pagine viste: ...
...no javascript...
phone
Opzioni grafiche:
T
T
T
Ti
Ti
Benvenuto, visitatore
     
Tue 02 June, 20:07:32
logo


bookmark Metti nei segnalibri
qr code

Per te darei la morte

(poesia narrativa, brevissimo - per tutti)
86 visite dal 13/07/2017, l'ultima: 2 mesi fa.
6 recensioni ricevute


Autore di quest'opera:


avatar di Arturo Bandini
nwArturo Bandini
$
sostenitore 2018



Altre opere dell'autore


Descrizione: Che cosa non si farebbe per amore!


Per te darei la morte
voce
file: per-te-darei-la-mort_
e.txt
size: 1,04 KB

* è tra i primi 10!
dal 2017 (opere commentate)


Elenco Tag dell'opera:

#morte(165)




Recensioni: 6 di visitatori, 8 totali.


Nota: Scrivere recensioni alle opere è uno dei motori principali di questo portale artistico. È solo grazie a esse che, infatti, gli autori possono migliorarsi e i visitatori orientarsi. Se sei un autore, inoltre, scrivere recensioni a opere altrui incentiverà i destinatari a fare altrettanto con le tue.

Testo della recensione (min 30, max 5.000 battute)

Mancano 250 battute affinché questa recensione possa partecipare al nwClub dei Recensori.

Nota: stai per confermare la recensione del lavoro dell'autore Arturo Bandini. Se hai necessità di discutere più a fondo di questa opera con l'autore, puoi iniziare una discussione più ampia e dettagliata usando la nwsezione apposita del nostro forum. Tale discussione, se non è già stata aperta, dovrà essere creata con il titolo:

"Per te darei la morte - Arturo Bandini".

Le recensioni offensive, volgari o di chiacchiere saranno eliminate dallo Staff.

Nota: le recensioni devono essere lunghe almeno 30 battute e devono riguardare il contenuto dell'opera, meglio se critiche e collaborative.

Nota: le recensioni sono tue e modificabili per 2 giorni, dopodiché diventano di proprietà dell'autore che hai recensito.

NO JAVASCRIPT
NO BUTTON
Recensisci nwun'opera a caso.


recensore:
avatar di Massimo Baglione
nwMassimo Baglione
(amministratore)

Recensione # 1, data 13/07/2017
Una poesia ironica. Sin dal titolo mi ha coinvolto. Bel lavoro.



recensore:
avatar di Ida Dainese
Ida Dainese
$
sostenitore 2019 (11 dal 2015)

Recensione # 2, data 14/07/2017
Qui, infatti, si resta affascinati già dal titolo, il bell’inizio di un testo che non è da meno. La prima lettura corre veloce perché i versi sono composti senza inciampi, si sciolgono come nastri e fluttuano nell’aria. Si sorride perché ci si sente piacevolmente canzonati, l’autore “sembra” parlar d’amore ma le immagini sono tutte alla rovescia rispetto a quel che ci si aspetterebbe da una serenata.
Però io sono una donna e, come tale, vedo anche oltre i nastri (o me lo invento Laughing ). Mi sono data perciò alla seconda lettura e ho ponderato sul significato della parolina “per”: forse non è “in cambio di” ma “grazie a”. Così la poesia sembra diversa, perché l’autore, grazie alla sua bella, può dare via la sua morte e cioè restare vivo. Nelle strofe che seguono quindi, è grazie all’avere lei che il poeta scampa da ogni tormento, malattia e vizio; grazie a lei può permettersi di essere ladro o cavaliere, di annullare le sue certezze e le sue debolezze. Lei potrebbe cambiarlo così tanto che lui la sentirebbe accanto anche quand’è lontana (tanto per citare Shakespeare). Così l’ultimo verso apparirebbe più serio di quel che sembra e terribilmente romantico.
Se questo non era il tuo intento, eh beh, pazienza.



recensore:

