranciata(2)    #fuoco(24)    #goku(1)    #legna(10)    #nonno(22)    #stufa(3)    #bambino(85)


(racconto horror, medio)  di nwGiorgio Burello

descrizione: I bambini hanno fame ...

tags: #automobile(6)    #fame(12)    #ossa(7)    #paura(86)    #torre(4)    #bambini(85)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwBludoor

descrizione: Natale, visto da un punto di vista inconsueto.

incipit: Un vecchio bue muggiva, chiuso nella sua stalla,

tags: #bambino(85)    #freddo(19)    #luce(71)    #bue(3)


(fotografia altro)  di nwJormungaard

incipit: Un caraibico mar d'agosto Questo è lo spettacolo che ogni mattina d'agosto mi si prospetta davanti agli occhi. In questa zona del Salento, Porto Cesareo per la precisione, non si vive la notte come nelle località più rinomate tipo Rimini o Riccione perchè a parte qualche pizzeria o gelateria non c'è ancora granchè (e speriamo rimanga così)e per trovare la prima discoteca devi fare almeno 30km. Dalle 8,00 di mattina alle 8,00 di sera,…

tags: #bambini(85)    #salento(3)    #spiaggia(20)    #vacanza(9)    #mare(153)


(racconto religione, lunghissimo)  di nwForlani Roberta

descrizione: Sono Roberta, mamma di un ragazzino gravemente disabile, protagonista del libro. La storia che lo riguarda tratta della sua malattia sconosciuta e del nostro quotidiano sofferto e tribolato accanto a lui, ma anche di una fede riscoperta e rinnovata.

tags: #amica(58)    #bambino(85)    #dio(42)    #don orione(1)    #fede(11)    #madonna(10)    #ospedale(18)    #preghiera(10)    #speranza(104)    #suore(3)


descrizione: Copia del dipinto "la Madonna della seggiola" di Raffaello, eseguito con tecnica olio su tela di dimensioni pari all'originale, 75X75

tags: #bambino(85)    #raffaello(1)    #madonna(10)

Elencate 10 relazioni su 307 -
 
10
20
 ... 
310
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.235.179.79


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,31 secondi.