pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Sun 13 June, 05:08:56
logo

bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Dialogo tra uno scimpanzé e un uomo

(racconto narrativa, breve - per tutti)
Tempo di lettura: meno di 5 minuti
190 visite dal 23/03/2021, l'ultima: 1 settimane fa.
16 recensioni o commenti ricevuti

Autore di quest'opera:


Titoli simili:

Descrizione: Breve dialogo dalla lettura molto scorrevole, conciso e con una morale ben dichiarata. Dialogo che apre ad una riflessione profonda sul rapporto e la convivenza tra natura-uomo e animale-uomo.

Incipit: Un uomo guidava su una strada che tagliava la fitta foresta di conifere dell'America meridionale, quando a un tratto fu costretto a una brusca frenata. Una famiglia di scimpanzé attraversava la stra-da per raggiungere l'altra parte della foresta. L'uomo aspettava impaziente il loro passaggio, quando si accorse che uno degli scimpanzé era rimasto da solo sul ciglio della strada. Decise cosi di scendere dall'auto.


Dialogo tra uno scimpanzé e un uomo
voce
file: dialogo-tra-uno-sicm_
panze-e-un-uomo.docx
size: 18,63 KB
Tempo di lettura: meno di 5 minuti
(se Leggi e ascolta non funziona bene,
clicca e scarica il documento originale (nwinfo))



Elenco Tag dell'opera:


Recensioni: 16 di visitatori, 22 totali.
recensisci/commenta

recensore:

risposta dell'autore, data 23/03/2021
Scrivere un dialogo immaginario e in forma brevissima è stata una scelta ben pensata. L'obiettivo è stato quello di esprimere in poche battute, un messaggio conciso e lampante, una morale ben dichiarata: il rispetto per l'habitat, la libertà ed essenzialmente per la vita del mondo animale. Questo scritto può sicuramente avviare riflessioni più profonde non solo dal punto di vista naturalistico e faunistico, ma anche da un punto di vista filosofico andando ad indagare le capacità costitutive dell'essere animale, genere al quale l'uomo stesso fa parte distinguendosi solo in quanto "animale metafisico". Proprio da qui emerge la necessità di dar valore alla vita animale e di riservarle il più assoluto rispetto.



recensore:

Visitatore
Recensione o commento # 1, data 23/03/2021
Un testo di piacevole e rapida lettura che chiaramente espone al fruitore meno esperto uno dei più antichi dilemmi morali: cosa significhi essere umani e quali responsabilità derivino da questa consapevolezza.



recensore:

Visitatore
Recensione o commento # 2, data 23/03/2021
Essenziale ed incisivo. Un racconto breve che in poche battute riassume la saccenza umana. Il botta è risposta fra i due interlocutori non lascia spazio a fraintendimenti. Complimenti all'autrice



recensore:

Roberta DM
Recensione o commento # 3, data 23/03/2021
Un racconto che nasce da un'idea di fondo che fa riflettere: il rispetto per la natura nel suo insieme. L'autrice ha espresso, in maniera chiara e semplice, un'idea che potrebbe (e dovrebbe a mio parere) essere insegnata ai piccoli sin dall'infanzia in modo da diventare adulti migliori, per un futuro migliore.



recensore:

Visitatore
Recensione o commento # 4, data 23/03/2021
Belle parole, mentra leggevo immaginavo la scena nella mia mente.se si può parlare di "razze"luomo non rispetta neanche la sua, e il posto dove vive.
Non ci si può fidare di un uomo, di un animale si.
Complimenti all'autrice, più persone come te a questo mondo.



recensore:

Mari
Recensione o commento # 5, data 23/03/2021
Tre pagine che fanno riflettere tanto su quanto sia irrispettoso l'atteggiamento umano nei confronti della natura e dell'animale. La purezza d'animo di un uomo può essere quantificata sulla base dei comportamenti che assume nei confronti di questi esseri sensibili e speciali ai quali nonostante manchi (soltanto) la parola, spesse volte riescono a comunicare meglio di chiunque altro. Si tratta di un tema al quale di solito non si dà la rilevanza che merita ed è per questo che faccio i complimenti all'autrice, perché ha dato voce a chi voce non ha



recensore:

