pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Mon 25 January, 09:21:43
logo


bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Civiltà in fumo

(racconto narrativa, breve - per tutti)
Tempo di lettura: circa 5 minuti
1.605 visite dal 01/04/2011, l'ultima: 2 mesi fa.
9 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:
avatar di Sphinx
nwSphinx
$ sostenitore 2011


Descrizione: nessuna...

Incipit: Non so se i Maya avessero in mente quello che poi è realmente accaduto, però in un modo o nell'altro avevano ragione. Il 21 Dicembre 2012 qualcosa è successo, ma in quel momento nessuno poteva pensare che avrebbe fatto finire il mondo, o per meglio dire il nostro mondo, quello formato dalla civiltà umana.


Civiltà in fumo
voce
file: civilta-in-fumo.doc
size: 27,50 KB
Tempo di lettura: circa 5 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))

* è tra i primi 10!
in opere commentate (Narrativa, dal 2011)


Elenco Tag dell'opera:
#fine del mondo(13)    #fumo(12)    #apocalisse(16)



Recensioni: 9 di visitatori, 12 totali.

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.

Testo della recensione o del commento (min 30, max 5.000 battute)

Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: stai per confermare la recensione o il commento al lavoro dell'autore Sphinx. Prima di proseguire, però, se hai necessità di discutere più a fondo di questa opera con l'autore, puoi iniziare una discussione più ampia e dettagliata usando la nwsezione apposita del nostro forum. Tale discussione, se non è già stata aperta, dovrà essere creata con il titolo:

"Civiltà in fumo - Sphinx".

Le recensioni offensive, volgari o di chiacchiere saranno eliminate dallo Staff.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative.

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)

recensore:

Recensione o commento # 1, data 01/04/2011
Il fumo di sigaretta crea dipendenza fisica. L'astinenza da fumo è una vera e propria malattia con somatizzazioni: tremori etc. Racconto ben scritto, purtroppo è molto verosimile non è per niente una cavolata.
Non si può smettere da un momento al altro, almeno non quando non lo si desidera. Per smettere occorre una motivazione… Io ho smesso in previsione delle gravidanze.
Non è stato facile ma credetemi ne è valsa la pena.



recensore:

Giuseppe Novellino
Recensione o commento # 2, data 01/04/2011
Decisamente divertente! Una civiltà  va in fumo per mancanza di roba da fumare, cioè di tabacco. E la sigaretta elettronica (trovata tanto bislacca quanto divertente)non può fare nulla per salvare la situazione. Un esempio di divertimento fantascientifico (io l'avrei catalogato nel genere, essendo la fantascienza non di un unico umore)con tutte le carte in regola per quanto riguarda la formula catastrofista. In poche parole sono concentrati un po' tutti gli aspetti del genere: il fenomeno dapprima trascurato, le prime avvisaglie del disagio, la catastrofe che si impone in tutta la sua dimensione distruttiva. Mi è piaciuta anche la prosa, asciutta, corretta, venata di umorismo e ironia.



recensore:
avatar di Sphinx
nwSphinx
$ sostenitore 2011

risposta dell'autore, data 01/04/2011
Grazie Celeste. Ho il brutto vizio di sminuire tutto quello che scrivo. Questa idea mi balenava in testa da tempo. A volte mi immagino come cambierebbe la civiltà  umana di fronte a cambiamenti drastici o per effetto di qualcosa che potrebbe stravolgerci la vita, in modo poi da fantasticare su possibili scenari futuri.



recensore:
avatar di Sphinx
nwSphinx
$ sostenitore 2011

risposta dell'autore, data 01/04/2011
Grazie Giuseppe. Comunque la sigaretta elettronica già  esiste. Wink
Ok, mi avete convinto. Cambio l'introduzione e tolgo che è una cavolata. Mi sento autorizzato.



recensore:
avatar di GTrocc
nwGTrocc
$ sostenitore 2011

Recensione o commento # 3, data 01/04/2011
Idea originale realizzata efficacemente. Dal punto di vista dello stile c'è solo qualche ripetizione di troppo, niente che mini la scorrevolezza.
Il racconto in sè non fa che ribadire le stranezze della società  umana, evidentemente fallimentaria e basata su un concetto di economia malata. Ho trovato solo un refuso (che non ho segnato e adesso non vedo più Sad ).