Gennaro
Recensione # 3, data 14/07/2017
Buongiorno! Ho letto quello che ti scrivo e Non mi sembra proprio una poesia ma non me ne intendo. Piuttosto un discorso con tante ripetizioni dedicate alla donna che si vede bene, però ci sono troppe contradizioni perché lei dice morirei per te ma sarei felice pure senza di te e altre parole. Eppoi non mi sembra scritta proprio bene. La ringrazio e la saluto. Gennaro Vitone



recensore:

Veronica
Recensione # 4, data 14/07/2017
Nessuno me ne voglia in quanto il testo non mi appare leggibile sotto forma di poesia: costruito male nell'impostazione e nelle strofe, persino nella metrica. Sinceramente non mi è piaciuto; però, nello spezzare una lancia a favore dell'autore, se volesse rivederlo con grande obiettività, credo sia utile apportare modifiche necessarie a renderlo armonico, scorrevole e lirico. Non concordo con nessuno dei commenti precedenti. Disinteressata lo scrivo. Un cordiale saluto all'autore. Veronica da Milano.



recensore:

Arcangelo Galante
Recensione # 5, data 14/07/2017
Ho trovato il testo carico di incompatibilità e non propriamente affascinante, se non nel titolo, che, emozionalmente, potrebbe stimolare a essere letto. Troppi passaggi, forse un po' sconclusionati e in antitesi tra di loro. Con tutta la volontà nel pensare bene, forse, l'autore intendeva esprimere concetti profondi, indubbiamente legati ai sentimenti provati per (?). Domando scusa ad Arturo, ma ho letto liriche stilate con più "coerenza", rispetto a questa. Buona poesia a tutti.



recensore:
avatar di Arturo Bandini
nwArturo Bandini
$
sostenitore 2018

risposta dell'autore, data 14/07/2017
Mamma mia quante recensioni! Non ci sono abituato. Mille grazie a tutti per l'attenzione, per gli stimoli e per i suggerimenti che mi date. Ogni vostra parola è per me un piccolo tesoro. Scusate se non vi risponderò uno per uno ma mi limiterò a fare qualchè accenno generale prendendo stimolo dalle vostre graditissime recensioni. Io non lo so se quello che ho scritto si possa chiamare poesia, (poesia è una definizione che gli do per pura convenzione) non e questo che mi interessa; non mi interessa saper scrivere correttamente, (non ne sarei nemmeno capace) certo lo stile è importante ma per me lo stile non è una bella forma ma qualcosa che ha a che fare con il contenuto e nel contenuto di quello che scrivo ciò che mi piacerebbe comunicare e quasi sempre qualcosa di poco limpido. Non mi interessa tanto la chiarezza delle cose perché credo che nel nostro profondo le cose non sono mai chiare. Per me l'incompatibilità è una costante dell'essere, quindi ben venga alla luce anche attraverso la scrittura. Credo che la coerenza vada bene per un saggista, non per chi cerca di esprimere quello che ha dentro. Inoltre per me compito principale della scrittura è quello di aprire porte verso nuovi mondi, quindi ben vengano tutte le diverse letture che un testo può suscitare; anzi, più ce ne sono più il testo acquista valore e ricchezza. Questa cosa cosa che ho scritto è nata da un pensiero puramente ironico, ma mentre la scrivevo mi veniva in mente un altro mio scritto, " La madre surreale " e pensavo che in fondo, in amore siamo come quella madre, non sopportiamo che le persone che amiamo siano felici anche senza di noi. Chiedo scusa se questa recensione invece di chiarire le cose le ha rese ancora più oscure, del resto se nella vita avessi saputo scrivere chiaramente, forse non mi sarei mai messo a scrivere. Che altro dirvi? Grazie di nuovo a tutti



recensore:

Veronica
Recensione # 6, data 15/07/2017
chiedo scusa all'autore ma dalla risposta che ho letto ho perso il mio tempo a leggerla. tanti saluti!! Veronica



recensore:
avatar di Arturo Bandini
nwArturo Bandini
$
sostenitore 2018

risposta dell'autore, data 15/07/2017
Gentilissima Veronica da Milano, non vedo perché lei si debba sentire in dovere di chiedermi scusa. Il fatto che lei non condivida il mio modo di concepire e di praticare la scrittura non sminuisce il piacere di uno scambio di pareri civile e rispettoso come il nostro. Spero che in futuro lei mi conceda ancora il privilegio di farle "perdere" un poco del suo tempo che non si sa mai; magari "dall'incontro" con qualcosa che non ci saremmo mai aspettati può germogliare un piccolo arbusto. Così, tanto per farle un esempio pratico, io non mi sarei mai aspettato un commento come il suo, eppure esso credo che potrà divenirmi prezioso per qualche mio prossimo scritto. Infatti, rifettendo sull'espressione di " tempo perso" mi è venuto in mente che forse, il più delle volte, la usiamo in modo sbagliato: in fondo un esperienza fatta direttamente in prima persona (pessima o buona che sia) non può considerarsi tempo perso. Tempo perso e solo quello di cui non riusciamo a fare esperienza. Vede come son messo, ora e lei che mi deve scusare; non scambi questa mia riflessione per una critica a quello che ha scritto, non sia permalosa e abbia pietà per questo essere (io) che ama giocare con le parole e che neanche in questo caso ha saputo resistere alla tentazione a costo di passare per un borioso rompiscatole. Sono solo un umile operaio che non ha studiato oltre la terza media (e credo che dai miei scritti si capisca) ma che è cresciuto con la passione per la lettura e la scrittura. Un'altra cosa che mi tenta sempre e che non mi faccio mancare è l'ironia, quindi chiudo qui per non farle perdere altro tempo… la prego, mi perdoni anche questa. Le auguro buone cose e buone letture, però ogni tanto non si perda anche qualche cattiva lettura che anche quelle a volte, possono sorprenderci piacevolmente. PS: Visto che il mio pseudonimo è Arturo Bandini, mi permetto di consigliarle (se non li conosce già) la lettura di qualche romanzo di John Fante… non si mai che ne nasca un buon arbusto.




up - files - recensioni - opere correlate -
L'Opera è messa a disposizione dall'autore sulla base della presente licenza:

Licenza Creative Commons
Per te darei la morte di Arturo Bandini è pubblicata sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
L'opera di riferimento si trova su www.BraviAutori.it.
(Licenza di default del sito)
(nwClicca qui per info sulla protezione delle opere)

up - files - recensioni - opere correlate -
Elenco delle opere che condividono una o più tag con questa opera

doc
(racconto narrativa, breve)  di nwAlessandro Napolitano

descrizione: Il racconto "Una storia nera" è arrivato sesto al concorso "La biblioteca d'oro" ed è stato incluso nella omonima antologia.

incipit: Il dito girava nel bicchiere in senso antiorario, inghiottito da un mulinello rosso. Michele lasciò posare il vino, portò l'indice alla bocca e lo succhiò. Un crocefisso di legno, lungo quanto una mano, pendeva dalla parete. L'uomo accarezzò il volto del Cristo seguendo le rughe d'ebano, lo staccò dal muro e lo ripose nel cassetto della credenza. Bevve il Brunello in un sorso.

#bambino(75)    #chiesa(17)    #colpevole(5)    #mare(145)    #morte(165)    #pipistrelli(2)    #polizia(12)    #prete(3)    #spiaggia(19)    #vita(183)    #caverna(3)


txt
(racconto narrativa, brevissimo)  di nwGiovanni Minio

incipit: Quel giorno...

#auto(8)    #iniezione(1)    #moglie(14)    #morte(165)    #puntura(1)    #strada(25)    #carro funebre(1)


doc
(racconto fantasy, medio)  di nwGiorgio Burello

descrizione: Piccola storia senza pretese, tra montagne e personaggi molto strani.