Visitatore
Recensione o commento # 6, data 23/03/2021
Un testo ben strutturato, interessante e scorrevole. Davvero brava



recensore:

Giuseppina
Recensione o commento # 7, data 23/03/2021
Un dialogo dalla lettura molto scorrevole, semplice ed essenziale nel messaggio che vuole comunicare ovvero il rispetto per il mondo animale e rivalutare il rapporto che l'uomo istituisce nei confronti del mondo animale e della natura. Complimenti all'autrice.



recensore:

Visitatore
Recensione o commento # 8, data 23/03/2021
Il dialogo offre spunti di riflessione importanti. Spesso trascuriamo le richezze del monddo: dal meraviglioso mondo della natura a quello straordinario del mondo animale e dell'affascinante mondo umano. Complimenti all'autrice che attraverso uan scrittura accessibile a tutti ha trasmesso un messaggio che da tutti dovrebbe essere condiviso.



recensore:

Visitatore
Recensione o commento # 9, data 23/03/2021
Bravissima complimenti un racconto breve per un attimo ho immaginato tutto quello che hai scritto sarebbe tutto molto più bello magari ci fossero più persone come te a questo mondo così crudele ❤️



recensore:

Raffaele
Recensione o commento # 10, data 23/03/2021
Dialogo scorrevole e dalla piacevolissima lettura. Si coglie bene l'intenzione di lanciare una morale ben definita e di ripensare al rapporto uomo-animale



recensore:
avatar di Selene Barblan
nwSelene Barblan
$ sostenitore 2021 (7 dal 2019)

Recensione o commento # 11, data 23/03/2021
Caspita, nove recensioni in un solo giorno, il primo giorno di pubblicazione! Incuriosita da questo successo ho letto il dialogo/racconto e, anche se in genere preferisco commentare opere meno popolari, cerco di superare la timidezza del confronto con chi mi ha preceduto. Il tema mi sta particolarmente a cuore; da sempre sono sensibile al tema del rispetto della natura (casualmente ho appena riletto un tema scritto alle elementari ed ero già piuttosto infervorata al riguardo) e condivido la necessità dell'autrice di gridare ai miei simili che sarebbe anche ora di smetterla di comportarsi in modo tanto ignobile. Pur consapevole di avere innumerevoli difetti e di contribuire, mio malgrado, al degrado globale. A livello stilistico mi permetto di osservare che il linguaggio della scimmia appare molto forzato, mi ricorda alcuni fumetti/film (piuttosto razzisti) che ritraggono "indigeni" non civilizzati. Gli spunti di riflessione sono poi, secondo me, anche se validi un pò scontati.



recensore:

risposta dell'autore, data 23/03/2021
Grazie per la sua recensione. Per quel che riguarda il linguaggio dello scimpanzé Bruce ho tratto ispirazione dalla saga Il pianeta delle scimmie dove il linguaggio di queste ultime è chiaramente primitivo rispetto a quello dell'uomo civilizzato questo non è però un fattore discriminante, ma il diverso linguaggio deriva chiaramente da diversi modi e strumenti di comunicazione tra mondo animale e umano. Non ritengo che gli spunti di riflessione siano scontati poiché se così fosse non saremmo in un mondo dove gli animali sono considerati esseri inferiori addirittura strumenti e mezzo nelle mani dell'uomo e non meritevoli di dignità. Il brevissimo racconto volutamente semplice nella sua scrittura ha come obiettivo quello di indirizzare ad una riflessione sul rapporto tra uomo e animale anche da un punto di vista filosofico indagando la ragione nell'uomo e nell'animale prendiamo ad esempio Hume che nel Trattato sulla natura dell'uomo aveva dedicato spazio al ragionare animale riservando l'argomentazione al paragrafo intitolato La ragione negli animali. Spunti di riflessione potrebbero indirizzare anche alla strada dell'etologia che indaga il comportamento animale, alla bioetica…



recensore:
avatar di Enrico Teodorani
nwEnrico Teodorani
$ sostenitore 2014

Recensione o commento # 12, data 25/03/2021
Pur apprezzando l'intento del racconto, devo dire che ho trovato "disturbante" (rispetto al messaggio che si voleva far passare) il far esprimere lo scimpanzé solo con verbi all'infinito; come dice Selene, "ricorda alcuni fumetti/film (piuttosto razzisti) che ritraggono "indigeni" non civilizzati". Visto che il contesto non è realistico, perché non farlo esprimere con la stessa proprietà di linguaggio dell'uomo? E ho trovato inoltre che nel finale l'uomo si convinca del proprio essere in errore troppo repentinamente e con troppa facilità.