Per il resto, sarebbe bello ripercorrere gli ultimi momenti di governi e Stati in maniera più estesa, magari rendendo il tutto una narrazione del biologo ormai anziano ai suoi figli cresciuti.



recensore:
avatar di Nina Moon
nwNina Moon
$ sostenitore 2011

Recensione o commento # 4, data 02/04/2011
Da fumatrice nell'anima (che ha smesso da qualche anno, salvo rari furti di tiri da malcapitati nel mio raggio d'azione) capisco fin troppo bene la fatica che può produrre l'abbandono della stampella! E che un mondo possa crollare per mancanza di una ragione che renda lo accettabile, non solo non è una cavolata, ma è molto realistico e, se vogliamo, fa parecchio riflettere su quanto questo sia effettivamente "il migliore dei mondi possibili".
Idea davvero originale, Sphinx, complimenti!
Scritto bene, scorrevolissimo e mai noioso, si legge fino in fondo che è un piacere. Ho notato però un piccolo eccesso di: "il peggio doveva ancora venire", detto in modi diversi. Per ribadire il concetto, avrei a quel punto lasciato la frase proprio identica, come figura retorica (tipo... anafora? Non mi va di verificare, Arditoeufemismo lo saprebbe di sicuro...).



recensore:
avatar di Angela Di Salvo
Angela Di Salvo
$ sostenitore 2015 (3 dal 2011)

Recensione o commento # 5, data 01/04/2011
Una possibile estinzione della pianta del tabacco e il crollo della produzione delle sigarette determinano la crisi di astinenza di migliaia di fumatori che diventano esseri violenti e frustrati, bombe umane vaganti che riescono addirittura a mettere in crisi la civiltà  del mondo facendola regredire. L'idea di partenza è orginale e consente di leggere con piacere il testo solamente in chiave fantastico-catastrofista. Che il mondo regredisca al punto descritto o che addirittura il progresso tecnologico venga azzerato per le reazioni a catena causate dalla mancanza del "fumo" mi pare assolutamente poco convincente sul piano realistico.
Segnalo la mancanza del "si" davanti a "erano estinte"; inoltre, a parte la ripetizione già  segnalata, ci sono un paio di virgole fuori posto. Per il resto il racconto presenta un discreto impianto narrativo condito da una vena sottile di ironia che rende il tutto più "gustoso" da leggere e assaporare.



recensore:
avatar di Sphinx
nwSphinx
$ sostenitore 2011

risposta dell'autore, data 01/04/2011
Eheh, hai ragione Angela, in effetti è un po' esagerato, ma l'idea di partenza era di scrivere un racconto ironico e semi-umoristico (se mi si passa il termine). Non nascondo che il genere futuristico-catastrofista mi attrae.
Grazie mille per le segnalazioni.



recensore:
avatar di Stefano di Stasio
nwStefano di Stasio
$ sostenitore 2010

Recensione o commento # 6, data 02/04/2011
La sigaretta come pilastro della civiltà  e della stabilità  sociale. Quale lusinga per i fumatori, braccati, mortificati, vilipesi, diffidati perfino all'aria aperta! Lo spunto dell'autore è acuto. Nella intolleranza cieca, anche nei confronti del fumo, già  si nasconde il probabile epilogo di sciagurate dinamiche comportamentali, qui descritte così efficacemente. Gente che si sbrana per la conquista dell'ultima risorsa, nel caso specifico, le sigarette. Il personaggio narrante scopre che le multinazionali degli OGM hanno prodotto una mostruosa degenerazione, un fungo assassino delle piante di tabacco. Con una serie di sconvolgimenti sociali, dedotti in modo iperbolico, viene narrata la distruzione della società , così come la intendiamo, e la nascita di una società  di tipo arcadico-rurale. L'epilogo svela il simpatico gioco di parole del titolo. Il racconto è piacevole e, a volte, scanzonato. Personalmente trovo la conclusione estremamente ottimistica. La ottusa logica del profitto e la pervicacia dell'uomo nell'opera di distruzione dell'ambiente, credo che non lascerà  nè terra da coltivare nè acqua da usare. Il dicembre 2012 è ancora lontano.