#automobile(4)    #genio(1)    #montagna(26)    #morte(165)    #termine(3)    #entropia(3)


doc
(racconto narrativa, breve)  di nwClaudioC

descrizione: Breve storia fantasy-horror che affronta i temi della diversità e del cambiamento

#amore(553)    #claudio candia(1)    #diversità(6)    #eros(14)    #morte(165)    #non morti(1)    #thanatos(2)    #vampiri(16)    #cambiamento(11)


doc
(racconto horror, brevissimo)  di nwAlessandro Napolitano

#bibbia(3)    #morte(165)    #parole(29)    #diavolo(8)


odt doc
(poesia narrativa, brevissimo)  di nwPaolo Maccallini

#alberi(47)    #malinconia(30)    #morte(165)    #ricordi(128)    #tempo(66)    #vita(183)    #lacrime(24)


pdf
(racconto narrativa, breve)  di nwMato

#guerra(60)    #rifugio(3)    #vecchiaia(12)    #morte(165)


doc
(racconto horror, brevissimo)  di nwAlessandro Napolitano

descrizione: 300 parole per un incubo.

incipit: "O Grande Regina, eterna sorella io ti invoco. Ammettimi al tuo cospetto tu che asciughi il pianto all'umana gente. Madre tenebrosa, figlia eterna, Morte io ti invoco"

#invocazione(1)    #messale(2)    #morte(165)    #vecchio(14)    #latino(2)


txt
(racconto narrativa, breve)  di nwDjezia_Manu

descrizione: La storia di una donna che visse per amore...

incipit: Oggi vi vorrei raccontare la storia che sa dell'incredibile. Anch'io se devo dirvi la verità sono rimasto sbalordito. E' la storia di un'amore che durò per sempre ma che non ebbe mai inizio....

#famiglia(43)    #figli(33)    #guerra(60)    #morte(165)    #puro(1)    #vita(183)    #amore(553)    #per sempre(1)    #vero(2)

Elencate 10 relazioni su 165 -
 
10
20
 ... 
170
 


Utenti iscritti che hanno visitato questa opera


nwFerruccio Frontini, nwLaura Ruggeri, nwMassimo Baglione, nwCarlocelenza, nwIda Dainese, nwArturo Bandini, e altri 80 visitatori non iscritti.

86 visite in totale tra iscritti e visitatori.

up - files - recensioni - opere correlate -



PayPal

L'associazione culturale BraviAutori sopravvive solo grazie alle piccole donazioni. Se il nostro sito ti è piaciuto, se vuoi contribuire alla sua crescita e allo sviluppo di nuove iniziative, se ci vuoi offrire una pizza, una birra o proprio non sai scegliere chi far felice, considera la possibilità di fare una donazione. Oppure acquista uno dei nostri libri. Puoi usare PayPal (qui a fianco) oppure seguire le istruzioni in fondo a questa pagina. Per ulteriori informazioni, scrivete alla .


Grazie, e buon lavoro!

up

vota


siti web
siti web
siti web

php
Creative Commons
MySQL
Aruba.it
Contatori visite gratuiti
(questo indicatore conta le visite da parte di nuovi visitatori)
PhpBB3



spotfree site


Per gli smartphone o per i computer lenti è disponible una visualizzazione più leggera del sito.

informazioni sulla tua navigazione:
CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)
IP: 34.204.176.125


BraviAutori.it (il portale visual-letterario)

Version: 20.0409

Developed by Massimo Baglione

special thanks to:

all the friends of BraviAutori who have contributed to
our growth with their suggestions and ideas.


map
Mappa del sito


Informazioni sull'uso dei cookie da parte di questo sito

La nostra policy sulla privacy

Contatti e informazioni


© 2006-2020
All rights reserved

Copyrighted.com Registered & Protected

MyFreeCopyright.com Registered & Protected

Main site copyrights:
MCN: WVTT8-HGT7X-69B5W
MCN: WT4R4-8NXSX-1LXZB





Pagina caricata in 0,6 secondi.
up