recensore:

risposta dell'autore, data 25/03/2021
Salve Enrico. Rispondo alla sua domanda "perché non far parlare le scimmie con la stessa proprietà di linguaggio dell'uomo?". Perché il linguaggio animale e umano sono DIVERSI. Ho scritto questo dialogo ispirandomi alla saga Il Pianeta delle scimmie chiaramente saga Fantasy, dove gli scimpanzé si esprimono con verbi all'infinito senza l'uso dell'articolo ripeto NON PER FATTORI DI RAZZISMO O DISCRIMINANTI, ma semplicemente suppongo per indicare un MODO DI COMUNICAZIONE DIVERSO tra mondo animale e umano. Mi sono semplicemente ispirata e non ci ho visto nella fonte (nel mio caso, nella citata saga) un qualche intento razzista nel far parlare gli scimpanzé in un modo diverso rispetto all'uomo, come è nella realtà la diversità di comunicazione. DIVERSITÀ NON È RAZZISMO, INFERIORITÀ E DISCRIMINAZIONE RIPETO, MA SOLO BELLEZZA E FASCINO. Sono d'accordo sul fatto che la scelta stilistica possa non essere condivisa. Non sono d'accordo sul fatto che questo dialogo possa in qualche modo comunicare qualche forma di RAZZIMO che io combatto su OGNI FRONTE.



recensore:

Recensione o commento # 13, data 24/03/2021
Hai portato il tuo racconto oltre le mura del sito, vero? Brava, dovremmo farlo tutti; noi autori siamo dei timidoni Smile
Dalla tua risposta a Selene ho capito la tua scelta di far parlare in maniera primitiva la scimmia, malgrado cio' è una scelta che non mi è piaciuta molto. Il tema trattato merita chiaramente la sua attenzione.



recensore:

risposta dell'autore, data 24/03/2021
Grazie per la sua recensione. Certamente, ho condiviso il mio racconto sui miei profili social partendo proprio dalla condivisione prevista da questo forum. La condivisione può inoltre essere anche un modo per favorire iscritti al forum magari di persone che trovano piacere nel leggere poesie, racconti e che trovano il coraggio di esprimersi pubblicamente. Nel mio caso, dalla lettura di alcune poesie di autori di questo forum ho tratto un forte senso di solidarietà e di conforto poiché alcune esperienze di vita non sono solo singolari. Mi rivolgo adesso ai lettori in generale. Per la scrittura adottata, mi spiace che non sia da tutti condivisa, è stata anzi una scelta adottare una scrittura semplice proprio perché l'obiettivo non era scrivere una opera aulica, ma lanciare una morale che fosse chiara ed evidente lasciando quasi in ombra lo stile adottato. Per il linguaggio dello scimpanzé ripeto non vi è stata nessuna logica discriminante, ma semplicemente indicare due modi diversi di comunicazione tra uomo e animale non con l'intento di affermare una qualche superiorità della comunicazione umana anzi studi di filosofia, etologia dimostrano quanto proprio lo scimpanzé apprende molto bene e comunica quasi come l'uomo pur non avendo gli stessi strumenti. Pensiamo ad esempio agli studi condotti da Jane Goodall. La scelta di quel linguaggio è stata semplicemente ispirata ad una saga. Tale scelta
quindi allude non alla superiorità dell'uomo, né incita al razzismo lungi da me, ma semplicemente alla diversità della comunicazione tra i due mondi per quello animale un linguaggio fatto di versi, rituali comportamentali; per quello umano un linguaggio anche e sopratutto verbale ed è proprio in ciò che i filosofi trovano la differenza dell'uomo rispetto all'animale. L'uomo appartiene al genere animale, ma è una specie in particolare ed è animale metafisico in quanto possiede un linguaggio verbale. La sua essenza è la razionalità che sicuramente hanno anche gli animali come già detto, ma sono razionalità semplicemente DIVERSE, senza per questo dover manifestare la superiorità dell'una rispetto all'altra o qualche forma di razzismo. Sono animalista e lo dimostrano la mia passione per l'etologia, per i documentari sugli animali e le mie conscenze anche in ambito filosofico sulla ragione e le emozioni animali. Combatto il razzismo che purtroppo esiste, anche se non esistono razze. La mia tesi triennale in Filosofia affrontava proprio il tema della Shoah, e ho sempre avuto a cuore tali questioni partecipo infatti a siti gestiti dai familiari delle vittime dell'Olocausto, e seguo molteplici storie, biografie e interviste. Combatto ogni forma di discriminazione poiché in essa non vi è nessuna logica e nessuna giustificazione. Se facciamo riferimento alla diversità, essa non è inferiorità, ma bellezza e fascino.