recensore:

Pia
Recensione o commento # 7, data 09/04/2011
la sparizione delle sigarette come causa scatenante della fine del mondo ce la vedo bene, forse i Maya erano fumatori incalliti con i polmoni incatramati. Ottima e realistica la spiegazione del crollo dell'economia, intorno all'industria del tabacco (come a tutte le industrie) c'è un giro incredibile di soldi, dai trasporti alla vendita all'utente finale.
Bel pezzo, l'ironia si percepisce bene



recensore:
avatar di Ida Dainese
Ida Dainese
$ sostenitore 2019 (11 dal 2015)

Recensione o commento # 8, data 12/08/2017
Ora che il 2012 è arrivato e passato da un pezzo, ci si dovrebbe sentire più tranquilli e di nuovo onnipotenti. Leggere questo racconto diventerebbe un piacere senza più ansia o quasi. Sì, perché non passa giorno senza che si scopri un piccolo problemino stile il tuo parassita OGM, e si inneschi una reazione simile a quella che racconti. Perciò questo bel racconto ha ancora tutta la sua forza: di divertire e di agitare minacciosi fantasmi dietro alle spalle.



recensore:
avatar di Marco Daniele
nwMarco Daniele
$ sostenitore 2019 (3 quest'anno)

Recensione o commento # 9, data 07/04/2019
Tra tutti i modi in cui la civiltà umana potrebbe crollare questo è uno dei più divertenti (e tristi nel contempo) che abbia mai letto. Personalmente, se avessi scritto un racconto sull'argomento avrei pensato a qualcosa di più banale, come un incidente elettromagnetico che spegne per sempre tutti i dispositivi elettronici o un esaurimento improvviso di tutti i giacimenti di petrolio; l'idea del tabacco non mi sarebbe mai balenata in mente, quindi bravo, hai realizzato qualcosa di (a mio avviso) geniale. E pur nella sua apparente demenzialità, è uno scenario molto, molto credibile: l'isteria collettiva, le crisi d'astinenza che portano a gesti estremi, la scomparsa di ogni freno... però mi dispiace un po' per la povera piramide di Giza, ha resistito quattro millenni e mezzo solo per essere distrutta da un fumatore frustrato.




up - files - recensioni e commenti - opere correlate -
L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Civiltà in fumo di Sphinx è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)

up - files - recensioni e commenti - opere correlate -


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(racconto fantascienza, breve)  di nwAndrea Leonelli

descrizione: Ennesimo raccontino, forse il più "debole" e tirato

incipit: Da quel giorno i numeri impazzirono. La matematica perse significato e tutto quanto era basato su di essa cominciò a vacillare. I computer impazzirono, le calcolatrici davano risultati incoerenti. I professori universitari non sapevano più cosa insegnare, e come.

#fine del mondo(13)    #matematica(16)    #numeri(1)    #professori(8)    #umanità(22)    #computer(18)    #dubbio(6)


incipit: Siam fatti della materia di cui son fatti i sogni. Lo scenario su cui è proiettato l'universo infinito, le galassie, i sistemi solari è solo una scenografia tridimensionale dotata di massa e consistenza. Poi il pensiero stringe sulla nostra galassia, una fra tante, poi su un puntino, uno a caso, un sole con dei granelli di polvere che gli ruotano attorno.

#fine del mondo(13)    #immaginazione(8)    #materia(6)    #onirico(6)    #sogni(37)    #finzione(1)


(racconto fantascienza, breve)  di nwAndrea Leonelli

descrizione: Altro racconto breve, magari troppo compresso, come fuga, ma i caratteri erano limitati

incipit: Salve, mi chiamo Mario e vivo in questo ospedale psichiatrico da 4 anni Il mio psichiatra dice che sono un sociopatico paranoico e soffro di manie di persecuzione e allucinazioni Gli ultimi giorni per me sono stati bellissimi, sto soffrendo di una nuova allucinazione, adesso che mi parla sottovoce è un coccodrillo dal lungo pelo rosa che porta la tuta spaziale. Sono sicuro sia un'allucinazione perché lo vedo e lo sento solo io. Eppure sto prendendo la terapia.