recensore:

Santa
Recensione o commento # 14, data 24/03/2021
Sicuramente la discussione verte sul tema sempre attuale della superficialità dell'uomo. In fondo i mali del mondo sono causati dalla sua supponenza.
Davvero un bel racconto che fa riflettere.



recensore:

risposta dell'autore, data 24/03/2021
Grazie a tutti per l'attenzione. Sono contenta di esser riuscita nel mio intento di comunicare il mio messaggio purtroppo non scontato per i nostri tempi. Sono contenta anche di aver avuto modo e spunti per aprire la strada anche ad altre questioni e di poter avere un riscontro con tutti voi ciò può aiutare a migliorare la mia comunicazione e quindi accetto tutte le critiche se sono costruttive. Grazie ai visitatori e agli autori del forum per l'attenzione prestata ai miei scritti.



recensore:

Domenico D.
Recensione o commento # 15, data 25/03/2021
Una breve storia che racconta una grande Verità. L Intelligenza degl animali sta nel fatto che essi non si reputano Superiori all uomo, sanno i loro limiti seppur vogliamo chiamarli limiti, ma il loro mondo è molto più pulito onesto e Bello del mondo Umano. Molto Toccante il fatto che essi non uccidono per scelta, ma x costrizione, l uomo non ha bisogno di uccidere x vivere. L autrice è senza dubbio un vulcano di Benevolenza e Rispetto per la natura, doti che al momento, al giorno d oggi, sembrano più Rare che mai…



recensore:

user deleted
Recensione o commento # 16, data 03/04/2021
È interessante questa rivisitazione del dialogo platonico: attraverso il confronto di due opposte posizioni e di due punti di vista antitetici si arriva a mettere a fuoco una verità.
Due i personaggi: un uomo e uno scimpanzé. L'uomo che sostiene le proprie idee con supponenza e lo scimpanzé pacatamente ma puntualmente e con estrema precisione replica alle affermazioni dell'uomo. Il dialogo tocca diversi temi: per ciascuno di essi, lo scimpanzé riesce a confutare la tesi dell'uomo in modo sempre pertinente; da parte sua, l'uomo, di fronte alle repliche inconfutabili del suo interlocutore, è costretto a passare ad altro argomento, su cui viene nuovamente spiazzato dalla replica dello scimpanzé; e così avanti fino alla conclusione del dialogo.
Tanto è limpida e fondata la posizione dello scimpanzé, che l'uomo esce perdente da questo dialogo in cui sono messe a confronto non solo le idee ma anche le posizioni e gli atteggiamenti: l'uomo pretende di collocarsi su un piano di superiorità, al contrario lo scimpanzé comprende che la discussione non può che svolgersi dando a ciascuno un ruolo paritetico.
Il dialogo è vivace e il gioco delle parti tra i due personaggi è accattivante. La lettura è molto piacevole, nonostante – mi permetto di osservare - qualche piccola sbavatura linguistica, soprattutto nell'ultima parte.



recensore:

risposta dell'autore, data 03/04/2021
La ringrazio Loredana per aver letto la mia opera, e in particolare per l'analisi condotta. Concordo con lei sull'imperfezione linguistica dell'ultima parte che potevo scrivere sicuramente meglio. Farò del mio meglio nella stesura delle prossime opere. Sul confronto tra mondo animale e mondo umano avrei davvero tantissimo da argomentare facendo riferimento a fonti diverse e anche a discipline diverse che si occupano del rapporto animale-uomo, o dell'apprendimento animale e del mondo animale in generale. Credo che la premessa essenziale del confronto (e non paragone che nella mia visione in generale ricade spesso nell'illogicità, velando la natura e il valore delle realtà discusse) tra questi due mondi affascinanti e complessi, sia riservare rispetto e preservare la dignità. Purtroppo tale premessa non sussiste per tutti gli uomini. Sono convinta non solo sotto il profilo razionale, ma anche sotto quello emotivo che l'uomo abbia tantissimo da imparare dal mondo animale.
Grazie ancora Loredana.





Scrivi qui la tua recensione o commento...

Nota: Scrivere recensioni e commenti alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni e commenti a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.


Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: le recensioni e i commenti devono essere lunghi almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche, costruttive e collaborative. Saranno eliminate dallo Staff le recensioni se saranno: offensive, volgari, chiacchiere e (se scritte da visitatori) presunte autorecensioni dell'autore o banali "bello, mi è piaciuto".

Nota: le recensioni e i commenti sono tuoi e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventeranno di proprietà dell'autore che hai recensito o commentato.


NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci/commenta un'opera a caso.
(per vedere un'opera a caso di un particolare genere, entra nella tipologia desiderata)


L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Dialogo tra uno scimpanzé e un uomo di Rossella D'Ambrosio è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)


Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

(poesia narrativa, brevissimo)  di nwGennyCaiazzoPoesie

incipit: Una Poesia di Genny Caiazzo che parla d'amore e narra il perdono verso chi si ama

tags: #amore(590)    #perdono(6)    #rispetto(8)    #tolleranza(1)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwDalila

tags: #conoscenza(8)    #rispetto(8)    #verità(16)    #voce(9)    #cuore(60)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwLorenzalo

descrizione: Riflessione, rientrando a casa dopo una giornata, di sole e caldo...

tags: #cuoio(1)    #rispetto(8)    #scarpa(3)    #odore(4)


descrizione: Roma, 1998. Gianmatteo è un bambino sensibile, intelligente al punto da ritrovarsi confuso nelle mille contraddizioni del suo piccolo mondo familiare e scolastico. Sarà un gruppo di coetanei speciali ad aiutarlo. (Nota: L'opera è divisa in tre parti)

incipit: La percezione del calore del latte, e il profumo esageratamente dolce dei cornetti preconfezionati, a Gianmatteo davano spesso la nausea. Peraltro aprile si annunciava umido e afoso, minacciosa anticamera di ciò che avrebbero dovuto patire i cittadini senza ferie in piena estate.

tags: #amicizia(77)    #infanzia(22)    #rispetto(8)    #scuola(30)    #diversita(6)


(racconto narrativa, breve)  di nwLuzant

tags: #amicizia(77)    #bar(15)    #crimine(4)    #fame(12)    #nevrosi(2)    #noir(10)    #onore(3)    #psicologico(3)    #rispetto(8)    #sangue(31)


(poesia narrativa, brevissimo)  di nwFilippo Iacoponi

tags: #terra(42)    #emozioni(47)    #popolo(4)    #rispetto(8)    #uguaglianza(1)    #utopia(11)


(poesia natura, brevissimo)  di nwS Vittoria

descrizione: Empatia con la natura, cerco di fare un viaggio nel suo dolore…

incipit: La tua anima spoglia si adagia su mani d'avorio, premuroso dono da cui colgo succulenti frutti.

tags: #bellezza(25)    #colori(54)    #dolore(85)    #natura(33)    #realta(20)    #rispetto(8)    #umano(7)    #vita(196)    #amore(590)

Elencate 8 relazioni su 8 -

Nota: vi invitiamo a
Questo indirizzo email è protetto dagli spam.
Attiva JavaScript per vederlo.
eventuali termini o contenuti illeciti, scurrili o errati che potrebbero essere sfuggiti al controllo degli Autori o dello Staff.




PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!


vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 3.215.79.116


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Info e FAQ

Contatti


© 2006-2021
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,32 secondi.