#allucinazioni(2)    #visioni(8)    #fine del mondo(13)


(racconto fantascienza, breve)  di nwAndrea Leonelli

descrizione: Racconto NON mandato alla 365, ma già pronto, ve lo propongo.

incipit: Sono inseguito da giorni da questo branco di cani spaziali, questi cacciatori di taglie. Sto fuggendo con la mia nave iperluce, cercando di far perdere le mie tracce con i trucchi che conosco e con quanto mi offre lo spazio: nubi di gas, campi di asteroidi, wormholes. Ho eseguito rischiose manovre dentro ai pozzi gravitazionali di alcuni pianeti, confondendo le tracce dei miei propulsori ultragrav, che piegando lo spazio.

#asteroidi(1)    #fine del mondo(13)    #iperspazio(1)    #wormholes(2)


(racconto fantascienza, breve)  di nwAndrea Leonelli

descrizione: Ennesimo racconto rifiutato alla 365 FDM versione originale, non editata. io lo trovavo divertente...

incipit: Universal Gossip Channel In diretta in universo visione, gli ultimi avvenimenti delle vite dei VIP. Salve dalla vostra inviata Isadora Silasò dalle scogliere laviche di Mugaria. Sotto il cielo illuminato dalla nana rossa Pilik, immersi nel metano che lava le nere rocce, la principessa Galenia Seconda, della casa imperiale e il noto giocatore di palla tripla e playboy Marcenio Galà (il fuoriclasse cyborg con I.A. incorporata e appendici interscambiabili) si stanno, ehm...

#gossip(2)    #inseguimento(1)    #televisione(4)    #fine del mondo(13)


(racconto fantascienza, breve)  di nwAndrea Leonelli

descrizione: Ultimo racconto scartato alla 365

incipit: Venne il Lampo. Illuminò l'intero globo, oscurando Sole e Luna, ma nessuno ne conservò memoria. Quando si spense molte cose non erano più come prima Alcuni erano scomparsi, altri cambiati, chi nel fisico, chi nella mente. Anche altre cose, più sfumate e meno evidenti erano adesso divenute diverse: alcune leggi fisiche, le proprietà di alcune particelle subatomiche, gli stati di aggregazione della materia.

#fine del mondo(13)    #ombra(10)    #lampo(2)


(racconto fantascienza, breve)  di nwAndrea Leonelli

descrizione: Altro racconto non selezionato per la 365 FDM spero comunque che vi piacerà.

incipit: Eravamo su già da un po' Siamo scesi giù assieme ad alcuni dei satelliti che occupavamo Più o meno un "pack" per continente Giù, rapidi e veloci, senza paura ne dolore; eravamo fatti apposta per questo Iniziammo a debellare gli occupanti prima a piccoli gruppi, poi, in successione sempre maggiore, prendevamo forza, imparavamo, diventavamo sempre più resistenti

#batteri(3)    #fine del mondo(13)    #guerra(68)    #virus(57)


(racconto fantascienza, breve)  di nwLorenzo Pompeo

descrizione: Alle ore 15,47 di un mercoledì un meteorite colpì la Terra, provocando un disastro naturale di immani proporzioni. Nessuno, però, era a conoscenza delle vere cause di quel disastro naturale. Qualcuno è venuto a sapere come

incipit: È diventata opinione comune, corrente anche tra gli scienziati di tutta la galassia, che la causa della fine della Terra fosse il terribile impatto con un meteorite, che danneggiò in modo irreparabile gli equilibri climatici del pianeta, a cominciare dalla tremenda inondazione che devastò le coste dell'Oceano Atlantico. Nessuno però, fino ad oggi, era mai riuscito a scoprire le ragioni di quel terribile impatto.

#fine del mondo(13)    #surrealismo(15)

Elencate 10 relazioni su 39 -
 
10
20
 ... 
40
 


Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.

up - files - recensioni e commenti - opere correlate -




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.221.159.255


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,68 secondi.